Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

L'ottemperanza alle norme di buona educazione è molto importante in Vietnam. Il principio fondamentale dell'educazione vietnamita è il profondo rispetto verso le altre persone, la Natura e gli Antenati. L'influenza confuciana sull'etica vietnamita è molto forte.

Particolare enfasi è posta nel rispetto degli anziani e degli antenati, fonti di saggezza e custodi del sapere. La lingua vietnamita ha un complesso sistema di appellativi che codifica il modo in cui due persone si rivolgono tra loro a seconda del sesso, dell'età e del rango sociale.

Finché ci si attiene a buone maniere e comuni norme di buonsenso ed educazione non si corre il rischio di causare situazioni troppo imbarazzanti. In generale in Vietnam, come nel resto dell'Estremo Oriente, l'armonia sociale è prioritaria rispetto all'individuo. E non solo per consentire una pacifica e feconda vita sociale bensì anche perché si ritiene che l'individuo stesso non possa vivere veramente in maniera libera se non è inserito in una dimensione sociale armoniosa.

 

Statua di Confucio, Tempio della letteratura, Hanoi
Hanoi, Tempio della Letteratura: statua di Confucio

Norme generali

Le norme generali di buona educazione sono improntate al rispetto verso le altre persone e al mantenimento dell'armonia del contesto sociale e del luogo in cui ci si trova.

Spazi e riservatezza: è sufficiente attenersi al buonsenso per evitare di risultare invadenti per le persone circostanti. Maggiore cura va riposta in contesti formali e cerimoniali. Allo stesso tempo la percezione dei concetti di intimità e riservatezza sono assai diversi da quelli moderni occidentali. Questo aspetto non mancherà di colpire il visitatore occidentale in visita per la prima volta in Vietnam. Per i vietnamiti chiedere informazioni personali (ad esempio se si è sposati) è comune, socialmente accettato e considerato cortese, una manifestazione di partecipazione e simpatia verso il prossimo. All'inizio questo comportamento può urtare ma una volta comprese le motivazioni non si potrà non apprezzarne la natura di profonda empatia.

Uso delle scarpe: quando si entra in una casa altrui è buona norma togliersi le scarpe.

Rumorosità: mentre nei luoghi pubblici ordinari vi è un continuo e gioioso schiamazzo accompagnato da gestualità esuberante che rassomiglia a quella di noi italiani, nei luoghi consacrati al culto il silenzio e la compostezza sono assoluti.

Manifestazioni di affetto: in Oriente, non solo in Vietnam, le manifestazioni di affetto sono ritenute un momento intimo da confinare (e in ciò le si valorizza) alla sfera privata. E' bene quindi evitare baci, abbracci ed effusioni in pubblico.

Dare e ricevere: in generale ogni oggetto si deve porgere o ricevere con due mani invece che una sola. Questa accortezza carica l'atto di autentica considerazione verso l'altra persona e trasforma un semplice e frettoloso trasferimento di un oggetto da una persona all'altra in un momento di empatia e rispetto tra due persone. Non si tratta affatto di un vuoto e cerimonioso formalismo. Chiunque compierà il gesto di dare o ricevere qualcosa con due mani lo sentirà spontaneamente accompagnato da un senso e un sentimento più profondi, una naturale tensione interiore verso l'altra persona.

Salutarsi: il saluto tradizionale in Vietnam avviene tramite l'inchino. Più è profondo l'inchino, maggiore è la considerazione che si esprime verso l'altra persona. Molto spesso accade che ci si saluti con una stretta di mano specialmente nei contesti informali. Non è comune salutarsi con un bacio.