Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Dove andare e cosa vedere a Pechino

Luoghi di interesse culturale e paesaggisticoPechinoPechino è una città gigantesca con numerosi luoghi di interesse e questo implica che la visita debba essere pianificata con cura, prestando particolare attenzione a programmare itinerari effettivamente praticabili.

Iniziando dalle mete imperdibili, diremo che il viaggio a Pechino non può mancare di toccare il Tempio del Cielo, la Città Proibita e il Palazzo d'Estate. Questa scelta rappresenta l'opzione minimale, consigliata solo a chi non abbia che due giorni a disposizione.

Di grande interesse sono anche alcuni templi, numerosi musei, i quartieri tradizionali, i grandi parchi e naturalmente la Grande Muraglia Cinese. Gli appassionati di storia e architettura tradizionale possono apprezzare anche le Tombe della dinastia Ming.

Questi e altri gioielli del grande passato della Terra di Mezzo sono scampati alla furia devastatrice della Rivoluzione Culturale che invero purtroppo distrusse ciecamente buona parte del ricchissimo patrimonio culturale e artistico di Pechino.

Decenni di rapida e tumultuosa urbanizzazione hanno cancellato molti quartieri antichi. Parte di ciò che è giunto a noi è stata modernizzata, parte è stata trasformata in attrazione turistica. Rimane ancora un certo numero di quartieri in cui apprezzare l'impianto architettonico tradizionale di Pechino, composto da case a corte (四合院, SiHeYuan) divise da un reticolo di stretti viottoli. Queste strette strade sono note col nome di hutong (胡同, parola che spesso viene impiegata anche per indicare i quartieri).

Pechino offre numerose attrazioni anche a chi è interessato all'architettura moderna e contemporanea. La creazione più nota è probabilmente lo Stadio olimpico di Pechino, conosciuto per la sua struttura come il Nido di uccello.

Pechino ospita splendidi parchi di grande interesse paesaggistico e storico-culturale. In lussureggianti e placidi ambienti naturali sono custodite numerose vestigia dell'arte e dell'architettura cinese tradizionale.

Imperdibile per chi ama la sinfonia dei colori dell'autunno la visita alle Colline Profumate (香山, XiangShan) situate all'interno della vasta area delle Colline Occidentali (西, XiShan). Foreste, laghi, rivi, gole, templi, dimore antiche e gli immancabili padiglioni vi compongono scenari di grande bellezza.

 

Dove andare e cosa vedere a Pechino: il Tempio del Cielo
Tempio del Cielo, ingresso all'Altare circolare

 

Tempio del Cielo

Come si scrive in cinese Tempio del Cielo, TianTanIl Tempio del Cielo (caratteri tradizionali: ; caratteri semplificati: 天坛; TianTan) è un grande complesso di edifici religiosi di primaria importanza storica, artistica e culturale risalente all'epoca della dinastia Ming. Sede dei culti arcaici cinesi legati alla venerazione delle divinità celesti, il Tempio del Cielo è indubbiamente il centro spirituale della città imperiale di Pechino e un sito di immenso valore artistico e culturale che esprime con incredibile potenza espressiva i principi cardine della visione del mondo cinese tradizionale.

Nel Tempio del Cielo si svolgevano cerimonie religiose centrali nella vita religiosa e politica della nazione. Dette cerimonie, regolate da un protocollo rigorosissimo, erano personalmente compiute dall'imperatore che in esse assolveva la sua funzione di pontefice, artefice del sacro legame tra mondo terreno e mondo celeste.

All'interno di una vasta area boschiva popolata da alberi secolari sorgono i numerosi templi e gli edifici ausiliari che compongono il grande complesso religioso. Lungo un asse che va dal sud al nord si trovano i templi più importanti: l'Altare circolare, la Celeste volta imperiale e il Palazzo della preghiera per il buon raccolto.

Il culto del cielo era celebrato durante il solstizio di inverno presso l'Altare circolare (l'altare situato più a sud). Le tavolette recanti i nomi degli dei da esporre durante i riti erano sono custodite nella Celeste volta imperiale. Presso l'Altare della preghiera per il buon raccolto venivano offerti sacrifici per propiziare l'agricoltura della nazione. Il palazzo, di pianta circolare e con elegante copertura a tre ordini, è divenuto per la sua bellezza squisita l'elemento iconico del sito. Il vivido colore blu delle tegole è naturalmente associato al cielo. Molto aggraziati, pur nella fondamentale essenzialità dell'architettura tradizionale, gli edifici annessi e il meraviglioso portale di ingresso.

 

Dove andare e cosa visitare a Pechino: il Tempio del Cielo
L'Altare circolare
Cosa visitare a Pechino: il Tempio del Cielo
La Celeste volta imperiale
Pechino: il Tempio del Cielo
L'Altare della preghiera per il buon raccolto

 

Un grande muro di cinta divide il sito dal resto della città. Il muro ha andamento rettilineo nella parte meridionale del complesso (il quadrato è associato alla terra) e andamento circolare nella parte settentrionale (il cerchio è associato al cielo). Il rapporto gerarchico tra terra e cielo è evidenziato anche dalla differenza di quota tra le parti cinte da muri circolari e quelle cinte da muri quadrati (le prime, associate al cielo, più alte). Un lungo ponte (Ponte Danbi), la Via sacra, guida il movimento ascensionale del celebrante conducendo dalla Celeste volta imperiale al Palazzo della preghiera per il buon raccolto.

Ogni aspetto della composizione architettonica, dalla concezione complessiva fino ai dettagli più minuti, esprime i principi fondamentali della concezione cosmologica cinese, il rapporto tra uomo e divinità e il rapporto tra mondo profano e mondo celeste. Rimandiamo a testi specialistici i lettori che intendono approfondire la comprensione di quest'opera straordinaria.

Pechino: TianTan
Tempio del Cielo, portale di ingresso al Tempio della preghiera per il buon raccolto

 

Consigli per la visita al Tempio del Cielo

Documentarsi prima di visitare il sito

Il Tempio del Cielo è un sito di rara bellezza e chiunque vedendolo se ne renderà conto. Tuttavia, per apprezzane pienamente la grandezza è necessario documentarsi prima di visitarlo. Oltre che edificante, è estremamente emozionante cogliere la profonda sacralità di quest'opera.

Da dove accedere

La maggior parte dei visitatori trova conveniente entrare nell'area del complesso del Tempio del Cielo attraverso l'ingresso est, quello servito dalla linea metropolitana. Se entrate da questo ingresso, vi consigliamo di non recarvi direttamente al vicino Tempio della preghiera per il buon raccolto bensì di attraversare il parco in direzione sud fino all'entrata che dà sull'Altare della collina circolare e la Celeste volta imperiale. Questa scelta rispetta l'ordine logico da seguire nella visita al sito religioso.

Evitare le folle

Questo luogo eleva chi lo visita in una dimensione che non appartiene al mondo ordinario ed è un vero dolore visitarlo in mezzo agli schiamazzi di masse di turisti molto spesso del tutto insensibili alla natura del sito.

Vi consigliamo quindi di evitare a ogni costo i periodi di maggiore affollamento. In genere visitare il Tempio del Cielo nei giorni feriali di mattina presto (all'orario di apertura) permette di evitare i gruppi organizzati e le folle bercianti. Lo sforzo di svegliarsi presto sarà senz'altro ripagato.

 

Come arrivarci

In metropolitana

L'ingresso orientale del Tempio del Cielo si trova a circa 50 metri dall'uscita A della fermata TianTanDongMen della linea metropolitana 5.

 

Città Proibita

紫禁城

La Città Proibita (紫禁城, Purpurea Città Proibita) è una delle residenze imperiali più importanti della storia e uno dei tesori dell'architettura e dell'arte più preziosi al mondo.

Risalente agli inizi del XV° secolo, fu il centro del potere politico della nazione sotto le dinastie Ming e Qing. Dopo le dolorose vicissitudini dei periodi successivi alla caduta della dinastia Qing, la Città Proibita divenne un museo, il più grande della Cina, noto col nome di Museo del Palazzo.

Opera straordinaria di ingegno e di genio creativo, la Città Proibita ha in una composizione organica e armoniosa il suo tratto più saliente. Una delle immagini più poetiche è offerta dalle ampie vedute sui ampi tetti gialli ricurvi che paiono calati dall'alto e delicatamente sorretti dalle eleganti mensole lignee dei palazzi purpurei. L'architettura dell'opera, dalle forme essenziali e leggiadre, genera una tensione verso il cielo lenta, sicura e solenne.

Lungo il quadrilatero murario che cinge la Città Proibita si aprono quattro portali tripartiti allineati secondo le direzioni cardinali. Il portale meridionale, l'ingresso principale al complesso, dà sulla gigantesca Piazza TianAnMen (Porta della Pace Celeste), costituendone il riferimento dominante e definendo l'asse verticale di Pechino.

La parte meridionale del complesso riunisce i palazzi deputati alle funzioni governative mentre i palazzi in cui risiedeva la famiglia imperiale si trovano nella sezione settentrionale, in fondo a un lungo percorso, la Via Imperiale, che attraversa portali e corti dove si ergono gli edifici che ospitavano le cerimonie e le funzioni religiose.

Centrale nella concezione dell'intero complesso ed eminente dal punto di vista artistico ed estetico è la Sala della Suprema Armonia (太和殿), che già nel suggestivo nome, prima ancora che nella straordinaria architettura, reca il senso di ciò che realizza in sé e nel rapporto con l'intera compagine di edifici circostanti. Le figurine poste alle estremità degli angoli del tetto sono in numero di dieci, ciò che esprime la preminenza assoluta dell'edificio rispetto a ogni altro.

 

Dove andare e cosa vedere a Pechino: la Città Proibita (Gugong)
La Città Proibita, Pechino

 

Ordine, disposizione, dimensioni e dettagli in ogni ordine e scala sono espressione delle conoscenze, degli ideali e dei principi filosofici e religiosi della Cina classica. L'organicità dell'opera è sovrumana.

Nei numerosi palazzi della Città Proibita sono custoditi oltre 1.000.000 di opere di ogni genere: dipinti, ceramiche, bronzi, sigilli, documenti e molto altro.

Dopo la visita alla Città Proibita consigliamo di salire sulla vicina Collina Jingshan e godere della straordinaria veduta dall'alto sull'intera opera. Sarà il giusto coronamento di un crescendo di intense emozioni.

 

Pechino, Città Proibita
Il Muro dei Nove Draghi

 

Città Proibita (Museo del Palazzo)

Indirizzo

Pechino, Piazza Tian An Men

Ingresso da Piazza Tian An Men attraverso la Porta Meridiana; uscita possibile anche attraverso la Porta della Divina Potenza (porta settentrionale)

Orario di apertura

1 aprile – 31 ottobre, 8:30-17:00 (ultimo ingresso alle 16:00)

1 novrembre – 31 marzo, 8:30-16:30 (ultimo ingresso alle 15:30)

Ingresso

60 yuan (1 aprile – 31 ottobre)

40 yuan (1 novembre – 31 marzo)

Sito ufficiale

Sito ufficiale del Museo del Palazzo

Pagine salienti: Ubicazione | Itinerari di visita consigliati

 

Dove andare e cosa vedere in Cina: Pechino
Un finissimo incensiere esposto al Museo del Palazzo

 

Tempio dei Lama (Palazzo dell'Armonia e della Pace)

Come si scrive in cinese Tempio dei LamaIl Tempio dei Lama (雍和宫, YongHeGong; letteralmente: Palazzo dell'Armonia e della Pace) è un grande tempio e monastero buddhista tibenano. Situato a nord del centro cittadino, è uno dei templi più belli e più importanti di Pechino. Originariamente adibito a residenza imperiale, il complesso venne a ospitare un monastero lamaista e divenne un centro di riferimento per il buddhismo tibetano e per l'unità culturale e religiosa dell'Impero. La grande importanza attribuita al tempio è testimoniata dall'uso delle tegole di color giallo, prerogativa questa degli edifici imperiali.

Oltre a offrire un'architettura unica nel suo genere, ingentilita da un apparato decorativo ricco e molto elegante, il Tempio dei Lama ospita anche opere di arte sacra di grandissimo valore.

Le sale principali del complesso religioso si susseguono lungo un asse sud-nord. Tra di esse si aprono graziose corti su cui si affacciano edifici secondari. All'estremità settentrionale si incontra l'ultima sala, l'imponente Palazzo della Felicità Infinita. All'interno di quest'ultimo edificio è collocata una gigantesca statua lignea del Buddha Maitreya.

 

Cosa visitare a Pechino: il Tempio dei Lama (YongHeGong)
Tempio dei Lama

 

Come arrivarci

In metropolitana

Il Tempio YongHe si trova a circa 150 metri dall'uscita C della fermata Yonghegong delle linee metropolitane 2 e 5.

 

Da visitare a Pechino: il Tempio di Confucio
Tempio di Confucio

 

Tempio di Confucio e Accademia Imperiale

Tempio di ConfucioAccademia ImperialeA breve distanza dal Tempio dei Lama sorge il complesso che ospita il Tempio di Confucio (北京孔, BeiJing KongMiao) e l'Accademia Imperiale di Pechino (北京國子監, BeiJing GuoZiJian). Si tratta di uno dei siti culturali più importanti di Pechino e dell'intera Cina dove si celebra il Confucianesimo, il suo fondatore e i suoi discepoli più illustri.

Il Confucianesimo ha svolto un ruolo determinante nella definizione dei principi e delle prassi che regolano l'educazione e l'istruzione nella Terra di Mezzo.

Presso il Tempio di Confucio da secoli il popolo cinese rende omaggio al suo grande maestro. Il sito per importanza è secondo soltanto al tempio a QuFu, città natale di Confucio.

 

Pechino, Accademia Imperiale
Ingresso all'Accademia Imperiale

 

Accanto al tempio sorge l'Accademia Imperiale, l'istituzione educativa di più alto rango nella Cina Imperiale. Gli edifici sono eleganti e ben conservati. Tra di essi spiccano per magnificenza, valore artistico e densità di significati il grande paifang (portale di accesso) a tre luci e l'elegante Sala Biyong, riservata alle prolusioni degli imperatori e agli eventi più solenni.

 

Come arrivarci

In metropolitana

Il sito del Tempio di Confucio e dell'Accademia Imperiale si trova in via Guozijian,15, a circa 300 metri dall'uscita C della fermata Yonghegong delle linee metropolitane 2 e 5.

 

Viale WangFuJing

Il grande viale Wangfujing (王府井, WangFuJing) è una delle più frequentate strade di Pechino. Si trova nel centro della città a breve distanza da Piazza TianAnMen. La strada si sviluppa secondo la direttrice nord-sud ed è chiusa al traffico veicolare.

Pur non destando grandi impressioni dal punto di vista estetico, Wangfujing non manca di attrattive rappresentando uno dei ritratti più interessanti della continua metamorfosi di Pechino.

Lungo Wangfujing si trova ogni genere di negozio: dalle antiche botteghe pechinesi alle filiali delle firme internazionali del lusso. Basta svoltare in un vicolo per trovare ristoranti e banchetti dove si possono mangiare prelibatezze del cibo da strada a prezzi ridotti.

Deviando verso ovest si raggiunge il limite orientale della Città Proibita in circa 20-30 minuti.

 

Come arrivarci

In metropolitana

Il viale Wangfujing è raggiungibile in metropolitana grazie alla omonima fermata della linea 1.

 

Cosa vedere a Pechino: Wangfujing
Viale WangFuJing

 

 

Luoghi di interesse a Pechino: il Palazzo d'Estate
Ingresso settentrionale del Palazzo d'Estate

 

Viaggio in Cina: visita al Palazzo d'Estate, Pechino
Palazzo d'Estate, Pechino

 

Booking.com