Viaggiare in Giappone è considerato essere piuttosto caro ma usando buonsenso e rinunciando a qualche comodità è possibile contenere i costi mantenendo alta la qualità dell'esperienza.   

E' possibile viaggiare in Giappone spendendo anche meno di 8.000 yen al giorno ma ciò richiede un piano accurato che va dalla scelta del periodo di visita a un'oculata selezione degli alloggi e dei mezzi di trasporto. 

In questa pagina presentiamo un viaggio di 12 giorni che segue un itinerario classico, tra Tokyo e Osaka. Viene anche esaminata l'opzione di una breve visita a Hiroshima e Miyajima.   

 

  

Con spese che darebbero diritto in Europa a servizi mediocri in Giappone si accede a livelli di servizio molto buoni. In generale quasi in tutto il rapporto qualità-prezzo è molto soddisfacente.

 

Indice

 

Viaggiare in Giappone in inverno, un periodo ideale per visitare il paese spendendo poco
Kyoto in inverno

 

Premessa: stile di viaggio

Di seguito ci riferiamo al caso di un viaggiatore giovane e dinamico, ossia una persona che viaggia secondo il seguente stile:

  • dorme in ostelli oppure, se in coppia, in affittacamere economici (minshuku)

  • mangia in ristoranti economici locali

  • è disposto a lunghi trasferimenti in autobus, anche notturni

Questi tre fattori sono requisiti essenziali per contenere i costi al minimo ma occorre tenere conto di altri aspetti, come di seguito indicato.

 

Chi non si ritrova in questo profilo può leggere il seguente articolo, che passa in rassegna in dettaglio i costi di un viaggio in Giappone:

Quanto costa un viaggio in Giappone (costi voce per voce; secondo tre stili di viaggio)

 

Voci di costo principali

 

  • Visto: gratuito

  • Volo: 500-600 euro

  • Pernottamento: 12-15 euro a persona in ostello (fino a 30 euro in alta stagione); 60-70 euro per una camera doppia economica (fino a 100 euro in alta stagione)

  • Pasti: 5-10 euro

  • Trasporti: 150-200 euro per spostamenti tra Tokyo, Kanazawa, Kyoto, Nara e Osaka in autobus (inclusi i trasferimenti da e per gli aeroporti); 5-7 euro al giorno per gli spostamenti urbani (con itinerari razionali e ben pianificati)

  • Visite (biglietti di ingresso a siti di interesse culturale, musei, eccetera): circa 15 euro al giorno

 

Costo di un viaggio di dodici giorni (in bassa stagione)

  • 1.400-1.600 euro

 

Volare in Giappone: Aeroporto internazionale del Kansai
Aeroporto internazionale del Kansai, presso Osaka

 

Voli internazionali

 

Voli tra Italia e Giappone

Il volo è una di quelle voci di spesa dove è più facile risparmiare. Si riescono a trovare facilmente voli economici per Tokyo a 450-500 euro in bassa stagione (soprattutto in inverno). In alta stagione in genere è comunque possibile contenere la spesa sotto i 600 euro.

I voli tra Italia e Osaka sono in genere più costosi. Altri aeroporti vanno considerati solo se si proviene da altre località in Oriente.

 

Voli tra Cina, Corea, Vietnam e Giappone

Voli di andata e ritorno tra Cina, Corea, Vietnam e Giappone hanno un costo di 200-300 euro

I voli più convenienti partono da Shanghai, Hong Kong, Taipei, Seoul e Pusan. Da valutare anche voli con ingresso attraverso gli aeroporti di Okayama, Nagoya, Tokyo Haneda.

Chi proviene dal Vietnam spesso trova convenienti voli con scalo a Taipei.

Indice

 

Pernottamento economico

Per contenere i costi di pernottamento al minimo ci sono diverse opzioni. Ostelli, alberghi a capsule e affittacamere economici (minshuku) offrono in genere un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Il costo dipende dalla località; è più alto a Kyoto e Tokyo mentre a Kanazawa e Osaka è più contenuto e meno variabile con la stagione.

Per risparmiare è essenziale procedere a una prenotazione tempestiva.

 

Ostelli

In Giappone gli ostelli sono di regola decorosi, puliti e di buona qualità. L'offerta è molto ampia e comprende anche ostelli a tema, che intendono offrire più che un semplice letto.

In generale il costo per il pernottamento in ostello in Giappone è compreso tra 12 e 15 euro in bassa stagione (inverno).

Negli altri periodi è meglio mettere in conto almeno 20 euro a notte, che possono diventare fino a 30-40 euro a Kyoto durante il periodo della fioritura dei ciliegi (tra fine marzo e metà aprile).

 

Selezione di ostelli consigliati

Di seguito proponiamo una lista di ostelli consigliati nelle principali destinazioni del Giappone. Nella selezione abbiamo considerato quali priorità:

  • un ottimo rapporto qualità - prezzo

  • un'ubicazione conveniente per l'accessibilità e la visita alla località

 

Queste strutture propongono anche camere private.

 

Ostelli a Tokyo

Struttura consigliata 

Ubicazione, caratteristiche salienti

Accessibilità

CITAN Hostel

Ostello di buon livello in centro, nel distretto di Chuo, a 2 km dalla Stazione di Tokyo e dal vivace quartiere di Akihabara; a pochi passi dall'utilissima Stazione di Bakurocho (da cui partono i treni locali per l'aeroporto di Narita, raggiungibile con soli 1.300 yen).

In treno e metropolitana (in minuti):

  • Stazione di Tokyo (10)

  • Ueno e Asakusa (15)

  • Shinjuku (30)

  • Aeroporto di Narita (75-90)

 

Ostelli a Kyoto

Struttura consigliata 

Ubicazione, caratteristiche salienti

Accessibilità

Piece Hostel Kyoto

Ostello a Shimogyo, a due passi dalla Stazione di Kyoto, da cui partono gli autobus turistici Raku. Contesto senza particolare attrattiva ma posizione eccellente per brevi soggiorni a Kyoto con escursioni in giornata nelle vicinanze (Nara, Uji, Yoshino).

 

In autobus, trenometropolitana (in minuti):

  • Stazione di Sanjo (15-20)

  • Fermata di Higashiyama (15)

  • Arashiyama (20)

  • Templi di Higashiyama, Sakyo e Kita (40-60)

 

Ostelli a Kanazawa

Struttura consigliata 

Ubicazione, caratteristiche salienti

Accessibilità

THE SHARE HOTELS HATCHi Kanazawa

Ostello ben organizzato, vicino al quartiere storico di Higashi Chaya; a pochi passi dalla fermata Hashiba-cho delle linee circolari di autobus turistici. Accessibilità in autobus (in minuti): dalla Stazione di Kanazawa (10); dal Kenroku-En e dal Castello di Kanazawa (5; 15 minuti a piedi); da Nagamachi (25).

 

In autobus e a piedi (in minuti):

  • Higashi Chaya e Kazuemachi (2)

  • Stazione di Kanazawa (10)

  • Giardino Kenroku-En (7)

  • Nagamachi (25)

 

Ostelli a Osaka

Struttura consigliata 

Ubicazione, caratteristiche salienti

Accessibilità

HOSTEL WASABI Osaka Bed with Library

Interessante ostello a tema dove si dorme letteralmente tra i libri, a pochi passi dal vivace quartiere di Dotombori. La strategica Stazione di Namba (collegata all'Aeroporto del Kansai e alle linee urbane e vicinali) dista meno di 10 minuti a piedi. Accessibilità (in minuti): dalla Stazione di Osaka (20); dal Castello di Osaka (25); dal Grande Santuario di Sumiyoshi (20)

In metropolitana e treno (in minuti):

  • Stazione di Osaka e Umeda (20)

  • Castello di Osaka (25)

  • Grande Santuario di Sumiyoshi (20)

 

Approfondimenti:

Alloggiare in ostello in Giappone (informazioni sintetiche, consigli)

Alberghi economici in Giappone (tipologie, alberghi in buona posizione nelle principali località)

 

Alberghi a capsule

Chi non soffre di claustrofobia può optare per una sistemazione spartana ma indubbiamente curiosa e divertente come quella offerta da un albergo a capsula. Ve ne sono di diversi tipi, di diversa grandezza e livello di sofisticazione tecnologica.

I prezzi partono dai 20 euro a notte.

 

Minshuku

Le minshuku sono spartani affittacamere, solitamente a conduzione familiare. La qualità è variabile ma una caratteristica frequente è la mancanza di servizi igienici privati (che peraltro di regola non si trovano neppure in ryokan storici o persino lussuosi).

I prezzi partono dai 50-60 euro a camera (per due persone).

 

Approfondimenti:

Alloggiare in alberghi economici in Giappone (tipologie di strutture ricettive, consigli)

Indice

Mangiare spendendo poco

Anche con piccole cifre si può mangiare abbastanza bene in posti ben puliti e decorosi. Praticamente inaccessibile la frutta che ha costi molto elevati, spesso esorbitanti.

 

Ristoranti di udon, soba, ramen

Piatti di pasta (udon, soba, ramen) costano poco e sono in genere saporiti e di buona qualità. Non è possibile nutrirsi così per 12 giorni di seguito ma certamente offrono un'opzione economica e agevole.

Questi ristoranti sono ovunque e un piatto unico costa tra i 5 e gli 8 euro.

 

Konbini

L'opzione forse più economica, ma meno consigliata, è quella offerta dai supermercatini konbini. Propongono pasti confezionati, precotti da scaldare, pasta istantanea e stuzzichini vari. La qualità è mediocre ma sono ovunque e aperti 24 ore su 24. Ottimi per soluzioni di ripiego.

 

Bento

Il bento è un pranzo da asporto. Il costo varia sensibilmente a seconda della qualità e quantità del cibo. Si riescono a trovare confezioni soddisfacenti con 8-10 euro.

 

Mangiare in Giappone spendendo poco: bento
Bento e stuzzichini presso i negozi della Stazione di Omiya; le stazioni in Giappone sono luoghi eccellenti dove trovare un'ampia varietà di ristoranti economici e negozi per economici pranzi lampo

 

Catene di ristoranti locali

Catene di ristoranti economici si trovano ovunque. Vengono proposte le pietanze più comuni della cucina giapponese. In generale si riesce a mangiare bene e a volontà con meno di 10 euro a pasto. Tra le catene più note Sukiya.

 

Ristoranti ordinari

A pranzo anche ristoranti di buon livello offrono menù a prezzi interessanti. Con 15-20 euro è possibile pranzare molto bene, con piatti di qualità e in buona varietà.

La soluzione più pratica ed economica è offerta dalle stazioni, presso le quali si trovano numerosi ristoranti tra cui scegliere.

Indice

Lunghi trasferimenti interni

Per risparmiare al massimo occorre evitare l'uso dei treni ad alta velocità e usare esclusivamente gli autobus.

 

Trasferimenti in autobus

Il viaggiatore giovane attento a quel che spende nella maggioranza dei casi si troverà a viaggiare in autobus. Gli autobus notturni coprono lunghe distanze a prezzi molto contenuti e non sono poi molto scomodi per un viaggiatore giovane.

Prenotando con largo anticipo è possibile spuntare ottimi prezzi.

Di seguito le relazioni principali:

  • tra Tokyo e Kanazawa: 35-50 euro – 7-8 ore in autobus notturno

  • tra Kanazawa e Kyoto: 30-35 euro – 4 ore in autobus diurno

  • tra Osaka e Tokyo: 30-45 euro – 7-8 ore in autobus notturno

Le corse degli autobus hanno solitamente inizio e conclusione presso le stazioni ferroviarie, circostanza che garantisce grande comodità nel loro uso.

 

Trasferimenti in treno

Per risparmiare è essenziale fare a meno dei treni ad alta velocità. Consigliamo di usare solo treni espressi o locali per spostamenti su brevi distanze.

  • tra l'aeroporto di Narita e Tokyo (Stazione di Tokyo, Ueno): 10-15 euro | 90-120 minuti

  • tra Kanazawa e Kyoto: 30-55 euro | 135 - 270 minuti

  • tra Kyoto e Osaka: 4 euro | 30 - 45 minuti

  • tra Kyoto e Nara: 5-7 euro | 50 - 75 minuti

I plurigiornalieri Kintetsu offrono una buona occasione per contenere i costi degli spostamenti nel Kansai (vedasi in fondo alla pagina).

Indice

Come spostarsi in città e sulle brevi distanze

Se pianificate gli itinerari con cura e siete disposti a qualche passeggiata, raramente vi troverete a spendere più di 7 euro al giorno per gli spostamenti interni; ciò anche nelle grandi città come Tokyo, Osaka e Kyoto.

Nelle pagine dedicate agli itinerari nelle singole città sono contenute tutte le informazioni necessarie a un'efficiente pianificazione dei percorsi di visita.

A Kyoto e Kanazawa conviene muoversi in autobus utilizzando i biglietti giornalieri.

A Tokyo e Osaka per itinerari di visita tipici (adatti a chi visita il Giappone per la prima volta) conviene muoversi in metropolitana o in treno.

 

Spostamenti economici in Giappone: treni urbani
Treni delle linee urbane e suburbane a Tokyo

 

Indice

Visite di carattere culturale e turistico

Gran parte dei musei e dei siti di interesse storico e culturale ha tariffe molto contenute, spesso sotto ai 4 euro. 

A Kyoto, Nara e Kanazawa ci si trova a visitare parecchi templi, santuari e siti storici; in queste città si può arrivare a spendere fino a 20 euro al giorno. Molti siti sono comunque gratuiti.

Largheggiando per sicurezza è bene mettere in conto almeno 15 euro al giorno per questa voce.

 

Luoghi di interesse a ingresso gratuito in Giappone: Santuario Meiji
Santuario Meiji (Tokyo), uno dei numerosi siti storici e religiosi a ingresso gratuito

 

Indice

Stima del costo di un itinerario classico di dodici giorni

Di seguito prendiamo in esame il caso di un itinerario classico, tra Tokyo e Osaka, con le seguenti tappe (tra parentesi la durata dei soggiorni):

  • Tokyo (3)

  • Kanazawa (2)

  • Kyoto (4)

  • Nara (1)

  • Osaka (2)

 

Costo totale per un viaggio di 12 giorni (a persona)

 

  • Visto: 0

  • Volo tra Italia e Giappone: 500 euro

  • Pernottamento: 200-350 euro

  • Pasti: 250 euro

  • Trasporti (su tutte le distanze): 250 euro

  • Visite di carattere culturale: 150-200 euro

  • Varie: 50-100

 

Costo complessivo: 1.400-1.600 euro

 

Quella qui riportata è una stima conservativa. Siamo convinti che con un po' di accortezza e frugalità si possa tranquillamente stare sotto i 1.300 euro (o 1.500 euro se si pernotta in camere private).

 

Regali in Giappone: omiyage
Specialità regionali, una buona idea per regali poco costosi

 

Estensione di due giorni: visita a Hiroshima e Miyajima

Estendere l'itinerario proposto per includere la visita a Hiroshima e Miyajima comporta un costo aggiuntivo di circa 200 euro.

Indice

Approfondimenti

Quanto costa un viaggio in Giappone (stime voce per voce, secondo tre stili di viaggio)

Orari dei treni in Giappone (come trovare le soluzioni di viaggio per le esigenze più comuni)

Viaggio in Giappone: itinerario classico di due settimane (da Tokyo a Hiroshima, dettagli sull'organizzazione)

Alberghi economici in Giappone (strutture ricettive convenienti nelle principali località)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive