Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

La Birmania è raggiungibile facilmente via aerea da numerose località dell'Asia meridionale e orientale. L'ingresso nel paese attraverso le frontiere terrestri è molto interessante ma relativamente impegnativo e può essere soggetto a limitazioni.

Consigliamo caldamente di verificare le condizioni di ingresso vigenti consultando le rappresentanze diplomatiche birmane e il sito viaggiaresicuri.it.

 

Indice

 

In aereo

Gli aeroporti di Yangon (codice IATA: RGN) e Mandalay (codice IATA: MDL) sono collegati a un numero crescente di città dell'Asia Orientale e Meridionale. Poco comune l'ingresso in Myanmar attraverso l'aeroporto della capitale Naypyidaw.

I voli per Yangon e Mandalay più convenienti hanno origine a Bangkok, Kuala Lumpur e Singapore. Più costosi i voli da Hong Kong e da altre città nell'Estremo Oriente.

Chi proviene dall'Italia e dall'Europa nella maggior parte dei casi trova conveniente volare a Bangkok o Singapore per poi fare ingresso in Birmania con un volo per Yangon o Mandalay.

 

Aeroporto di Yangon – principali collegamenti internazionali

  • Tailandia: Bangkok (1 ora e 30 minuti, 50-125 euro), Chiang Mai (1 ora e 30 minuti, 100-150 euro)

  • Vietnam: Hanoi (2 ore e 15 minuti, 150-200 euro), Città di Ho Chi Minh (2 ore e 15 minuti, 75-150 euro)

  • Malesia: Kuala Lumpur (2 ore e 30 minuti, 75-150 euro)

  • Singapore (3 ore, 100-150 euro)

  • Cina: Kunming (2 ore e 15 minuti), Guangzhou (3 ore e 30 minuti), Hong Kong (3 ore e 30 minuti, 100-200 euro), Pechino (5 ore e 30 minuti), Taipei (4 ore e 30 minuti)

  • Giappone: Tokyo (8 ore)

  • Corea: Seoul (6 ore e 30 minuti)

  • India: Calcutta (2 ore), Gaya (2 ore)

 

Aeroporto di Mandalay – principali collegamenti internazionali

  • Tailandia: Bangkok (2 ore, 100-150 euro), Chiang Mai (1 ora e 45 minuti, 125-200 euro)

  • Cina: Kunming (1 ora e 45 minuti)

  • Singapore (3 ore e 30 minuti)

Indice

 Valichi di frontiera della Birmania con Tailandia, Cina e India

Via terra

Entrare in Birmania via terra è molto affascinante ma relativamente difficile. Il passaggio attraverso le frontiere terrestri è soggetto a limitazioni, spesso mutevoli.

Attualmente il passaggio attraverso i confini con la Tailandia non è soggetto a permessi speciali; il valico di frontiera Muse/RuiLi tra Birmania e Cina è chiuso ai cittadini di paesi terzi; il passaggio via terra tra India e Birmania è soggetto a permessi speciali; non sono al momento possibili passaggi di frontiera tra Birmania e Laos e tra Birmania e Bangladesh.

Si raccomanda di verificare le condizioni di ingresso vigenti consultando le rappresentanze diplomatiche birmane e il sito viaggiaresicuri.it.

 

Dalla Tailandia

Dalla Tailandia è possibile entrare in terra birmana attraverso quattro valichi di frontiera. Il viaggio permette di scoprire alcune delle regioni più selvagge di entrambi i paesi.

 

Valichi di frontiera tra Birmania e Tailandia

 

1) Valico di Kawthaung – Ranong

Nella parte meridionale il territorio della Birmania si estende per molte centinaia di chilometri nella lunga Penisola di Malacca. Il litorale, bagnato dal Mare delle Andamane, custodisce una natura selvaggia e pressoché incontaminata. All'estremità meridionale il fiume Kraburi segna il confine tra la Birmania e la Tailandia. Laddove il fiume sfocia nel Mare delle Andamane sorge la città birmana di Kawthaung. Dall'altra parte del corso d'acqua, in terra tailandese si trova la città di Ranong.

Il passaggio tra Ranong e Kawthaung è indubbiamente una delle soluzioni più interessanti per chi proviene dalla Tailandia meridionale (Phuket, Koh Samui).

Permangono ancora limitazioni agli spostamenti via terra per chi da Kawthaung vuole proseguire verso nord fino a Yangon.

Generalmente da Kawthaung il viaggio in Birmania prosegue in nave o in aereo. Agenzie autorizzate offrono crociere molto onerose alla scoperta dello straordinario Arcipelago di Mergui. Alcuni operatori propongono pacchetti completi per viaggi tra Kawthaung e Dawei.

 

2) Valico di Htee Khee – Ban Phu Nam Ron

Il valico di Htee Khee (Myanmar) – Ban Phu Nam Ron (Tailandia) è la scelta ideale per chi proviene da Bangkok e predilige il viaggio avventuroso.

Il valico montano dista meno di 70 km dalla città di Kanchanaburi e può essere raggiunto in autobus da quest'ultima località in meno di 2 ore. Dal confine il viaggio in autobus fino alla città birmana di Dawei richiede 4-5 ore.

Su una strada sterrata la via si fa largo attraverso regioni pressoché disabitate dominate da una fitta giungla.

E' sconsigliato tentare di compiere l'intero viaggio Bangkok-Dawei in un solo giorno e occorre verificare le effettive condizioni meteorologiche prima di mettersi in cammino (specialmente durante la stagione delle piogge).

 

3) Valico di Myawaddy – Mae Sot

Il valico di Myawaddy (Myanmar) – Mae Sot (Tailandia) è la scelta ideale per chi proviene da Chiang Mai e dalla Tailandia centrale.

Il confine può essere raggiunto dalla città tailandese di Chiang Mai in 8-9 ore in autobus. Dal confine il viaggio in autobus fino alla città birmana di Hpa-An richiede 8-10 ore.

Fino a poco tempo fa la strada dal confine era possibile proseguire in Birmania solo a giorni alterni poiché la strada, tortuosa e molto stretta, era percorribile in un solo senso di marcia. La circostanza è oggi superata.

Considerate le distanze, è consigliato pernottare vicino al confine prima di affrontare il passaggio di frontiera.

 

4) Valico di Tachileik – Mae Sai

Il valico di Tachileik (Myanmar) – Mae Sai (Tailandia) si trova nell'area nota come Triangolo d'oro; permette di passare dalla provincia settentrionale tailandese di Chiang Rai allo stato birmano di Shan. La visita a questi luoghi consente di vedere alcuni dei paesaggi più selvaggi del Myanmar nonché di entrare in contatto con comunità popolari dal ricco patrimonio folcloristico.

E' consigliato organizzare il viaggio in queste aree con un'agenzia locale.

Per proseguire il viaggio in terra birmana via terra oltre la città di Kyaing Tong (spesso traslitterata come Keng Tung) occorre un permesso speciale. Il proseguimento via aerea, alquanto costoso, non è soggetto a restrizioni.

Si raccomanda di verificare le condizioni e le limitazioni vigenti prima della partenza.

Il confine può essere raggiunto dalla città tailandese di Chiang Mai in circa 6 ore in autobus; da Chiang Rai occorrono poco meno di 2 ore. Kyaing Tong dista dal confine poco meno di 160 km, percorribili in 5 ore in autobus.

 

Valichi di frontiera tra Birmania e Cina

 

5) Valico di Mu Se – RuiLi

Il valico di Mu Se (Myanmar) – RuiLi (Cina) permette di passare dalla provincia cinese dello Yunnan allo stato birmano di Shan.

Il passaggio di frontiera a RuiLi (瑞丽, 瑞麗) è consentito ai cittadini di paesi terzi solo dietro concessione di un permesso speciale che di regola prevede la necessità dell'accompagnamento da parte di una guida locale autorizzata, il che rende il viaggio piuttosto costoso.

Si raccomanda di verificare le condizioni e le limitazioni vigenti prima della partenza.

 

Valichi di frontiera tra Birmania e India

 

6) Valico di Tamu – Moreh

Il valico di Tamu (Myanmar) – Moreh (India) permette di passare dallo stato indiano del Manipur alla regione birmana del Sagaing.

Il passaggio di frontiera è consentito solo dietro concessione di un permesso speciale che di regola prevede la necessità dell'accompagnamento da parte di una guida locale autorizzata.

Si raccomanda di verificare le condizioni e le limitazioni vigenti prima della partenza e di avvalersi dei servizi di un'agenzia locale.

 Indice

Richiesta di un preventivo

Desiderate ricevere un preventivo personalizzato per un viaggio, un itinerario breve o un'escursione in Indocina (Vietnam, Cambogia, Laos, Tailandia, Birmania)?

Cliccate qui, compilate il modulo di richiesta e vi metteremo in contatto con una agenzia di viaggi locale onesta, cortese, competente e professionale.

 

 

Booking.com

 

Approfondimenti

Itinerari di viaggio in Birmania (Myanmar)

Itinerari di viaggio in Birmania di 14 giorni