Visita al Toshodai-Ji (Nara): Kondo
Tempio Toshodai-Ji, Kondo

 

Nell’area di Nishinokyo, a ovest del centro della Nara moderna, sorge il Toshodai-Ji, uno dei templi più importanti nella storia del Buddhismo giapponese.

Nel tempio riposa Ganjin, insigne monaco cinese che ebbe un ruolo determinante nella diffusione della filosofia religiosa buddhista nel Sol Levante.

Il tempio custodisce numerosi Tesori Nazionali ed è un capolavoro dell’arte.

Il Toshodai-Ji può essere facilmente raggiunto in treno da Nara, Kyoto e Osaka. Da non perdere anche una visita al vicino Yakushi-Ji.

 

Tempio Toshodai-Ji: breve introduzione

Il Toshodai-Ji (唐招提寺 Tōshōdai-Ji) è uno dei più importanti e antichi templi di Nara e dell'intera nazione giapponese. Capofila della Scuola del Buddhismo Ritsu, venne fondato nell’anno 759 col nome di Toritsushodai-Ji dal monaco cinese Ganjin (鉴真, JianZhen in cinese).

Questi era stato invitato dall'imperatore giapponese Shomu a diffondere gli insegnamenti buddhisti codificati nella Cina della Dinastia Tang. JianZhen lasciò Chang'An (長安, l’allora capitale della Cina, l'odierna Xi'An) e solo al sesto tentativo dopo ben 12 anni riuscì a raggiungere il Giappone, quando aveva ormai perduto la vista. Portò a termine l'incarico assegnatogli e contribuì in modo determinante alla diffusione del buddhismo nel Sol Levante.

Il complesso religioso, notevole per dimensioni e valore delle opere artistiche ivi custodite, esibisce chiaramente gli stilemi propri dell'architettura religiosa della Cina Tang.

Superato il Nandaimon (Porta Meridiana) ci si trova subito di fronte al Kondo (Sala Principale di Culto). L’architettura dell’edificio è di straordinaria bellezza. Al suo interno si trovano antiche statue, tra cui una scultura di Avalokitesvara, classificata quale Tesoro Nazionale.

Dietro al Kondo è il Kodo (Sala delle Conferenze). L’edificio venne trasferito dal sito del Palazzo di Heijo. Anch’esso ospita statue antiche oggetto di profonda devozione.

Le reliquie del Buddha portate da Ganjin sono custodite nel Koro, edificio a più piani del Periodo Kamakura.

Il tempio comprende altri edifici di notevole importanza storica e artistica. Tra di essi il Kyozo, l’edificio più antico del tempio, dove sono custoditi i sutra, e lo Hozo, un akezura, anch’esso Tesoro Nazionale.

Nel Mie-do è la statua di Ganjin (Tesoro Nazionale), visibile solo in alcuni giorni dell’anno. Considerate Importanti Beni Culturali le pitture di Higashiyama Kaii che decorano la sala.

Nell’area è stato eretto anche il Kaizan-do, dedicato ai Tokugawa. Presso il tempio si può vedere una riproduzione fedele della statua di Ganjin.

Nell’area del Toshodai-Ji sono state piantate numerose piante ornamentali che allietano il visitatore con magnifiche fioriture. Tra di esse pruni e ciliegi.

Molto bella anche l’atmosfera del giardino che circonda la tomba di Ganjin. Nella penombra del boschetto di alberi ad alto fusto risaltano le vivide tonalità di verde dei muschi.

Una visita non superficiale al tempio richiede almeno due ore.

 

Toshodai-Ji (Nara): presso il Mausoleo di Ganjin
Toshodai-Ji, il parco attorno al Mausoleo di Ganjin

 

Informazioni

Indirizzo: Nara, Gojo-cho 13-46

Orari di apertura: 8:30-16:30, tutti i giorni

Ingresso: 600 yen

 

Come raggiungere il Toshodai-Ji

Dal centro di Nara il Toshodai-Ji può essere raggiunto in autobus facilmente e rapidamente. L’uso del treno è più indicato a chi proviene da Kyoto, Yamato-Saidaiji oppure Osaka.

 

In autobus

La Linea 70 collega il centro di Nara (le stazioni e i principali punti di interesse del parco) all’area di Nishinokyo.

 

In treno

La Stazione di Nishinokyo si trova a circa 500 metri dal tempio. La si raggiunge coi treni della compagnia Kintetsu da Nara in meno di 20 minuti al costo di 300 yen.

 

Luoghi da visitare, cosa vedere a Nara (luoghi di interesse storico, culturale e religioso nel Parco di Nara, a Nishinokyo e nei dintorni della città)