Viaggio a Nara; cosa fare: luoghi da visitare nel Parco di Nara, a Naramachi e a Nishinokyo
Nara, antica capitale del Giappone

 

 
 
 
 
 

Di seguito descriviamo sinteticamente quelle che secondo noi sono le mete imperdibili di un viaggio nell'affascinante città storica di Nara.

Cominciamo dai luoghi normalmente toccati da una visita di un giorno per proseguire con le mete consigliate a chi si trattiene per più tempo e vuole vedere i tesori di Nara con calma.

L'articolo si conclude con un elenco delle località di maggiore importanza situate nella Prefettura di Nara, un'area di grandissimo interesse storico, culturale e paesaggistico.

 

In questa pagina presentiamo molto brevemente i principali luoghi di interesse di Nara. Si tratta dei più importanti siti di rilevanza storica, artistica, culturale e religiosa dell'antica capitale del Giappone.

Completano l’elenco i luoghi della città ordinaria, posti affascinanti da vedere se si ama viaggiare con lentezza. Per informazioni e consigli su come organizzare gli itinerari di visita a Nara rimandiamo agli articoli dedicati.

 

Indice

  • Luoghi di interesse storico, culturale e artistico (in centro e nelle aree limitrofe)

    • Parco di Nara (Stagno Sarusawa-Ike, Stagno Sagi-Ike, tempio Kofuku-Ji, tempio Todai-Ji, giardino Isui-En, giardino Yoshiki-En, santuario Kasuga Taisha, Foresta Sacra del Kasugayama, Monte Wakakusayama, Museo Nazionale di Nara, santuario Himuro-Jinja)

    • Quartiere storico di Nara-machi (Museo dell'Artigianato Nara-machi Nara, Karakuri Omochakan, santuario Goryo-Jinja, tempio Gango-Ji, dimore storiche Koshi-no-Ie, Nigiwai-no-Ie, Shiryokan, Koshin-Do; attività)

    • Nishinokyo (siti storici e religiosi dell'antica capitale: templi Horyu-Ji, Toshodai-Ji, Yakushi-Ji, sito archeologico del Palazzo di Heijo; via dell'artigianato Ganko Ittetsu Nagaya)

  • Località nei dintorni da visitare (Yamato-Koriyama)

  • Itinerari di visita a Nara (programmi per visite a Nara di durata da 1 a 3 giorni)

 

Luoghi da visitare, cosa vedere a Nara

La maggior parte di coloro che visitano Nara si limitano a un breve percorso attraverso il grande parco Nara Koen, paesaggio naturale e culturale di eccezionale bellezza che custodisce numerosi tesori dell'arte della città storica.

A Nara e nei suoi dintorni ci sono molti altri luoghi da visitare. Questa circostanza, assieme alla necessità di visitare i luoghi senza fretta, è una buona ragione per trascorrervi almeno una notte.

Siti di capitale importanza storica e culturale sono nei dintorni della città, nei limiti urbani, a Nishinokyo, e nel paese di Ikaruga.

Gli spostamenti, in autobus e treno, sono facili ed economici.

 

Cosa vedere a Nara: la fioritura dei ciliegi nel Parco di Nara
Fioritura dei ciliegi nel Parco di Nara; oltre ai diffusi someiyoshino si possono vedere anche piante di varietà non comuni

 

Parco di Nara

Il Parco di Nara custodisce, a breve distanza l'uno dall'altro, molti beni di grande interesse storico, religioso e culturale tra cui templi e santuari di primaria importanza come il Kofuku-Ji, il Todai-Ji e il Kasuga Taisha, giardini giapponesi tradizionali e il Museo Nazionale di Nara.

Prati, radure, stagni, boschi, dolci versanti collinari offrono scorci piacevoli in un'atmosfera placida, ingentilita dalla presenza ubiquitaria dei famosi cervi divenuti icona della città. Gli animali sono mansueti ma non di rado sollecitano l'offerta di cibo (venduto da numerosi banchetti in strada).

L'itinerario di visita più comune muove dal Kofuku-Ji e termina al Kasuga Taisha. Una giornata piena consente di vedere l’essenziale anche se si tratta di una visita non particolarmente approfondita che impone rinunce dolorose.

 

Cosa vedere a Nara: i nihonshika
Nihonshika nel Parco di Nara

 

Stagno Sarusawa-Ike

Muovendo dalle stazioni verso il parco si finisce quasi sempre col percorrere la turistica via Sanjo-dori. Al termine di essa lo sguardo incontra il placido stagno Sarusawa-Ike.

Questo piccolo specchio d'acqua artificiale offre gradevoli immagini che introducono il visitatore nella pace e nella serenità del Parco di Nara. Particolarmente piacevole la visione dei salici sovrastati dall'elegante Pagoda del Kofuku-Ji, uno dei simboli di Nara.

E' questo secondo noi il primo luogo da vedere a Nara, l'ideale punto di partenza del percorso di visita alla città.

 

Cosa vedere a Nara: lo stagno Sarusawa-Ike
Stagno Sarusawa-Ike; sullo sfondo la pagoda a cinque piani del Kofuku-Ji

 

Stagno Sagi-Ike

Tra i luoghi nel parco da includere nei percorsi di visita non può mancare lo stagno Sagi-Ike (鷺池, "Stagno dell'Airone"). Costituisce meta ideale nel tragitto di ritorno dal Kasuga Taisha al centro della città.

Al centro dello stagno si può vedere il grazioso Padiglione Ukimi-Do. Il luogo è assai affascinante al crepuscolo e diviene tappa obbligata durante le celebrazioni del Nara Tokae (nella prima metà di agosto), allorquando numerose lanterne lo proiettano in una dimensione da fiaba.

 

Cose da vedere a Nara: lo stagno Sagi-Ike
Padiglione Ukimi-Do, uno degli scenari più belli dove vedere la fioritura dei ciliegi a Nara

 

Parco di Nara (Nara Koen)

Come arrivarci

A piedi: l'area del Parco di Nara è raggiungibile a piedi dalla stazione ferroviaria Kintetsu-Nara con una camminata agevole di meno di 10 minuti. Dalla stazione Nara JR occorrono circa 20 minuti di cammino.

In autobus: frequenti autobus collegano le stazioni ai principali luoghi di interesse dell'area del Parco di Nara.

 

Kofuku-Ji

 

Il Kofuku-Ji (興福寺, Kōfuku-Ji) è un tempio buddhista di grande importanza storica. Venne edificato nel 710 d.C. dalla potente famiglia Fujiwara di cui rappresentò il potere e prestigio.

All'apice del suo splendore questo tempio comprendeva 175 edifici di grande valenza artistica. Tra quello che è giunto a noi spiccano due splendide pagode a tre e cinque piani.

Il Museo del Tesoro espone opere dell'arte buddhista tra le più raffinate e preziose.

L'area del Kofuku-Ji è sempre aperta a ogni ora del giorno. Da poco è possibile vedere la magnifica Sala Principale di Culto Centrale (Chukondo), ricostruita dopo un lavoro minuzioso che ha teso restituire l’immagine più fedele della grandezza e solennità originarie del tempio.

 

Da visitare a Nara: il Kofuku-Ji
Tempio Kofuku-Ji, la Sala principale di culto; appena dopo la ricostruzione del 2018

 

Approfondimenti:

Kofuku-Ji (guida alla visita)

 

Nara: Todai-Ji, una meta imperdibile
Nara, Todai-Ji; Daibutsuden

 

Todai-Ji

 

(東大寺, Tōdai-Ji, letteralmente: Grande Tempio Orientale) è un grande tempio buddhista, uno dei più importanti siti religiosi di Nara e il più grande edificio in legno al mondo. Venne edificato nel 756 d.C. come primario centro di diffusione del Buddhismo in Giappone. Oggi è il tempio capofila della scuola buddhista Kegon.

E' noto per l'immensa statua in bronzo raffigurante il Buddha (Daibutsu). La costruzione di questa statua richiese risorse ingentissime e fu un evento di straordinaria importanza per l'epoca tanto da attrarre per l'inaugurazione devoti e notabili da Cina, India e numerosi altri paesi lontani.

L'accesso principale al tempio è costituito da un viale su cui si erge il Nandaimon, un grandioso portale in legno che custodisce due gigantesche statue di guardiani.

Dopo innumerevoli incendi, terremoti, ciò che rimane oggi è solo una parte del grandioso complesso che fu il Todai-Ji. All'epoca erano presenti anche due pagode altissime (probabilmente tra gli edifici più alti nel mondo di quegli anni).

 

Cosa vedere a Nara: i dintorni del Todai-Ji, un'area dove muoversi a piedi
Dintorni del Todai-Ji, un'area da vedere con calma passeggiando

 

Da non mancare la visita ai dintorni del tempio, che ospitano altri edifici di pertinenza del complesso, particolarmente interessanti; da vedere assolutamente il Nigatsu-Do, elegante edificio situato sulle pendici del Monte Wakakusa, in un contesto di unità architettonica e armonia con l’ambiente unico e suggestivo.

Dello Shoso-In, di pertinenza del tempio, si può vedere solo l’esterno. Tanto basta perché la sola copertura è una delle più fini realizzazioni nello stile originario della Cina dell’Epoca Tang.

 

Nigatsu-Do

Il Nigatsu-Do è un tempio afferente al Todai-Ji. Si trova a est rispetto a quest'ultimo, in posizione prominente rispetto all'area circostante, ciò che lo rende uno dei luoghi più piacevoli dove vedere i tramonti a Nara.

Presso il Nigatsu-Do agli inizi di marzo si può assistere a uno dei matsuri più celebri di Nara, lo Omizutori, antica celebrazione risalente all'anno 752. Tra i numerosi riti spicca per la sua spettacolarità l'accensione di enormi torce presso il balcone del tempio.

 

Approfondimenti:

Todai-Ji (guida alla visita)

 

Nara, Kasuga Taisha
Nara, Kasuga Taisha

 

Kasuga Taisha

 

Il Santuario Kasuga (春日大社) è il più importante santuario scintoista di Nara. Venne fondato dalla famiglia Fujiwara nel 768 d.C. quando Nara divenne la capitale del Giappone e dedicato alla divinità tutelare della città.

E' noto per le numerosissime lanterne in bronzo e pietra nonché per l'acceso colore vermiglio degli edifici. L'accesso principale al santuario è costituito da un lungo viale che ascende insinuandosi nel bosco tra due file di lanterne in pietra. L'ascesa è naturalmente intesa come via di preparazione spirituale al culto.

Fino al 1863 il Kasuga Taisha è stato periodicamente demolito e ricostruito ogni 20 anni come da consuetudine scintoista.

 

Giardino Botanico

Il giardino botanico annesso al santuario custodisce preziose specie legate alla poetica giapponese tradizionale. Tra queste spiccano le piante di glicine dalle splendide fioriture. Da vedere anche i dintorni.

 

Approfondimenti:

Kasuga Taisha (guida alla visita)

 

Da visitare a Nara: la Foresta Sacra del Kasugayama
Foresta del Kasugayama, presso il Kasuga Taisha

 

Foresta del Kasugayama

Attorno al Santuario di Kasuga, la fitta e rigogliosa foresta di Kasugayama custodisce la cima della collina omonima. E' un luogo affascinante dall'atmosfera misteriosa. L'area è considerata sacra ed è parte integrante del santuario.

 

Nara, Isuien: sullo sfondo il Nandaimon
Nara, Isuien: sullo sfondo il Nandaimon

 

Isui-En

 

Il Giardino Isuien (依水園) è un noto giardino giapponese situato all'interno del Parco di Nara, non lontano dal Kofuku-Ji e a brevissima distanza dal Todai-Ji.

L'opera unisce due giardini risalenti ai periodi Edo e Meiji. Per la bellezza e il valore artistico è meta imperdibile di un viaggio a Nara e si deve fare in modo di dedicargli sufficiente tempo se non si vuole mancare l'occasione di accostarsi alla magnifica arte del giardino tradizionale.

Nell'area dell'Isui-En si possono vedere edifici e case da tè dall'elegante architettura. Tra quelle più belle segnaliamo la Hyoshintei, la Sanshutei, la Seishuan e la piccola Teishuken. Queste offrono occasione per contemplare il giardino con calma e comodità. Grazioso anche il piccolo mulino ad acqua.

Muoversi tra le case da tè offre modo di assumere diversi punti di vista, primo passo per la comprensione dell'alto valore artistico della composizione. Tra le note distintive dell'opera risalta il sapiente utilizzo della tecnica shakkei, ovverosia l'incorporazione nello sfondo del paesaggio di elementi esterni. E' il caso del portale Nandaimon che si puà vedere fare capolino dalla collina che si staglia dietro lo stagno maggiore.

Nell'area anche il Museo Neiraku, dove si può vedere una piccola ma significativa collezione di oggetti d'arte antica appartenente alla famiglia Nakamura. Presso la Sanshutei si può anche pranzare (tra le 11:30 e le 14:00).

 

Approfondimenti:

Isui-En (guida alla visita)

 

Yoshiki-En

Il Giardino Yoshiki-En (吉城園) è un grazioso giardino giapponese situato all'interno del Parco di Nara a pochi passi dal Giardino Isui-En. Sorge su parte dell'area un tempo occupata dal Kofuku-Ji.

Comprende tre giardini di differente tipologia: uno disegnato attorno a uno stagno, uno tappezzato di muschi e uno posto a scenario per la cerimonia del tè. La visita allo Yoshiki-En è gratuita per i visitatori stranieri, previa esibizione del passaporto.

Da vedere assolutamente a novembre, quando gli aceri si tingono di splendide tonalità rosso vermiglio e cremisi.

 

Cosa vedere a Nara: il giardino Yoshiki-En
Yoshiki-En

 

Approfondimenti:

Yoshiki-En (guida alla visita)

 

Monte Wakakusa

Il Monte Wakakusa (Wakakusayama) sorge a est del Parco di Nara. L'area è bella dal punto di vista paesaggistico e la visita è giustificata anche dalla presenza di templi e santuari.

Dalla cima si gode di suggestive vedute sulla città.

 

Nara; cosa vedere: il Parco di Nara
Parco di Nara, alle pendici del Wakakusayama

 

Museo Nazionale di Nara

Il Museo nazionale di Nara custodisce una preziosa collezione di arte buddhista. Espone una ampia selezione di sculture, dipinti, bronzi, manoscritti e oggetti legati alle funzioni cerimoniali.

Dettagliate descrizioni consentono di apprezzare al meglio le collezioni.

 

Nara: il Museo Nazionale di Nara
Museo Nazionale di Nara

 

Museo Nazionale di Nara 

Indirizzo

Nara, Noborioji-cho 50

Orario di apertura

9:30-17:00, chiuso il lunedì e a capodanno

Ingresso

520 yen, 250 per studenti universitari, gratuito per gli ultrasettantenni

Come arrivarci

A piedi: il museo si trova tra il Kofuku-Ji e il Todai-Ji, a circa 10 minuti a piedi da entrambi.

In autobus: prendendo gli autobus che collegano le stazioni ai principali luoghi di interesse nel Parco di Nara, occorre scendere alla fermata Himuro (percorrenza in 10-15 minuti circa).

 

Santuario di Himuro

A breve distanza dal Museo nazionale di Nara si incontra il Santuario di Himuro, antico luogo di culto scintoista, particolarmente bello da visitare nel periodo della fioritura dei ciliegi.

Presenti alberi di una varietà con fioriture molto appariscenti.

 

Luoghi da visitare a Nara: lo Himuro-Jinja
Himuro-Jinja

 

Quartiere di Naramachi

Situato nel centro di Nara, Naramachi (奈良町) è un quartiere che conserva buona parte del tessuto architettonico della Nara del passato recente. A Nara-machi si possono vedere case tradizionali, botteghe, caffè, izakaya, case da tè; il tutto in un reticolo di pittoreschi viottoli angusti. 

Oltre a fare una rilassante passeggiata nel quartiere si possono visitare alcune tipiche case di mercanti, le machiya.

Nel quartiere sorge il Gango-Ji, un tempo uno dei templi storici più importanti dell’intera nazione, da visitare possibilmente dopo averne studiato la storia.

Da vedere anche un piccolo ma interessante museo dell'artigianato, il Nara Kogeikan.

Prima della visita consigliamo di recarsi presso l'ottimo Ufficio turistico di Naramachi, dove il personale vi fornirà mappe, materiale informativo e consigli sugli itinerari di visita.

A chi ama la bellezza della cultura tradizionale noi consigliamo di non mancare la visita alla casa Nigiwai-no-Ie e al Santuario di Goryo.

 

Musei da visitare a Nara: il Museo dell'Artigianato (Koganei)
Naramachi, Museo Koganei

 

Luoghi da visitare fuori dei sentieri battuti a Nara: il Santuario di Goryo
Naramachi, Goryo-Jinja, santuario scintoista

 

Cosa vedere a Nara-machi: la casa Koshi-no-Ie
Naramachi, Koshi-no-Ie

 

Cosa fare a Nara-machi

A Nara-machi è data la possibilità di fare esperienze culturali di grande interesse:

  • Vestizione del kimono, presso il negozio Sao;

  • Degustazione di sake, presso il negozio Harushika;

  • Partecipare o assistere a una cerimonia del tè, presso la casa da tè Kissako-An.

 

Approfondimenti:

Naramachi (guida alla visita)

 

Gango-Ji

Il Gango-Ji è uno dei templi storici di maggior rilievo storico e culturale del Giappone. Ritenuto essere il più antico tempio buddhista del Giappone, originariamente fu edificato nel villaggio di Akusa (a sud di Nara) e chiamato Hoko-Ji; fu trasferito a Nara-machi allorché Nara divenne la capitale del Giappone.

Le fonti a disposizione rivelano che il complesso templare comprendeva numerose sale e pagode di straordinaria bellezza. Gran parte di tutto ciò andò perduto a seguito del trasferimento della capitale a Kyoto.

Ciò che oggi rimane del glorioso passato del tempio sono alcune sale dove sono custodite opere di notevole importanza religiosa, storica e artistica.

 

Luoghi da visitare fuori dei sentieri battuti a Nara: il Tempio Gango-Ji
Gango-Ji

 

Shin-Yakushi-Ji

Lo Shin-Yakushi-Ji è un antico tempio buddhista risalente all’anno 747. Fu fondato dall’Imperatrice Komyo che desiderava erigere un luogo di culto dove invocare la guarigione dell’allora malato Imperatore Shomu.

Nel tempio venne quindi officiata la Yakushi Keka Hoyo, una cerimonia di penitenza e invocazione dell’intercessione dello Yakushi Nyorai, il Buddha della Medicina.

Una imponente statua della divinità è collocata al centro della Sala Principale di Culto (Kondo) del tempio. Questa è circondata da sculture dei Juni Shinso (Dodici Generali Divini). L'atmosfera della sala induce un profondo senso di deferenza.

 

Nara: il tempio Shin-Yakushi-Ji
Shin-Yakushi-Ji, nella beltà della cornice dei somei-yoshino in fiore

 

Lo Shin-Yakushi-Ji è situato a breve distanza dal Parco di Nara e dal Grande Santuario di Kasuga. Nel raggiungerlo si passa per un quartiere della città ordinaria, Takabatakecho, dove si possono vedere alcune case e ville in stile tradizionale. Presente anche il Museo di Fotografia di Nara.

 

Quartieri di Nara da vedere: Takabatakecho
Nara, Takabatakecho; un'area attorno allo Shin-Yakushi-Ji da esplorare a piedi; vi si trovano numerose case in stile tradizionale

 

Musei da vedere a Nara: il Museo di Fotografia di Nara
Takabatakecho; Museo di Fotografia di Nara

 

Dove andare e cosa vedere a Nara durante la fioritura dei ciliegi: il fiume Saho-gawa
Torrente Saho-gawa, uno dei luoghi più belli della città ordinaria dove ammirare i ciliegi in fiore a Nara; fuori dei sentieri turistici

 

Area di Nishinokyo

Per visitare molti dei più interessanti siti legati alla storia dell'Antica Heijo occorre uscire dal centro cittadino. Nella maggioranza dei casi gli spostamenti, in treno o in autobus, sono piuttosto agevoli.

 

Luoghi da visitare a Nara: lo Horyu-Ji
Tempio Horyu-Ji, luogo di culto di eccezionale importanza storica; custodisce opere d'arte sacra di inestimabile valore

 

Horyu-Ji

Lo Horyu-Ji (法隆寺, Hōryū-Ji) è uno dei più importanti e antichi complessi templari del Giappone. Di grande importanza dal punto di vista artistico, rappresenta altresì un patrimonio essenziale per la coscienza religiosa giapponese poiché la sua edificazione coincise con l'epoca di diffusione del Buddhismo nel paese (Periodo Asuka, VII secolo d.C.).

Il Kondo, la pagoda a cinque piani e il portale centrale sono considerati gli edifici in legno esistenti più antichi al mondo. Il tempio fu eretto per volere del principe Shotoku, ritenuto colui che ha introdotto gli insegnamenti del Buddha in Giappone. Le strutture dello Horyu-Ji, fortemente influenzate dall'architettura sacra cinese, divennero paradigmatiche per la successiva arte buddhista giapponese.

Gli edifici oltre a distinguersi per l'alto pregio artistico e architettonico custodiscono numerose opere d'arte di grande valore. Il tempio è sotto l'egida della Famiglia Imperiale fin dalla sua lontana fondazione ed è stato dichiarato patrimonio dell'umanità.

Da visitare con calma, possibilmente con il supporto di una guida locale. Da vedere anche il museo che custodisce opere di inestimabile valore.

Fare visita allo Horyu-Ji è particolarmente agevole per chi visita Nara provenendo da Osaka.

 

Approfondimenti:

Horyu-Ji (guida alla visita)

 

Toshodai-Ji

Il Toshodai-Ji (唐招提寺, Tōshōdai-Ji) è uno dei più importanti e antichi templi di Nara e dell'intera nazione giapponese. Il tempio venne fondato dal monaco cinese Ganjin (鉴真, Jian4Zhen1 in cinese), invitato dall'imperatore giapponese Shomu a diffondere gli insegnamenti buddhisti codificati nella Cina Tang.

JianZhen lasciò Chang'An (capitale della Cina in epoca Tang, l'odierna Xi'An) e solo al sesto tentativo dopo ben 12 anni riuscì a raggiungere il Giappone, quando era ormai divenuto cieco. Portò a termine l'incarico assegnatogli e contribuì in modo determinante alla diffusione del buddhismo nel Sol Levante.

Il complesso religioso, eccezionale per dimensioni e valore delle opere artistiche ivi custodite, esibisce chiaramente gli stilemi propri dell'architettura religiosa della Cina Tang.

Nel Toshodai-Ji è sepolto Ganjin. Il luogo è meta di pellegrinaggio.

Una visita non superficiale al tempio richiede almeno un'ora e mezza. Da vedere con calma nelle prime ore del giorno, quando è immerso nel più assoluto silenzio.

 

Luoghi da visitare a Nara: il Toshodai-Ji
Tempio Toshodai-Ji

 

Approfondimenti:

Toshodai-Ji (guida alla visita)

 

Yakushi-Ji

A breve distanza dal Toshodai-Ji si incontra lo Yakushi-Ji. Anche questo tempio ebbe un ruolo di rilievo nella storia del buddhismo giapponese.

Il complesso comprende numerosi edifici dall'architettura imponente. Gli edifici originali dello Yakushi-Ji sono quasi tutti andati perduti ma un grandioso e meticoloso lavoro di ricostruzione ha inteso riportare il tempio alla condizione originaria.

 

Luoghi da visitare a Nara: tempio Yakushi-Ji
Yakushi-Ji, Daikodo

 

Approfondimenti:

Yakushi-Ji (guida alla visita)

 

Ganko Ittetsu Nagaya

Tra i templi Toshodai-Ji e Yakushi-Ji si può visitare la Via Ganko Ittetsu Nagaya (がんこ一徹長屋) dove si possono vedere e visitare alcune rinomate botteghe artigiane. La loro fama è uscita dai confini nazionali e le loro creazioni sono molto ricercate.

 

Cosa fare a Nara: acquisti di qualità presso le botteghe di Ganko Ittetsu Nagaya
Ganko Ittetsu Nagaya

 

Sito archeologico del Palazzo di Heijo

Il Sito del Palazzo di Heijo è l'area in cui sorgeva la sede imperiale nell'epoca in cui Nara era la capitale del Giappone.

Il sito comprende vestigia, musei ed edifici riportati alle condizioni originarie.

 

Cosa vedere a Nishinokyo (Nara): Heijo-Kyu
Palazzo di Heijo

 

Sito archeologico del Palazzo di Heijo

Indirizzo

Nara, Sakicho

Orario di apertura

9:00-16:00; chiuso il lunedì e nel periodo di capodanno

Ingresso

gratuito

Come arrivarci

In treno: la stazione di Yamato Saidaiji è a circa 15 minuti di cammino dal sito. Vi si giunge in meno di 10 minuti da Kintetsu-Nara al costo di 250 yen.

 

Temperatura minima e massima giornaliera, umidità, soleggiamento e precipitazioni a Nara nei 12 mesi: medie
A Nara tempo clemente in ogni periodo dell'anno; l'umidità rende un po' faticosa la visita in estate

 

Quando vedere i ciliegi a Nara: fioriture dei ciliegi a Nara tra il 2001 e il 2019
Fioriture dei ciliegi a Nara tra il 2001 e il 2019; per ogni anno sono rappresentati i giorni di inizio (kaika) e di pieno sviluppo della fioritura (mankai); le linee individuano l'andamento medio storico. Fonte: Agenzia Meteorologica Giapponese

 

Luoghi di interesse nella Prefettura di Nara

Tra i luoghi di interesse situati nella Prefettura di Nara ve ne sono di molto importanti dal punto di vista storico, culturale e paesaggistico quali Yoshino (meraviglioso scenario della fioritura dei ciliegi), Iga Ueno (cittadina storica legata alla disciplina del ninjutsu), le aree dei siti archeologici e religiosi di Asuka e Sakurai e le località lungo il sentiero storico di Yamanobe-no-michi.

 

Castello di Koriyama

A Koriyama si possono vedere le vestigia di quello che era il più grande castello di Nara. Il complesso era protetto da ben tre fossati e comprendeva un gran numero di edifici e strutture difensive.

Il fortilizio andò distrutto in un incendio e venne abbandonato. Oggi si possono vedere solo poche strutture, in parte restaurate, tra cui una torre e imponenti mura in pietra.

Le vestigia del Castello di Koriyama sono uno scenario particolarmente suggestivo durante la fioritura dei ciliegi.

Koriyama è facilmente raggiungibile in treno da Nara, Kyoto e Osaka con i treni della rete Kintetsu oppure con la rete nazionale JR.

 

Cosa vedere vicino a Nara: Yamato-Koriyama
Yamato-Koriyama, le vestigia del castello nella cornice della fioritura dei ciliegi

 

Vicino a Nara; luoghi da visitare: Yoshinoyama
Yoshinoyama

 

Luoghi da visitare, cosa vedere a Nara

Tracce di itinerari consigliati

Durata

Programma di visita

Mezza giornata

Kofuku-Ji - Todai-Ji - Isui-En

1 giorno

Sarusawa-Ike - Kofuku-Ji - Isui-En - Todai-Ji - Kasuga Taisha - Ukimi-Do

2 giorni 

1°giorno: Sarusawa-Ike, Nara-machi, Gango-Ji, Kofuku-Ji, Todai-Ji, Isui-En, Yoshiki-En

2°giorno: Kasuga Taisha, Shin-Yakushi-Ji, Palazzo di Heijo, Horyu-Ji

3 giorni 

1°giorno: Sarusawa-Ike, Nara-machi, Gango-Ji, Kofuku-Ji, Todai-Ji, Isui-En, Yoshiki-En

2°giorno: Wakakusayama, Kasuga Taisha, Shin-Yakushi-Ji, Museo Nazionale di Nara, Nara-machi

3°giorno: Horyu-Ji, Yamato-Koriyama, Toshodai-Ji, Yakushi-Ji, Palazzo di Heijo

 

Varianti stagionali

In primavera (durante la fioritura dei ciliegi): visita al Santuario di Himuro

4 o più giorni 

L'itinerario per un viaggio di 3 giorni ed escursioni nei dintorni di Nara

 

Escursioni possibili

Da Nara: Uji, Asuka e Sakurai, Monte Yoshino (a metà aprile)

Indice

 

Itinerari dettagliati

Programmi di visita a Nara:  1 giorno | 2 giorni | 3 giorni

Itinerari a piedi a Nara

 

 

Escursione a Kyoto, Nara e Kobe
Escursione a Nara