Giardino Koishikawa Koraku-En (Tokyo)
Giardino Koishikawa Koraku-En

 

Il Koishikawa Koraku-En è uno dei maggiori giardini traditzionali di Tokyo, meta assolutamente imperdibile per chi ha interesse nella cultura tradizionale del Giappone.

Il giardino si trova nel centrale distretto di Bunkyo, in un’area ottimamente servita dai mezzi pubblici.

 

Il Koishikawa Koraku-En si trova nella parte meridionale di Bunkyo, a brevissima distanza dalla Stazione di Iidabashi e vicino al quartiere storico di Kanda e al Santuario di Yasukuni.

Il giardino risale al primo Periodo Edo. Venne edificato da un notabile che coltivava legami con artisti e uomini di alta cultura.

L’opera è oggi riconosciuta quale sito storico e sito di bellezza scenica secondo designazione ufficiale. Sono pochissimi in Giappone i luoghi che vantano entrambi i riconoscimenti.

Il giardino venne realizzato nello stile kaiyu, ossia pensato per essere visitato e apprezzato compiendo un percorso circolare. L'opera è costruita attorno a tre stagni.  Questi sono circondati da piccoli rilievi montuosi e alcune architetture. Alla costruzione contribuì in maniera decisiva Zhu ZhiYu, insigne progettista cinese che venne chiamato a diffondere in Giappone conoscenze su questo genere artistico.

Il giardino venne devastato durante l’ultimo anno della Seconda Guerra Mondiale. Sono andate perdute numerose opere ma il giardino è stato ricostruito ed è ancora oggi uno dei più bei giardini tradizionali di Tokyo.

 

Cosa vedere nel Koishikawa Koraku-En: il ponte Tsuten-Kyo
Ponte Tsuten-Kyo

 

La composizione comprende una moltitudine di scene ricorrenti nell’arte cinese e giapponese. Tra quelle di maggior rilievo le seguenti:

  • Seiko-no-Tsutsumi, una stretta diga appena affiorante sul pelo dello stagno situato nella parte occidentale del giardino. Il paesaggio rievoca scene del Lago Occidentale di Hangzhou (Cina), una delle opere dell’antichità cinese che più hanno esecitato feconda influenza sull’estetica e le arti di tutto l’Estremo Oriente;

  • Tsuten-Kyo, un piccolo ponte in legno dall’acceso color arancione. Questo è posto in un recesso del giardino, in un’area densamente coperta dalle chiome di aceri. Nei colori dell’autunno la visione di questo elemento ha un fascino unico. Vicino è il Tokujin-Do, un piccolo tempio buddhista, dove erano custodite due antiche statue in legno;

  • Engetsu-Kyo (Ponte della Luna Piena), un grazioso ponte ad arco in pietra. Il nome deriva dall’impressione che genera nell’acqua il riflesso del ponte nelle notti di plenilunio.

Nel giardino sono delle case da tè e un gran numero di piante di ogni genere. In ogni periodo dell’anno si incontrano magnifiche fioriture ma è in primavera e in autunno che le scene si fanno incantevoli. Oltre a numerosi aceri sono presenti varietà di ciliegio piangente (shidarezakura).

;

Approfondimenti:

Luoghi da visitare, cosa vedere a Tokyo