Come è facile intuire Tokyo offre buone ragioni per soggiorni molto lunghi. Oltre a visitare i numerosi siti di interesse storico, culturale e religioso, a Tokyo si può fare moltissimo.

La città è un mosaico sorprendente di realtà contrastanti e in continuo cambiamento. A causa delle devastazioni dell'ultimo anno della guerra nella città rimane molto poco della città storica.

Nella scelta dei luoghi da visitare occorre porre cura nell'organizzazione di tutti gli aspetti pratici del viaggio come la scelta del luogo dove soggiornare e le modalità di spostamento.  

 

 

Luoghi da visitare, cosa vedere a Tokyo in un viaggio di 4-5 giorni
Tokyo, luoghi storici e mete turistiche a Chiyoda, Ueno, Asakusa, Shibuya, Shinjuku

 

Indice

 

Luoghi da visitare, cosa vedere a Tokyo

Considerate le distanze in gioco, nella scelta e nell'organizzazione degli itinerari visita è essenziale avere un'idea di massima della geografia della città e conoscere le modalità e le durate degli spostamenti.

Per facilitarvi il compito di seguito i principali luoghi di interesse storico, culturale e turistico di Tokyo sono suddivisi in base all'ubicazione.

 

Cosa vedere a Tokyo: Chiyoda, centro
Chiyoda, dintorni della Stazione di Tokyo (Tokyo-Eki)

 

Tokyo centro: Chiyoda, Chuo

Nel centro di Tokyo si trovano i distretti di Chiyoda e Chuo. L'area ospita il Palazzo Imperiale, il Santuario di Yasukuni e un numero di edifici istituzionali.

Di particolare interesse turistico Kanda, all'interno del quale si trova il popolare quartiere di Akihabara (Soto-Kanda), punto di riferimento per gli amanti della cultura contemporanea giapponese.

 

Luoghi da visitare a Tokyo: il Santuario di Yasukuni
Yasukuni-Jinja

 

Santuario di Yasukuni

Santuario di YasukuniIl Santuario di Yasukuni (靖国神社, Yasukuni Jinja; letteralmente: “Santuario della Pace nazionale”) è un santuario dell'era Meiji dedicato alla memoria e al culto delle anime dei giapponesi, civili e militari di ogni classe sociale, caduti in guerra per la Nazione.

Situato nel quartiere di Chiyoda, a breve distanza dal Palazzo Imperiale, il santuario si distingue per i colossali e imponenti torii e per una architettura sobria ed elegante. E' luogo di dimora per oltre 2.466.000 divinità, le anime di coloro che hanno dato la vita per la pace del Giappone, preservando e vivificando la tradizione scintoista del culto degli antenati.

Il museo Yushukan (entrata a pagamento) raccoglie interessanti opere d'arte e reliquie tra cui armi e oggetti appartenuti a protagonisti della storia bellica del paese.

Di interesse, oltre alle struggenti lettere dei Kamikaze, è la narrativa storiografica che contestualizza l'espansione dell'Impero del Giappone nella più vasta lotta per l'indipendenza e l'autonomia dei popoli dell'Estremo Oriente dal giogo economico e politico imposto dai paesi e dagli imperi coloniali occidentali.

Si tratta di interpretazioni controverse, in genere non accettate in paesi come la Cina e la Corea, che offrono in ogni caso la rara occasione di ascoltare l'altra campana.

 

Cosa visitare a Tokyo: il Museo Yushukan presso il Santuario di Yasukuni
Museo Yushukan

 

La visita al santuario impone il rispetto della dignità e sacralità dei luoghi.

 

Tokyo, Haiden del Santuario di Yasukuni
Haiden del Santuario di Yasukuni

 

Indirizzo: Tokyo, Chiyoda-ku, Kudankita 3-1-1

Orario di apertura: 9:00-16:30, tutti i giorni

Ingresso al museo Yushukan: 800 yen

 

Come arrivarci

L'ingresso si raggiunge in poco più 5 minuti a piedi dalla fermata della metropolitana di Kudanshita.

Altre attrazioni nei dintorni

Chi ama camminare potrà agevolmente raggiungere il Palazzo Imperiale.

 

Palazzo Imperiale

Palazzo Imperiale (Kokyo)Il Palazzo Imperiale (皇居, Kōkyo) è la sede della Famiglia Imperiale del Giappone. Situato nel quartiere di Chiyoda, sorge in un'area coperta da una foresta separata dal resto della città da fossati e cinte murarie. Il sito ospitava precedentemente il Castello di Edo, sede dello Shogunato Tokugawa, cuore del potere politico del Giappone e punto focale della città di Tokyo.

Le aree interne non sono aperte al pubblico con l'eccezione del 2 gennaio e del giorno del genetliaco dell'Imperatore. Visite guidate sono possibili su prenotazione presso l' Agenzia della Casa Imperiale e sono limitate a percorsi esterni agli edifici.

Degni di nota sono i Giardini Imperiali Orientali in cui si può ammirare la perfezione estetica della composizione paesaggistica del giardino tradizionale giapponese. Nell'area sorgono altresì le fondazioni del Castello di Edo e continua a vivere la profonda devozione per il valore evocativo dei luoghi.

Indirizzo: Tokyo, Chiyoda 1-1

 

Cosa vedere a Tokyo: Chidorigafuchi, presso il Palazzo Imperiale
Chidorigafuchi, presso i limiti occidentali dell'area del Palazzo Imperiale

 

Come arrivarci

In metropolitana e treno

L'accesso ai Giardini Imperiali Orientali è possibile attraverso più ingressi.

I cancelli di ingresso Kita-Hanebashi-Mon e Hirakawa-Mon, a nord, sono raggiungibili in poco più di 5 minuti a piedi dalla stazione Takebashi della linea Tozai.

Il cancello di ingresso Ote-Mon, a est, è raggiungibile in poco più di 7 minuti a piedi dalla fermata Otemachi, uscita C13a (Tokyo Metoro e Toei) e in circa 15 minuti dalla fermata Nijubashi-mae, linea Chiyoda.

I cancelli di ingresso Kikyo-Mon e Sakashita-Mon, a est, danno accesso ai plessi principali della residenza Imperiale e sono raggiungibili in circa 5 minuti a piedi dalla stazione Otemachi, uscita D2 (Tokyo Metoro e Toei), e dalla fermata Nijubashi-mae, linea Chiyoda, uscita 6.

Le visite guidate hanno inizio presso il cancello Kikyo-Mon.

A piedi

Una placida camminata dalla Stazione di Tokyo permette di raggiungere i limiti esterni del Palazzo Imperiale in circa 15 minuti.

 

Altri luoghi da visitare nei dintorni

A nord a breve distanza sorge il Santuario di Yasukuni.

 

Cosa vedere a Tokyo: Akihabara, zona ideale per i giovani
Akihabara, la città giovane

 

Akihabara

A nord di Chiyoda, questo quartiere è da tempo il centro dell'elettronica. Vi si concentrano immensi centri commerciali e piccoli negozi al dettaglio dove è possibile trovare qualunque prodotto di elettronica. Alcuni sono specializzati esclusivamente in un prodotto.

Numerosi sono i caffè e i locali dedicati alla cultura di anime e manga. In alcuni di questi è possibile passare la notte e accedere a internet a prezzi popolari.

 

Cosa fare a Tokyo: visitare il distretto dell'elettronica di Akihabara
Distretto dell'elettronica di Akihabara, un paese dei balocchi per gli appassionati di anime, manga, elettronica, modellismo e molto altro

 

Kanda

Fuori dei circuiti turistici, nonostante la centralità, è Kanda, quartiere residenziale situato tra la Stazione di Tokyo e Ueno, a nordest del Palazzo Imperiale.

Centro accademico della capitale, Kanda ospita storici atenei e un buon numero di templi e santuari di grande importanza. Imperdibile il Santuario di Kanda Myojin

 

Luoghi da visitare a Tokyo: il Santuario di Kanda (Kanda Myojin)
Santuario di Kanda (Kanda Myojin)

 

Un itinerario a Kanda può includere anche la via Ochanomizu (a sud della omonima stazione), dove si trovano negozi di strumenti musicali, e Jimbocho, abitato ricco di librerie e caffetterie.

 

Cosa vedere a Tokyo: le librerie di Jimbocho
Librerie a Jimbocho; si trovano libri di ogni genere e in ogni lingua, nuovi e usati

 

Ideale combinare nello stesso giorno la visita a Kanda e a Bunkyo (vedasi oltre).

 

Accesso all'area di Kanda

La Stazione di Ochanomizu offre il punto di ingresso migliore per chi vuole visitare Kanda, trovandosi al centro della zona dove si trovano i punti di maggior interesse del quartiere.

 

Cosa vedere a Tokyo: il quartiere di Ginza
Ginza (Chuo), il quartiere dell'ostentazione del lusso di importazione
Cosa fare a Tokyo: un giro a Ginza
Ginza, nei pressi della Stazione di Yurakucho

 Indice

 

Tokyo centro-nord: Asakusa, Ueno, Yanaka, Bunkyo

I quartieri a nord del centro di Tokyo sono una delle tappe immancabili di un viaggio a Tokyo. Ad Asakusa si trovano templi storici. A Ueno si trovano importanti musei e un magnifico parco, particolarmente bello durante la fioritura dei ciliegi.

Da non perdere anche una visita a Yanaka, dove si vive la nostalgia per la Tokyo anteguerra.

 

Cosa vedere a Tokyo: le vie di Asakusa
Asakusa in inverno

 

Tempio Senso-Ji

Tempio Senso-JiIl Senso-Ji (浅草寺, Sensō-Ji) è un tempio buddhista risalente al 645 d.C. Situato nel quartiere di Asakusa, è uno dei templi più noti e visitati di Tokyo. E' dedicato a Kannon, bodhisattva della compassione. Fu ricostruito nel 1958 dopo esser stato raso al suolo durante i terrificanti bombardamenti del marzo 1945.

Vi si accede dallo splendido Kaminarimon (Porta del Tuono) che immette su un lungo e antico viale, chiamato Nakamise, attorniato da vivaci e graziosi negozietti; in fondo si trova il secondo portale, lo Hozomon. Superando quest'ultimo si entra nell'area principale del tempio in cui sorgono una pagoda a cinque piani e il Kannondo, l'edificio principale dedicato al culto.

Un grazioso giardino in stile giapponese offre spazio per la contemplazione.

Nei pressi sorge anche il Santuario di Asakusa, luogo di culto scintoista.

 

Tokyo, Asakusa, Senso-Ji
Tokyo, il Senso-Ji in inverno, durante una rara nevicata

 

Indirizzo: Tokyo, Taito, Asakusa, 2−3−1

Orario di apertura: 6:00-17:00, tutti i giorni

Ingresso: gratuito

 

Come arrivarci

L'ingresso del Senso-Ji è raggiungibile dalla stazione ferroviaria e metropolitana di Asakusa (Tokyo Metoro, Toei e Tobu) in poco più di 5 minuti a piedi. La stazione di Asakusa della Tokyo Metoro è collegata alla linea Yamanote (presso Kanda) dalla linea Ginza.

Altre attrazioni raggiungibili a piedi

Chi ama camminare potrà perdersi piacevolmente nel quartiere di Asakusa, in cui sono disseminati negozi e ristoranti graziosi ed economici, o spingersi fino a Ueno.

 

Ueno

Quartiere piuttosto placido, dominato da una impronta urbanistica a misura d'uomo è Ueno. Il Parco di Ueno ospita importanti attrazioni tra cui il Museo Nazionale di Tokyo ed è uno dei luoghi più frequentati per la contemplazione della fioritura dei ciliegi.

Ueno è ottimamente collegato al resto della città e all'aeroporto di Narita ed offre soluzioni di alloggio dall'ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

Cosa vedere a Tokyo: Ueno
Ueno, uno dei quartieri imperdibili di Tokyo

 

Parco di Ueno

Il Parco di Ueno (上野公園, Ueno Kōen) è un grande parco pubblico modellato su canoni europei, uno dei più antichi del Giappone. E' una nota meta turistica e uno dei luoghi più frequentati per osservare lo splendore della fioritura dei ciliegi (da tardo marzo fino a metà aprile). Ogni stagione ha la sua bellezza in questo parco.

Molto suggestivo e carico di significati storici e culturali è lo stagno Shinobazu. Parte di questo specchio d'acqua viene in estate ricoperta da una meravigliosa distesa di fiori di loto. Il parco ospita un buon numero di importanti musei, templi e santuari.

 

Indirizzo: Tokyo, Taito-ku, Ueno Koen, Ikenohata 3-chome

Orario di apertura: 05:00-23:00

Ingresso: gratuito

 

Come arrivarci

Il Parco di Ueno si trova di fronte alla stazione omonima (servita da linee della JR e Tokyo Metoro) ed è raggiungibile da questa in meno di 3 minuti.

 

Museo Nazionale di Tokyo

Situato nel Parco di Ueno, è il più antico ed esteso museo d'arte del Giappone. In cinque grandi edifici ospita oltre 100.000 oggetti d'arte e reperti archeologici del Giappone e dell'Estremo Oriente.

Custodisce la più vasta collezione di oggetti d'arte classificati come Tesoro Nazionale del Giappone e Importanti Proprietà culturali. Una visita irrinunciabile.

Il sito del museo offre copiose informazioni per pianificare al meglio la visita.

 

Indirizzo: Tokyo, Taito-ku, Ueno Koen, 13-9. 

Orario di apertura: 09:30-17:00; chiuso il lunedì e nel periodo del Capodanno

Ingresso: 620 yen

 

Come arrivarci

In treno e metropolitana

Il museo si trova nel Parco di Ueno, raggiungibile agevolmente a piedi in poco più di 10 minuti a piedi dalle stazioni di Ueno (JR e Tokyo Metoro) e Uguisudani (JR).

 

Luoghi da visitare a Tokyo: il Cimitero di Yanaka
Cimitero di Yanaka in primavera

 

Bunkyo

Spesso tralasciato dagli itinerari turistici brevi, Bunkyo è un distretto che offre un'ampia varietà di luoghi di interesse.

Imperdibili i templi Yushima Seido, dedicato a Confucio e il Santuario di Yushima Tenjin, legato a Sugawara no Michizane, kami protettore delle lettere e degli studi. In questo luogo si possono ammirare le fioriture dei pruni tra febbraio e marzo.

A Bunkyo si trovano il Rikugi-En e il Koishikawa Koraku-En, da molti considerati i giardini paesaggistici più belli della città.

A breve distanza dal Koishikawa Koraku-En si incontra il Kodokan, storico quartiere generale del Judo, raffinata arte marziale codificata da Kano Jigoro.

Anche chi non pratica può passare qualche ora nel luogo con soddisfazione osservando gli allenamenti serali e visitando il museo della scuola.

 

Koishikawa Koraku-En

Meta secondo noi imperdibile anche per soggiorni brevi a Tokyo è il Koishikawa Koraku-En, un antico giardino risalente al Periodo Edo.

La composizione si incentra su tre stagni attorno ai quali sono ricreati paesaggi famosi della Cina e del Giappone. I sentieri guidano il visitatore ad assumere le prospettive volute dall'artista.

Molto ampia la varietà di piante ornamentali, che lo rendono uno dei luoghi più belli dove ammirare le fioriture primaverili (pruni e ciliegi) e i colori dell'autunno (aceri e ginco).

 

Luoghi da vedere a Tokyo: Koishikawa Koraku-En
Koishikawa Koraku-En a fine marzo

 

Giardino Rikugi-en

Sorto nel XVIII secolo in un'area residenziale un tempo risevata ai signori feudali, il Rikugi-en (六義園) è considerato uno dei più importanti giardini del Periodo Edo.

 

Cosa vedere a Tokyo: il giardino Rikugi-En
Giardino Rikugi-En

 

La splendida creazione paesaggistica è incentrata su un grande stagno costellato di isolotti attorno a cui sorgono collinette forestate dalla orografia studiata per rievocare noti paesaggi giapponesi e immagini della poetica giapponese.

E' possibile passarvi piacevoli ore camminando lungo i numerosi sentieri che schiudono viste sempre diverse e stupefacenti. Presenti alcune case da tè per completare il gaudio dei sensi.

E' rinomato per gli intensissimi colori autunnali (da fine novembre a inizio dicembre).

 

Cosa vedere a Tokyo: il giardino Rikugi-En
Giardino Rikugi-En

 

Indirizzo: Tokyo, Bunkyo-ku, Hon-komagome 6-16-3

Orario di apertura: 09:00-17:00 (fino alle 21:00 durante la fioritura dei ciliegi e il fulgore dei colori autunnali), tutti i giorni tranne che a Capodanno (29 dicembre – 1 gennaio)

Ingresso: 300 yen

 

Come arrivarci

Il giardino è raggiungibile in meno di 10 minuti a piedi dalla stazione Komagome della linea JR Yamanote.

 

Luoghi da visitare a Tokyo; il Kodokan, scuola di Judo dove vedere gli allenamenti
Kodokan, al centro la statua del Maestro Kano Jigoro (嘉納)

 Indice

 

Tokyo ovest: Shinjuku, Shibuya

I quartieri a ovest del centro offrono le immagini più note della Tokyo contemporanea, fatta di luci, insegne, torri in vetro e acciaio, mode bizzarre.

Shinjuku, Shibuya e Harajuku sono mete fisse di un itinerario in quest'area. Le prime due località sono anche i luoghi della vita notturna più noti all'estero.

 

Cosa vedere a Tokyo: Shibuya
Dintorni della Stazione di Shibuya

 

Shibuya

Shibuya è uno dei più frequentati e rutlilanti quartieri della metropoli. Noto per essere il centro di nascita ed espressione delle mode giovanili, ospita immensi centri commerciali, ristorantini, izakaya e locali notturni.

Nota la curiosa e goliardica Dogenzaka, collinetta degli “alberghi dell'amore” dove le coppiette possono riposarsi per 2-3 ore al prezzo medio di 5000 yen.

 

Cosa vedere a Tokyo: il quartiere di Shibuya, Tokyo
Shibuya, Tokyo

 

Cosa vedere a Tokyo: Omotesando
Omotesando

 

Santuario Meiji

Santuario MeijiIl santuario Meiji (明治神宮, Meiji Jingū) è dedicato agli spiriti divinizzati dell'Imperatore e dell'Imperatrice Meiji. Situato nel quartiere di Harajuku, a breve distanza dalla omonima stazione della linea Yamanote, il santuario assieme all'adiacente parco di Yoyogi offre il respiro di un'atmosfera contemplativa e rigenerante.

Superati gli imponenti torii che marcano l'accesso al santuario, una fitta foresta di alberi provenienti in dono da ogni parte del Giappone accoglie e guida lo spirito del visitatore verso uno stato d'animo di tranquillità e armonia. Il santuario è meta di pellegrinaggio soprattutto durante il Capodanno quando si svolgono le preghiere propiziatrici dello Hatsumode e affluiscono milioni di giapponesi.

La visita completa comprende il Giardino Interno abbellito dallo splendore degli iris e il Museo del Tesoro che custodisce pregiati oggetti della Casa Imperiale. 

 

Luoghi da visitare a Tokyo: il Santuario Meiji
Meiji-Jingu; frequenti i cortei dei matrimoni scintoisti

 

Indirizzo: Tokyo, Shibuya, Yoyogikamizonocho 1-1

Orario di apertura: dall'alba al tramonto, orari variabili con le stagioni quindi, ogni giorno

Ingresso al Museo del Tesoro e al Giardino Interno: 500 yen per ognuno

 

Come arrivarci

L'ingresso settentrionale del santuario si raggiunge in poco più 10 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria e metropolitana di Yoyogi (Yamanote JR e Oedo Toei). L'ingresso meridionale dista poco più di 2 minuti a piedi dalla stazione di Harajuku della linea Yamanote e dalla stazione Meiji-Jingu-mae delle linee Chiyoda e Fukutoshin della Tokyo Metoro. Per raggiungere gli edifici principali del santuario dagli ingressi occorrono altri 10 minuti circa di cammino in tranquillità.

Altre attrazioni nei dintorni

Chi ama camminare potrà raggiungere Shinjuku o Shibuya.

 

Shinjuku

Shinjuku esibisce uno dei volti più variegati della metropoli. Attorno alla stazione ferroviaria omonima, la più frequentata al mondo (oltre 2 milioni di passeggeri vi transitano ogni giorno), si sviluppano abitati dai caratteri più diversi, dal distretto di svettanti e futuristici grattacieli al dedalo di viuzze costellate di ristorantini e izakaya di pochi metri quadrati.

Da Shinjuku partono numerose corriere con destinazioni in tutto il paese.

 

Cosa fare a Tokyo: visita a Shinjuku
Shinjuku, mosaico di realtà contrastanti

 Indice

 

Tokyo est: Sumida, Edogawa

A est del centro si trovano placidi quartieri residenziali. Nel distretto di Sumida si trova Ryogoku, località certamente nota agli appassionati di Sumo.

Nel giro di poche centinaia di metri si trovano musei e memoriali.

Nella stessa zona sorge l'imponente Tokyo Sukai Tsuri, altissima torre da cui è possibile ammirare la sterminata metropoli.

 

Zone da vedere a Tokyo: Sumida
Parco di Sumida, uno dei posti migliori dove vedere la fioritura dei ciliegi a Tokyo; a breve distanza da Asakusa

 

Ryogoku

I luoghi di interesse turistico a Ryogoku sono molto vicini tra loro e ci si può muovere comodamente a piedi.

All'interno della Stazione di Ryogoku (linea Sobu-Chuo) è presente un piccolo ufficio turistico dove sono reperibili mappe e brossure di grande utilità per la visita all'area.

 

Quartieri da vedere a Tokyo: Ryogoku
Ryogoku

 

Museo di Edo-Tokyo

Agli appassionati di storia e cultura giapponese risulterà di immenso interesse il Museo di Edo-Tokyo. L'esposizione illustra in maniera sapiente e molto coinvolgente la storia della città di Tokyo e di riflesso della nazione giapponese dalla fondazione di Edo fino all'era moderna.

Ricostruzioni meticolose consentono di comprendere come era la città prima della devastazione bellica. Il visitatore viene immerso nello stile di vita del popolo giapponese attraverso le diverse epoche. Spettacoli organizzati su base regolare consentono di apprezzare aspetti specifici della cultura nipponica.

 

Musei da vedere a Tokyo: il Museo di Edo-Tokyo
Museo di Edo-Tokyo
Cosa vedere a Tokyo: la sezione storica del Museo di Edo-Tokyo
Museo di Edo-Tokyo; in basso a destra la mappa che raffigura l'area di Shitamachi devastata dal bombardamento a tempesta di fuoco della notte tra il 9 e il 10 marzo 1945

 

Indirizzo: Tokyo, Sumida-ku, Yokoami, 1-4-1. 

Orario di apertura: 09:30-17:30, tutti i giorni tranne il lunedì e nel periodo del Capodanno

Ingresso: 600 yen

 

Come arrivarci

Il museo si trova a poco più di 5 minuti dalla stazione Ryogoku della linea JR Sobu. Alternativamente vi si può giungere tramite la linea Oedo della Toei.

 

Museo della spada giapponese

Luogo dedicato agli amanti della spada giapponese; oltre a una collezione di antiche spade di grande pregio, lo spazio espositivo si profonde in appassionanti spiegazioni sulla raffinatissima tecnica e la profonda cultura alla base della realizzazione delle armi bianche in Giappone.

 

Musei da vedere a Tokyo: il Museo della Spada
Museo della Spada

 

Indirizzo: Tokyo, Sumida-ku, Yokoami 1-12-9

Orario di apertura: 10:00-16:00, tutti i giorni tranne il lunedì e a Capodanno

Ingresso: 800 yen

 

Come arrivarci

In treno

Il museo si trova a circa 15 minuti dalla stazione Ryogoku linea ferroviaria Sobu.

 

Ryogoku Kokugikan

Il Ryogoku Kokugikan è il luogo più importante del mondo del sumo. A gennaio, maggio e settembre ospita lo Honbasho, il grande torneo.

L'edificio, più volte distrutto e ricostruito, è una riuscita opera di architettura moderna che richiama gli stilemi tradizionali ed esprime l'importanza del luogo incutendo un certo senso di soggezione.

All'interno del complesso è un museo sulla storia della popolare disciplina marziale.

 

Museo di Hokusai

Hokusai è uno dei maggiori esponenti dell'ukiyo-e, un genere di stampa artistica su carta che fa uso di matrici lignee.

Il distretto di Sumida, dove l'artista nacque e trascorse gran parte della sua vita, gli ha dedicato questo museo (Sumida Hokusai Bijutsukan). Vi vengono esposte molte delle sue maggiori opere e viene ripercorsa l'esistenza di Hokusai.

 

Musei da vedere a Tokyo: Sumida Hokusai Bijutsukan
Museo Hokusai di Sumida

 

Parco Yokoamicho

Il Parco Yokoamicho ospita il Museo del Grande Terremoto del Kanto e il Memoriale per le Vittime dei Bombardamenti di Tokyo.

Gli eventi di cui si coltiva memoria in questo luogo ebbero proporzioni spaventose. Il solo bombardamento a tempesta di fuoco della notte tra il 9 e il 10 marzo del 1945 uccise più di 100.000 persone in un gigantesco rogo.

Informazioni dettagliate corredate da mappe e documentazione fotografica su questi eventi sono disponibili presso il Museo di Edo Tokyo.

Il sito sorge nel luogo dove gli incendi causati dal Grande Terremoto del Kanto causarono la più alta concentrazione di vittime.

 

Cosa vedere a Tokyo: il Parco Yokoamicho
Parco Yokoamicho, la campana del sito del memoriale

 

Cosa vedere a Tokyo: il Monumento memoriale del Parco Yokoamicho
Monumento memoriale alle Vittime degli attacchi aerei del 1944-1945

 

Museo del Grande Terremoto del Kanto

Il Museo memoriale del Grande Terremoto del Kanto illustra una delle pagine più drammatiche della storia della Tokyo moderna.

Il devastante sisma occorse il 1° settembre 1923. Ebbe potenza e durata eccezionali e scatenò incendi diffusi a Tokyo e nei dintorni della metropoli. Le stime più comunemente accettate per il bilancio complessivo delle vittime parlano di più di 100.000 morti.

Il museo mostra mappe e fotografie che aiutano a rendersi conto della portata delle devastazioni e della successiva fase di ricostruzione della città.

Grandi modelli mostrano come interi quartieri vennero trasformati, spesso cambiando completamente volto.

 

Cosa vedere a Tokyo: il Museo del Grande Terremoto del Kanto
Museo del Grande Terremoto del Kanto

 Indice

 

Tokyo sud: Minato, Meguro

A sud del centro si trova Minato, grande distretto residenziale. Nell'area è possibile visitare il Cimitero di Aoyama, alcuni musei e il quartiere di Roppongi.

Durante la fioritura dei ciliegi da non perdere una passeggiata a Meguro, lungo il piccolo fiume omonimo.

 

Luoghi da visitare a Minato (Tokyo); il Cimitero di Aoyama
Cimitero di Aoyama

 

Museo Nezu

Il museo Nezu nacque nel 1941 per volere di Kaichiro Nezu, un imprenditore appassionato di arte fervente seguace della Via del Tè. Espone numerosi oggetti d'arte giapponesi e orientali di epoca pre-moderna.

Nutrita la raccolta di bronzi cinesi e utensili legati alla cerimonia del tè. Di grande interesse anche le opere pittoriche. E' ambientato in un giardino tradizionale con un piccolo stagno e ospita alcune sale da tè.

 

Indirizzo: Tokyo, Minato-ku, Minami Aoyama 6-5-1

Orario di apertura: 10:00-17:00; chiuso il lunedì

Ingresso: 1.000-1.200 yen

 

Come arrivarci

Il museo si trova a meno di 15 minuti dalla stazione di Omotesando.

 

Museo della metropolitana di Tokyo

Nei sotterranei della stazione Kasai della linea Tozai è ospitato il Museo della Metropolitana di Tokyo. Sono esibiti vetture, mappe storiche della rete metropolitana e materiale esplicativo della tecnologia di realizzazione di gallerie.

Presenti simulatori di guida e un grande circuito in scala con tanti trenini in movimento.

 

Indirizzo: Tokyo, Edogawa-ku, Higashi-Kasai 6-3-1

Orario di apertura: 10:00-17:00; chiuso il lunedì

Ingresso: 210 yen

 

Come arrivarci

Il museo si trova nei sotterranei della stazione Kasai della linea Tozai.

 Indice

 

Cosa vedere a Tokyo durante la fioritura dei ciliegi: Meguro
Torrente Meguro, uno degli scenari più belli della fioritura dei ciliegi a Tokyo

 

 

Fuori Tokyo: Saitama, Koganei

Nelle immediate vicinanze della metropoli si trovano alcune località meritevoli di una visita. Tra di esse segnaliamo Saitama e Koganei.

 

Museo all'aperto dell'architettura di Edo-Tokyo

Estensione dello sforzo illustrativo del Museo di Edo-Tokyo, questo museo offre ricostruzioni all'aperto dei principali archetipi architettonici dell'area di Tokyo. Interi edifici sono stati meticolosamente ricreati o trasferiti in questo spazio espositivo che consente al visitatore di calarsi nell'armonia architettonica e ambientale del Giappone anteguerra.

 

Indirizzo: Tokyo, Koganei-shi, Sakura-cho 3-7-1

Orario di apertura: 09:30-16:30; chiuso il lunedì e nel periodo del Capodanno

Ingresso: 400 yen

 

Come arrivarci

In treno

Il museo si trova nel parco Koganei. Dalla stazione Musashi-Koganei (a poco più di 30 minuti dalla Stazione di Tokyo) della linea JR Chuo lo si raggiunge in autobus (linee Seibu e Kanto) o a piedi (in 30 minuti circa).

 

Museo della Ferrovia

A Saitama, eccellente museo dedicato al mondo del trasporto ferroviario in cui il Giappone vanta una tradizione di eccellenza. Il museo della ferrovia espone numerosi treni di ogni epoca, da quelli degli albori della storia della ferrovia a quelli più avveniristici.

Gli appassionati di ferromodellismo rimarranno entusiasti dei simulatori di guida (da quelli per le locomotive a vapore a quelli per shinkansen), dei modellini e del grande circuito all'aperto.

E' consigliabile arrivare sul presto per evitare code per i simulatori di guida (quello della locomotiva a vapore è l'unico a pagamento ed è disponibile solo per un numero molto limitato di visitatori prenotatisi).

 

Indirizzo: Saitama, Saitama-shi, Omiya-ku, Onari-cho 3-47

Orario di apertura: 10:00-18:00, tutti i giorni tranne il martedì e Capodanno (29 dicembre-1 gennaio)

Ingresso: 1.000 yen

 

Come arrivarci

Dopo aver raggiunto la stazione JR Omiya, occorre prendere la navetta diretta alla stazione Tetsudo-Hakubutsukan. Da questa si arriva al museo in un solo minuto a piedi.

 Indice

 

Approfondimenti:

Itinerari a Tokyo: 1 giorno  |  2 giorni  |  3 giorni

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active