Kyoto: Santuario di Yasaka
Yasaka-Jinja, ingresso meridionale

 

Molto popolare tra i visitatori e caro alla popolazione locale, lo Yasaka-Jinja è luogo di culto scintoista di grande importanza.

Situato a brevissima distanza dal Parco di Maruyama e da Gion, è punto di accesso ideale ad alcune delle aree di Kyoto che più sono associate all’immagine della città storica.

Il santuario si trova lungo le direttrici degli itinerari di visita a Kyoto più comuni.

 

Indice

 

Santuario di Yasaka: breve descrizione

Lo Yasaka-Jinja (八坂神社) è un antico santuario scintoista situato nel cuore di Higashiyama, a brevissima distanza dal quartiere storico di Gion.

Venne fondato nell’anno 656 e per lunghissimo tempo godette del supporto della Famiglia Imperiale e del governo. Dal 1871 entrò nel novero dei Kanpei-Taisha. E’ noto anche col nome di Gion-san. E' capofila di oltre 3.000 santuari.

Il santuario è consacrato a Susanoo-no-Mikoto, una delle massime divinità dello scintoismo, alla consorte Kushiinada-Hime e alla loro discendenza Yahashira-no-Mikogami. Le vicende che vedono protagonista Susanoo-no-Mikoto richiamano alla mente del visitatore europeo le avvincenti narrazioni della mitologia dell’Antica Grecia.

Il Santuario di Yasaka si trova all’estremità orientale del viale Shijo-dori, una delle direttrici principali degli itinerari turistici a Gion.

 

Architetture principali dello Yasaka-Jinja

Lo Yasaka-Jinja ha un numero piuttosto piccolo di edifici. Le due architetture principali, poste al centro del complesso sono lo Honden (che funge anche da Haiden) e il palco per le danze rituali.

Da osservare con cura anche i solenni portali di accesso (quelli di maggiore interesse artistico sono posti lungo le direzioni meridionale e occidentale).

Gli edifici sono caratterizzati da eleganti decorazioni e una vivace bicromia bianco-vermiglia. La tonalità di rosso, molto comune nei santuari scintoisti, ha funzione apotropaica.

 

Honden

Lo Honden (本殿) è la sala principale di culto del santuario. L’edificio combina le funzioni di honden e haiden, circostanza questa alquanto rara. L’architettura esibisce un fine quadro decorativo.

I fedeli compiono una donazione, suonano una delle tre campane ed elevano la propria preghiera. Il santuario è sempre molto affollato e si avverte distintamente l’aura di devozione che lo attornia.

La sala non è aperta al pubblico. Possono accedervi solo i sacerdori e coloro che partecipano alle funzioni.

 

Seiromon

Il Seiromon (西楼門) è il portale di accesso occidentale. La torre a due ordini si erge su un piano cui si accede da una scalinata allineata con il viale Shijo-dori.

Rivolta verso il quartiere di Gion, di cui è divenuta uno dei simboli più riconoscibili, è in posizione preminente, il che aggiunge solennità a un’architettura già di straordinaria grazia.

Ai lati della soglia sono due statue di Zuishin, numi protettori. In posizione avanzata sono le figure di due komainu.

Il Seiromon è illuminato di notte.

 

Santuario di Yasaka: Seiromon
Yasaka-Jinja, ingresso occidentale (Seiroumon)

 

Santuari ausiliari

Attorno allo Yasaka-Jinja sono piccoli santuari, alcuni dei quali molto popolari. I fedeli li visitano per richiedere il favore dei kami.

 

Utsukushii Gozen-Sha

Coloro che sperano di ottenere un aspetto più gradevole visitano lo Utsukushii Gozen-Sha, santuario ausiliario il cui kami pare abbia il potere di donare bellezza a chi la richiede. Si dice che il santuario venga spesso visitato da geiko e maiko.

 

Celebrazioni ed eventi presso lo Yasaka-Jinja

Lo Yasaka-Jinja svolge un ruolo di primaria importanza nella vita religiosa di Kyoto e dell’intera nazione. Particolarmente nota è l’associazione con il Gion Matsuri.

Il santuario richiama grandi folle anche in occasione del Capodanno nipponico e durante la fioritura dei ciliegi (solitamente tra fine marzo e metà aprile). Lungo il sentiero che porta dal santuario al vicino Parco di Maruyama vengono allestiti banchetti che vendono cibo e bibite.

 

Gion Matsuri

Nel 869 i mikoshi (palanchini usati per traslare le immagini delle divinità) del Santuario di Yasaka vennero portati in processione per le strade di Kyoto. L’atto fu compiuto per chiedere l’intercessione delle divinità affinché proteggessero la città da una pericolosa epidemia.

Fu questo l’inizio di una delle più popolari, sentite e spettacolari celebrazioni scintoiste, il Gion Matsuri.

Ancora oggi lo Yasaka-Jinja è scenario centrale dei riti di questo matsuri che occupa l’intero mese di luglio.

 

Itinerari con visita allo Yasaka-Jinja consigliati

Lo Yasaka-Jinja è nel cuore di Higashiyama, ossia di una delle aree dove è più bello passeggiare e muoversi a piedi. Il santuario è ideale punto di inizio o conclusione di una moltitudine di itinerari di visita. Tra di essi consigliamo i seguenti:

  • Higashiyama sud: tra lo Yasaka-Jinja e il Kiyomizu-dera includendo visite al Kodai-Ji e alle vie storiche di Ishibei-Koji, Ichinen-zaka, Ninen-zaka e Sannen-zaka

  • Higashiyama nord e Sakyo: tra lo Yasaka-Jinja e il Ginkaku-Ji includendo visite al Chion-In, allo Shoren-In, al Nanzen-Ji, all’Eikan-Do e al Sentiero del Filosofo

  • Gion, di sera: itinerario serale con passaggio dalla Via Gion-Shirakawa e il delizioso tempio Chugen-Ji e conclusione presso Ponto-cho.

  • Gion, di giorno: Durante il giorno al programma di cui al punto precedente si possono aggiungere visite a eminenti templi come il Kennin-Ji e il Kodai-Ji. Piacevole una camminata lungo la turistica Hanami-koji.

 

Visita serale al Santuario di Yasaka: lanterne illuminate
Yasaka-Jinja, lanterne

 

Come raggiungere lo Yasaka-Jinja

Lo Yasaka-Jinja è al centro di una delle aree di maggior interesse turistico ed è pertanto ottimamente dalla rete di mezzi pubblici di Kyoto. Chi proviene da Osaka può muoversi in treno e a piedi.

 

Da Kyoto (quartieri principali)

Lo Yasaka-Jinja può essere raggiunto facilmente in metropolitana o autobus dai maggiori quartieri di Kyoto. Essendo a breve distanza da Gion, è piacevole anche raggiungerlo a piedi.

 

In autobus

Lo Yasaka-Jinja dista 2 minuti a piedi dalla fermata di Gion. Questa è servita da svariate linee di autobus, ordinarie e turistiche.

Di seguito le relazioni di maggiore utilità per il visitatore:

  • Dalla Stazione di Kyoto: la fermata di Gion può essere raggiunta dalla Stazione di Kyoto con gli autobus della Linea Raku 100 (linea turistica) e della Linea 206. Il viaggio dura circa 25 minuti e costa 230 yen;

  • Dal Ginkaku-Ji: sempre con la Linea Raku 100 ci si può muovere tra il Ginkaku-Ji e lo Yasaka-Jinja in meno di 25 minuti al prezzo di 230 yen.

 

In metropolitana e treno

Lo Yasaka-Jinja è a meno di 15 minuti a piedi dalla Stazione di Kawaramachi della società ferroviaria Hankyu. Questa fornisce accesso a Gion da Osaka e dai quartieri sudorientali di Kyoto.

 

A piedi (da Higashiyama, Gion, Nakagyo, Sakyo)

Durata degli itinerari a piedi di maggiore interesse:

  • Dal Parco di Maruyama, 2 minuti

  • Dal Chion-In, 10 minuti

  • Dal Kiyomizu-dera, 30 minuti

  • Da Kawaramachi (Nakagyo, centro di Kyoto), 15 minuti

 

Da Osaka (in treno e a piedi)

Chi proviene da Osaka può raggiungere lo Yasaka-Jinja senza dover passare dalla Stazione di Kyoto. Se non si fa uso di un biglietto turistico JRP, ciò consente un piccolo risparmio di denaro.

Il viaggio tra la Stazione di Kyobashi (Osaka nord-est) e la Stazione di Gion-Shijo (Kyoto est) con i treni della società Keihan dura circa 45 minuti e costa 480 yen.

Dalla Stazione di Gion-Shijo si raggiunge lo Yasaka-Jinja con una camminata di circa 10 minuti.

Questa soluzione è particolarmente conveniente per chi fa uso di un biglietto turistico Keihan (giornaliero o bigiornaliero).

L'alternativa è raggiungere in treno la Stazione di Kyoto o la Stazione di Kawaramachi. Da queste si prosegue fino allo Yasaka-Jinja in autobus o a piedi nei modi già indicati.

 

Informazioni per la visita

Yasaka-Jinja (八坂神社)

Indirizzo: Kyoto-shi, Higashiyama-ku, Gion-machi Kitagawa 625

Orario di apertura: l’area del santuario è sempre aperta

Ingresso: gratuito

Sito

 

Articoli correlati:

Visita a Gion: itinerari a piedi (percorsi di 2, 4 e 6 ore)

 

Pagina principale:

Luoghi da visitare, cosa vedere a Kyoto (mete di interesse storico, culturale, artistico e religioso a Higashiyama, Sakyo, Kita, Ukyo, Kamigyo, Shimogyo, Nakagyo, Fushimi, Yamashina; come organizzare gli itinerari a seconda del periodo stagionale)