Tempio Daikaku-Ji, Kyoto
Daikaku-Ji
Giardini del Daikaku-Ji, Kyoto
Daikaku-Ji

 

Il Daikaku-Ji è una delle mete irrinunciabili di una visita ad Arashiyama. Lo storico tempio si trova nella parte settentrionale dell’area scenica, un luogo molto tranquillo ricco di vestigia storiche.

Il tempio nacque come villa dell’Imperatore Saga ed è uno scrigno di tesori e uno dei luoghi dove è più facile imparare a conoscere istanze della cultura tradizionale giapponese.

Vicino al tempio è un grande stagno, lo Osawa-Ike, magnifico scenario paesaggistico che si nutre di dotte citazioni letterarie.

 

Indice

 

Daikaku-Ji: breve descrizione

Il Daikaku-Ji (大覚寺; nome formale: 旧嵯峨御所大覺寺門跡, Kyu Saga Gosho Daikaku-Ji Monzeki) è uno storico tempio buddhista situato nella periferia occidentale di Kyoto, presso l’area scenica di Arashiyama.

Il tempio ha un ruolo importante nelle vicende culturali, politiche e religiose di Kyoto e custodisce un ricco patrimonio artistico che comprende mandala, sculture, pitture e opere di calligrafia.

Originariamente, agli inizi del Periodo Edo, il sito ospitava una villa (Rikyu-In) dove l’Imperatore Saga (嵯峨天皇, 786 - 842) amava trascorrere il tempo coltivando le arti. Questi era un sovrano molto colto nonché un fervido mecenate.

Il complesso templare originario è andato distrutto ma gli edifici perduti sono stati mano a mano sostituiti con opere provenienti da altre aree.

Accanto al tempio è lo Osawa-no-Ike, quello che è ritenuto essere il più antico stagno artificiale del Giappone. Esso è il centro di un elegante giardino paesaggistico modellato secondo il paesaggio del Lago DongTing, in Cina.

Al tempio è associata un’apprezzata scuola dello ikebana, l’arte della disposizione dei fiori. L’origine della scuola (Saga Goryu) è fatta risalire all’imperatore medesimo. Opere di ikebana sono spesso in mostra all’ingresso del tempio.

Presso il Daikaku-Ji si è inoltre formata una solida tradizione nella copiatura dei sutra (shakyo), le sacre scritture buddhiste.

Il Daikaku-Ji oggi afferisce al Buddhismo Shingon, la scuola fondata da Kukai. Tradizionalmente l’abate del tempio veniva scelto tra i membri della Famiglia Imperiale.

 

Architetture principali del Daikaku-Ji

Il tempio comprende numerosi edifici connessi tra loro da corridoi rialzati. Tra di essi sono eleganti giardini. A est del complesso è lo stagno Osawa-no-Ike.

La visita al complesso avviene secono un percorso segnalato su corridoi in legno dai quali si ha modo di apprezzare le notevoli differenze negli stili architettonici degli edifici.

 

Shikidai

La Shikidai è la sala attraverso cui avviene l’ingresso in occasione delle funzioni cerimionali.

L’atrio è chiamato Matsu-no-Ma. Qui è un’opera di kinpekiga (金碧画, letteralmente: “pittura in color oro e blu”), un nobile stile pittorico originario della Cina della Dinastia Tang. Il soggetto è da tradizione un paesaggio dai colori molto accesi.

 

Daikaku-Ji, Shikidai
Shikidai

 

Daikaku-Ji, Shikidai, Kinpekiga
Kinpekiga

 

Shinden

Lo Shinden (宸殿) è una grande sala al centro del complesso. In stile shinden-zukuri era adibita a dimora della consorte dell’imperatore Go-Mizunoo. Queste ne fece dono al Daikaku-Ji. All’interno sono eleganti fusuma-e.

 

Chokushi-mon

Di fronte al Mie-Do è il Chokushi-mon, un elegante portale nella forma di karamon. Il cancello è aperto solo in occasione delle visite dell’imperatore.

 

Mie-Do

Il Mie-Do è al centro del Daikaku-Ji. Al suo interno sono le statue di Kobo Daishi, dell’Imperatore Saga e di altre eminenti figure legate al tempio.

 

Daikaku-Ji, Mie-Do
Mie-Do

 

Godaido

Il Godai-Do (五大堂) è la sala principale di culto del Daikaku-Ji. Al suo interno sono custodite le statue dei Vidyaraja (明王).

All’interno del Godai-Do avviene ogni 1, 11 e 21 del mese la copiatura dei sutra.

 

Shoshinden

Lo Shoshinden (正寝殿, 正寢殿) è un edificio nello stile shoin-zukuri del Periodo Momoyama. L’edificio non è aperto al pubblico.

 

Daikaku-Ji, Shoshinden
Shoshinden

 

Chokufu-shingyo-den

Nel piccolo edificio di forma ottagonale è la preziosa copia del Sutra del Cuore, opera dello stesso Imperatore Saga. A questa venne attribuito il miracolo di aver posto fine a un’epidemia che aveva sconvolto il paese. La copia è mostrata al pubblico ogni 60 anni (la prossima volta nel 2078).

 

Daikaku-Ji, Chokufu-shingyo-den
Chokufu-shingyo-den

 

Reihokan

Il Reihokan espone i tesori del Daikaku-Ji. Le mostre hanno luogo solo in alcuni periodi dell’anno (primavera e autunno).

 

Corridoi

I corridoi connettono gli edifici del complesso e offrono punti di vista privilegiati per apprezzarne l’architettura.

I pavimenti uguisubari emettono un suono simile al cinguettio di un usignolo quando vengono calpestati, ciò che serviva come misura di sicurezza utile a svelare la presenza di estranei.

 

Stagno Osawa-no-Ike

Lo Stagno di Osawa (大沢池, Osawa-no-Ike) è un grande stagno artificiale situato a est del Daikaku-Ji. Attorno a esso venne realizzato un giardino.. Questo era modellato sul paesaggio del Lago DongTing, scenario mitico della Cina, divenuto tema ricorrente nelle opere d'arte dei paesi dell'Estremo Oriente.

Il giardino era concepito perché fosse contemplato dal suo interno, muovendo in barca. Accompagnati dall’armonioso suono del koto (l’equivalente giapponese del guzheng cinese, 古爭) e col favore della luna piena, gli uomini di cultura della corte imperiale coltivavano l’arte della poesia.

Del giardino storico purtroppo rimangono oggi solo alcune tracce, che tuttavia non mancheranno di emozionare e lasciare indelebili impressioni all’osservatore attento.

Lungo la sponda settentrionale sono alcuni templi e santuari. Emerge la sagoma della Pagoda Shingyo, tempio a due piani in stile tahoto dalla caratteristica bicromia bianco-vermiglia e la combinazione di un corpo a base circolare a un corpo a base quadrata.

Il giardino ospita numerose piante ornamentali, tra cui parecchi ciliegi e viene regolarmente visitato da coppie di neosposi.

 

Daikaku-Ji, Osawa-no-Ike
Osawa-no-Ike

 

Itinerari con visita al Daikaku-Ji

Il Daikaku-Ji è meta ideale di un itinerario nella parte settentrionale di Arashiyama. Chi ha poco tempo dovrà spesso scegliere tra il visitare questo tempio oppure spingersi fino allo Otagi-Nembutsu-Ji.

 

Consigli per la visita al Daikaku-Ji

Vi consigliamo di mettere in conto per la visita al Daikaku-Ji e al vicino giardino non meno di un’ora e mezza.

 

Quando visitare il tempio

Il tempio può essere visitato sempre con soddisfazione. Salvo che durante cerimonie ed eventi non è mai troppo affollato.

Il paesaggio circostante è molto bello durante l’inverno nel candore della neve, in primavera nei colori delle fioriture, in estate, quando fioriscono le piante di loto, e nelle tinte dell’autunno.

 

Itinerario di visita consigliato

Nel tempio è indicato l’itinerario di visita consigliato. Il percorso avviene lungo corridoi coperti. All’esterno è piacevole compiere un giro attorno allo stagno. Consigliamo di visitare prima il tempio e poi lo stagno.

 

Come raggiungere il Daikaku-Ji

Il Daikaku-Ji può essere raggiunto a piedi dalle principali stazioni nell’area di Arashiyama. Possibile anche il viaggio diretto dal centro di Kyoto in autobus.

 

In autobus

Presso il tempio è la fermata Daikakuji. Questa è servita da alcune linee che garantiscono collegamenti facili con le aree di maggior interesse turistico di Kyoto.

 

In treno e a piedi o in autobus (dalla Stazione di Kyoto)

Simbolo della Linea di autobus 91

Il Daikaku-Ji può essere raggiunto a piedi dalle stazioni di Arashiyama in 20-30 minuti di cammino. La più vicina è la Stazione di Saga-Arashiyama. Da questa si può raggiungere il tempio con gli autobus della Linea 91 in 5 minuti al costo di 230 yen.

Con i treni della Linea Sagano (JR), la Stazione di Saga-Arashiyama può essere raggiunta dalla Stazione di Kyoto in circa 15 minuti al costo di 240 yen.

 

In autobus (dalla Stazione di Arashiyama)

Simbolo della Linea di autobus 28

La Stazione di Arashiyama (servita dalla società ferroviaria Randen; da non confondere con la Stazione di Saga-Arashiyama servita dalla rete JR) si trova nel centro dell’area scenica, a breve distanza dal tempio Tenryu-Ji.

Da questa è possibile raggiungere il tempio Daikaku-Ji con gli autobus della Linea 28 in circa 10 minuti al prezzo di 230 yen.

 

A piedi (dal centro di Arashiyama)

Durata stimata degli spostamenti a piedi dai maggiori luoghi di interesse nei dintorni del Daikaku-Ji:

  • Jojakko-Ji e Gio-Ji, 25 minuti

  • Rakushisha, 20 minuti

  • Stazione di Saga-Arashiyama, 20 minuti

 

Kyoto, Osawa-no-Ike
Osawa-no-Ike, una coppia di sposi 

 

Informazioni per la visita

Tempio Daikaku-Ji  (大覚寺, Daiikaku-Ji)

Indirizzo: Kyoto-shi, Ukyo-ku, Saga-Osawa-cho 4

Orario di apertura: 9:00 – 17:00 (ultimo ingresso alle 16:30)

Ingresso: 500 yen (tempio); 300 yen (Osawa-no-Ike); a 600 yen il biglietto che dà diritto a visitare anche il tempio Gio-Ji.

Sito

Indice

Approfondimenti:

Arashiyama (guida alla visita)

Viaggio a Kyoto:  Mete di interesse storico, culturale, artistico e religioso (a Higashiyama, Sakyo, Kita, Ukyo, Kamigyo, Shimogyo, Nakagyo, Fushimi, Yamashina; come organizzare gli itinerari a seconda del periodo stagionale)