Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi: principale porta di ingresso per via aerea in Thailandia
Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi, principale scalo internazionale della Thailandia e nodo fondamentale del traffico aereo dell'Asia Sudorientale

 

In questa pagina diamo informazioni utili a ricercare e scegliere le soluzioni di viaggio in aereo tra Italia e Tailandia.

Vengono presentati i voli diretti attualmente disponibili e date indicazioni utili a scegliere tra itinerari di volo con scalo e multi-tratta.

Sono infine dati suggerimenti su itinerari di volo con scali in Estremo Oriente (Asia Orientale e Sudest Asiatico) che consentono di ottimizzare i trasferimenti e aggiungere brevi soggiorni in località di interesse turistico.

 

Indice:

 

 

Volare in Tailandia

E’ possibile viaggiare tra Italia e Tailandia in aereo in breve tempo (solitamente tra 12 e 15 ore). Disponibili ma poco numerosi i voli diretti dall'Italia. In molti casi vale la pena considerare itinerari di volo con scali, che in genere comportano spese inferiori senza allungare eccessivamente la durata dei trasferimenti.

I voli con scali danno maggiore flessibilità nelle scelte e consentono di pianificare percorsi di ingresso e uscita diversi.

Quando si tratta di scegliere come raggiungere la Tailandia dall’Italia molti non considerano altro che itinerari di volo con destinazione Bangkok, la capitale tailandese. Possibile anche entrare nel paese tramite aeroporti internazionali secondari, alcuni dei quali servono località di primario interesse turistico come le isole e le località turistiche del Golfo del Siam (Koh Samui) e quelle che si affacciano sull’Oceano Indiano (Phuket, Krabi e altre primarie destinazioni turistiche).

Appare quindi evidente che per compiere scelte consapevoli conviene dedicare un po’ di tempo a conoscere i collegamenti aerei di ambito regionale.

 

 

Aeroporti di ingresso principali

L’Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi (BKK) è la principale porta di ingresso via aerea in Tailandia. Il paese dispone di altri aeroporti internazionali di una certa importanza. Tra questi spicca lo scalo a servizio di Phuket, che gestisce anche rotte a lungo raggio.

 

Aeroporti internazionali della Tailandia
Tailandia centrale
  • Bangkok:

    • Bangkok-Suvarnabhumi (BKK)

    • Bangkok-Don Mueang (DMK)

Tailandia settentrionale
  • Chiang Mai:

    • Chiang Mai (CNX)

  • Chiang Rai:

    • Chiang Rai (CEI)

Tailandia meridionale
  • Phuket:

    • Phuket (HKT)

  • Koh Samui:

    • Samui (USM)

  • Krabi:

    • Krabi (KBV)

  • Hat Yai:

    • Hat Yai (HDY)

Nota: elenco non esaustivo aggiornato al 3 gennaio 2024.

 

Bangkok (Tailandia centrale)

La capitale tailandese dispone di due aeroporti ottimamente collegati al centro della città:

  • Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi (BKK): situato a est di Bangkok, è tra i più importanti aeroporti dell’Asia Sudorientale. Serve un gran numero di voli internazionali, compresi voli diretti dall’Europa. Dallo scalo si può raggiungere il centro di Bangkok in treno o in autobus o navetta in breve tempo;

  • Aeroporto di Bangkok-Don Mueang (DMK): situato nella parte settentrionale di Bangkok, gestisce gran parte del traffico aereo delle compagnie a basso costo con destinazione la capitale tailandese. E’ collegato alla rete ferroviaria della città.

 

Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi

Per chi viaggia dall’Italia l’Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi è la primaria porta di accesso alla Tailandia.

 

Aeroporto di Bangkok-Suvarnabhumi (BKK)
Principali rotte internazionali di interesse turistico

Italia:

  • Roma-Fiumicino (FCO): non attivo

  • Milano-Malpensa (MXP): dal 1 luglio 2024

Europa (città in paesi confinanti con l'Italia e raggiungibili comodamente in treno):

  • Austria: Vienna (VIE)

  • Francia: Parigi (CDG)

  • Germania: Monaco di Baviera (MUC)

  • Svizzera: Zurigo (ZRH)

Asia Orientale:

  • Cina:

    • Cina continentale: Pechino-Capitale (PEK), Pechino-Daxing (PKX), Chengdu-Tianfu (TFU), Chongqing-Jiangbei (CKG), Guangzhou (CAN), Guilin (KWL), Hangzhou (HGH), Luoyang (LYA), Nanchino (NKG), Nanning (NNG), Kunming (KMG), Shanghai-Pudong (PVG), Shenzhen (SZX), Sian (Xi’An) (XIY), Wenzhou (WNZ), Wuhan (WUH), Zhangjiajie (DYG)

    • Hong Kong: Hong Kong (HKG)

    • Macao: Macao (MFM)

    • Taiwan: Taipei (TPE)

  • Corea del sud: Seoul-Incheon (ICN), Busan (PUS)

  • Giappone: Tokyo-Narita (NRT), Tokyo-Haneda (HND), Osaka-Kansai (KIX), Nagoya-Chubu (NGO), Fukuoka (FUK), Sapporo-Chitose (CTS), Okinawa-Naha (OKA)

Sudest Asiatico:

  • Birmania (Myanmar): Naypyidaw (NYT), Yangon (RGN), Mandalay (MDL)

  • Cambogia: Phnom Penh (PNH), Siem Reap-Angkor (SAI)

  • Filippine: Manila (MNL)

  • Indonesia: Giacarta (CGK), Bali (DPS)

  • Lao: Vientiane (VTE), Luang Prabang (LPQ)

  • Malesia: Kuala Lumpur (KUL)

  • Singapore: Singapore (SIN)

  • Vietnam: Hanoi (HAN), Città di Ho Chi Minh (SGN), Da Nang (DAD), Nha Trang (CXR), Phu Quoc (PQC)

Asia Meridionale:

  • Bangladesh: Dacca (DAC)

  • Bhutan: Paro (PBH)

  • India: Nuova Delhi (DEL), Mumbai (BOM), Bangalore (BLR), Calcutta (CCU)

  • Iran: Teheran (IKA)

  • Maldive: Malé (MLE)

  • Nepal: Kathmandu (KTM)

  • Sri  Lanka: Colombo (CMB, BIA)

Nota: elenco non esaustivo aggiornato al 3 gennaio 2024.

 

Aeroporto di Bangkok-Don Mueang

Chi compie un viaggio nell’area dell’Asia Orientale (Cina, Giappone, Corea, Vietnam) e del Sudest Asiatico (Birmania, Cambogia, Indonesia, Lao, Malesia, Singapore) può raggiungere la Tailandia con voli a basso costo tramite l’Aeroporto di Bangkok-Don Mueang. Moltissimi anche i collegamenti con l’India.

Lo scalo è inoltre punto di passaggio ideale per chi vuole raggiungere aeroporti di ambito regionale e locale in Tailandia.

 

Trasporti

A Bangkok e dintorni:

 

proposte da Klook | 客路

 

Chiang Mai (Tailandia settentrionale)

Chi intende cominciare il proprio viaggio dalle regioni settentrionali della Tailandia può volare a Chiang Mai. Lo scalo della città gestisce un buon numero di collegamenti con città in Cina, Giappone, Corea del sud nonché parecchie città nel Sudest Asiatico.

 

Phuket (Tailandia meridionale, costa occidentale)

L’Aeroporto di Phuket serve la rinomata località turistica ed è utile a raggiungere ampie aree della Tailandia meridionale.

Lo scalo è servito da numerosi voli internazionali. Molto numerosi i collegamenti a basso costo con i maggiori paesi dell’Asia Sud-Orientale.

Sono attivi collegamenti stagionali con l’Europa (Italia inclusa).

 

Aeroporto di Phuket (HKT)
Principali rotte internazionali di interesse turistico

Europa:

  • Russia: Mosca-Sheremetyevo (SVO), San Pietroburgo (LED), Ekaterinburg (SVX), Vladivostok (VVO)

Asia:

  • Birmania (Myanmar): Yangon (RGN)

  • Cina:

    • Cina continentale: Pechino-Capitale (PEK), Chengdu-Tianfu (TFU), Chongqing-Jiangbei (CKG), Guangzhou (CAN), Hangzhou (HGH), Nanchino (NKG), Kunming (KMG), Shanghai-Pudong (PVG), Shenzhen (SZX), Sian (Xi’An) (XIY)

    • Hong Kong: Hong Kong (HKG)

    • Taiwan: Taipei (TPE)

  • Corea del sud: Seoul-Incheon (ICN)

  • India: Nuova Delhi (DEL), Mumbai (BOM)

  • Malesia: Kuala Lumpur (KUL)

  • Singapore: Singapore (SIN)

  • Vietnam: Hanoi (HAN), Città di Ho Chi Minh (SGN)

Nota: elenco non esaustivo aggiornato al 3 gennaio 2024.

 

Krabi (Tailandia meridionale, costa occidentale)

L’Aeroporto di Krabi serve una delle regioni costiere più affascinanti della Tailandia. Voli internazionali lo allacciano a città in Cina.

 

Koh Samui (Tailandia meridionale, Golfo del Siam)

L’isola di Koh Samui è punto di accesso ideale alla regione del Golfo del Siam, che custodisce magnifiche isole come Koh Tao.

L’Aeroporto di Koh Samui gestisce un buon numero di collegamenti internazionali di ambito regionale.

 

Aeroporto di Samui (USM)
Principali rotte internazionali di interesse turistico

Asia Orientale:

  • Cambogia: Phnom Penh (PNH)

  • Cina:

    • Cina continentale: Chengdu-Tianfu (TFU), Chongqing-Jiangbei (CKG)

    • Macao: Macao (MFM)

    • Taiwan: Taipei (TPE), Kaohsiung (KHH)

  • Malesia: Kuala Lumpur (KUL)

  • Singapore: Singapore (SIN)

  • Vietnam: Hanoi (HAN), Città di Ho Chi Minh (SGN)

Nota: elenco non esaustivo aggiornato al 3 gennaio 2024.

 

Hat Yai (Tailandia meridionale, a breve distanza dal confine malese)

L’Aeroporto di Hat Yai, città situata a brevissima distanza dal confine malese, nell’estremo meridione della Tailandia, serve voli a breve raggio per città nella Penisola di Malacca (Kuala Lumpur e Singapore).

 

 

Itinerari di volo

E’ possibile raggiungere la Tailandia dall’Italia con voli diretti e voli con uno scalo. Solo la compagnia aerea di bandiera tailandese serve voli diretti.

 

Voli diretti

La compagnia aerea di bandiera tailandese, Thai (Thai Airways), non serve più voli diretti dall’Italia alla Tailandia.

Un volo da Milano-Malpensa a Bangkok sarà attivato il 1 luglio 2024.

 

Voli con scali

Poiché la Tailandia è collegata da voli diretti a moltissimi paesi di Europa, Asia e Africa, le possibilità nella scelta dell’itinerario di volo con uno scalo sono moltissime.

In linea di massima per chi viaggia dall’Italia è naturale prendere in considerazione anzitutto queste ipotesi:

  • Scalo in Europa: la compagnia di bandiera, Thai, serve un gran numero di rotte per l’Europa. Numerose compagnie europee volano a Bangkok e a Phuket;

  • Scalo in Asia: prevalentemente nell’Asia Orientale (Cina, Giappone, Corea), nell’Asia Meridionale (India), nel Sudest Asiatico (Malesia, Singapore).

 

Scali in Estremo Oriente

Fare scalo in un paese dell’Asia Sud-Orientale può essere particolarmente conveniente per queste ragioni:

  • 1) Costi bassi: molte compagnie asiatiche offrono voli a prezzi particolarmente vantaggiosi. E’ il caso in particolare delle compagnie aeree cinesi che servono numerosi voli diretti tra l’Italia (Roma, Milano) e le maggiori città della Cina (Pechino, Shanghai, Guangzhou, Chengdu, Hangzhou). Da queste città è possibile raggiungere tutti i principali aeroporti internazionali della Tailandia in poche ore con voli a basso costo;

  • 2) Possibilità di visitare altri paesi: brevi soggiorni senza necessità di visto di ingresso sono possibili in paesi di notevole importanza turistica come la Cina, il Giappone, la Corea, il Vietnam, la Malesia e altri;

  • 3) Possibilità di entrare in Tailandia tramite aeroporti secondari: come già visto, dalle maggiori città dell’Asia Orientale e del Sudest Asiatico è possibile raggiungere con voli diretti, anche a basso costo, tutti gli aeroporti internazionali della Tailandia. Ciò permette di organizzare viaggi che non richiedono il ritorno all’aeroporto di primo ingresso (tipicamente Bangkok), la qual cosa può evitare un trasferimento interno via terra o via aerea e quindi la relativa perdita di tempo (e denaro).

 

Articoli correlati:

 

Scali in Medio Oriente

Fare scalo in un paese dell’area del Medio Oriente (essenzialmente quelli che si affacciano sul Golfo Persico e sull’Oceano Indiano) comporta alcuni vantaggi:

  • 1) Costi bassi: le compagnie aeree del Medio Oriente offrono spesso tariffe interessanti. Numerose le offerte stagionali;

  • 2) Breve durata delle singole tratte: facendo scalo in Medio Oriente ci si trova a dividere il viaggio in tratte di durata simile. Ad esempio, il volo Roma - Mascate ha durata assai vicina alla durata del volo Mascate - Bangkok; per entrambe le tratte si hanno tempi di volo inferiori alle 8 ore. Questa circostanza può essere di interesse a quelle persono che mal sopportano di stare in aereo per 10 e più ore. 

 

Casi pratici

Di seguito diamo tracce di itinerari di volo tra Italia e Tailandia con scali in Estremo Oriente di particolare interesse per il turista.

 

Itinerari di volo con scalo in Cina

Molto numerose le possibili combinazioni di voli intercontinentali (Italia-Cina) e regionali (Cina-Tailandia). Un buon programma può essere il seguente:

  • Andata:

    • 1) Italia - Cina: da Roma o Milano a Pechino o Shanghai. Queste due città sono visitabili per 72 o 144 ore senza visto;

    • 2) Cina - Tailandia: da Pechino o Shanghai a Bangkok.

  • Ritorno:

    • 1) Tailandia - Cina: da Phuket a Pechino o Shanghai;

    • 2) Cina - Italia: da Pechino o Shanghai a Roma o Milano.

 

Con un programma del genere è possibile prenotare voli di andata e ritorno tra Italia e Cina e voli a basso costo tra Cina e Tailandia. Possibile ovviamente anche una soluzione diversa, con itinerari di volo multi-tratta (ad esempio Roma-Pechino e Shanghai-Roma).

 

 

Prenotazione del volo

La prenotazione dei voli per la Tailandia segue i criteri abituali. E’ consigliabile prenotare i voli con un certo anticipo (almeno 2-3 mesi). Sono frequenti le offerte.

 

Costi

Un volo diretto tra Europa e Tailandia in classe turistica ha un costo solitamente variabile tra 600 e 900 euro.

Le compagnie aeree dei paesi del Medio Oriente offrono i voli più economici. Con queste compagnie un volo tra Italia e Tailandia può costare anche meno di 550 euro.

Costi non troppo superiori per i voli con scalo in Cina. Questi offrono il beneficio della possibilità di visitare città come Pechino e Shanghai senza necessità di visto.

 

Articoli correlati:

Scalo a Bangkok (come organizzare una visita di poche ore)

 

 

Compagnie aeree tailandesi

Le maggiori compagnie aeree tailandesi sono Thai (compagnia di bandiera, che gestisce voli internazionali, anche intercontinentali) e Bangkok Airways (voli interni e internazionali di ambito regionale).

I voli interni sono molto economici (anche sotto ai 70-100 euro).

 

Aviolinee a basso costo

Attive in Tailandia svariate compagnie aeree a basso costo.

Elenco non esaustivo:

  • Nok Air: compagnia locale, serve prevalentemente voli nazionali a breve raggio. Tra le destinazioni di interesse turistico sono Chiang Mai, Chiang Rai, Phuket, Trang, Ubon Ratchathani, Udon Thani. I pochi voli internazionali servono prevalentemente città cinesi;

  • Thai AirAsia: serve un buon numero di rotte internazionali a breve e medio raggio (Cambogia, Cina, Giappone, India, Indonesia, Lao, Maldive, Malesia, Sri Lanka, Singapore, Vietnam). I suoi voli interni raggiungono anche molti degli aeroporti più piccoli del paese;

  • Thai Lion Air: serve voli nazionali e internazionali. Tra questi ultimi prevalgono voli dalla Cina.

 

 

Conclusioni e consigli

Venendo a linee generali utili a orientarsi nelle scelte, diremo quanto segue:

  • 1) Itinerario di volo: per viaggi in aereo tra Italia e Tailandia non è indispensabile limitarsi alla ricerca di voli per Bangkok. Possibile volare a Phuket o in altri aeroporti dell’Estremo Oriente proseguendo fino alla Tailandia con voli a breve e medio raggio (anche a basso costo).

  • 2) Voli diretti: attualmente i voli diretti tra Italia e Tailandia sono piuttosto scarsi. Essi sono inoltre abbastanza cari. Il tempo di volo, superiore alle 10 ore, potrebbe comportare disagi a persone poco abituate al viaggio in aereo;

  • 3) Voli con scali: facendo uno scalo, è possibile raggiungere la Tailandia dall’Italia in molti modi. Solitamente conviene fare scalo in Europa o in Asia. Chi intende viaggiare nell’area dell’Asia Orientale e del Sudest Asiatico può agevolmente organizzare itinerari di volo multi-tratta con soggiorni di breve durata in altri paesi. Scali in Medio Oriente consentono spesso di ridurre la spesa al minimo.

 

Articoli correlati:

  • Dove alloggiare a Bangkok (rassegna dei migliori quartieri in centro, in zone semi-centrali e in periferia; ostelli, alberghi per varie esigenze)