Kyoto (Fushimi-ku): Grande Santuario di Fushimi Inari Taisha
Kyoto, Grande Santuario di Fushimi Inari

 

Il Fushimi Inari Taisha è uno storico santuario scintoista situato a Fushimi, nella parte meridionale di Kyoto.

Tra i più grandi e influenti luoghi di culto scintoisti della città e dell’intera nazione, il santuario è noto per le lunghe gallerie di portali, l’accesa colorazione vermiglia delle sue eleganti architetture e il magnifico rapporto di armonia con l’ambiente naturale.

Il santuario è meta imperdibile di ogni visita a Kyoto e può essere visitato durante un’escursione nella vicina città di Nara.

 

Indice

 

Fushimi Inari Taisha: breve descrizione

Il Grande Santuario di Fushimi Inari (伏見 稲荷 大社, Fushimi Inari Taisha), chiamato anche O-Inari-san, è un antico santuario scintoista situato a Kyoto nella circoscrizione meridionale di Fushimi-ku a sud-est della stazione ferroviaria principale, la Stazione di Kyoto.

Risalente al lontano anno 711, quando ancora Kyoto non aveva assunto il ruolo di capitale del paese, è capofila di tutti i santuari dedicati al culto del kami Inari, divinità protettrice del riso e dell’agricoltura e, per estensione, della prosperità.

I filari di torii dall'acceso color rosso vermiglio, divenuti icona del Fushimi Inari Taisha, definiscono  in suggestive successioni attraverso la foresta i sentieri che guidano l'ascesa al sacro Monte Inari. Sui torii sono iscritti i nomi dei benefattori (privati o società) che li hanno donati al santuario (sul retro è la formula impiegata per indicare la donazione, 奉納, accompagnata dalla data).

Il passaggio al di sotto dei torii combinato al movimento di ascesa è simbolico di un percorso di elevazione e purificazione interiore.

Appena fuori della Stazione di Inari (lato orientale) si dirama il viale che, attraverso due enormi torii, conduce al complesso dei maestosi edifici principali del santuario. Superati questi, si accede a una rete di tortuosi sentieri sovrastati da serie di torii che proiettano corridoi di ascesa attraverso la foresta.

A mezzacosta è possibile riposare godendo del panorama prima di affrontare l'ultimo tratto di ascesa. Raggiunta la cima del monte ci si trova improvvisamente in mezzo a una enigmatica e  serrata filza di tumuli (tsuka, 塚) e piccoli santuari dedicati ai culti privati.

Quasi ovunque si scorgono statue che raffigurano volpi (狐, kitsune). Frequentemente protagonista di narrazioni della cultura popolare nipponica, la volpe è simbolo di saggezza ed è strettamente associata al culto di Inari di cui è considerata un messaggero (kenzoku).

La visita al santuario non mancherà di entusiasmare chiunque ed è particolarmente affascinante durante le prime e le tarde ore del giorno.

 

Kyoto: visita al Fushimi Inari Taisha; architetture principali
Fushimi Inari Taisha, edifici principali del complesso

 

Architetture principali del Fushimi Inari Taisha

Le architetture maggiori del santuario si trovano ai piedi della collina. Nella foresta è lo Okumiya, il santuario interiore.

Lungo i sentieri di ascesa si trovano santuari ausiliari, presso cui vengono lasciati quali offerte torii in miniatura.

In cima alla collina sono decine di migliaia di tumuli e santuari per i culti privati.

 

Romon

Al termine del viale di accesso è il romon (楼門), il portale principale, un’elegante struttura a due piani finemente decorata.

Pare che venne costruito su iniziativa di Toyotomi Hideyoshi nel 1589. Con questo dono quegli intendeva ottenere il favore della divinità affinché intercedesse per la guarigione della madre malata.

 

Honden

Lo Honden è dedicato al culto di cinque kami. La struttura è nello stile uchikoshi nagashi-zukuri e presenta un ricco apparato decorativo che include konpukurin, tarukibana, kaerumata. E’ classificato quale Importante Bene Culturale.

Lo Honden è illuminato di notte.

 

Senbon Torii

Le due successioni parallele di oltre mille torii che individuano il sentiero di ascesa alla cima dello Inariyama prendono il nome di Senbon Torii (千本鳥居). Sulle snelle strutture in legno dall’acceso color vermiglio (solo la parte inferiore è verniciata di nero) sono iscritti i nomi di coloro che li hanno donati. L’usanza risale al Periodo Edo.

L’accesa colorazione vermiglia è chiamata ake. La parola può essere scritta con numerosi caratteri, ciò che associa al colore diverse accezioni, quali “luminosità”, “alba” e “speranza”.

Il richiamo alla spiritualità che si associa naturalmente alla funzione simbolica della porta, separazione tra mondo sacro e profano, reso qui quasi ipnotico dalla ripetizione del gesto dell’attraversamento della soglia, è enfatizzato nella psiche dall’atmosfera di mistero della foresta circostante.

 

Kyoto: Fushimi Inari Taisha; torii
Fushimi Inari Taisha, gli iconici torii

 

Okusha Hohaisho

Nella Valle Myobu-dani, al termine del Senbon Torii è lo Okusha Hohaisho (奥社奉拝所), il santuario interiore. E’ detto anche Okuno-In.

Il santuario è dedicato al culto del Monte Inari.

 

Inariyama

Il Monte Inari è uno dei trentasei rilievi montuosi facenti parte dei Monti Orientali (東山, Higashiyama), un paesaggio naturale affascinante che custodisce un cospicuo patrimonio storico e artistico.

La collina, alta soli 233 metri è chiamata anche Mitsugamine poiché ha tre cime allineate lungo la direzione est-ovest (Sannomine, Ninomine e Ichinomine).

Considerata sacra, la montagna è antico luogo di pellegrinaggio. Lungo i sentieri si vedono numerose otsuka, pietre su cui i devoti hanno inciso i nomi delle divinità oggetto di culto.

 

Fushimi Inari Taisha, torii
Dintorni della sommità del Monte Inari

 

Consigli per la visita al Fushimi Inari Taisha

Il Santuario di Fushimi Inari si estende su un’area relativamente grande. Sebbene il Monte Inari abbia un’elevazione modesta e i sentieri di ascesa siano dolci e godibili, la visita richiede un minimo di condizione fisica, soprattutto se si viaggia in estate.

 

Tempo di visita

Il percorso di visita fino alla cima del Monte Inari ha lunghezza di circa 4 chilometri. Tenuto conto del tempo impiegato per la discesa, per la visita al Fushimi Inari Taisha occorre mettere in conto almeno 3 ore.

Naturalmente possibile fermarsi prima, il che significa mancare l'occasione di cogliere uno degli aspetti fondativi di luoghi di culto di questo genere, l’associazione indissolubile tra il culto e la montagna, un elemento cruciale nello spirito religioso della nazione giapponese e di numerose altre civiltà.

 

Rifiuti

Consumare del cibo nell’area di questo come di ogni altro santuario è considerato estremamente disdicevole e va evitato. Parimenti vietato fumare e qualunque altro atteggiamento che non traduca un modesto atteggiamento di deferenza.

Nell’area del santuario non sono presenti cestini. E’ ovviamente vietato abbandonare rifiuti di qualunque genere in qualunque area del santuario.

 

Servizi igienici nell'area

Servizi igienici si trovano presso il viale di accesso principale e vicino allo Okumiya.

 

Ristoranti e negozi

Ai piedi della collina, presso l’accesso all’area principale del santuario è una via dove si trovano numerosi ristoranti. Specialità sono lo inarizushi (o Inari sushi), un fagottino di tofu riempito di riso, e lo aburaage, del tofu fritto. Sono poi in vendita dolci tipici.

Lungo il sentiero di ascesa è presente una caffetteria, la Nishimura-tei.

 

Migliore periodo per la visita

Ogni stagione offre paesaggi interessanti e un’atmosfera unica. Il santuario è molto popolare perciò potreste scegliere di visitarlo all’alba o al tramonto, quando non è affollato e chi lo visita è spesso unicamente interessato al culto.

Nella luce dell’alba e del tramonto del resto l’atmosfera mistica del luogo diventa ancora più percepibile e affascinante.

 

Kyoto: visita serale al Fushimi Inari Taisha
Fushimi Inari Taisha, al calare della notte

 

Itinerari con visita al Fushimi Inari Taisha

Poiché il santuario è servito da una stazione situata lungo la Linea Nara (rete nazionale JR), risulta particolarmente semplice includere la visita al Fushimi Inari Taisha quando si compie un’escursione in giornata a Nara.

Per semplicità e ragioni di risparmio, conviene abbinare la visita al Fushimi Inari Taisha a un’escursione ad Arashiyama. Questo tuttavia è sensato solo per soggiorni a Kyoto molto brevi, poiché Arashiyama merita una visita di un almeno un giorno pieno.

 

Come raggiungere il Fushimi Inari Taisha

Il treno offre il modo di gran lunga più comodo per raggiungere il Fushimi Inari Taisha sia da Kyoto sia da altre località dei dintorni.

Chi si trova a visitare la parte meridionale di Higashiyama può anche muoversi a piedi o in autobus.

 

In treno

L’accesso al Fushimi Inari Taisha è a breve distanza da due stazioni servite da due importanti linee:

  • Stazione di Inari, lungo la Linea Nara (rete JR), che collega Kyoto e Nara, a 3 minuti dal santuario;

  • Stazione di Fushimi Inari, della Linea principale Keihan (rete Keihan), che corre tra Osaka e la parte orientale di Kyoto, a 5 minuti dal santuario. La stazione è indicata come Fushimiinari su alcuni orari dei treni.

 

Da Kyoto (Stazione di Kyoto, Higashiyama)

Il Santuario Fushimi Inari può essere raggiunto dalla Stazione di Kyoto (Kyoto-Eki) utilizzando i treni locali della Linea Nara (rete JR) fino alla Stazione di Inari. Il viaggio dura circa 5 minuti e costa 150 yen.

Occorre prestare attenzione alla scelta del treno poiché i treni rapidi non fermano alla Stazione di Inari.

Giusto di fronte alla stazione si erge il grande torii che demarca l’inizio del viale di accesso al santuario.

 

Chi proviene da Higashiyama può fare uso dei treni della società Keihan. Per avere un riferimento si consideri che il viaggio tra la Stazione di Gion-Shijo (nel centro di Gion) e la Stazione di Fushimi Inari ha una durata di 10 minuti e un costo di 210 yen.

 

Da Nara (Stazione di Nara)

Il Santuario Fushimi Inari può essere raggiunto dalla Stazione di Nara (Nara-Eki) utilizzando i treni locali della Linea Nara (rete JR) fino alla Stazione di Inari. Il viaggio dura circa 70 minuti e costa 680 yen.

Più rapido il viaggio con un cambio di treno (da espresso a locale) presso Uji. In questo caso il tempo di percorrenza scende fino a 55 minuti mentre il costo non cambia.

 

Da Osaka (Kyobashi)

Chi proviene da Osaka può fare uso dei treni della società Keihan. Il viaggio tra la Stazione di Kyobashi (presso il Castello di Osaka) e la Stazione di Fushimi Inari ha una durata di 45-55 minuti e un costo di 410 yen. Necessario un cambio di treno a Tambabashi, Hirakatashi o Kuzuha.

 

In autobus (da Kyoto)

Simbolo della Linea di autobus 南5

La fermata Inari-Taisha-mae è servita dalla Linea 南5 (“5 sud”). Gli autobus partono dalla Stazione di Kyoto e passano dai dintorni del Tofuku-Ji.

Nella tratta tra la Stazione di Kyoto e il santuario è preferibile l’uso del treno.

 

A piedi

Chi ama camminare non avrà alcun problema a raggiungere a piedi il Fushimi Inari dal quartiere Higashiyama che ospita molti altri importanti templi tra cui, nelle più immediate vicinanze, il tempio Tōfuku-Ji, particolarmente interessante per i numerosi giardini e gli aceri giapponesi che offrono uno spettacolo unico in autunno.

 

Informazioni per la visita

Fushimi Inari Taisha (伏見 稲荷 大社)

Indirizzo: Kyoto, Fushimi-ku, Fukakusa, Yabunouchi-cho 68

Orario di apertura: sempre

Ingresso: gratuito

Sito

 

Pagina principale:

Luoghi da visitare, cosa vedere a Kyoto (mete di interesse storico, culturale, artistico e religioso a Higashiyama, Sakyo, Kita, Ukyo, Kamigyo, Shimogyo, Nakagyo, Fushimi, Yamashina; come organizzare gli itinerari a seconda del periodo stagionale)

 

Articoli correlati:

Alloggiare a Fushimi