Cosa vedere a Da Lat: principali luoghi da visitare
Da Lat

 

Da Lat è una delle più popolari località turistiche del Vietnam. E’ meta di interesse soprattutto per i visitatori locali, che ne apprezzano il clima primaverile, le bellezze naturali e il carattere “romantico”, cui contribuiscono alcune architetture del secolo scorso, laghi e cascate tra colline rivestite di una vegetazione insolita per il resto del paese.

Per il visitatore straniero, soprattutto per chi proviene dall’Europa, ciò che offre la cittadina in sé non può esercitare un gran richiamo. Da Lat è tuttavia punto di appoggio ideale per itinerari in una regione che conserva ancora begli scorci paesaggistici.

 

Cosa fare, cosa vedere a Da Lat

Un piccolo numero di attrazioni si trova nel centro di Da Lat ma ciò che secondo noi dovrebbe motivare il viaggiatore a includere Da Lat nel proprio itinerario sta fuori città, spesso anche a 30-40 km di distanza dal centro. Secondo noi Da Lat non rientra nelle mete prioritarie di un viaggio in Vietnam per chi ha a disposizione meno di 3 settimane.

All’interno dell’area urbana di Da Lat si trovano le seguenti attrazioni turistiche:

  • Lago di Xuan Huong

  • Giardino Floreale di Da Lat

  • Mercato di Da Lat

  • Bottega del broccato Studio XQ

  • Stazione di Da Lat

  • Serre e vivai

  • Palazzo di Bao Dai

 

Lago di Xuan Huong

Riferimento geografico e icona della città è il Lago di Xuan Huong (湖春香, “delle essenze di primavera”), grazioso specchio di forma oblunga circondato da filari di pini.

Il lago offre occasioni per una bella passeggiata all’alba o al tramonto.

Chi non manca di autoironia può anche noleggiare uno dei pedalò a forma di cigno.

 

Mercato di Da Lat

I mercati in Vietnam sono sempre luoghi interessanti, un turbinio di colori, gesti, suoni. Quello di Da Lat aggiunge al solito fermento le forme inusitate e le tinte esuberanti dei fiori, frutti e ortaggi per cui la città è divenuta famosa.

Come nel resto del Vietnam il mercato è vivace e particolarmente pittoresco all’alba. Attorno a mezzogiorno si acquieta e di sera nei dintorni abbondano banchetti e ristoranti improvvisati.

Troverete frutta e ortaggi di ogni genere. Quelli a noi noti sono spesso di dimensioni e forme inimmaginabili. Nei dintorni anche locali dove assaggiare il tè al carciofo (tra atiso).

Per esigenze più pratiche, utili le bancarelle che vendono guanti, sciarpe e maglioni. A Da Lat può fare freddo.

 

Stazione di Da Lat

Costruita nel 1932 da architetti francesi, la Stazione di Da Lat era il capolinea della linea che collegava la città a Phan Rang, capoluogo della Provincia di Ninh Thuan.

Oggi è a servizio unicamente del collegamento col vicino villaggio di Trai Mat. Oltre all’insolito edificio (che non sfigurerebbe in una stazione nelle montagne della Svizzera), da molti considerato uno dei lasciti migliori del periodo coloniale, si può vedere un bel treno d’epoca.

La stazione si trova a est del Lago di Xuan Huong. A Trai Mat si può visitare la Pagoda di Linh Phuoc.

 

Monastero di Truc Lam

Il Monastero di Truc Lam è un tempio di recente costruzione situato nei dintorni di Da Lat. Ha un ruolo importante nella regione e anche gli stranieri vengono a praticare la meditazione in questo tempio.

Pur mancando del fascino dei templi antichi, il monastero merita una visita, non fosse altro che per la piacevole atmosfera di serenità e le vedute sul Lago di Tuyen Lam.

La pagoda può essere raggiunta in funivia dal centro di Da Lat.

 

Cosa vedere a Da Lat: i giardini del Monastero di Truc Lam
Monastero di Truc Lam, giardino

 

Studio XQ

A nord del centro, a due passi dal terribilmente pacchiano parco a tema “Valle dell’Amore” (un posto che sarebbe bello se non fosse stato riempito di sciocchezze; il nome venne dato dai francesi), si trova una bottega specializzata nella produzione di broccati.

E’ possibile vedere gli artigiani all’opera e, se le vostre finanze lo consentono, acquistare una delle opere in esposizione.

 

Palazzo di Bao Dai

Da Lat era molto apprezzata da Bao Dai, l’ultimo reggente della dinastia Nguyen. La sua residenza estiva può piacere a chi ha interesse nell’architettura del secolo scorso ma l’assenza di didascalie e installazioni di cattivo gusto, un problema ricorrente in questa città, rovinano la visita.

 

Cosa fare a Da Lat; visitare i laghi circostanti: Ho Tuyen Lam
Lago di Tuyen Lam

 

Cosa fare fuori città: mete di interesse

Cominciamo con l’amara constatazione che molti luoghi seppur belli sono compromessi, insopportabilmente rovinati da installazioni turistiche dozzinali. A ciò si aggiunge il problema ricorrente in quasi tutto il paese, la pessima gestione dei rifiuti.

I dintorni sono secondo noi la principale ragione per cui vale la pena visitare Da Lat. Fuori città si incontrano bei paesaggi, tra cui il Lago di Tuyen Lam, il Lago di Suoi Vang e numerose cascate.

 

Cosa fare a Da Lat: visitare i dintorni della città
Dintorni di Da Lat

 

Ho Suoi Vang, dintorni
Ho Suoi Vang, dintorni

 

Cascate

Le cascate vicine al centro (Canh Ly, Datanla) sono rovinate dagli effetti di uno sfruttamento turistico miope e poco rispettoso dell’ambiente.

La Cascata di Pongour e la Cascata dell’Elefante offrono immagini piacevoli ma le destinazioni sono un po’ lontane da Da Lat. Ha senso includerle in itinerari che comprendano una varietà di mete ed è il viaggio in sé che andrà apprezzato. Per questa ragione, secondo noi ha senso visitare le cascate solo se si fa un viaggio in moto o nell’ambito di una visita guidata.

 

Cosa vedere vicino a Da Lat: Cascata di Pongour
Cascata di Pongour

 

Da Lat; cosa vedere nei dintorni: Thac Voi (Cascata dell'Elefante)
Thac Voi (Cascata dell'Elefante)