Pericoli in Vietnam: escursioni sul Monte Fansipan
Monte Fansipan (Phan Xi Pang), nei pressi di Sa Pa; il tempo qui cambia con velocità sorprendente ed è necessario esercitare prudenza nella visita a questi luoghi

 

Viaggiare in Vietnam non è particolarmente pericoloso, soprattutto se si seguono i percorsi turistici abituali.

E' comunque importante avere contezza dei pericoli più comuni per poter ridurre al minimo i rischi.

In questa pagina passiamo in rassegna i rischi più comuni di un viaggio in Vietnam e diamo indicazioni per adottare le giuste precauzioni.

 

Indice

 

Criminalità

Il paese è in generale sicuro ed è piuttosto difficile imbattersi in situazioni spiacevoli. E' comunque sempre bene adottare buonsenso e atteggiamenti prudenti.

Il crimine violento è raro e spesso anche le mele marce hanno il senso del limite. Da evitare ambienti malati come quello del gioco d'azzardo.

In Vietnam si incontrano frequentemente donne che viaggiano da sole.

Solo un'area, il distretto di Pham Ngu Lao a Città di Ho Chi Minh, ha reputazione di essere assai malfamata. E' forse l'unica parte del paese in cui a cercare guai non si rimane delusi. Quando piove forte l'area si allaga.

 

Pham Ngu Lao a Città di Ho Chi Minh
Saigon, Pham Ngu Lao, la famigerata Via Bui Vien;qui scippi, borseggi, truffe, risse e attività illecite sono comuni

 

Truffe e raggiri

Il turista principiante potrebbe incorrere in piccole truffe. Si tratta in genere di episodi di poco conto, peraltro evitabili con un minimo di buonsenso, come chiedere il prezzo di qualunque servizio in anticipo e, ancor meglio, annotarlo su un foglio di carta. 

Di seguito descriviamo brevemente le truffe più comuni.

 

Prezzi gonfiati

Un po’ ovunque si rischia di incorrere in venditori disonesti che cercano di trarre vantaggi indebiti dal turista ignaro.

Per evitare di pagare più del dovuto è consigliabile avere un’idea di massima dei costi dei beni più comuni. Consigliamo inoltre di verificare la congruità dei prezzi chiedendo al passante locale.

Annotare la cifra pattuita su un foglio di carta o sul proprio telefono e mostrarla al venditore evita possibili malintesi.

 

Menù in lingua straniera

Se al ristorante o altrove viene presentato un menù in lingua straniera, magari con prezzi in valuta non locale, si hanno fondati motivi per sospettare che i prezzi non siano quelli correnti.

 

Furti e scippi

E’ consigliabile tenere oggetti di valore al sicuro, soprattutto quando si è in strada nelle zone turistiche, dove gli scippi non sono rari. I ladri sono estremamente abili e si dileguano in un batter d’occhio. Pericoloso anche lasciare oggetti di valore in spiaggia quando si fa il bagno.

Le probabilità di recuperare il maltolto sono praticamente nulle.

 

Taxi

L’uso del taxi, spesso inevitabile in Vietnam, è una delle situazioni dove è più facile incorrere in truffe e raggiri in Vietnam.

In generale utilizzare solo vetture di compagnie di provata affidabilità (come Mai Linh, Vinataxi, Vinasun e Futataxi) riduce al minimo il rischio di incorrere in truffe. Da evitare tassisti improvvisati.

Di seguito presentiamo le truffe più comuni e diamo suggerimenti per evitare o limitare i danni.

 

Truffe nell'uso dei taxi

Fattispecie

Contromisure consigliate

Tariffe gonfiate

Richiedere l’uso del tassametro sempre. Se questo sembra truccato (1 km non dovrebbe mai costare più di 17.000 dong) saldare e scendere immediatamente. Possibile concordare una tariffa fissa ma è consigliabile annotarla chiaramente su un pezzo di carta

Percorsi indiretti, inutilmente convoluti

Mostrare al conducente di conoscere la strada da percorrere. Controllare il percorso e la posizione su una mappa digitale durante la corsa

Furto dei bagagli

Non scendere prima del tassista; aspettare che questi scarichi i bagagli e quindi saldare il conto

 

Noleggio di moto

Oltre alla pericolosità del traffico, quando si noleggia una moto si deve prestare attenzione anche a possibili truffe.

La tariffa giornaliera corrente per il noleggio di una moto ordinaria (50-110cc) è di 100.000-150.000 dong. Come per ogni altro acquisto o transazione, il prezzo deve essere chiaro fin dall’inizio (su carta).

Una truffa non comune segue il copione del furto inscenato: al malcapitato viene data una moto in noleggio. I truffatori lo seguono, aspettano che questi parcheggi la moto e si allontani e quindi la portano via facendo uso di una seconda chiave. Inscenato il furto, al malcapitato viene quindi chiesto un risarcimento.

 

Dal benzinaio

Anzitutto è bene fare benzina solo presso stazioni di rifornimento. L’acquisto di carburante in bottiglie di plastica presso rivenditori improvvisati è da considerare solo come extrema ratio.

Quando si fa benzina è bene verificare che venga immesso nel serbatoio il quantitativo di carburante per il quale si paga. Oltre a verificare la cifra indicata sullo schermo dell’erogatore è consigliabile conoscere quanto carburante può essere contenuto dal serbatoio del proprio mezzo.

 

Acquisto di una scheda locale

Schede telefoniche con piani chiamate e dati sono vendute un po’ ovunque, dal fruttivendolo stradale al meccanico di provincia.

Una truffa comune è quella di vendere schede con validità residua inferiore a quella dichiarata (tipicamente di 30 giorni).

Per evitare rischi si può scegliere una delle seguenti soluzioni:

  • Acquistare le schede in rete;

  • Acquistare le schede presso negozi di catene di prodotti di telefonia(come The Gioi Di Dong, FTP) oppure direttamente presso i negozi degli operatori di telefonia (Viettel).

 

Biglietti dei treni, escursioni e visite guidate

Nelle maggiori città turistiche si trovano agenzie che propongono escursioni e attività a prezzi nettamente inferiori alla media. Ciò che offrono può non corrispondere a un servizio di qualità né a quanto promesso. Una buona precauzione è verificare tramite recensioni e racconti in rete la buona nomea del venditore.

Particolarmente delicato l’acquisto di biglietti per corse in treno e autobus con uscita dal Vietnam. Fidando sul fatto che il viaggiatore malcapitato si trovi in difficoltà a far valere i propri diritti una volta uscito dal paese, operatori disonesti vendono pacchetti che non comprendono la prosecuzione del viaggio oltre la frontiera. Casi simili sono stati registrati per viaggi in autobus tra Hanoi, il Lao e la Cina.

 

Lustrascarpe

Nel centro di Hanoi e Città di Ho Chi Minh si viene spesso avvicinati da lustrascarpe che offrono il proprio servizio a un prezzo contenuto. Durante il lavoro il lavoratore poco onesto procede a “riparazioni” non richieste per le quali esige un pagamento aggiuntivo.

 

Autobus pubblico tra Da Nang e Hoi An

Da parecchi anni viene perpetrata una fastidiosa truffa sugli autobus pubblici che collegano Da Nang e Hoi An (Linea 1). Ai turisti stranieri viene spesso fatto pagare un prezzo doppio rispetto alla tariffa corrente (di 30.000 dong). La differenza è poca cosa ma non si deve cedere alla disonestà.

E' sufficiente dimostrare di conoscere quanto si deve pagare e mantenere un atteggiamento di diniego rispetto a qualsiasi altra pretesa.

 

Salute

Nelle maggiori città (Hanoi, Città di Ho Chi Minh e Da Nang) esistono ospedali privati di buon livello. La sanità pubblica a volte non è al passo coi tempi, soprattutto nelle aree più remote. Consigliabile stipulare un'assicurazione di viaggio.

Per quanto riguarda le vaccinazioni è consigliabile consultare il proprio medico e leggere le avvertenze contenute nel sito viaggiaresicuri.it.

 

Igiene

Le condizioni igieniche sono spesso carenti nei luoghi pubblici. E’ invece piuttosto facile trovare ristoranti e alberghi puliti.

 

Animali pericolosi

In Vietnam ci sono decine di serpenti velenosi. Difficilmente vorrete vagare di notte nella giungla alla ricerca del bungaro fasciato ma potreste invece incontrare ovunque cani e gatti randagi. I morsi di questi e altri animali come le scimmie (presenti in alcune località turistiche) possono costringere al trattamento contro la rabbia, ancora non debellata ufficialmente.

Il trattamento contro la rabbia rende necessario recarsi in ospedale numerose volte secondo un calendario fisso, il che ovviamente limita la libertà di movimento e rovina il viaggio.

 

Un cane libero nella Pagoda di Ba La Mat a Hue
Hue, Pagoda di Ba La Mat

 

E' consigliabile proteggersi dalle punture di insetti, al fine di minimizzare il rischio di contrarre malattie come la malaria e la febbre dengue. Repellenti comunemente in commercio in Italia sono abbastanza efficaci.

Tra i repellenti reperibili in loco consigliamo Soffell, lozione e crema di produzione indonesiana molto efficace.

 

In strada

Le strade sono pericolose, sia per il pedone sia per chi guida la moto (non possibile guidare auto). Anche se la realtà è migliore di ciò che appare, occorre tenere conto delle numerosi fonti di pericolo.

Particolarmente pericolose le strade statali e tutte quelle dove è alta la velocità o è intenso il traffico dei mezzi pesanti

Il tasso di incidentalità stradale in Vietnam è più alto che in Italia.

 

Traffico

Il traffico è molto intenso e apparentemente molto disordinato. Esiste invero un ordine di fondo che si finisce col percepire dopo un po' di tempo.

Per semplificare le cose, la regola aurea è non aspettarsi che venga rispettata alcuna regola, neppure quelle più elementari. 

Inversioni a U, semafori rossi bruciati e altre gravi infrazioni sono frequenti ma nella realtà del Vietnam questi comportamenti sono attesi e la velocità media di moto e auto è piuttosto bassa.

Per quanto riguarda le precedenze, la regola di riferimento è quella per cui il più grosso passa per primo. E' una norma un po' inurbana che però aiuta a orientarsi bene.

 

Traffico in Vietnam: periferia di Città di Ho Chi Minh
Traffico a Città di Ho Chi Minh; qui e a Hanoi si deve scegliere con attenzione l'ora in cui muoversi. Consigliabile uscire dalle città nelle ore antelucane

 

Pericoli in strada in Vietnam: veicoli ingombranti
In strada se ne vedono di tutti i colori

 

Muoversi a piedi

E' buona norma non dare alcun peso alla presenza delle strisce pedonali perché al pedone non viene quasi mai data la precedenza.

Neppure i marciapiedi sono zone franche perché moto e motorini spesso li occupano o addirittura li percorrono.

Attraversare la strada può sembrare un'impresa ardua nelle grandi città. In realtà è sufficiente muoversi con passo costante senza esitazioni per evitare il rischio di essere investiti. Così facendo si dà modo a chi sopraggiunge di scegliere per tempo la traiettoria da tenere.

Oltre a guardare dove si mettono i piedi bisogna vedere sotto cosa si passa. Lavori di ogni genere vengono svolti in strada e le precauzioni di sicurezza sono spesso carenti.

 

Camminare a Città di Ho Chi Minh: una via del centro
Città di Ho Chi Minh nell'ora di punta; attraversare la strada è meno pericoloso di quel che sembra; l'essenziale è muoversi con velocità costante e rendere prevedibili i propri movimenti

 

Muoversi in moto

Lo stato delle strade varia in maniera marcata da località a località ed è in continua evoluzione. Negli ultimi anni si è assistito a un rapido miglioramento delle strade ma la progettazione e la realizzazione sono ancora sotto i livelli qualitativi di un paese come l’Italia.

In un viaggio in Vietnam tipicamente si incontra ogni genere di fondo stradale. Fonti di pericolo comuni includono tracciati con bruschi cambiamenti nei raggi di curvatura, sconnessioni, buche e cattiva delimitazione e protezione della carreggiata.

 

Sicurezza in strada in Vietnam: un tornante con specchio
Rari gli specchi stradali, anche lungo le strade più pericolose

 

Ricerca di informazioni sullo stato delle strade

In rete esistono gruppi di discussione in diverse lingue dove appassionati motociclisti si scambiano informazioni e dritte sullo stato delle strade nel Vietnam, a volte anche in aree molto remote.

Consultare questi canali è utile ma può ingenerare un falso senso di sicurezza.

Prima di avventurarsi in ogni strada è consigliabile chiedere rassicurazioni agli abitanti del luogo. Una strada in buone condizioni ieri può essere diventata impraticabile oggi a causa di frane e altre evenienze.

 

Scelta della moto

Acquisto e rivendita delle moto per un viaggio in Vietnam
Vecchio modello di Honda usato nel giro dei viaggiatori zaino in spalla. Le opinioni su questa moto sono contrastanti ma il fatto certo è che è da molti anni è quasi impossibile incontrare un vietnamita che ancora usa questa moto

Fondamentale scegliere una moto di qualità. Le migliori società di noleggio mettono a disposizione moto moderne giapponesi a prezzi contenuti e con servizio di assistenza di buon livello.

Al turista vengono venduti vecchi e superati modelli di Honda che oggi praticamente nessuno in Vietnam usa. Il modello di Honda nella figura a lato è spesso una collezione di parti non originali. Mettersi in strada con moto simili significa sfidare la sorte e rischiare la seccatura di doversi rivolgere a un meccanico lungo il viaggio.

 

Strade pericolose in Vietnam: la strada tra Dong Van e il Passo di Ma Pi Leng
Viaggiare in moto in Vietnam è molto pericoloso. Assolutamente da evitare per chi è alle prime armi. Sulla sinistra un modello moderno e affidabile, capace di affrontare anche le strade di montagna più impegnative

 

Guidare un auto in Vietnam: non consentito agli stranieri
Passo dei Nove Tornanti; le strade nel nord sono fantastiche ma pericolose

 

Clima, condizioni meteorologiche

In Vietnam può fare molto caldo, soprattutto al centro e al sud. La sensazione del caldo è acuita dall'umidità.

Chi viaggia con bambini piccoli e persone anziane deve tenere conto di questi aspetti e adottare alcune precauzioni come le seguenti:

  • usare un abbigliamento adeguato, leggero e traspirante;

  • organizzare gli itinerari di visita con cura, tenendo conto delle condizioni meteorologiche;

  • iniziare le visite di buon mattino, quando non è troppo caldo, e fare una pausa verso mezzogiorno;

  • proteggersi dal sole, coprendosi e utilizzando creme protettive;

  • bere molto (acqua imbottigliata o comunque di provenienza certa).

 

Proteggersi dal sole

E’ necessario fare attenzione al rischio di insolazione e proteggersi in maniera adeguata. In loco sono in commercio creme e lozioni protettive di un gran numero di marche (anche quelle più comunemente reperibili in Italia).

Gli abitanti del luogo, soprattutto le donne, notoriamente evitano il sole, al punto da coprirsi da capo a piedi con indumenti pesanti anche quando fa molto caldo.

Gran parte dei vietnamiti va in spiaggia solo all’alba e al tramonto. Senza arrivare a questo punto, si può comunque scegliere di evitare l’esposizione al sole nelle ore centrali del giorno.

 

Precauzioni contro le insolazioni: evitare le spiagge nelle ore centrali del giorno; la spiaggia di Qui Nhon nel primo pomeriggio
Spiaggia cittadina di Qui Nhon; quasi deserta di giorno, si anima solo all'alba e alla sera

 

Periodo stagionale: precauzioni nella scelta dell’itinerario

Finché si segue l’itinerario classico tra nord e sud non è necessario prestare troppa attenzione al periodo stagionale. Ogni mese offre un’esperienza diversa ma non esistono controindicazioni tali da obbligare a un cambio di programma.

Diverso è il discorso se si compie un viaggio non ordinario, in moto o fuori dei sentieri battuti in montagna. In questi casi è bene evitare i mesi piovosi, in cui il viaggio presenta pericoli maggiori.

Alcuni paesaggi sono secondo noi ancora più belli nei mesi piovosi o nel velo di nebbie e foschie ma è essenziale sapere a cosa si va incontro.

In questa pagina non abbiamo lo spazio per dilungarci sul punto. Maggiori informazioni negli articoli dedicati:

Periodi migliori per un viaggio in Vietnam  |  Quando viaggiare in Vietnam (condizioni climatiche e meteorologiche mese per mese)

Viaggiare in moto in Vietnam

 

Maggio in Vietnam: la strada tra Dong Van e Lung Cu
Strada di accesso a Lung Cu, il comune più a nord del territorio del Vietnam, nei pressi della Cina. Nel settentrione le frane sono molto frequenti e le strade particolarmente pericolose nella tarda primavera e in estate

 

Fenomeni meteorologici eccezionali

Il tempo può cambiare in maniera repentina e le piogge possono essere intense. Le strade possono allagarsi con grande facilità. 

I tifoni sono frequenti, soprattutto lungo le coste del Vietnam centrale e meridionale tra l'estate e l'autunno. E' necessario tenerne conto e informarsi tempestivamente tramite fonti locali.

 

Pericoli di un viaggio in Vietnam: la pioggia durante il viaggio su strade in montagna
La pioggia rende molto pericoloso viaggiare sulle strade di montagna

 

Tempo di pioggia a Hanoi
Hanoi, Lago Occidentale; un temporale nel mese di settembre; i rovesci sono spesso intensi e di breve durata

 

Fuori dei sentieri battuti

Viaggiare fuori dei sentieri turistici è una delle prime ragioni che spingono molti a visitare il Vietnam ma occorre tenere conto di pericoli aggiuntivi non irrilevanti.

 

Escursioni in Vietnam con un'agenzia: ascesa al Fansipan
L'ascesa al Monte Fansipan è molto rischiosa, soprattutto durante la stagione delle piogge. E' vietato percorrere i sentieri in maniera indipendente ed è necessario l'accompagnamento di una guida locale. Negli ultimi anni si sono registrati incidenti mortali

 

Escursionismo

In generale il Vietnam non è un paese in cui muoversi andando allo sbaraglio e questo vale soprattutto per chi visita le montagne.

Sentieri escursionistici sono spesso mal protetti. Alto il rischio di smarrirsi e non ricevere aiuto in tempo. La copertura della rete telefonica può mancare in certe aree remote.

Negli ultimi anni si sono registrati incidenti mortali nell’area del Monte Fansipan. Ciò ha indotto le autorità a vietare l'ascesa ai viaggiatori solitari. Questa può essere compiuta solo con il supporto di una guida locale. Non c'è ragione di correre rischi; i costi di un'escursione sono bassi e si ha modo di fare conoscenza con altre persone e con gli abitanti del luogo.

 

Località di mare

Solo nelle maggiori località di mare si può contare in un servizio di soccorso balneare efficiente.

Soprattutto in certi mesi dell’anno le correnti possono essere particolarmente forti e molto insidiose. Prima di avventurarsi in qualunque posto è consigliabile chiedere informazioni agli abitanti del luogo (ad esempio all’albergatore).

Le spiagge non turistiche sono spesso magnifiche oasi di pace ma non di rado sono utilizzate dai pescatori. Questi spesso si disfano di rifiuti di ogni genere con noncuranza. E’ bene guardare bene dove si mettono i piedi e dove si fa il bagno.

 

Mare agitato presso la spiaggia di Bai Xep, presso Tuy Hoa
Litorale nella Provincia di Phu Yen, presso la spiaggia di Bai Xep; come nel resto delle coste del Vietnam centrale il mare è spesso agitato nei primi mesi dell'anno. Le correnti sono forti e insidiose

 

Aree di confine

Quando si viaggia fuori dei sentieri turistici occorre tenere conto del fatto che in alcune aree permangono restrizioni all'accesso. E' il caso ad esempio dell'Isola di Binh Ba, zona militare che non può essere visitata dagli stranieri.

Alcune aree di confine vengono considerate zone delicate e la presenza del turista straniero senza apparenti buone ragioni certamente non passerà inosservata.

Il paese ha di fatto stroncato la produzione sul suo territorio di sostanze stupefacenti. Nonostante le pesantissime sanzioni (che arrivano fino alla pena capitale), ancora non si può dire altrettanto del loro commercio, che passa per lo più dai confini terrestri, soprattutto con il Lao.

Per tale ragione viaggiare nelle aree di confine pone qualche rischio. Una buona precauzione è quella di recarsi in una stazione di polizia in loco, illustrare quale itinerario si intende compiere, chiedere informazioni e un permesso formalizzato.

Alcune strade transfrontaliere non sono sorvegliate. E' una pessima idea violare i confini.

 

Confine tra Vietnam e Cina
Confine non sorvegliato tra Vietnam e Cina. In cinese viene dato avvertimento della presenza di un campo minato (雷区, LeiQu)

 

Mangiare al ristorante

Soprattutto nei primi giorni del viaggio è buona precauzione esercitare particolare attenzione nella scelta di cosa mangiare. Dare modo al corpo di abituarsi aiuta a evitare problemi. In questo senso sconsigliamo di consumare cibi fritti nei primi 5-7 giorni del viaggio.

Non è troppo difficile individuare ristoranti che osservano buone norme di igiene. In molti ristoranti la cucina è a vista e anche prestare attenzione alle condizioni igieniche generali aiuta. 

Consigliamo di fare attenzione alla pulizia delle posate a tavola. Bacchette e cucchiai spesso sono messi alla rinfusa in contenitori aperti. La soluzione non è igienica.

Tra le precauzioni più importanti c'è quella di bere solo acqua imbottigliata ed evitare bevande col ghiaccio.

 

Ristoranti in Vietnam
Banchetti e ristoranti di strada in Vietnam

 

Allergie alimentari

Nella cucina vietnamita viene usato un gran numero di ingredienti e raramente nei menù è riportata la lista completa di quanto è contenuto nei piatti.

Solo nei migliori ristoranti o presso locande a gestione familiare è possibile ottenere personalizzazioni e modifiche nelle preparazioni. 

 

Alloggiare

Nelle maggiori destinazioni turistiche è facile trovare alberghi di buona qualità dalle tariffe convenienti. Piccole differenze di prezzo spesso corrispondono a condizioni igieniche marcatamente diverse.

Fuori dei percorsi turistici gli alberghi sono a volte sporchi e mal tenuti. Insufficienti o carenti anche le dotazioni di sicurezza.

Nella scelta dell’albergo consigliamo anche di tenere conto del contesto complessivo. Alloggiare in aree ad alta densità ovviamente pone rischi maggiori in caso di necessità di evacuazione.

Consigliabile non lasciare il passaporto alla ricezione dell’albergo se non per il tempo minimo necessario agli adempimenti legati all’accettazione. Come garanzia l’albergo tipicamente richiederà il saldo del conto anticipato.

Da verificare con cura all’atto della prenotazione le condizioni di pagamento. Nella maggioranza dei casi non sono necessari pagamenti anticipati.

Cittadini stranieri e vietnamiti possono condividere una stanza d’albergo solo se legati da vincolo coniugale da provare tramite esibizione del certificato di matrimonio. 

 

Approfondimenti:

Viaggio in Vietnam: itinerario culturale classico (percorso di 14 -15 giorni adatto a ogni periodo dell'anno: visite a Città di Ho Chi Minh, nel Delta del Mekong, a Hoi An, Hue, Hanoi, Sa Pa e nella Baia di Ha Long; programmi di visita nelle singole località e idee per varianti)

Consigli per un viaggio in Vietnam (guida per chi vuole organizzare tutto da sé)

 

Risorse esterne da consultare

Viaggiaresicuri.it (sito del Ministero degli Affari Esteri rivolto ai viaggiatori)