Cosa vedere nel Koyasan: il tempio Shojoshin-In
Koyasan, Shojoshin-In

 

Cosa vedere nel Koyasan: Fukuchi-In
Koyasan, Fukuchi-In

 

 

Il Monte Koya, chiamato anche Koyasan (高野山, Kōya-san), è una montagna sacra situata nella penisola di Kii, a circa 55 km in linea d'aria da Osaka. Assurse a importante centro di culto e vita monastica allorché Kukai (Kobo Daishi), figura chiave nella vita religiosa e culturale del Giappone, vi introdusse gli insegnamenti del buddhismo esoterico.

L'area sacra è raggiungibile camminando attraverso una fitta foresta, oscura anche di giorno. Il pellegrino nel suo quieto e lento cammino di ascesa è proiettato in una dimensione di mistero che favorisce un percorso di raccoglimento ed elevazione spirituale.

Visitare il Koyasan è una esperienza che lascia ricordi e impressioni indelebili. Numerosi templi offrono ai pellegrini e ai visitatori la possibilità di dormire presso le annesse foresterie (shukubo) e partecipare alla mattina a sedute di meditazione, funzioni religiose e altre attività della vita quotidiana dei monaci.

 

Guida alla visita del Monte Koya

 

 

Orientarsi: informazioni sintetiche

Più che essere una singola montagna, il Koyasan è una conca a forma di fiore di loto (circostanza fortemente simbolica nella cultura buddhista) comprendente numerosi rilievi montuosi celati da una fitta e ubertosa foresta. In perfetto rapporto con la natura, vi sorgono più di cento templi e santuari.

Nei secoli il Koyasan è divenuto una delle più importanti destinazioni dei pellegrinaggi nella vasta area della penisola di Kii. Il Koyasan è sovente visitato anche dai devoti che intraprendono il Pellegrinaggio degli Ottantotto templi di Shikoku.

 

Luoghi da visitare, cosa vedere sul Koyasan

Il Koyasan è uno dei più antichi centri monastici del Giappone. Ospita oltre 100 templi e santuari di grande importanza culturale e religiosa, custodi della tradizione del buddhismo Shingon. Fu fondato dal monaco Kukai (Kobo Daishi) nel IX secolo d.C.. Dopo aver ricevuto una educazione tradizionale a Kyoto, Kukai si recò in Cina per seguire la Via del Buddha.

Era un genio poliedrico versato in numerose discipline e branche del sapere. Dopo intensi anni di pellegrinaggio e studio in Cina, tornò in Giappone per diffondere gli insegnamenti del buddhismo esoterico.

Il bacino montano del Koyasan, luogo remoto immerso in una natura sovrana e incontaminata, era un luogo perfetto per ritirarsi nella vita ascetica e contemplativa. Kukai vi fondò templi e monasteri che sarebbero diventati centrali nella vita spirituale e religiosa del Giappone.

Al centro del Koyasan sorge il Danjo Garan, il complesso centrale di templi buddhisti fondato da Kukai. Di particolare importanza sono la Pagoda Konpon Daito e il Kondoe. Nelle vicinanze sorge il tempio Kongobu-Ji, capofila della scuola del buddhismo Shingon.

Ai limiti orientali del Koyasan, sorge lo Okuno-in, un'area sacra immersa in una fitta foresta di cedri. Ospita il mausoleo di Kukai e un vasto cimitero dall'atmosfera misteriosa e profondamente evocativa. Vi sono venerate le anime di numerosi samurai, soldati e altri uomini che hanno dato lustro al Giappone.

 

Nyonin-Do

Fino al 1872 le donne non potevano accedere al Koyasan, che era luogo di iniziazione alla vita religiosa per i soli uomini.

Si dice che è per tale ragione che presso ciascuna delle sette vie che davano accesso al Monte Koya era presente un Nyonin-Do, un tempio riservato alle sole donne.

Quello che rimane oggi, l'unico dei sette originari, si trova lungo la via che dalla stazione delle funicolare porta al Mausoleo dei Tokugawa.

All'ombra di una fitta foresta, imponente e austera, la sagoma di questo edificio appare al visitatore modesta e delicata, quasi evanescente.

 

Da visitare nel Koyasan: Nyonnin-Do
Nyonnin-Do, anticamente l'unico tempio del complesso del Koyasan che poteva essere visitato dalle donne

 

Mausoleo dei Tokugawa

Al 1643 risale il Mausoleo dei Tokugawa, edificato nell'area del Koyasan dallo shogun Tokugawa Iemitsu perché vi venissero venerati i suoi antenati, Ieyasu e Hidetada.

Pur nelle piccole dimensioni, gli edifici brillano non solo per l'oro impiegato con larghezza, bensì soprattutto per la straordinaria ricchezza delle decorazioni, un'opera virtuosistica.

 

Cosa vedere nel Koyasan: il Mausoleo dei Tokugawa (Tokugawa-Ke-Reidai)
Mausoleo dei Tokugawa

 

Daimon

Il Daimon (Grande Portale) è la porta di accesso all'area sacra del Monte Koya. Si trova nella parte occidentale del complesso, a breve distanza dal complesso principale del templi.

La grande struttura vermiglia in legno a due piani alta oltre 25 metri incute un senso di soggezione. Avvicinandosi agghiaccia la vista delle figure dei due guardiani, i Kongorikishi

Ciò che si può ammirare oggi è una ricostruzione risalente al 1705.

 

Viaggio nel Monte Koya: Daimon
Monte Koya, Daimon
Monte Koya: Daimon
Daimon, i Nio

 

 

Luoghi da visitare nel Monte Koya: Kongobu-Ji
Koyasan, l'antico tempio Kongobu-Ji
Da vedere nel Koyasan: il giardino secco del Kongobu-Ji (Koyasan)
Kongobu-Ji, giardino secco

 

Danjo Garan

 

Il Danjo Garan (壇場伽藍) è il complesso centrale di templi buddhisti fondato da Kukai. E' uno dei due siti più sacri del Koyasan. I più importanti templi sono il Kondo e la pagoda Konpon Daito.

 

Kondo

Il Kondo (金堂), la Sala delle Lezioni, fu il primo edificio del complesso a vedere la luce. La sua costruzione fu iniziata da Kukai nell'819 d.C.. Vi si svolgono le funzioni religiose più solenni.

Il grande edificio in legno, ricostruito periodicamente a causa dei numerosi incendi occorsi nel tempo, è un'architettura solenne, colma di grazia. L'ultima ricostruzione, risale al 1932. Di particolare eleganza il tetto, nel caratteristico stile irimoya.

 

Konpon Daito

Il Konpon Daitō (大塔, Daitō) è una elegante pagoda a due piani dall'acceso color vermiglio. Principale pagoda del Danjo-Garan, esprime una architettura di grande equilibrio e valore estetico, archetipo dello stile tahōtō.  

All'interno ospita un corpo di sculture e dipinti che realizzano un mandala tridimensionale, rappresentazione della realtà metafisica del cosmo.

I muri e le colonne sono istoriati con immagini del Buddha.

L'edificio che si può ammirare oggi è una ricostruzione risalente al 1937. Imponenti le dimensioni, con un'altezza di oltre 48 metri.

 

Da visitare nel Koyasan: Danjo-Garan
Danjo Garan

 

Mie-Do

Provenendo dal grande portale Chu-mon (Portale centrale) lo sguardo è rapito dal grande Kondo. Alle sue spalle è il Mie-do, un'architettura raffinata e schietta.

All'interno dell'edificio ha luogo la recitazione dei Sutra.

 

Sanko-no-matsu

Il Sanko-no-matsu è un antico pino che si erge al centro del complesso del Danjo-Garan. Circondato da un recinto in legno, è riconoscibile per la rara morfologia della sua chioma.

Si dice che è nella sua chioma che rimase impigliato il sankosho (vajra) che Kobo Daishi lanciò dalla Cina perché gli venisse indicato il luogo dove fondare il suo centro di iniziazione al Buddhismo.

I pellegrini raccolgono gli aghi caduti per terra dell’albero e confidando nel loro potere apotropaico li portano felici a casa.

 

Chumon

Il portale oggi visibile è una ricostruzione del 2015 della struttura originale andata perduta a causa di un incendio nel 1837. Come per molte recenti opere di ricostruzione, ci si è mossi nel segno della fedeltà alle forme e tecniche costruttive originali.

 

Tra gli altri edifici del sito si menzionano la Sala Fudodo, uno degli edifici più antichi del complesso, e le pagode Saito e Toto.

 

Danjo Garan

Indirizzo: Koyasan, Koya-cho

Orario di apertura: sempre, tutti i giorni

Ingresso: gratuito

 

Kondo e pagoda Konpon Daito

Orario di apertura: 8:30-17:00, tutti i giorni

Ingresso: 200 yen per ognuno

 

Come arrivarci

Il Danjo Garan è servito dalle fermate dell'autobus di Daito-guchi e Kondo-mae. Dista circa 5 minuti a piedi dalla fermata Senjuin-bashi.

Dalla fermata Senjuin-bashi il Danjo Garan è raggiungibile a piedi in circa 5 minuti.

A breve distanza, meno di 5 minuti a piedi, sorgono il tempio Kongobu-Ji e il Daimon.

 

Koyasan, Kongo Sanmai-In
Koyasan, Kongo Sanmai-In

 

Okuno-in

 

Lo Okuno-in (奥之院) è il grande complesso cimiteriale del Koyasan, considerato il sito più sacro dell'area. Ospita il mausoleo di Kukai.

Il sentiero di accesso tradizionale ha inizio presso un ponte chiamato Ichi-no-hashi (il primo ponte). Un inchino anticipa l'attraversamento del ponte segnando l'inizio del cammino spirituale. Si procede quindi attraverso una fitta foresta di antichissimi cedri.

La fitta e imponente copertura vegetale isola dal mondo profano e custodisce l'immenso cimitero. Vi si trovano oltre 200.000 lapidi e monumenti funebri. Accanto a persone comuni sono sepolti anche personaggi celebri della storia del Giappone (shogun, samurai, sacerdoti, artisti). Il ponte Gobyo-no-hashi demarca il passaggio nell'area più sacra dello Okuno-in dove si trovano la Sala delle lanterne e il Mausoleo di Kukai.

Norme di buona creanza impongono di osservare un comportamento rispettoso e modesto e astenersi dallo scattare fotografie, fumare e consumare cibo e bevande oltre questo limite.

 

Luoghi da visitare nel Monte Koya: Okuno-In
Okuno-In

 

Sala delle lanterne

Il Torodo (燈籠堂) assume un ruolo centrale nel culto degli antenati. Contiene migliaia di lanterne donate dai devoti in omaggio alle anime dei defunti.

 

Mausoleo di Kukai

Il Gobyo (御廟) è il mausoleo di Kukai, fondatore del buddhismo Shingon e figura centrale nella religiosità giapponese. E' cuore della devozione buddhista e luogo di grande misticismo. Centinaia di migliaia di pellegrini, devoti e visitatori vi si recano ogni anno perpetuando antichi rituali del culto degli antenati.

La visita allo Okuno-in è particolare fonte di ispirazione durante la sera e alle prime luci dell'alba. Si rimane incantati dalla atmosfera di profonda serenità e armonia con la Natura.

 

Okuno-in

Indirizzo: Koyasan, Koya-cho

Orario di apertura: sempre, tutti i giorni

Ingresso: gratuito

 

Torodo

Orario di apertura: 6:00-17:30, tutti i giorni

Ingresso: gratuito

 

Come arrivarci

Il ponte Ichi-no-hashi, punto di accesso allo Okuno-in è servito dalla fermata dell'autobus di Ichinohashi-guchi. Il tragitto in autobus a partire dalla Senjuin-bashi è compiuto in meno di 5 minuti al prezzo di 140 yen. Il tragitto in autobus a partire dalla stazione della funicolare impiega circa 20 minuti e costa 410 yen.

E' possibile accedere al sito anche a partire dalla fermata Okunoin-mae. Il cammino prosegue quindi attraverso una parte più recente del cimitero.

Dalla fermata Senjuin-bashi il ponte Ichi-no-hashi è raggiungibile a piedi in meno di 15 minuti.

Il sentiero che conduce dal ponte Ichi-no-hashi al Mausoleo di Kukai è lungo circa 2 km.

 

Karukaya-Do

Muovendo a piedi tra il Danjo-Garan e lo Okuno-In si incontra sulla destra il Karukaya-Do. Per la vivace colorazione delle pareti, rossa e bianca, è impossibile non notarlo.

Questo è il luogo dove Karakuya Doshin e Ishidomaru condussero una vita di ascesi senza che alcuno si accorgesse che erano padre e figlio.

Le pareti recano pitture che illustrano la loro storia.

 

Cosa vedere nel Koyasan: il Karukaya-Do
Karukaya-Do

 

Museo Reihokan

Il Museo Reihokan ("Casa del Tesoro") custodisce un'ampia collezione di antichi oggetti di arte religiosa. Questa è particolarmente apprezzata per il valore storico e artistico e comprende numerose opere designate quali "Tesoro Nazionale".

 

Cosa vedere nel Koyasan: il Reihokan
Reihokan

 

Come arrivare al Koyasan

dov'è il Monte Koya (Koyasan)

Il Koyasan è facilmente raggiungibile in treno da Osaka. Chi proviene da altre località di Honshu deve tipicamente passare da Osaka. Il viaggio in treno da Osaka dura circa 2 ore; da Kyoto e Nara occorrono poco meno di 3 ore. Risparmi significativi sui costi di trasporto sono possibili utilizzando i biglietti turistici.

 

Dettagli:

Come raggiungere il Koyasan (da Osaka, Kyoto e Nara)

 

Alloggiare nell'area del Koyasan

Nel corso degli anni il Koyasan è divenuto una delle destinazioni più popolari per lo shukubo, il pernottamento presso monasteri buddhisti. Oltre a trovare vitto e alloggio, l'ospite può assistere o prendere parte a sedute di meditazione, preghiera e trascrizione dei sutra. Tipicamente vengono offerte una camera privata senza bagno annesso e uno o due pasti (cena e colazione) rigorosamente vegetariani.

 

Dettagli:

Pernottare in un tempio presso il Koyasan (informazioni e consigli)

 

Mangiare nell'area del Koyasan

Il Koyasan è un autentico paradiso per i vegetariani. Essendo un primario centro di diffusione del Buddhismo, ha sviluppato nei secoli una solida tradizione di cucina vegetariana devozionale (shōjin ryōri 精進料理). I piatti sono molto gustosi e dalla grande varietà di ingredienti e preparazioni. Presso i templi buddhisti sono servite pietanze di questa tradizione gastronomica.

 

Muoversi nell'area del Koyasan

I templi e i mausolei del Koyasan si concentrano in un'area piuttosto piccola. La si raggiunge dalla stazione Koyasan in circa 10 minuti di autobus. E' con questo mezzo e con piacevoli passeggiate che si può compiere la visita all'area del Koyasan.

Biglietti turistici molto convenienti coprono le corse in treno tra Osaka e il Koyasan e includono anche gli spostamenti in autobus nel sito.

 

Dettagli:

Come muoversi nell'area del Koyasan (informazioni generali, biglietti turistici)