Come le maggiori città giapponesi, Osaka è stata quasi rasa al suolo durante l'ultimo anno della seconda guerra mondiale. La città ha oggi un volto moderno e ben poco rimane dell'architettura tradizionale. Chi cerca testimonianze del passato potrà comunque trovare alcuni importanti siti di grande interesse culturale quale il castello, templi, quartieri storici e un buon numero di musei.

La gastronomia locale e la vita notturna rappresentano senz'altro motivi di distinzione e due delle attrazioni principali della città. Chi privilegia questi aspetti dell'esperienza di viaggio può scegliere di soggiornare a Osaka per un lungo periodo e visitare Kyoto, Nara e altre località nei dintorni con escursioni in giornata.

 

 

 

 

Chuo, centro di Osaka

Nel centrale distretto di Chuo, attorno al grande Castello di Osaka (Osaka-jo), si trovano monumenti, parchi, musei, templi e santuari.

L'area è ottimamente servita dai mezzi pubblici, tra cui risultano di grande utilità per il turista le linee della metropolitana e la linea ferroviaria circolare.

 

Autunno in Giappone: Osaka
Castello di Osaka, in autunno

 

Castello di Osaka

Il Castello di Osaka (大阪城, Ōsaka-jō) è uno dei tesori dell'architettura giapponese. Risalente al XVI secolo d.C, fu concepito da Hideyoshi Toyotomi come il nuovo centro politico di un Giappone riunificato. Questa funzione motivò l'eccezionale grandezza e lo sfarzo dell'opera. Più volte distrutto e ricostruito nel corso di concitate vicende belliche, è oggi il simbolo della città e ospita un museo sulla sua storia.

Numerosissimi sono gli oggetti d'arte esposti tra cui armi, armature, mobili, ritratti, lettere. Dal piano più elevato si gode di una vista panoramica sulla città e sul meraviglioso parco circostante in cui si elevano centinaia di alberi tra cui magnifici ciliegi. Vasti fossati e poderose mura in pietra alte anche oltre 20 metri cingono l'area del castello esaltandone la maestosità.

La cinta difensiva e alcune strutture di complemento risalgono al Periodo Edo.

 

Castello di Osaka 

Indirizzo

Osaka, Chuo-ku, Osakajo 1-1

Orario di apertura

9:00-17:00, chiuso tra il 28 dicembre e capodanno

Ingresso

600 yen (museo)

Come arrivarci

Una piacevole camminata di circa 20 minuti conduce dalla stazione Tanimachi 4-chome (sulle linee metropolitane Chuo e Tanimachi) al castello attraverso il cancello Otemon. Per raggiungere Tanimachi 4-chome occorrono 20 minuti e 240 yen dalla stazione di Shin-Osaka e 10 minuti e 240 yen dalla stazione Namba.

In alternativa, il castello può essere raggiunto a piedi in circa 20 minuti dalla stazione Osakajokoen (sulla linea circolare JR). Osakajokoen è collegata in treno alla stazione Osaka JR in 10 minuti al prezzo di 160 yen.

 

Autunno in Giappone: Osaka
Parco del Castello di Osaka

 

Cosa vedere a Osaka: la  dell'Osaka-jo
Pietra del Tamburo (Taiko-Ishi), uno dei megaliti più grandi nelle mura del Castello di Osaka; è ancora un mistero come una pietra del peso di oltre 100 tonnellate sia stata mossa all'epoca di costruzione del fortilizio

 

Parco Kema Sakuranomiya

Situato nel centro di Osaka, a nord del castello, il Kema Sakuranomiya Koen è uno dei luoghi dove gli abitanti di Osaka accorrono ad ammirare la fioritura dei ciliegi.

Il parco si estende per svariate centinaia di metri lungo il fiume.

La visita al parco può essere parte di un interessante itinerario tra Kita (a nord) e Chuo (centro di Osaka). Lungo il percorso si possono visitare il Museo dell'Edilizia, la via commerciale Tenjinbashi-suji, il Santuario Tenmangu, il Museo della Zecca e infine il Castello di Osaka.

 

Cosa vedere a Osaka: il parco Kema Sakuranomiya
Kema Sakuranomiya Koen

 

Museo della Storia di Osaka

A brevissima distanza dall'angolo sudoccidentale del Castello di Osaka si trova il museo storico cittadino.

Al piano più alt è una ricostruzione dell'antico Palazzo Naniwanomiya, le cui rovine giacciono a sud del castello. Ciascuno dei piani sottostanti espone gli eventi salienti nei periodi principali della storia della città.

La narrazione si avvale di una ricca collezione di fotografie e filmati.

 

Cosa vedere a Osaka: il museo Osaka Rekishi Hakubutsukan
Museo della Storia di Osaka (Osaka Rekishi Hakubutsukan)

 

Orario di apertura: 9:30-17:00, chiuso il martedì (e i mercoledì successivi a martedì festivi) e tra il 28 dicembre e capodanno

Indirizzo: Osaka, Chuo-ku, Otemae 4-1-32

Ingresso: 600 yen

 

Come arrivarci

Il museo dista pochi passi dalla uscita 9 della stazione Tanimachi 4-chome (linee Tanimachi e Chuo).

 

Kita, centro settentrionale di Osaka

Kita è il centro settentrionale di Osaka. L'area attorno alla Stazione di Osaka (rete JR) e alla Stazione di Umeda (rete Hankyu) è il centro degli affari di Osaka e si contraddistingue per l'alta concentrazione di alberghi, ristoranti di ogni genere e grandi centri commerciali.

A Umeda si trovano sedi delle maggiori catene di centri commerciali del Giappone tra cui Hankyu, Hanshin, Daimaru e Isetan.

A nord della stazione di Osaka JR si trova un'immensa filiale di Yodobashi Camera, catena specializzata nella vendita di articoli di elettronica.

Lungo la via Sonezakishinchi sono situati numerosi ristoranti di fascia alta. Ristoranti economici si trovano a sud della Stazione di Osaka.

Da non perdere una visita allo Tsuyu-no-Ten-Jinja, santuario scintoista di grande importanza.

 

Luoghi da visitare a Osaka: il santuario Tsuyu-no-Ten-Jinja
Santuario Tsuyu-no-Ten-Jinja, a Umeda

 

Museo dell'edilizia e della vita quotidiana di Osaka

La visita al Museo dell'edilizia e della vita quotidiana di Osaka (Osaka kurashi no konjakukan) rappresenta un'occasione per vivere suggestioni del Giappone del passato. Il museo ospita una riproduzione a grandezza naturale di un quartiere nello stile del Periodo Edo. Il visitatore può passeggiare lungo strade su cui si affacciano case di mercanti, botteghe, negozi, bagni pubblici, tutto riprodotto con grande cura del dettaglio.

Le decorazioni cambiano con le stagioni, riproducendo l'atmosfera dei più importanti matsuri (festival tradizionali). Ampio è il programma di spettacoli, attività ed esibizioni di pratiche e arti tradizionali, dalla cerimonia del tè fino alla realizzazione di origami.

Infine, modelli in scala ripercorrono i mutamenti del paesaggio urbano della città fino al periodo post-bellico. Possibilità di indossare kimono a un piccolo sovrapprezzo.

 

Indirizzo: Osaka, Kita-ku, Tenjinbashi 6-4-20, piano ottavo

Orario di apertura: 10:00-17:00, chiuso il martedì, il terzo lunedì del mese e attorno capodanno

Ingresso: 600 yen

 

Come arrivarci

Il museo dista pochi passi dall'uscita n°3 della stazione Tenjimbashisuji 6-chome (linee metropolitane marrone e viola). Per raggiungere la stazione Tenjimbashisuji 6-chome occorrono circa 15 minuti e 240 yen da Namba e 10 minuti e 180 yen dalla stazione Higashi-Umeda nella zona di Umeda

In alternativa, il museo può essere raggiunto a piedi in meno di 10 minuti dalla stazione Temma (sulla linea circolare JR). Temma è collegata in treno a Osaka JR in 2 minuti al prezzo di 120 yen.

 

Tenjin-bashi

Dai dintorni della Stazione di Tenma (lungo la linea circolare) ha inizio Tenjin-bashi, lunghissima via commerciale dove si trovano negozi, botteghe e ristoranti di ogni genere.

Il percorso, di circa 2,5 km, offre un modo divertente di muoversi tra il Museo dell'edilizia e della vita quotidiana di Osaka (Osaka kurashi no konjakukan) e il popolare Santuario di Tenmangu.

 

Minami, centro meridionale di Osaka

La Stazione di Namba è il punto di riferimento di Minami, il centro meridionale della città. A breve distanza dalla stazione si trovano Dotombori, Nipponbashi e Shinsaibashi.

 

Shinsaibashi

A nord di Namba e Dotombori si trova Shinsaibashi, un'affollata zona famosa per l'alta concentrazione di negozi di moda e centri commerciali. E' agevolmente raggiungibile dalla fermata Shinsaibashi (linea rossa).

 

Cosa fare a Osaka: passare le sere a Dotombori
Dotombori

 

Dotombori

A breve distanza dalla stazione Namba si trova Dotombori, affollata strada parallela all'omonimo canale particolarmente ricca di ristoranti e locali di intrattenimento. E' divenuta un'icona di Osaka per via dello sfolgorante caleidoscopio di luci e insegne pubblicitarie. Oltre che da Namba, Dotombori è agevolmente raggiungibile dalle fermate di Shinsaibashi e Nipponbashi.

 

Cosa fare a Osaka: esplorare la zona attorno a Hozenji Yokocho
Hozenji Yokocho

 

Da visitare a Osaka: Osaka: Hozen-Ji
Tempio Hozen-Ji
Da visitare a Osaka: Hozen-Ji
Hozen-Ji, Statua di Fudo Myo-o

Hozenji Yokocho

A breve distanza da Namba e Dotombori c'è un'oasi di serenità e pace in mezzo al chiasso della Osaka moderna. Silenzio e profumo di incenso riattivano i sensi in questo angusto viale dall'aspetto antico disseminato di ristoranti e case da tè.

Il piccolo tempio Hozen-Ji corona la grazia del luogo. Vi è custodita una statua di Fudō Myō-ō (nome giapponese di Acala) ricoperta di muschio, particolarmente amata dai fedeli. La statua è l'unica opera che sopravvisse al fuoco dei bombardamenti statunitensi.

Itinerari attraverso le zone di Shin-Sekai e Tsuruhashi rappresentano un'ottima occasione per venire a contatto con la vita quotidiana della popolazione della città e gustare pietanze della cucina locale.

 

Shin-Sekai

Shin-Sekai è un popolare quartiere noto per la vita notturna. Vi si trovano numerosi ristoranti e izakaya. Molti dei ristoranti specializzati in kushiage rimangono aperti 24 ore al giorno.

 

Cosa fare a Osaka: mangiare a Shinsekai
Shinsekai

 

Tsuruhashi

Denominato “la piccola Seoul” per via della cospicua presenza di negozi e ristoranti coreani, Tsuruhashi è un quartiere dall'atmosfera vivace. Ospita lo Tsuruhashi Ichiba, un grande mercato di generi alimentari visitato da chef provenienti da Osaka e dalle città limitrofe.

Numerosissimi sono i ristorantini dove assaggiare una ampia varietà di pietanze (kushiage, sushi, yakiniku, okonomiyaki, takoyaki e altro). La stazione Tsuruhashi, sulla linea circolare JR, è il punto di accesso più comune.

 

Tennoji, Osaka sud-est

A est di Minami (il distretto dove si trova Namba) è il distretto di Tennoji. Il centro dell'area è la grande Stazione di Tennoji, nodo fondamentale della rete di trasporti cittadini da cui partono treni per Nara.

 

Tempio Shitenno-Ji

Il tempio Shitenno-Ji (四天王寺, Shitennō-Ji) è un antico tempio buddhista situato nella zona meridionale di Osaka, a circa 15 minuti a piedi dalla stazione Tennoji JR. Come il famoso Horyu-Ji di Nara, fu fondato nel VI secolo d.C. dal principe Shotoku, colui che introdusse il buddhismo in Giappone.

Per realizzarlo, il principe invitò architetti provenienti dal Regno di Baekje (nell'odierna Corea). Uno di questi fondò l'impresa Kongo Gumi che da allora ha operato per oltre 1400 anni in maniera indipendente nella costruzione di importanti templi e palazzi in Giappone.

Di particolare bellezza sono l'alta pagoda di cinque piani e la sala principale, il kondo, dove viene venerato lo spirito del principe Shotoku. Più volte distrutto è stato sempre ricostruito secondo l'architettura originale. Come inteso dal suo fondatore, lo Shitenno-Ji assunse una missione di civilizzazione svolgendo un ruolo centrale nello vita culturale e sociale della comunità di Osaka.

La Sala del tesoro custodisce una collezione di opere d'arte ed è presente anche un bel giardino ispirato alla dottrina cosmologica buddhista.

 

Tempio Shitenno-Ji 

Indirizzo

Osaka, Tennoji-ku, Shitennoji 1-1-18

Orario di apertura

area interna dalle 8:30 alle 16:00 (16:30), tutti i giorni

Ingresso

area interna, 300 yen; giardino, 300 yen; Sala del tesoro, 500 yen

Come arrivarci

Il tempio dista 5 minuti a piedi dalla fermata della metropolitana Shitennoji-mae Yuhigaoka sulla linea Tanimachi. Per raggiungere questa stazione occorrono circa 15 minuti e 240 yen dalla stazione Namba e 10 minuti e 180 yen da Higashi-Umeda, nella zona di Umeda.

 

Giardino Keitaku-En

Praticamente sconosciuto alla maggioranza di coloro che visitano Osaka, questo giardino è una delle perle della città. E' opera di Ueji, illustre progettista di giardini attivo nelle epoche Meiji e Showa.

Secondo lo stile chisen-kaiyushiki attorno al grande stagno centrale è realizzato un paesaggio ricco di elementi e singolarità. La composizione è armoniosa e lungo il percorso di visita circolare si aprono continui scorci che destano meraviglia.

Tre grandi colline chiudono l'orizzonte isolando l'opera dalla città profana e creando una successione di piani che dà grande profondità a un luogo in realtà molto angusto.

Presenti ponticelli dalle forme aggraziate e case da tè di finissima fattura.

 

Cosa vedere a Osaka: il giardino Keitaku-En
Giardino Keitaku-En

 

Grattacielo Abeno Harukasu

Coi suoi 300 metri di elevazione, l'Abeno Harukasu è il grattacielo più alto del Giappone. All'ultimo piano si trova lo Harukasu 300, un belvedere di ottima concezione che offre magnifiche vedute sulla sterminata conurbazione di Osaka e sulla baia antistante.

Nel complesso si trovano un museo d'arte, un albergo e un grande centro commerciale.

 

Un giorno a Osaka: visita serale all'osservatorio dell'Abeno Harukasu
Grattacielo Abeno Harukasu, offre il migliore osservatorio della città (al 60° piano)

 

Fuori del centro

Fuori del centro si possono visitare il Grande Santuario di Sumiyoshi, meta imperdibile, facilmente raggiungibile in treno da Namba, e l'Acquario di Osaka.

 

Grande Santuario di Sumiyoshi

Il Grande Santuario di Sumiyoshi (住吉大社, Sumiyoshi Taisha) è uno dei più importanti e antichi santuari scintoisti del Giappone. Risale al III secolo d.C. ed è capofila di tutti i santuari di Sumiyoshi del paese. I suoi numerosi edifici esprimono uno stile unico, scevro da influenze straniere, divenuto paradigmatico nell'architettura scintoista come uno degli stili antichi precedenti alla diffusione del buddhismo.

Come tutti i santuari antichi, le forme architettoniche sono relativamente semplici e ciò non fa che enfatizzarne la purezza. Lo honden, il cuore del luogo di culto che custodisce i kami, è composto da quattro edifici in legno identici, rialzati, recintati, con pareti composte da assi affiancate e tetti a due falde senza curvatura delle gronde. Di grande bellezza ed eleganza sono la bicromia bianco-cremisi dei pilastri e delle pareti e le coperture dagli svettanti chigi (i caratteristici elementi ornamentali che incrociano oltre il colmo del tetto).

 

Luoghi storici e religiosi a Osaka: il Grande Santuario di Sumiyoshi
Sumiyoshi Taisha

 

Molto aggraziato è il ponte circolare che supera uno specchio d'acqua simboleggiando l'atto di purificazione spirituale del visitatore. Come da tradizione, il santuario è immerso in un bosco che lo separa dal mondo profano e riconduce il visitatore all'armonia della comunione con la Natura.

A nostro giudizio il santuario di Sumiyoshi è una delle mete imperdibili di Osaka, da vedere assolutamente.

 

Luoghi da visitare a Osaka: il Grande Santuario di Sumiyoshi
Sumiyoshi Taisha

 

Grande Santuario di Sumiyoshi 

Indirizzo

Osaka, Sumiyoshi-ku, Sumiyoshi 2-9-89

Orario di apertura

6:00-17:00, sempre

Ingresso

gratuito

Come arrivarci

Dalla stazione Namba i frequenti treni locali della compagnia Nankai conducono alla stazione Sumiyoshi-taisha in 10 minuti al prezzo di 210 yen. In pochi passi si raggiunge l'ingresso del santuario.

 

Acquario di Osaka

Cosa vedere a Osaka: l'Acquario Kaiyukan
Acquario Kaiyukan, la grande vasca centrale

 

Il Kaiyukan (海遊館, Kaiyūkan), l'acquario di Osaka, è uno dei più grandi e spettacolari acquari del Giappone e del mondo intero. Si trova presso la Baia di Osaka. In grandi vasche ospita una miriade di creature appartenenti agli habitat situati lungo la Cintura di fuoco dell'Oceano Pacifico; tra di essi: la foresta giapponese, le isole Aleutine, il Golfo di Panama, la foresta pluviale ecuadoregna, l'Antartide, lo stretto di Cook, il mare della Tasmania, la Grande barriera corallina, la fauna delle grandi profondità.

La vasca più grande ospita uno squalo balena e delle mante; si estende oltre un piano di altezza consentendo di ammirare gli animali da più angolazioni. Altre creature di grande interesse esposte: lagenorinco dai denti obliqui, salamandra gigante giapponese, lontra di mare, arapaima, capibara, pesce napoleone, caretta caretta, granchio gigante giapponese, numerose specie di pinguini, pesci farfalla e una grande varietà di meduse.

Nei dintorni si trova una grande ruota panoramica (Tempozan).

 

Indirizzo: Osaka, Minato-ku, Kaigan-dori 1-1-10

Orario di apertura: 10:00-20:00, tutti i giorni

Ingresso: 2300 yen; sconti per i più piccoli e i più grandi

 

Come arrivarci

L'acquario di Osaka è a meno di 5 minuti a piedi dall'uscita n°1 della stazione Osakako sulla linea metropolitana Chuo. Per raggiungere Osakako occorrono circa 25 minuti e 280 yen da Shin-Osaka e circa 20 minuti e 280 yen da Namba.

Sakuya Konohanakan

Il Sakuya Konohanakan è uno dei maggiori conservatori botanici del Giappone. Si trova presso il Parco Tsurumiryokuchi, a est del centro di Osaka, all'interno dell'edificio che nel 1990 ospitò la Kokusai Hana to Midori Hakurankai (fiera dedicata al verde e al paesaggio).

Il grande padiglione in vetro dalla suggestiva forma di fiore di ninfea ospita oltre 2.500 specie vegetali native di ecosistemi di ogni parte del mondo.

All'interno delle sale del complesso sono ricreate le condizioni climatiche e geografiche più diverse. Con una visita di meno di tre ore si passa attraverso gli ambienti più estremi.

 

Cosa vedere a Osaka: il conservatorio botanico Sakuya Konohanakan
Conservatorio botanico Sakuya Konohanakan

 

L'esposizione comprende le seguenti sezioni:

  • piante dei climi tropicali (dove si possono ammirare imponenti baniani e ficus strangolatori, grandissime ninfee, intricate mangrovie e un'amplissima varietà di orchidee e altri fiori;

  • piante delle regioni aride (dove si trovano baobab, cactus, piante di aloe e altre specie native delle regioni desertiche);

  • piante delle regioni alpine (dove si impara a conoscere piante rare come i papaveri blu dello Himalaya, specie native dello Yunnan e del Tibet e le a noi più familiari piante delle Alpi).

 

Orario di apertura: 10:00-17:00

Chiusura: il lunedì (o il martedì se il lunedì è festivo), tra il 28 dicembre e il 4 gennaio

Ingresso: 500 yen; sconti per i più piccoli

Indirizzo: Osaka, Tsurumi-ku, Ryokuchikoen 2-163

Accesso: a piedi in 10 minuti dalla Stazione di Tsurumiryokuchi della linea metropolitana Nagahori-Tsurumiryokuchi (raggiungibile dall'area del Castello di Osaka in circa 20 minuti)

 

Fuori città

Il visitatore che ha tempo e vuole uscire dai sentieri turistici comuni può visitare Sakai e Kishiwada, antiche città che custodiscono un buon numero di testimonianze della storia della regione.

 

Cosa vedere vicino a Osaka: il Castello di Kishiwada
Castello di Kishiwada

 

Cosa vedere vicino a Osaka: il Gofuso a Kishiwada
Gofuso, Kishiwada

 

Luoghi da visitare, cosa vedere a Osaka

Tracce di itinerari consigliati

Durata del soggiorno

Programma di visita

1 giorno

Umeda - Sumiyoshi Taisha - Castello di Osaka - Nippombashi, Hozenji Yokocho e Dotombori

2 giorni 

1°giorno: Umeda, Tenmabashi, Castello di Osaka, Namba

2°giorno: Sumiyoshi Taisha, Tennoji (Keitaku-En, Museo delle Belle Arti, tempio Shitenno-Ji, grattacielo Abeno Harukasu), acquario Kaiyukan

3 giorni 

1°giorno: Umeda, Tenma, Sakuranomiya Koen, Sakuya Konohanakan, Namba

2°giorno: Sumiyoshi Taisha, Castello di Osaka, Museo della Storia di Osaka, Tennoji

3°giorno: Escursioni a Kishiwada e Sakai oppure a Minou, acquario Kaiyukan

 

Visitare Osaka in un giorno (informazioni e consigli)

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active