Viaggio in Corea: visita a Gyeongju; Bulguksa
Tempio Bulguksa, tra i più antichi luoghi di culto buddhisti della nazione coreana, capolavoro dell'arte circonfuso da fervente devozione
Gyeongju: visita al giardino del Tempio Bulguksa
Giardino del Bulguksa

 

 
 

In questo articolo descriviamo l'itinerario di dieci giorni da noi consigliato per il primo viaggio in Corea. Si tratta di un percorso facile da organizzare in maniera del tutto autonoma.

L'itinerario tocca molte delle destinazioni da noi visitate durante il nostro primo viaggio nel paese. In quell'occasione siamo stati in Corea per 15 giorni (9 giorni a Seoul, 4 giorni a Gyeongju e 2 giorni a Busan). Abbiamo avuto modo di muoverci con relativa lentezza e questo ci ha consentito di comprendere come conviene ripartire il tempo a disposizione tra le località prescelte.

 

Indice

 

Viaggio in Corea; Seoul: Giardino Segreto
Seoul, Giardino Segreto

 

Viaggio in Corea: visita a Seoul
Seul (Seoul)

 

Viaggio in Corea di dieci giorni: informazioni essenziali

  • Durata del viaggio: 10 giorni (11-12 giorni a seconda del piano di volo)

  • Regione interessata: Corea del sud

  • Località di partenza: Seul (Seoul)

  • Località di arrivo: Pusan (Busan)

  • Scali consigliati per i voli internazionali: Seoul, Tokyo, Pechino, Hong Kong

  • Mete del viaggio: Seoul, Gyeongju, Busan

  • Caratteristiche salienti: l'itinerario tocca le destinazioni irrinunciabili della Corea mantenendo un ritmo di viaggio sufficientemente lento per soffermarsi sui luoghi e consentire deviazioni e varianti. L'itinerario va considerato come un'introduzione alla cultura del paese

  • Periodo dell'anno consigliato: ogni stagione; ideali la primavera e l'autunno 

  • Costo prevedibile:

    • 1.450 – 1.550 euro (viaggiatore zaino in spalla; alloggio in ostelli, pasti economici)

    • 1.650 – 1.900 euro (viaggiatore oculato; alloggio in alberghi, pasti in ristoranti di fascia media; una o due esperienze dai costi elevati)

  • Varianti: con 2-3 giorni in più si possono aggiungere due tappe, ad esempio Andong e Daegu oppure un'escursione al Monte Seoraksan 

 

Quando viaggiare in Corea (clima, periodi consigliati)

Il clima della Corea presenta quattro stagioni distinte. Le caratteristiche salienti comprendono notevoli escursioni termiche tra le stagioni, inverni rigidi, l’occorrenza di tifoni e di un periodo di forte piovosità (changma) tra fine giugno e fine luglio.

Non esistono controindicazioni al viaggio in Corea in nessun periodo dell’anno ma alcuni mesi presentano condizioni meteorologiche meno gradevoli. In generale la primavera e l’autunno sono i periodi migliori per un viaggio in Corea. In queste stagioni le temperature sono miti e le precipitazioni sono scarse.

L’inverno in Corea è molto freddo e le nevicate sono abbondanti. Nei primi mesi della primavera forti venti provenienti dall’Asia continentale generano le cosiddette tempeste di polvere (hwangsa). L’estate è calda e umida.

Magnifiche le fioriture dei ciliegi e le tonalità della vegetazione in autunno. Come accade in Cina e Giappone questi fenomeni richiamano grandi folle di turisti e vengono proposti itinerari guidati specificamente dedicati all'osservazione dei paesaggi naturali in primavera e in autunno.

 

Primo viaggio in Corea: quante e quali località visitare

   
Nome della Corea, "Paese del Placido Mattino" in alfabeto hangeul e in caratteri cinesi (hanja)

In dieci giorni è possibile visitare brevemente Seoul, Gyeongju e Busan. Queste città sono le tappe fondamentali di praticamente qualsiasi itinerario di viaggio in Corea.

Da Seoul e Busan è possibile compiere escursioni in numerose località di interesse paesaggistico e storico. Lungo il viaggio tra Seoul, Gyeongju e Busan è possibile includere numerose tappe ulteriori.

L'itinerario descritto in questa pagina rappresenta quindi per così dire l'ossatura di qualsiasi viaggio in Corea; è perciò un riferimento utile anche per itinerari più lunghi.

Visitare Seoul, Gyoengju e Busan permette di scoprire molti aspetti della variegata cultura della Corea, dalle più importanti vestigia e testimonianze dell'antico passato agli aspetti più arditi e caratteristici della proiezione del paese nel futuro.

Per ovvie ragioni, l'itinerario non tocca località remote. Viaggiare in Corea è facile finché ci si muove tra città medio-grandi. Quando ci si vuole addentrare nel “paese profondo” le difficoltà organizzative si moltiplicano e i tempi di viaggio aumentano in maniera consistente.

 

Itinerario di viaggio consigliato

L'itinerario di viaggio consigliato di seguito percorre da nord a sud gran parte della parte meridionale della Penisola Coreana, da Seoul a Busan.

Vengono toccate solo tre località (Seoul, Gyeongju, Busan). Da queste è possibile compiere numerose escursioni in giornata.

 

Luogo di partenza

Il viaggio inizia e finisce a Seoul, principale porta di ingresso in Corea. L'entrata nel paese solitamente avviene attraverso l'Aeroporto internazionale di Incheon.

 

Come raggiungere Seoul: in treno; mappa della Linea A tra l'Aeroporto di Incheon e la Stazione di Seoul
Mappa schematica della Ferrovia dell'Aeroporto di Incheon (Linea A; servizi locali e rapidi AREX); offre un collegamento rapido ed economico tra i due aeroporti a servizio di Seoul e il centro della città

 

Durata del viaggio

Di seguito assumiamo che si abbiano a disposizione per il viaggio dieci giorni pieni. A seconda degli orari dei voli di ingresso e uscita, la durata complessiva del viaggio può essere superiore (11-12 giorni).

 

Ripartizione dei giorni a disposizione

Suggeriamo di suddividere i dieci giorni a disposizione secondo il seguente programma: 5 giorni a Seoul (con 1 o 2 escursioni nei dintorni), 3 giorni a Gyeongju e 2 giorni a Busan.

Corse in treno ad alta velocità permettono di spostarsi tra le tre città in meno di 4 ore. Ciò permette di avere programmi di visita pieni in ognuno dei dieci giorni di viaggio.

I trasferimenti in autobus sono più lunghi e incidono sul programma di visita assorbendo una o due mezze giornate.

 

Traccia dell'itinerario

Giorni

Tappe (durata dei soggiorni)

1 - 5 5 giorni a Seoul (con 1 o 2 escursioni nei dintorni)
6 - 7 2 giorni a Busan
8 - 10 3 giorni a Gyeongju

 

1° Giorno - Seoul (Bukchon, Myeongdong, Namdaemun)

 
 

Il viaggio tra l'Aeroporto internazionale di Incheon e il centro di Seoul può avvenire in treno o autobus. La prima soluzione è quella più semplice per raggiungere la Stazione di Seoul, nel centro, il distretto di Jung. 

Dalla stazione ci si può muovere ovunque con la metropolitana, molto capillare, efficiente ed economica.

Reduci dalle fatiche del lungo viaggio in aereo, durante il primo giorno ci si può limitare a una visita nel centro di Seoul con un programma non troppo intenso.

Una scelta sensata è quella di compiere un percorso a piedi attraverso il villaggio tradizionale hanok di Bukchon, il distretto commerciale di Insadong e il quartiere degli acquisti di Myeongdong. Queste sono zone molto vivaci dove si trovano ristoranti di ogni genere, botteghe, negozi, gallerie.

In serata si può visitare il quartiere e il mercato di Namdaemun, luogo un po' turistico ma piacevole.

 

Seoul: il villaggio Bukchon
Abitazioni caratteristiche di Bukchon

 

Primo giorno a Seoul: la porta urbica Namdaemun
Sungnyemun (Namdaemun), elegante porta urbica nel distretto di Jung, nel pieno centro di Seoul

 

2° Giorno - Seoul (Jongmyo, palazzi reali, Jogyesa, Dongdaemun, Namsan)

Nel secondo giorno si inizia la visita ai siti di interesse culturale di Seoul. Cominciando dai siti storici si possono visitare il Palazzo Changgyeonggung e il Palazzo Changdeokgung., due dei più bei palazzi reali della città.

Irrinunciabile la visita al Santuario Jongmyo, luogo di culto centrale nello spirito della nazione coreana. Vi sono svolte cerimonie solenni per il culto degli antenati. L'architettura esprime forme pure, essenziali, che rimandano alle dimensioni del simbolo e dell'ideale. Il santuario è avvolto da un fitto bosco che lo protegge e separa dal mondo secolare. A breve distanza è il Changdeokgung.

Nel primo pomeriggio si può visitare il Tempio Jogyesa e pranzare presso il ristorante del tempio.

Nel tardo pomeriggio consigliamo di visitare il quartiere di Dongdaemun; in serata si può raggiungere il Monte Namsan e salire sulla Torre di Seoul, da cui si gode di un panorama magnifico sulla città e sui dintorni.

 

Secondo giorno a Seoul: Palazzo Changgyeonggung
Palazzo Changgyeonggung

 

Seoul: Palazzo Changdeokgung
Palazzo Changdeokgung
Cosa vedere a Seoul: il Giardino Segreto del Palazzo Changdeokgung
Changdeokgung, Giardino Segreto

 

Viaggio in Corea: visita al villaggio hanok di Namsangol
Seoul, barlumi della bellezza e serenità del passato nell'architettura del villaggio hanok di Namsangol

 

3° Giorno - Seoul (Gyeongbokgung, Gwanghwamun, Hongdae o Gangnam)

La mattina del terzo giorno è dedicata al magnifico Palazzo Gyeongbokgung, il maggiore dei palazzi reali di Seoul. Nel pomeriggio ci si può avventurare nei quartieri della metropoli moderna: il vivace quartiere universitario di Hongdae o il distretto del mondo dei consumi di Gangnam.

Da non perdere una visita serale al Bongeunsa, tempio buddhistico.

 

Viaggio in Corea: visita al tempio Bongeunsa a Seoul
Tempio Bongeunsa, Gangnam, Seoul

 

4° Giorno - Escursione nel Monte Bukhansan

Dopo tre giorni nella metropoli è piacevole visitare un bel parco. L'area che circonda il Monte Bukhansan, a nord di Seoul, è uno dei grandi parchi nazionali della Corea del sud. Lo si raggiunge in autobus facilmente. Sono disponibili numerosi percorsi di visita di diversa durata (da 6 ore in su). Possibile aggiungere mete ulteriori a seconda dell'itinerario di accesso.

Consigliabile recarsi in un ufficio turistico a Seoul, reperire mappe dettagliate e aggiornate e chiedere consigli al personale sulla scelta dell'itinerario.

 

Corea del sud: il Monte Bukhansan
Bukhansan

 

5° Giorno - Escursione a Suwon o presso un tempio fuori città

Il quinto giorno e ultimo giorno a Seoul può essere impiegato per un'escursione nella vicina città di Suwon. In alternativa è possibile visitare la zona demilitarizzata oppure due tra i numerosi musei di Seoul.

Molto interessante anche un'escursione, con eventuale pernottamento, presso uno dei numerosi templi buddhisti nei dintorni di Seoul. Consigliamo di visitare l'ufficio presso il Tempio Jogyesa, dove è possibile reperire informazioni aggiornate e procedere alle necessarie prenotazioni. Il servizio è efficiente e professionale.

 

Viaggio in Corea: tappa a Busan
Busan, centro

 

6° Giorno - Busan (Beomeosa, centro)

 
 

La mattina del sesto giorno è occupata dal viaggio di trasferimento verso Busan. Il viaggio può essere compiuto in treno ad alta velocità oppure in autobus. Le due soluzioni sono descritte di seguito.

Nel pomeriggio è possibile visitare il Tempio Beomeosa, uno dei templi più belli e importanti della Corea. Lo si raggiunge in metropolitana dal centro di Seoul.

In serata consigliamo di visitare i mercati della città. Busan è una città molto vivace, soprattutto in estate.

 

Viaggio a Busan: visita al Tempio Beomeosa
Tempio Beomeosa, Busan (Pusan)
Viaggio in Corea: visita a Busan
Artistica insegna della Sala principale di culto (大雄殿, Daeungjeon) del Tempio Beomeosa, Busan

 

7° Giorno - Busan (Yonggungsa, Haeundae) | trasferimento a Gyeongju

La mattina del settimo giorno può essere passata visitando il mercato ittico e il lungomare di Busan. Da non perdere la visita al Tempio Yonggungsa, caratteristico e suggestivo.

In serata ci si reca a Gyeongju in autobus.

 

Luoghi da visitare in Corea: il Monte Bukhansan
Haedong Yonggungsa

 

Mare in Corea: spiaggia di Haeundae, Busan
Busan, spiaggia di Haeundae

 

8° Giorno - Gyeongju (tombe reali nel centro, Palazzo Donggung, Bunhwangsa)

 
 

Gyeongju è oggi una placida cittadina di provincia. Un tempo era la capitale del Regno di Silla, una delle epoche di maggior splendore nella storia della Corea.

La visita a Gyeongju inizia necessariamente con un itinerario attraverso le tombe reali. Per il primo giorno suggeriamo un percorso a piedi che muova dalle tombe di Noseo-ri fino al Bunhwangsa, antico tempio buddhista.

 

Luoghi da visitare in Corea; a Gyeongju: Daereungwon
Tombe di Daereungwon

 

Viaggio in Corea: visita a Gyeongju; Hwangnyongsa
Hwangnyongsa, vestigia

 

Gyeongju: Palazzo Donggung
Palazzo Donggung

 

9° Giorno - Gyeongju (Monte Namsan)

L'ultimo giorno è dedicato al Monte Namsan, sito archeologico e religioso di primaria importanza nella storia della Corea.

Il percorso di ascesa alla cima del monte permette di scoprire statue antiche, templi, tombe e opere della devozione buddhista coreana.

 

Viaggio in Corea: visita al Monte Namsan
Monte Namsan, una delle principali montagne sacre della nazione

 

10° Giorno - Gyeongju (Bulguksa, Grotta di Seokguram, Yangdong)

Durante il secondo giorno a Gyeongju consigliamo di visitare lo straordinario Tempio Bulguksa. La visita, che può comprendere anche la Grotta di Seokguram, richiede almeno l'intera mattina.

Nel pomeriggio consigliamo di visitare Yangdong, ameno villaggio tradizionale.

In serata si ritorna a Seoul in treno o autobus.

 

Viaggio a Gyeongju: visita al tempio Bulguksa
Tempio Bulguksa

 

Visita a Gyeongju: Seokguram
Seokguram

 

Nei dintorni di Gyeongju: villaggio di Yangdong
Villaggio tradizionale di Yangdong

 

Approfondimenti:

 

Tappe aggiuntive

L'itinerario qui descritto tocca le mete imperdibili della Corea del sud. E' un itinerario facile da organizzare, adatto anche a chi viaggia in Asia per la prima volta.

E' possibile aggiungere una tappa senza rendere il viaggio troppo frettoloso. Tra le mete possibili consigliamo Suwon e Andong.

Meno consigliato il Monte Seoraksan, una meta di sicuro interesse che tuttavia richiede più di un giorno e non può quindi essere inclusa in un viaggio così breve. Vale la pena aggiungerla in un viaggio in Corea di almeno 12 giorni.

 

Cosa fare in Corea (esperienze culturali, attività divertenti)

Alcune esperienze aiutano a ottenere una comprensione meno superficiale del paese e della sua ricca e variegata cultura. Altre attività offrono piacevoli occasioni per divertirsi in un modo diverso e spesso sorprendente.

Quelle che seguono sono le esperienze e le attività che consigliamo per viaggi di breve durata:

  • 1) esperienze di introduzione alla cultura tradizionale; ai visitatori viene offerta la possibilità di partecipare in maniera attiva o come semplici osservatori a spettacoli e dimostrazioni che presentano vie come la cerimonia del tè, la vestizione dello hanbok, la musica, le arti marziali, lezioni di cucina della Corea e altro;

  • 2) passeggiare in città in hanbok, l'abito tradizionale coreano;

  • 3) soggiornare in un tempio buddhista; la Corea ha da molto tempo promosso questo genere di esperienze e sono possibili brevi visite guidate o soggiorni lunghi che introducono alla vita nei monasteri coreani.

   

Costi del viaggio (secondo due stili di viaggio)

Rimarrete certamente sorpresi dai costi, insolitamente contenuti per un paese così prospero, tecnologicamente avanzato ed efficiente.

Basandosi sulle stime per le principali voci di costo per un viaggio in Corea (le spese essenziali, più una quota molto contenuta relativa agli svaghi), si perviene alle seguenti stime per il costo complessivo del viaggio qui descritto (inclusi i voli intercontinentali tra Italia e Corea):

  • 1.550 euro per la fascia economica;

  • 1.650 - 1.950 euro per la fascia media.

al valore del cambio euro/won del dicembre 2023.

 

Come raggiungere la Corea (in aereo, in nave)

L'aereo offre la soluzione più rapida ed economica per raggiungere la Corea. La compagnia di bandiera sudcoreana collega il paese con praticamente ogni angolo del mondo.

Affascinante il viaggio in nave da Cina, Giappone e Russia.

 

Come raggiungere la Corea del sud: l'Aeroporto di Incheon
Aeroporto internazionale di Incheon, il principale scalo della Corea del sud

 

In aereo

L'Aeroporto internazionale di Incheon (ICN) è la principale porta di ingresso al paese per chi proviene da località fuori dell'Asia Orientale. La compagnia di bandiera sudcoreana offre voli diretti per Seoul da Roma, Milano e Venezia. 

Chi proviene da altri paesi in Asia Orientale può considerare altre soluzioni come voli di ingresso e uscita attraverso altre località. Molto economici i voli per Busan, Daegu e Jeju.

Se prenotati in anticipo, i voli tra Cina, Giappone, Vietnam e Corea hanno tariffe comprese tra i 50 e 100 euro. Particolarmente economici i voli dalle seguenti località:

  • Cina (Pechino, Shanghai, Chengdu, Hong Kong);

  • Giappone (Tokyo, Osaka, Nagoya, Fukuoka);

  • Vietnam (Hanoi, Da Nang, Città di Ho Chi Minh).

 

Biglietti

Trasferimenti in treno tra gli aeroporti e il centro di Seoul

Espresso aeroportuale AREX (biglietti; frequenti sconti; pacchetti con carte di pagamento dei trasporti e altri prodotti)

 

proposte da 客路 | Klook

 

Itinerario di volo con scalo a Pechino: breve soggiorno in Cina senza visto

Molto interessante anche un itinerario di volo con scalo nella capitale cinese. In questo caso è possibile visitare la regione di JingJinJi, ossia Pechino, Tianjin e la Provincia di HeBei (dove si trovano le sezioni più visitate della Grande Muraglia Cinese), senza necessità di visto di ingresso per 144 ore

Raccomandiamo di consultare il sito viaggiaresicuri.it e verificare preventivamente le condizioni del regime di esenzione dal visto di ingresso presso le rappresentanze diplomatiche cinesi.

 

In nave

Chi ama uscire dai sentieri turistici può raggiungere la Corea in nave. Quelle che seguono sono le rotte principali:

  • Dalla Cina, TianJin (vicino a Pechino) - Incheon e QingDao (ShanDong) - Incheon;

  • Dal Giappone, Fukuoka - Busan;

  • Dalla Russia, Vladivostok (capolinea della Transiberiana) - Donghae (lungo la costa settentrionale del paese); questo collegamento è attualmente sospeso.

  

Come muoversi (in treno, in autobus, in aereo)

L'itinerario qui descritto può essere compiuto interamente viaggiando via terra in treno o in autobus. Per un itinerario come questo non consigliamo di viaggiare in aereo.

 

Come muoversi nella Corea del sud: autobus extraurbani presso Seoul
Seoul, Stazione degli autobus extraurbani

 

Viaggiare in treno

Fortunatamente viaggiare in treno in Corea è piuttosto economico. Sono inoltre disponibili biglietti turistici plurigionarlieri (KRP). La convenienza si verifica solo nel caso di itinerari con molti spostamenti in giornata, cosa che non sussiste con un itinerario come quello qui descritto.

  

Biglietti dei treni

Sul sito www.trip.com è possibile consultare gli orari dei treni e procedere alla prenotazione dei biglietti per viaggi in tutta la Corea del sud.

 

 

  

Viaggiare in autobus

Gli autobus offrono la soluzione di viaggio più economica ma occorre fare i conti con tempi di percorrenza maggiori (anche se comunque non troppo lunghi) e la scomodità di doversi muovere tra il centro delle città e le autostazioni delle corriere (ubicate in zone non centrali e a Seoul e a Busan).

 

I costi per le tratte principali del viaggio sono i seguenti:

  • 1) Seoul – Busan: da 55.000  won in treno AV; da 25.000 won in autobus;

  • 2) Busan – Gyeongju: da 5.000 won in treno ordinario; da 5.000 won in autobus;

  • 3) Gyeongju – Seoul: da 45.000 won in treno AV; da 21.000 won in autobus.

 

Per questo itinerario non conviene comprare un biglietto ferroviario plurigiornaliero KRP.

 

Dove alloggiare in Corea

Nella scelta degli alloggi consigliamo di prestare attenzione alla convenienza dell'ubicazione. Seoul e Busan hanno sistemi di trasporto pubblico eccellenti ma le distanze in gioco sono comunque non trascurabili per cui spesso conviene prendere alloggio nelle zone in cui si intende trascorrere più tempo, soprattutto se si intende vivere la notte.

 

A Seoul

I distretti di Jongno e Jung sono il centro della città. L'area è ottimamente servita dalle linee della metropolitana e costituisce l'opzione base per chi vuole visitare Seoul.

A Jongno si trovano molti luoghi di interesse, tra cui i più importanti palazzi reali. Molto affascinante il soggiorno nelle locande tradizionali coreane (nelle case tradizionali hanok) presso il villaggio di Bukchon.

A Jung prevalgono locali notturni, ristoranti, mercati e centri commerciali. La vicinanza alla strategica Stazione di Seoul rende il soggiorno in questa zona una scelta adatta a brevi soggiorni.

Chi vuole vivere la notte prenderà in considerazione anche altre aree come Hongdae (interessante quartiere universitario), Gangnam (la città opulenta e pretenziosa) e Itaewon (crocevia della vita notturna della città cosmopolita).

 

A Busan

Soggiornare in centro rende la visita alla città molto semplice. Altre aree sono comunque opzioni valide, purché si scelga un albergo nelle vicinanze di una fermata della metropolitana.

Molto popolare il soggiorno a Haeundae, presso l'omonima spiaggia, molto frequentata d'estate. Piacevole anche Gwangalli, zona vivace non lontana dal centro.

 

A Gyeongju

Gyeongju è molto piccola ma consigliamo comunque di prendere alloggio nei dintorni della stazione degli autobus oppure presso la stazione ferroviaria.

Da queste due stazioni partono gli autobus turistici che permettono di raggiungere i principali luoghi di interesse storico e turistico di Gyeongju e dei dintorni.

Un ulteriore vantaggio di queste ubicazioni viene dalla presenza di due utilissimi uffici del turismo presso cui è possibile reperire mappe e informazioni dettagliate.

 

Selezione di alberghi consigliati

Di seguito proponiamo una selezione di alberghi consigliati nelle principali destinazioni della Corea. Nella scelta degli alloggi abbiamo considerato quali priorità:

  • un ottimo rapporto qualità - prezzo;

  • una ubicazione conveniente per la visita alle località e ai loro dintorni;

  • l'aderenza alla cultura del luogo.

 

Alberghi a Seoul consigliati 

Per posizione e rapporto qualità-prezzo:

Booking.com

In centro, ostello:

A Bukchon, casa tradizionale coreana per le famiglie:

Booking.com

A Jamsil, albergo di lusso:

A Hongdae, ostello:

 

Alberghi a Busan consigliati 

In centro, albergo economico:

A Haeundae, albergo economico:

Booking.com

Albergo di fascia media:

 

Alberghi a Gyeongju consigliati 

Per posizione e rapporto qualità-prezzo:

Booking.com

In centro, albergo economico:

 

Da sapere per organizzare il viaggio: informazioni e consigli

Viaggiare in Corea è facile e sicuro. Non esistono pericoli particolari.

 

Attualità locale

Per ottenere informazioni prontamente aggiornate sulla situazione nel paese consigliamo di consultare il sito dell'agenzia di stampa Yonhap, ente governativo sudcoreano.

 

Sito dell'agenzia Yonhap:  

in coreano  |  in cinese (semplificato)  |  in spagnolo  |  in inglese

 

Fuso orario

Rispetto all'Italia l'orario in Corea è avanti di 8 ore (7 ore quando in Italia vige l'ora legale). Ad esempio, quando in Italia sono le 8:00 del mattino, in Corea sono le 16:00 (oppure le 15:00 quando in Italia c'è l'ora legale).

 

Connessione alla rete, uso del navigatore

E' superfluo dotarsi di uno strumento di connessione alla rete durante un viaggio in Corea, a meno che intendiate visitare luoghi particolarmente impervi e remoti.

Schede con piani chiamate e dati possono essere acquistate in loco o in rete a prezzi molto contenuti.

 

Pagamenti e cambio della valuta

La valuta locale, il won coreano (KRW), può essere ritirata dagli sportelli automatici (sono ovunque) senza difficoltà. Il cambio della valuta presso le banche è molto conveniente.

E' consigliabile avere con sé una buona somma liquida. Non è raro trovarsi nell'impossibilità di pagare con carte di credito e questa forma di pagamento è del resto poco comune e ancor meno apprezzata.

Cambiare valuta nella Corea del sud è facile e non comporta costi eccessivi. Sono disponibili uffici di cambio nei centri delle maggiori città (a Seoul, soprattutto nel quartiere di Myoengdong) e presso gli aeroporti.

E' consigliabile contattare la propria banca prima del viaggio e richiedere informazioni su eventuali limitazioni all'operatività del conto in Corea.

 

Uso dei mezzi pubblici per spostamenti urbani

Muoversi a piedi nei maggiori centri della Corea è semplice e sicuro. Facile ed economico l'uso dei mezzi pubblici. Seoul dispone di una rete metropolitana vasta ed efficiente con la quale è possibile arrivare quasi ovunque. 

L'uso dell'autobus è raramente necessario e pone qualche difficoltà per la frequente assenza di segnaletica e annunci in lingue straniere. Imparare a leggere lo hangeul non è troppo difficile e aiuta a orientarsi nella lettura delle mappe.

 

Carte

Carte per piccoli pagamenti

Carta T-money (opzioni con pacchetti scontati)

 

proposte da 客路 | Klook

 

Muoversi in taxi

Muoversi in taxi in Corea è economico. I taxi sono efficienti, puliti, moderni e in buone condizioni. Le livree identificano la categoria del taxi. Presso gli aeroporti si trovano tutte le informazioni del caso.

 

Piccoli acquisti

Carte elettroniche a scalare (come T-money) offrono grande comodità nell'uso dei mezzi pubblici (metropolitana, autobus) e nei piccoli acquisti. Possono inoltre essere usate presso i supermercati per piccoli acquisti.

 

Seoul: mostra sulla cucina coreana
Una mostra sulla cucina coreana a Seoul

 

Mangiare in Corea

La cucina coreana presenta una ricca varietà di preparazioni. Il riso ha un ruolo di primo piano ed è impiegato in molti piatti come ingrediente principale oppure come pietanza di accompagnamento.

Il paese è noto per il kimchi, una preparazione a base di verdure fermentate che non manca mai in tavola. Tra i piatti comuni il bibimbab e il gimbab, piatti unici sostanziosi e gustosi.

Come nel resto dell'Asia Orientale, mangiare al ristorante è molto comune e i prezzi sono relativamente bassi, soprattutto se rapportati al tenore di vita locale. Il rapporto qualità-prezzo è alto. Pasti completi soddisfacenti a base di piatti unici possono costare 5-8 euro, anche nelle maggiori città come Seoul o Busan.

L'alta cucina coreana prevede un gran numero di portate. Il costo per esperienze di questo genere non è mai troppo elevato; si sta tra i 30 e i 50 euro, anche in ristoranti che godono di una certa fama e sono insigniti di riconoscimenti internazionali.

In Corea non si fa fatica a trovare ristoranti per le proprie esigenze, qualunque sia il regime dietetico. Anche grazie alla diffusione del buddhismo molto popolare e di buona qualità la cucina vegetariana e vegana, anche quella devozionale.

 

Viaggio in Corea: un pasto
Un pasto della cucina vegetariana devozionale coreana

 

Cosa comprare in Corea

Il prezioso ginseng è certamente il prodotto pregiato nazionale più famoso all'estero ma in Corea si possono fare buoni acquisti in tanti campi.

Tra le innumerevoli opzioni per regali e pensierini di qualità e non troppo costosi consigliamo le seguenti:

  • Ginseng; merita il posto d'onore, non fosse altro perché si ritiene che in nessun'altra parte del mondo se ne possa trovare di questa qualità. Il ginseng è una pianta le cui radici hanno notevoli proprietà medicinali. E' venduto in varie forme e può avere prezzi molto alti;

  • Kimchi, alghe essiccate e dolci tipici, davvero eccellenti e molto economici. Oltre che nei mercati si trovano negozi fornitissimi nei più grandi centri commerciali del paese (Lotte, Shinsegae);

  • Latte al sapore di banana; merita una menzione speciale, è ormai apprezzato anche fuori dei confini nazionali. E' divenuto un po' il simbolo della particolare attitudine dei coreani a sperimentare arditi accostamenti di sapori;

  • Prodotti fuori commercio; ve ne sono di ogni genere e faranno la felicità dei nostalgici. I mercati dove vengono venduti sono spesso luoghi interessanti. Uno su tutti quello di Dongdaemun, meta imperdibile per chi cerca acquisti a Seoul;

  • Articoli di elettronica; settore in cui il minuscolo paese ha assunto un ruolo di primo piano a livello mondiale;

  • Piccole creazioni di artigianato locale per la casa, spesso di buon gusto, solidi e di qualità.

 

Dove e cosa comprare in Corea del sud: Shinsegae, reparto di gastronomia in una sede di Seoul
Reparto di gastronomia in una sede a Seoul di Shinsegae (신세계, 新世界, "nuovo mondo"), la principale catena di centri commerciali del paese, uno dei grandi chaebol

 

Ufficio turistico di Cheonggyecheon

E' secondo noi il primo posto dove cominciare il proprio viaggio in Corea; l'Ufficio turistico a Cheonggyechoen, nel centro di Seoul, è molto di più di un luogo dove reperire mappe e brossure.

Il personale, cortese e professionale, è in grado di rispondere a quesiti di ogni genere e si profonde in consigli dettagliati su ogni argomento utile all'organizzazione del viaggio (dalla preparazione degli itinerari di visita, anche quelli meno comuni, alla ricerca di ristoranti per diete particolari).

Numerosi sono gli spazi espositivi e le mostre a tema che aiutano a conoscere la cultura coreana. Disponibile un comodo servizio di deposito dei bagagli.

Indirizzo: Seoul, Jung-gu, Cheonggyecheon 40.

 

Dove trovare informazioni sulla Corea del sud: Ufficio Turistico di Cheonggyecheon a Seoul
Seoul, Ufficio Turistico di Cheonggyecheon

 

Visita guidata del Palazzo Gyeongbokgung
Escursione a Gyeongju