Qui Nhon è una delle mete delturismo balneare del Vietnam in più rapido sviluppo. Si trova approssimativamente a metà strada tra Nha Trang e Hoi An. La posizione la rende quindi tappa ideale per chi vuole aggiungere una meta fuori dei sentieri battuti durante il percorso tra nord e sud.

Soggiornare a Qui Nhon, in centro o in un villaggio turistico nelle vicinanze, è piuttosto economico e apre alla possibilità di visitare numerose località di interesse paesaggistico e storico nella provincia di Binh Dinh.

 

 

Cosa fare a Qui Nhon: villeggiatura nelle spiagge cittadine
Spiaggia cittadina di Qui Nhon

 

Dove andare e cosa vedere a Qui Nhon

Qui Nhon (Quy Nhơn, 歸仁) è una città del Vietnam centrale, capoluogo della provincia di Binh Dinh. Tra le maggiori città del Vietnam centrale Qui Nhon è una di quelle dove ancora non si avvertono i cambiamenti portati dalla rapida crescita economica del paese. Il tempo vi scorre lentamente, gli abitanti vivono secondo stili di vita da città vietnamita di provincia.

Qui Nhon è una località di mare apprezzata soprattutto dai turisti locali. Le spiagge cittadine sono ben tenute e pulite. Praticamente deserte di giorno (i vietnamiti rifuggono la luce del sole), diventano animate e piene di gente la sera.

A Qui Nhon si possono vedere alcuni templi Cham; i complessi templari più grandi e di maggior importanza storica si trovano fuori città.

I dintorni sono del resto la principale ragione per cui si visita Qui Nhon. Vi si trovano templi storici, siti e monumenti commemorativi, spiagge selvaggi e lidi turistici ben attrezzati.

Muoversi in moto, come sempre in Vietnam, è il modo migliore per esplorare l'area.

 

Pagoda di Thap Thap

La Pagoda di Thap Thap (Chua Thap Thap) è uno dei siti religiosi più importanti e antichi della provincia di Binh Dinh. Si trova nel villaggio di Van Thuan, nell'area del comune di Nhon Thanh (distretto di An Nhon), a brevissima distanza dall'Aeroporto di Phu Cat.

La pagoda è legata al Tempio Shaolin ed è venerato luogo di apprendimento delle arti marziali. La circostanza non è una rarità nella provincia di Binh Dinh, nella quale i monaci hanno avuto un ruolo di primo piano nell'insegnamento delle discipline marziali.

Oltre alla sala principale di culto, grande e finemente decorata, nel complesso si possono apprezzare i reliquiari e i giardini. Bella anche la piccola collezione di penjing.

Magnifico il senso di pace e serenità che si prova non appena si mette piede nel tempio.

L'edificio fu costruito con materiale ricavato dai resti di dieci torri Cham (da ciò deriva il nome Chua Thap Thap).

Per chi raggiunge la provincia di Binh Dinh via aerea il viaggio può iniziare qui.

 

Luoghi da visitare nella Provincia di Binh Dinh: Chua Thap Thap
Chua Thap Thap
Luoghi da visitare nella Provincia di Binh Dinh: Chua Thap Thap
Chua Thap Thap

 

Templi Cham

La provincia di Binh Dinh è una meta irrinunciabile per chi vuole scoprire le vestigia della civiltà Champa. Nell'area sono custoditi, spesso in buono stato, molti complessi templari, alcuni dei quali di notevole importanza storica e artistica.

Le torri di questi templi sorgono spesso sulle poche colline che interrompono la monotonia delle pianure attorno a Qui Nhon.

Si tratta di suggestive costruzioni in muratura dalle forme svettanti. Le decorazioni sono molto elaborate ed eleganti. Le sagome degli edifici si sposano con perfezione alla florida vegetazione della regione. Straordinari i motivi ornamentali floreali.

 

Tempio d'Argento (Thap Banh It)

Quello che è noto col nome di Torre d'Argento è un sito religioso Champa che comprende quattro edifici in buone condizioni di conservazione.

Risalente al XI secolo sorge su una collina nel di Phuoc Hiep, a circa 20 km da Qui Nhon. L'ubicazione gli conferisce una posizione dominante sul paesaggio circostante, secondo un uso frequente in queste realizzazioni.

Le torri presentano diversi stili architettonici e sono vestigia di grande interesse per chi vuole scoprire le caratteristiche dell'arte dei Cham.

 

Torre di Canh Tien

La Torre di Canh Tien è uno dei templi Cham più grandi e riccamente decorati della provincia di Binh Dinh. Sorge nel comune di Nhon Hau.

La forma richiama su diverse scale un solenne movimento verso l'alto. Straordinario l'apparato ornamentale.

Nelle vicinanze si trova la Cittadella di Hoang De.

 

Litorali e spiagge nei dintorni di Qui Nhon

Le spiagge cittadine di Qui Nhon sono piacevoli ma se c'è tempo vale la pena esplorare le coste dei dintorni.

Le strade a sud e a nord della città sono in buone condizioni. Il traffico è leggero ma sono comunque presenti mezzi pesanti, ragione per cui è necessario non abbassare mai la guardia. Per lunghi tratti la litoranea meridionale presenta corsie riservate alle moto.

Di seguito presentiamo spiagge raggiungibili da Qui Nhon con escursioni in giornata. Alcune di esse si trovano nella vicina provincia di Phu Yen.

 

Laguna Thi Nai

Uscendo dal centro della città lungo la Via Tran Hung Dao in direzione dell'aeroporto si giunge a un trivio molto trafficato. Svoltando a destra si imbocca una strada polverosa che punta a nord. E' il lunghissimo viale dedicato alla memoria del generale Vo Nguyen Giap. Dopo poche centinaia di metri a destra lo sguardo incontra la grande Laguna Thi Nai, una vista piacevole che rimanda alle origini contadine della città.

La Laguna Thi Nai fu teatro di un'importante battaglia navale tra le forze di Nguyen Anh e l'esercito di Nguyen Hue.

Dopo pochi minuti la via piega a ovest e attraverso il Ponte Thi Nai conduce alla Penisola di Phuong Mai.

 

Penisola di Phuong Mai

La Penisola di Phuong Mai si estende per circa 15 km da nord a sud delimitando a nord la Baia di Qui Nhon. E' un territorio dalla topografia complessa, che entusiasmerà il viaggiatore motociclista.

Accendendovi attraverso il Viale Nguyen Vo Giap si entra nella nuova zona industriale di Nhon Hoi. La via piega subito a nord e si tramuta in un largo viale a due carreggiate, lungo il quale si prevede verranno realizzati numerosi insediamenti produttivi. La scala del piano è quasi da città cinese.

A est incombe una distesa di dune che raggiunge i 100 m di elevazione sul livello del mare; più oltre il paesaggio si fa impervio.

Il litorale di Nhon Ly Cat Tien è da molti considerato il tratto di costa più bello dell'area.

 

Villaggio di Eo Gio

Annidato in un impervio e arido promontorio che pare un bastione militare è il villaggio di Eo Gio. Il piccolo abitato è composto da case minuscole, le une a brevissima distanza dalle altre, molte poco più che bugigattoli e baracche. In alcuni viottoli si farebbe fatica a passare anche con una bicicletta.

Qui si vive quasi solo di pesca e il nascente interesse del turismo locale non ha ancora alterato profondamente la fisionomia di questo e dei vicini villaggi di Nhon Ky e Xuong Ly.

Come spesso accade in Vietnam, l'architettura non può certo dirsi bella ma l'atmosfera rivela quel solito misto di tenacia e indolenza che tanto caratterizza i piccoli insediamenti del paese.

Le spiagge dei dintorni sono belle.

Dal villaggio si raggiunge in barca la sempre più nota spiaggia di Ky Co.

 

Spiaggia di Ky Co

Fino a poco tempo fa accessibile solo via mare, Ky Co è ritenuta essere una delle spiagge più belle dei dintorni di Qui Nhon. La si raggiunge percorrendo una ripidissima strada, aperta solo ai fuoristrada. Persino le moto sono tenute a distanza qui, il che in Vietnam è un vero evento.

La spiaggia si trova all'interno di una baia di piccole dimensioni rivolta verso est. Il paesaggio è suggestivo, sia per l'imponenza dei promontori che chiudono la baia, dall'aspetto severo e selvaggio, sia per i vividi colori dei fondali e della battigia.

Il luogo è ormai oggetto di sfruttamento commerciale. Sebbene sia evidente come si sia cercato di non alterare troppo l'aspetto della baia, il risultato non è eccellente ma il lato positivo è che la spiaggia è ben attrezzata (con docce, spogliatoi, ombrelloni e quant'altro). Chi ama la tranquillità troverà soddisfazione alle estremità della spiaggia.

Per accedervi occorre pagare un biglietto di ingresso (100.000 dong), che comprende il costo della corsa in fuoristrada tra il parcheggio e il lido.

 

Spiagge vicine a Qui Nhon: Ky Co
Penisola di Phuong Mai, spiaggia di Ky Co

 

Spiaggia di Quy Hoa

A pochi chilometri a sud del centro di Qui Nhon si trova la spiaggia di Quy Hoa. Il lungo arenile si estende all'interno di un'ampia baia celata alla strada litoranea da una fitta foresta. Questa è la prima spiaggia che si incontra viaggiando tra Qui Nhon e Tuy Hoa.

Anche se non la si vede dalla strada è facile da trovare poiché basta seguire le indicazioni per il centro congressi che si trova nella baia.

Nel villaggio di Quy Hoa si trova un vecchio lebbrosario risalente al periodo coloniale.

 

Spiaggia di Bai Bang

A circa 15 km a sud da Qui Nhon si incontra la spiaggia di Bai Bang. Sebbene ci sia un paio di strutture ricettive, buona parte della spiaggia è libera.

Subito dopo di essa si incontra la piccola spiaggia di Bai Bau. Entrambe hanno bei fondali.

 

Spiaggia di Bai Rang

La spiaggia di Bai Rang (Bai Bien Bai Rang) si trova a circa 19 km a sud di Qui Nhon, in una piccola insenatura accessibile dalla strada provinciale QL1D.

La spiaggia è ancora poco sviluppata. Non c'è altro che un ristorante improvvisato gestito da una coppia locale. Una colata di cemento e tavolini e sgabelli di plastica e il ristorante è servito.

Sono presenti amache e docce rudimentali. I modi dei proprietari sono piuttosto rustici, in perfetta armonia col contesto.

La mezzaluna di sabbia è ombreggiata da un boschetto di palme da cocco. L'ambiente è tranquillo e selvaggio.

 

Villaggio di Xuan Hai

Una delle immagini più note di Qui Nhon, quell'ampia baia affollata da barche di pescatori blu e verdi, è legata al villaggio di Xuan Hai.

Se si proviene da Qui Nhon lungo la provinciale QL1D, la magnifica veduta appare non appena si è superato il promontorio che delimita la spiaggia di Bai Rang a sud.

 

Monumenti e siti commemorativi

Gli abitanti della provincia di Binh Dinh hanno fama di essere indomiti guerrieri. Si dice che quasi tutti qui, dai bambini ai vecchi, maschi e femmine, siano educati alle discipline marziali.

La regione ha dato i natali a Nguyen Hue (Quang Trung), eroe nazionale fondatore della Dinastia Tay Son. A colui sono dedicati numerosi siti commemorativi.

Numerosi sono anche i monumenti che onorano i caduti delle Guerre di Indocina.

Tra i siti più importanti il Museo di Quang Trung.

 

Thanh Hoang De

A circa 30 km da Qui Nhon, nelle vicinanze di An Nhon e dell'aeroporto, è la Thanh Hoang De. Si tratta delle vestigia di un piccolo palazzo imperiale. Risale all'epoca della Dinastia di Tay Son.

Dell'opera non rimane molto. Lavori di restauro hanno riportato alla luce un numero limitato di edifici ed elementi di complemento.

La visita a questo luogo può essere facilmente inclusa in un itinerario nei dintorni di An Nhon.

 

Quando andare a Qui Nhon

Si può visitare con piacere Qui Nhon in ogni periodo dell'anno ma se si vuole passare qualche giorno al mare conviene scegliere i mesi tra aprile e ottobre.

Le temperature sono favorevoli fin da febbraio ma prima di aprile il mare è spesso mosso.

 

Approfondimenti:

Consigli per l'organizzazione di un viaggio in Vietnam (informazioni per organizzare itinerari in ogni stagione dell'anno in totale autonomia; precauzioni e consigli)

Itinerario in moto tra Qui Nhon e la Penisola di Xuan Thinh (una piacevole escursione in giornata da Qui Nhon)

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive