Da quando i costi dei voli per Osaka si sono allineati a quelli dei voli per Tokyo è diventato abbastanza comune cominciare un viaggio in Giappone dalla città di Osaka e in generale dalla regione del Kansai.

Questa circostanza corrisponde del resto alle esigenze di chi intende trascorrere più tempo a Kyoto, Nara e in altre città storiche del Giappone centrale.

E’ possibile organizzare molti buoni itinerari di 10 giorni in Giappone con il vincolo dell’ingresso e dell’uscita attraverso Osaka. Con una accorta pianificazione degli spostamenti è possibile inoltre trarre il massimo beneficio da alcune convenienti carte ferroviarie turistiche, che consentono apprezzabili risparmi di denaro.

 

Cosa aspettarsi da questa pagina

In questa pagina diamo indicazioni su come organizzare la successione delle tappe nel caso di itinerari in Giappone di 10 giorni con ingresso da Osaka.

Questa pagina non dà che minime informazioni relative alle località menzionate, che supponiamo già note al lettore.

Descrizioni sintetiche e fotografie relative alle città qui citate sono contenute nelle seguenti pagine:

La seconda pagina chiarisce molti aspetti relativi all’organizzazione autonoma (fai da te) di un viaggio in Giappone.

 

Indice:

 

 

Itinerari da Osaka

La città di Osaka è punto di partenza di interessanti itinerari di viaggio in Giappone per diversi buoni motivi:

  • 1) Osaka è una città piacevole, ricca di attrazioni di varia natura;

  • 2) a breve distanza da Osaka sono molte destinazioni di prim’ordine per il viaggiatore; su tutte spiccano Kyoto e Nara;

  • 3) Osaka dispone di uno scalo ben collegato, l’Aeroporto del Kansai, raggiungibile facilmente anche dall’Italia;

  • 4) alloggiare a Osaka è relativamente economico;

  • 5) Osaka è inclusa nell’ambito di validità di numerose carte ferroviarie speciali di diversi operatori.

 

Aeroporto del Kansai

Dall'Aeroporto del Kansai (KIX) si può raggiungere Osaka in treno e autobus facilmente e con spesa modesta. Non troppo onerosi anche i trasferimenti privati condivisi.

 

Approfondimenti:

 

Porto di Osaka

Osaka può essere raggiunta via mare dalla Cina e dalla Corea del sud.

 

 

Itinerario tra Kyoto, Osaka e Hiroshima

Il primo viaggio in Giappone muove spesso tra Tokyo e Hiroshima. Con una sola settimana a disposizione si può scegliere con realismo di ridurre l’ambito di interesse alla direttrice tra Kyoto e Hiroshima.

Osaka, presso cui è l’Aeroporto del Kansai, è l’ideale punto di partenza e arrivo.

La disponibilità della carta JRP Area Kansai-Hiroshima consente risparmi sui costi dei viaggi in treno. La carta offre convenienza economica anche per il semplice trasferimento di andata e ritorno tra Kyoto e Hiroshima.

 

Dieci giorni tra Kyoto e Hiroshima
Ingresso in Giappone via Osaka

Traccia:

  • 1° giorno: arrivo all’Aeroporto del Kansai; trasferimento a Osaka in treno; le Ferrovie Nankai offrono le soluzioni di viaggio complessivamente migliori (quella più economica e quella dal miglior rapporto durata-costo). Prima visita a Osaka (Namba e Tennoji);

  • 2° giorno: visita a Osaka; programma: Castello di Osaka, quartieri di Umeda e Namba; possibili mete ulteriori: Sumiyoshi-Taisha (un grande santuario scintoista), l’acquario cittadino, un museo oppure un parco dei divertimenti;

  • 3° giorno: visita al Monte Koya con pernottamento in loco; programma: i principali templi del complesso e il cimitero;

  • 4° giorno (1): ritorno a Osaka. Attivazione della carta JRP Area Kansai-Hiroshima. Trasferimento a Himeji e visita al castello e al vicino giardino Koko-En; trasferimento in serata a Kobe, giro serale in città e pernottamento;

  • 5° giorno (2): trasferimento a Hiroshima e visita ai siti storici; in serata trasferimento a Miyajima e pernottamento;

  • 6° giorno (3): visita a Miyajima (santuari, templi buddhisti, parchi; eventuale ascesa a piedi del Monte Misen); ritorno a Hiroshima e pernottamento;

  • 7° giorno (4): trasferimento a Kinosaki-Onsen. Giro nell’area dei bagni pubblici e pernottamento in un ryokan;

  • 8° giorno (5): trasferimento a Kyoto e prima visita alla città (Pontocho, Mercato di Nishiki e Gion);

  • 9° giorno: Kyoto (visita al Fushimi Inari Taisha) ed escursione a Nara (siti nell’area del Parco di Nara);

  • 10° giorno: Kyoto (Arashiyama, Kinkaku-Ji, Ginkaku-Ji). Trasferimento in serata all’Aeroporto del Kansai. Fine del viaggio.

Spostamenti:

  • In treno: utilizzo della carta JRP Area Kansai-Hiroshima con validità di 5 giorni consecutivi, a copertura di tutti i trasferimenti a lungo raggio: 1) Osaka - Hiroshima; 2) Hiroshima - Osaka - Kinosaki-Onsen; 3) Kinosaki-Onsen - Kyoto. Gli spostamenti tra Osaka, Kyoto e Nara sono molto economici.

Varianti:

  • 1) al posto di Kinosaki-Onsen si può visitare Okayama (e la vicina Kurashiki).

Estensioni:

  • 3-4 giorni in più: a Kyoto e Osaka.

 

Viaggiare in Giappone con il biglietto JRP Area Kansai-Hiroshima: spostamenti in treno; tempi di percorrenza e costi
Prospetto dei tempi di percorrenza e dei costi dei collegamenti in treno tra le maggiori località incluse nell'ambito di validità della carta JRP Area Kansai-Hiroshima

 

 

Itinerario tra Kanazawa, Kyoto e Okayama

Chi vuole scoprire la bellezza e nobilità dell’arte del giardino paesaggistico può visitare Kanazawa e Okayama oltre a Kyoto.

Cade a fagiolo in questo caso una carta JRP che copre i trasferimenti lungo la direttrice Kanazawa - Okayama per sette giorni.

Vicino a Okayama è Takamatsu, altra città abbellita da un antico giardino paesaggistico.

 

Dieci giorni tra Kanazawa e Okayama
Ingresso in Giappone via Osaka

Traccia:

  • 1° giorno (1): arrivo all’Aeroporto del Kansai. Attivazione della carta JRP Area Kansai-Hokuriku; trasferimento a Himeji e visita al castello e al vicino giardino Koko-En; trasferimento in serata a Kobe, giro serale in città e pernottamento;

  • 2° giorno (2): trasferimento a Okayama (visita al giardino Koraku-En), trasferimento a Kurashiki e visita al centro storico della cittadina. Pernottamento in un ryokan a Kurashiki (consigliato il Bingoya);

  • 3° giorno (3):  trasferimento a Kanazawa; prima visita alla città (un quartiere chaya e il centro); pernottamento a Kanazawa;

  • 4° giorno (4): visita a Kanazawa (percorso classico tra Higashichaya, il Kenroku-En, il castello e Nagamachi); in serata trasferimento a Kyoto;

  • 5° giorno (5): un’escursione da Kanazawa. Tra le possibili candidate: la Gola di Kurobe, Kaga-Onsen (località termale), Shirakawa-go (villaggio nelle Alpi Giapponesi);

  • 6° giorno (6): trasferimento a Kyoto e prima visita in centro (Pontocho, Mercato di Nishiki, Gion);

  • 7° giorno (7): Kyoto (visita al Fushimi Inari Taisha) ed escursione a Nara (siti nell’area del Parco di Nara);

  • 8° giorno: Kyoto (Kinkaku-Ji, Ginkaku-Ji e Higashiyama nord);

  • 9° giorno: Kyoto (Arashiyama e l’area di Kitano);

  • 10° giorno: Osaka (giro in città, a Umeda o Namba); trasferimento all’Aeroporto del Kansai. Fine del viaggio.

Spostamenti:

  • In treno: utilizzo della carta JRP Area Kansai-Hokuriku con validità di 7 giorni consecutivi, a copertura di tutti i trasferimenti a lungo raggio: 1) Aeroporto del Kansai - Osaka - Kobe - Okayama - Kurashiki; 2) Okayama - Osaka - Kanazawa; 3) Kanazawa - Kyoto. Gli spostamenti tra Osaka, Kyoto e Nara sono molto economici.

Varianti:

  • 1) in luogo di Kobe e Himeji si può visitare Osaka. Possibile pernottare ad Arima-Onsen (Kobe);

  • 2) al posto di Okayama e Kurashiki si possono visitare Amanohashidate e Kinosaki-Onsen;

  • 3) Possibili tappe tra Kyoto e Kanazawa: Hikone;

  • 4) Località termali: tra le destinazioni migliori (incluse nell’area servita dalla carta JRP in parola) sono Kinosaki-Onsen e Kaga-Onsen (vicino a Kanazawa).

Estensioni:

  • 3-4 giorni in più: a Kyoto e Osaka.

 

Viaggiare in Giappone con il biglietto JRP Area Kansai-Hokuriku: spostamenti in treno; tempi di percorrenza e costi
Prospetto dei tempi di percorrenza e dei costi dei collegamenti in treno tra le maggiori località incluse nell'ambito di validità della carta JRP Area Kansai-Hokuriku

 

 

Itinerario nel Kansai

Perfettamente sensato limitare un viaggio di 10 giorni alla sola regione del Kansai. Questa scelta corrisponde ai desideri più vari dei viaggiatori più diversi:

  • 1) chi vuole esplorare Kyoto: trascorrendo nell’antica capitale gran parte del tempo a disposizione, viaggiando con lentezza e uscendo dai sentieri battuti. Questa scelta è indicata a chi ha particolare interesse nella cultura e nelle arti tradizionali;

  • 2) chi vuole soggiornare solo a Osaka: una città vivace, ricca di occasioni di divertimento e dove è facile fare conoscenze. Al viaggiatore giovane e dinamico non risulterà troppo faticoso muovere fuori Osaka con escursioni in giornata verso altre località. A nostro giudizio conviene non pianificare escursioni verso località a più di 2 ore di treno o autobus da Osaka.

 

Spostamenti: carta JRP Area Kansai

Per questi programmi vale la pena fare uso della carta JRP Area Kansai. La carta è venduta in varie versioni di diversa durata. Disponibile anche una versione estesa che copre i costi di corse verso località ubicate fuori dei limiti della regione del Kansai.

 

Approfondimenti:

 

 

Visita guidata di Asakusa
Escursione a Kyoto