Viaggio in Giappone: visita a Kyoto; il Kodai-Ji
Kyoto, il Kodai-Ji in autunno
Viaggio in Giappone durante la fioritura dei ciliegi: hanami a Kyoto
Kyoto, fioriture in primavera

 

 
 
 
 

In questo articolo proponiamo una selezione di itinerari di viaggio in Giappone della durata di due settimane. Per ogni traccia vengono date informazioni sui costi nonché consigli per l'organizzazione degli spostamenti.

Un viaggio in Giappone classico di due settimane muove tra Tokyo e Hiroshima e include mete imperdibili come Kyoto e Nara, capitali storiche che custodiscono tesori dell'arte e della cultura nazionale. 

Di seguito oltre al percorso di visita classico, illustrato in maniera dettagliata nel suo articolo specifico, prendiamo in esame itinerari più lenti e diamo suggerimenti per la scelta delle mete secondarie a seconda del periodo stagionale.

 

Due settimane in Giappone: visita a Kanazawa; Kenroku-En
Kanazawa; Giardino delle Sei Armonie, uno dei maggiori giardini paesaggistici della nazione. Per apprezzare al meglio questo genere di arte è consigliabile visitare prima la Cina, in particolare le città di Hangzhou e Suzhou

 

L'itinerario da noi consigliato per il primo viaggio in Giappone muove tra Tokyo e Hiroshima. Un itinerario di 14-15 giorni consente una discreta possibilità di movimento, anche verso località fuori dell'isola maggiore del Giappone, Honshu. 

Se si prediligono le località di interesse paesaggistico, montagne, parchi nazionali nonché itinerari escursionistici, allora è bene pensare a un viaggio di maggior durata (idealmente, di almeno 3 settimane).

Con sole due settimane a disposizione è necessario pianificare con cura l'itinerario, scegliendo in anticipo dove andare, che luoghi visitare e minimizzando i tempi di trasferimento tra le destinazioni di viaggio.

Importante, cruciale a Kyoto, Tokyo e Osaka, la scelta della località dove alloggiare. Sulle medie e lunghe distanze occorre spostarsi in treno ad alta velocità (o in aereo su alcune tratte). Chi vuole risparmiare al massimo può viaggiare di notte in autobus. 

 

Indice

Viaggio in Giappone di due settimane: visita a Kyoto in autunno
Kyoto, koyo (la "caccia ai colori dell'autunno"), un autentico rito individuale e sociale in Giappone

 

Primo viaggio in Giappone: quante e quali mete scegliere

 
 
 

Nel caso sia il primo viaggio in Giappone vi consigliamo di organizzare l'itinerario attorno a tre o quattro destinazioni principali. Avendo a disposizione due settimane di tempo, la scelta più comune riguarda le città di Kyoto, Tokyo, Kanazawa e Hiroshima, a Honshu.

Dalle città appena indicate è possibile compiere brevi visite in giornata in località non troppo distanti. Il nostro consiglio è programmare al massimo tre o quattro escursioni scegliendo tra le seguenti: le città di OsakaNara e il Monte Koya vicino a Kyoto; Nikko, Kamakura, Hakone e il Monte Fuji vicino a Tokyo; Takayama e Shirakawa-go vicino a Kanazawa; l'isola di Miyajima vicino a Hiroshima. Molto consigliata la visita a Ise, sede del magnifico Grande Santuario di Ise.

Considerando KyotoTokyo quali mete imperdibili, è possibile variare l'itinerario orientando la scelta su altre città e località, anche relativamente lontane. I viaggiatori più avventurosi possono spingersi nella parte settentrionale di Honshu o in altre isole come Kyushu e Shikoku. Chi ama la montagna può trascorrere alcuni giorni sulle Alpi Giapponesi (tra Nagano, Kamikochi, Takayama).

 

Mete imperdibili di un viaggio in Giappone: il Ginkaku-Ji a Kyoto
Kyoto, Ginkaku-Ji, culla della Cultura di Higashiyama

 

Nikko, meta imperdibile in un viaggio in Giappone di due settimane
Nikko, templi e santuari

 

Chi ama viaggiare in tutta calma riservandosi il piacere di improvvisare può anche decidere di non pianificare nulla a parte i collegamenti da e per gli aeroporti di ingresso e uscita. Il Giappone è un paese relativamente piccolo e dotato di un sistema di trasporti all'avanguardia, ragion per cui è possibile andare pressoché ovunque in poco tempo e viaggiare lasciandosi la libertà di variare l'itinerario sul momento.

 

Viaggio in Giappone: visita al Museo di Edo-Tokyo
Tokyo, Museo di Edo-Tokyo; immagini della vecchia Edo, l'annientamento di interi distretti nei bombardamenti a tempesta di fuoco del marzo 1945, la progettazione della città metropolitana e un simbolo della sua rinascita

 

Viaggio in Giappone: itinerario con tappa a Osaka e visita al Sumiyoshi Taisha
Osaka, città portuale protagonista degli storici scambi culturali ed economici con l'Asia continentale

 

Luoghi storici e religiosi in Giappone: il Grande Santuario di Sumiyoshi
Osaka, Grande Santuario di Sumiyoshi

 

Da visitare in Giappone: il Fushimi Inari Taisha a Kyoto
Kyoto, Santuario di Fushimi Inari; l'atto di ascendere, il varcare le soglie

 

ApprofondimentiLuoghi da visitare in Giappone (destinazioni principali, località meno note; consigli per le scelte)

 

Viaggio in Giappone di due settimane: itinerari consigliati

Le tracce degli itinerari di seguito presentati hanno inizio a Tokyo perché è attraverso gli aeroporti di questa città (soprattutto lo scalo di Narita) che solitamente si fa ingresso nel paese quando si proviene da Italia o Europa.

 

Itinerari in Giappone per chi proviene dall'Italia: ingresso attraverso l'Aeroporto internazionale di Narita
Aeroporto internazionale di Narita, a circa 70 km da Tokyo (tempi di percorrenza tra lo scalo e il centro della città di 70-90 minuti)

 

Consigliamo di valutare anche altre soluzioni di viaggio come itinerari multitratta con ingresso attraverso Tokyo e uscita attraverso l'Aeroporto del Kansai (vicino a Osaka e Kyoto). La convenienza dipende naturalmente dal costo complessivo dei voli internazionali e degli spostamenti interni al paese.

Voli di andata e ritorno attraverso l'Aeroporto del Kansai sono spesso la soluzione di viaggio più economica per chi proviene da Cina, Corea e Sudest Asiatico. 

 

Itinerari in Giappone per chi proviene dall'Asia: ingresso attraverso l'Aeroporto internazionale del Kansai
Aeroporto internazionale del Kansai, a circa 50 km da Osaka (a 30-45 minuti di treno da Osaka; a 75-120 minuti di treno da Kyoto)

 

Viaggio in Giappone classico: da Tokyo a Miyajima

Itinerario 1: Tokyo, Kanazawa, Kyoto, Osaka, Nara, Hiroshima e Miyajima

L'itinerario di due settimane classico muove tra Tokyo e l'Isola di Miyajima toccando molte delle mete imperdibili del Giappone, ossia Kanazawa, Kyoto, Osaka, Nara e Hiroshima. Questo viaggio compiuto in due settimane risulta ambizioso e impone un ritmo piuttosto serrato.

Da Kyoto è possibile compiere escursioni anche con pernottamento a Nara e al Monte Koya.

 

Da Tokyo

Itinerario di viaggio

1° giorno - Tokyo (Asakusa, Ueno, Yanaka)

Itinerario in Giappone, 1°giorno: visita a Tokyo

  • Arrivo in mattinata

  • Trasferimento dall'aeroporto di Narita al centro di Tokyo in treno o autobus. Meno comune l'ingresso attraverso l'Aeroporto di Tokyo-Haneda

  • Sistemazione in albergo a Tokyo

    Per un soggiorno di 3 giorni nella scelta del quartiere dove alloggiare a Tokyo consigliamo di considerare le seguenti aree:

    • 1) Ueno oppure Asakusa (vicino al centro, non lontano dagli aeroporti)

    • 2) Chiyoda (centro di Tokyo)

    • 3) Shinjuku (Tokyo ovest)

    Soggiornare in queste zone garantisce massima accessibilità ed economia in termini di tempo e denaro negli spostamenti

  • Prima visita a Tokyo

    Consigliato un itinerario nella parte settentrionale di Tokyo, a Ueno e nei vicini Asakusa e Yanaka, quartieri dove è possibile trovare tracce della città storica. Imperdibili il tempio Senso-Ji, il Museo Nazionale di Tokyo e il Parco di Ueno

    Di sera si può passeggiare ad Akihabara, distretto dell'elettronica

2° giorno - Nikko (Sannai)

Itinerario in Giappone, 2°giorno: visita a Nikko

  • Escursione a Nikko

    Dalla Stazione di Asakusa si può raggiungere Nikko coi treni della società Tobu

  • Itinerario di visita a Nikko

    In una breve escursione in giornata da Tokyo consigliamo di visitare i templi e santuari dell'Area Sannai, straordinari capolavori dell'architettura religiosa giapponese immersi nel folto di una fitta foresta. Imperdibili il Ponte Sacro (Shinkyo), il Rinno-Ji, il Santuario Toshogu e il Santuario di Futarasan

  • Ritorno a Tokyo in serata

    La sera può essere trascorsa a Shibuya, Shinjuku oppure Akihabara, quartieri vivaci

    In primavera, durante la fioritura dei ciliegi si può visitare il giardino Rikugi-En. Molto bella anche una passeggiata lungo il torrente Meguro

3° giorno - Tokyo (Chiyoda, Bunkyo oppure Shibuya e Shinjuku)

Itinerario in Giappone, 3°giorno: Tokyo; visita al Santuario di Yasukuni

  • Visita a Tokyo

  • L'ultimo giorno a Tokyo può essere trascorso in tanti modi. Qui diamo due tracce di riferimento per viaggiatori molto diversi:

    • Itinerario culturale: visita al Santuario di Yasukuni, ai Giardini Orientali del Palazzo Imperiale, all'area di Kanda e Bunkyo (templi, santuari, librerie antiquarie, università) oppure a Ryogoku (Museo di Edo-Tokyo, Museo della Spada, Parco memoriale di Yokoamicho)

    • Itinerario nella città contemporanea: percorso a piedi tra Shibuya, Harajuku e Shinjuku, tre quartieri simbolo della metropoli giapponese. Da non perdere una visita al Santuario Meiji 

4° giorno - Kanazawa (Higashi Chaya, Kazue-machi)

Itinerario in Giappone, 4°giorno: visita a Kanazawa; Higashichaya

  • Trasferimento a Kanazawa in treno ad alta velocità

  • Sistemazione in un albergo in centro

  • Prima visita alla città

    Consigliato un itinerario a piedi che includa le seguenti visite:

    • Mercato di Omicho

    • Quartieri storici di Higashi Chaya e Kazuemachi

5° giorno - Kanazawa (Kenroku-En, castello, Naga-machi)

Itinerario in Giappone, 5°giorno: visita a Kanazawa; Kenroku-En

  • Visita a Kanazawa

  • Consigliato un itinerario che includa le seguenti visite:

    • Kenroku-En, uno dei Tre grandi giardini paesaggistici del Giappone

    • Castello di Kanazawa, grande opera di ingegneria militare

    • Nagamachi e Nishi Chaya, quartieri dove si possono visitare dimore storiche di samurai e piccoli musei

      Possibile anche una breve passeggiata nell'area dei templi di Teramachi 

6° giorno - Kyoto (centro, Gion, Pontocho)

Itinerario in Giappone, 6°giorno: visita a Kyoto

  • Trasferimento a Kyoto in treno

  • Sistemazione in albergo a Kyoto

    Per un soggiorno di 5 giorni nella scelta dei quartieri dove allloggiare a Kyoto è consigliabile considerare le seguenti aree:

    • Shimogyo (tra la Stazione di Kyoto e il centro)

    • Higashiyama (a Gion o presso la via Nene-no-michi), cornice di rara bellezza

    • Nakagyo (tra la Stazione di Karasuma-Oike e il Palazzo Imperiale di Kyoto)

    Soggiornare a Higashiyama è un'esperienza senza eguali ma per un soggiorno così lungo per contenere i costi può valer la pena valutare di cambiare albergo una volta. Sensato ad esempio passare a Higashiyama i primi tre giorni e muovere vicino alla Stazione di Kyoto negli ultimi due giorni (utile anche per compiere l'escursione a Nara in comodità)

  • Prima visita a Kyoto

    Consigliato un itinerario che tocchi i seguenti luoghi di interesse storico, artistico e religioso di Kyoto:

    • Sanjusangen-Do, storico tempio buddhista che custodisce centinaia di statue di Kannon

    • Higashi Hongan-Ji, grande tempio buddhista a breve distanza dalla Stazione di Kyoto. Da vedere anche il vicino giardino Shosei-En

    • Ponto-cho e il centro di Kyoto (quartiere di Kawaramachi, nel distretto di Nakagyo) e passeggiata serale a Gion

7° giorno - Kyoto (Sakyo, Higashiyama nord)

Itinerario in Giappone, 7°giorno: visita a Kyoto; Ginkaku-Ji

  • Visita a Sakyo e Higashiyama nord

    Un itinerario classico a Higashiyama muove tra il Ginkaku-Ji, storico tempio buddhista attorno al quale sorse la Cultura di Higashiyama, e il Parco di Maruyama.

    Lungo il percorso, da compiere a piedi o in autobus e taxi, si possono visitare il Sentiero del Filosofo, i templi Eikan-Do, Nanzen-Ji, Shoren-InChion-In e Kodai-Ji.

8° giorno - Kyoto (Higashiyama sud, Fushimi Inari Taisha)

Itinerario in Giappone, 8°giorno: visita a Kyoto; Fushimi Inari Taisha

  • Visita a Higashiyama sud

    Il percorso muove tra il Kiyomizu-dera, storico tempio buddhista situato in posizione panoramica, le vie storiche Sannen-zaka, Ninen-zaka, Nene-no-michi.

    Giunti a Gion si possono seguire diverse vie:

    • dedicarsi a un'attività, come partecipare a una cerimonia del tè

    • visitare il Museo Ferroviario di Kyoto

    Nel tardo pomeriggio visita al Fushimi Inari Taisha.

9° giorno - Nara (siti storici e religiosi del Parco di Nara)

Itinerario in Giappone, 9°giorno: visita a Nara; l'antica capitale Heijo

  • Escursione a Nara da Kyoto (7-8 ore)

    Un buon itinerario attraverso il Parco di Nara, magnifico scenario ingentilito dalla presenza di numerosi cervi, procede in senso orario con le seguenti mete:

    • Kofuku-Ji, grande tempio, oggetto di una grande opera di restauro che ha riportato in luce immagini dell'età dell'oro dell'antica capitale Nara

    • Todai-Ji, sontuoso tempio buddhista foggiato secondo lo stile architettonico della Cina dell'Epoca Tang

    • Isui-En, un bel giardino paesaggistico sapientemente inserito nel contesto circostante

    • Santuario di Kasuga, antico santuario scintoista immerso in una foresta sacra

    • Nara-machi, quartiere storico della città ordinaria

10° giorno - Kyoto (Kinkaku-Ji, Ryoan-Ji, Arashiyama)

Itinerario in Giappone, 10°giorno: visita a Kita, Kinkaku-Ji

 

Kyoto; Arashiyama

  • Visita a Ukyo

  • Durante la mattina si possono visitare il Kinkaku-Ji e il Ryoan-Ji, due dei più importanti templi buddhisti del Giappone

    Nella seconda metà di aprile da non perdere il vicino giardino Haradani-En

    Nel pomeriggio si compie una breve visita ad Arashiyama. Un percorso classico muove tra i templi Tenryu-Ji e Gio-Ji. Lungo il percorso si possono vedere il celebre boschetto di bambù, il Jojakko-Ji e la Rakushisha

11° giorno - Hiroshima (siti storici del centro)

Itinerario in Giappone, 11°giorno: visita a Hiroshima; il Parco del Memoriale della Pace

12° giorno - Miyajima (templi e santuari del centro)

Itinerario in Giappone, 12°giorno: visita a Miyajima; il Santuario di Itsukushima

  • Trasferimento a Miyajima in treno e traghetto

  • Visita a Miyajima

    La visita parte dal suggestivo Santuario di Itsukushima, da cui si gode di una delle sankei (le Tre grandi vedute del Giappone)

    Nei dintorni si possono visitare il borgo e alcuni templi

    Chi è in buone condizioni fisiche può compiere l'ascesa al Monte Misen

13° giorno - Osaka (centro, Minami)

Itinerario in Giappone, 13°giorno: visita a Osaka; Shinsekai

  • Trasferimento a Osaka in treno

  • Sistemazione in albergo a Osaka. Consigliabile soggiornare vicino alla Stazione di Namba, in una delle aree più vivaci e variegate di Osaka. Ottima l'accessibilità

  • Visita a Osaka

    Consigliato un itinerario a piedi nell'area del quartiere di Namba (Minami) e al Castello di Osaka. In serata si può vedere il grande acquario Kaiyukan oppure visitare il giardino Keitaku-En e salire in cima al grattacielo Abeno Harukasu

14° giorno - Osaka (Sumiyoshi Taisha)

Itinerario in Giappone, 14°giorno: visita a Osaka; Sumiyoshi Taisha

  • Visita al Sumiyoshi Taisha, grande santuario scintoista.

  • Trasferimento a Tokyo in treno

  • Trasferimento in aeroporto e ritorno in Italia

 

Viaggio in Giappone di due settimane: spostamenti in treno ad alta velocità
Alta velocità giapponese (rete shinkansen)

 

Organizzazione degli spostamenti su lunghe distanze

 

Mappa dell'itinerario classico di due settimane in Giappone: Tokyo, Kanazawa, Kyoto e dintorni, Osaka, Hiroshima
Mappa dell'itinerario

 

Sono essenzialmente tre i modi di organizzare gli spostamenti su lunghe distanze per questo itinerario:

  • 1) viaggio in treno ad alta velocità, la soluzione più costosa che offre la massima comodità e flessibilità, ideale durante la primavera e l'autunno quando si vogliano "inseguire" i fronti d'onda delle fioriture dei ciliegi o delle chiome che virano al rosso degli aceri. Spostamenti coi treni ad alta velocità sono possibili tra Tokyo e Kanazawa, tra Kyoto e Hiroshima e tra Hiroshima e Tokyo;

  • 2) soluzione di compromesso tra costi e comodità, che prevede trasferimenti in corriera durante la prima settimana (tra Tokyo e Kanazawa e tra quest'ultima e Kyoto) e l'attivazione di un biglietto JRP regionale che permetta di muoversi in treno ad alta velocità tra Osaka, Kyoto, Hiroshima nell'ultima settimana del viaggio;

  • 3) viaggio in corriera notturno e coi treni ordinari: è questa la soluzione più economica, adatta a persone giovani e molto dinamiche. A chi propende per questa soluzione consigliamo di ricercare voli multi-tratta con ingresso via Tokyo e uscita via Osaka. 

 

Giappone; relazioni lungo le linee shinkansen Tokaido e San'yo; servizi Nozomi, Hikari, Kodama, Mizuho, Sakura
Servizi lungo le linee ad alta velocità Tokaido e San'yo (in giallo le stazioni presso cui non tutti i treni fermano)

 

Viaggio di 14 giorni tra Tokyo e Hiroshima

Trasferimenti: costi e tempi di percorrenza indicativi

Itinerario di volo di andata e ritorno via Tokyo

Tratta

In treno

In autobus

Tokyo – Kanazawa

14.500 yen | 2 ore e mezza

5.000-7.000 yen | 7-8 ore

Kanazawa – Kyoto

6.500 yen2 ore

3.500-5.000 yen | 4 ore

Kyoto – Nara (e ritorno)

750 yen70 minuti

-

Kyoto – Osaka

600 yen30-45 minuti

-

Osaka – Hiroshima

10.250 yen2 ore

4.000-7.000 yen | 6 ore

Hiroshima – Tokyo

19.000 yen5 ore

6.000-9.000 yen | 12 ore

Costo complessivo  (inclusa l'escursione a Miyajima, esclusa quella a Nikko)

  • Viaggio in shinkansen (soluzione 1): circa 55.000 yen

  • Viaggio in autobus notturno: 24.000 – 34.000 yen

Note

Autobus: i valori sono indicativi, non potendosi tenere conto della forte variabilità dei prezzi con le promozioni e col periodo stagionale.

Trasferimenti tra le città e gli aeroporti: sono disponibili biglietti scontati per i trasferimenti di andata e ritorno tra l'Aeroporto di Narita e Tokyo. Molto economici i trasferimenti con treni locali o autobus, al costo di circa 1.500 yen a tratta). 

Escursione a Miyajima da Hiroshima: il costo dei trasferimenti in treno e traghetto tra le due località è inferiore ai 1.500 yen.

Escursione a Nikko: non se ne è tenuto conto poiché per risparmiare tempo e semplificare il viaggio è consigliabile muoversi coi treni delle Ferrovie Tobu che offrono un biglietto turistico dal costo di poco meno di 2.200 yen (comprensivo degli spostamenti in treno tra Tokyo e Nikko di andata e ritorno nonché dell'uso degli autobus nell'area dei templi e dei santuari principali).

Conclusioni e consigli

Ai nuovi prezzi dell'ottobre 2023, non più conveniente acquistare i biglietti JRP di 7 e 14 giorni.

Spostarsi in autobus implica un risparmio consistente di 20.000–28.000 yen ma per un viaggio di soli 12-14 giorni tre trasferimenti così lunghi possono risultare pesanti.

Per chi cerca il massimo risparmio da valutare anche la soluzione che prevede un itinerario di volo multi-tratta, ingresso da Tokyo, uscita da Osaka o anche Hiroshima (ideale per chi vuole transitare dalla Cina e visitare Pechino o Shanghai).

 

Tokyo: mappa schematica delle linee Yamanote, Chuo e Chuo-Sobu
Tokyo; mappa schematica delle principali linee della rete ferroviaria urbana e suburbana (Yamanote, Chuo e Chuo-Sobu); in verde chiaro la linea di cintura, Linea Yamanote (JY)

 

Biglietti turistici

Rete ferroviaria nazionale (JR)

Plurigiornalieri JRP (di durata di 7, 14 e 21 giorni, estensione nazionale)

 

proposte da 客路 | Klook

 

 Dall’ottobre 2023 

Dal 1° ottobre 2023 i biglietti JRP a estensione nazionale (compresi quelli della durata di 7 e 14 giorni finora menzionati) hanno subito rincari molto consistenti (oltre il 60%). Viene quindi meno la convenienza dell’utilizzo di questi biglietti per gli itinerari qui presentati.

Chi vorrà risparmiare al massimo potrà considerare queste possibilità:

  • 1) viaggiare in corriera: nei trasferimenti a lungo raggio (tra Tokyo e Kyoto oppure Osaka); è questa la scelta più adatta al viaggiatore giovane o dinamico. Si consideri comunque la scomodità di viaggi notturni di 7-8 ore;

  • 2) viaggiare tra Tokyo e Kyoto (Osaka) via Kanazawa: in tal caso si può ancora acquistare un biglietto JRP molto conveniente, il biglietto JRP Arco di Hokuriku. Questo impone il solo vincolo del viaggio via Kanazawa, cosa che allunga i trasferimenti di qualche ora. Se si vuole aggiungere una tappa a Kanazawa l’intero programma del viaggio deve essere rivisto. Maggiori dettagli in questa pagina: Itinerari tra Tokyo e Kyoto via Kanazawa di 11, 12, 13 giorni;

  • 3) evitare il ritorno a Tokyo: scelta possibile se si riparte per l’Italia tramite l’Aeroporto del Kansai (presso Osaka). Questa possibilità è sensata solo se si trova un volo multi-tratta (Italia - Tokyo, Osaka - Italia) a tariffe convenienti (scali a Pechino o Shanghai).

Fatta salva quindi la soluzione dei viaggi notturni in autobus, consigliamo di propendere per il viaggio in treno ad alta velocità senza utilizzo di un biglietto JRP. In tal caso occorrerà acquistare i biglietti per le singole corse (Tokyo-Kyoto a/r).

 

Uso dei biglietti JRP regionali

Oltre al citato biglietto JRP Arco di Hokuriku chi vuole risparmiare può considerare altri biglietti regionali. Per gli itinerari descritti in questa pagina consigliamo di valutare la possibilità di acquistare questi biglietti:

  • JRP Arco di Hokuriku (validità di 7 giorni): per trasferimenti tra Tokyo, Kanazawa, Kyoto, Osaka e altre località nei dintorni di queste città. Il vincolo più stringente associato a questo biglietto è la necessità di viaggiare tra Tokyo e Kyoto via Kanazawa (non possibile viaggiare coi treni delle linee Tokaido, lungo la direttrice Tokyo - Nagoya - Kyoto). Questo biglietto ha un buon prezzo e risulta molto conveniente.

  • JRP Area Kansai-Hiroshima (validità di 5 giorni): per viaggi illimitati tra Kyoto, Osaka, Hiroshima e i loro dintorni. Questo biglietto copre una buona parte dei trasferimenti contemplati dagli itinerari descritti in questa pagina; esclusa tuttavia la fondamentale relazione Tokyo-Kyoto.

Se si fa ingresso in Giappone attraverso l’Aeroporto del Kansai (presso Osaka) è possibile combinare questi due biglietti:

  • 1) biglietto JRP Arco di Hokuriku: per i trasferimenti tra Osaka, Kyoto, Kanazawa, Tokyo e  Osaka;

  • 2) biglietto JRP Area Kansai-Hiroshima: per i trasferimenti tra Osaka, Hiroshima, Osaka (ed eventualmente Amanohashidate, Kinosaki-Onsen o Takamatsu).

 

Approfondimenti:

Biglietti JRP di ambito regionale e locale (rassegna dei migliori biglietti turistici, valutazione della convenienza, itinerari consigliati)

 

Dove alloggiare

In questo viaggio è necessario soggiornare almeno Tokyo, Kanazawa, Kyoto e Hiroshima. Le altre località possono essere visitare con escursioni in giornata.

Con così poco tempo a disposizione risulta fondamentale alloggiare in ubicazioni convenienti per gli spostamenti.

 

Luoghi da visitare

In questa pagina non abbiamo lo spazio necessario per presentare tutti i luoghi che consigliamo di visitare nelle singole località. 

Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere le pagine specifiche di seguito elencate.

 

Luoghi da visitare, cosa vedere:  

 

Viaggio in Giappone di due settimane: visita a Hiroshima
Hiroshima, regione del Chugoku
Viaggio in Giappone: visita a Miyajima
Isola di Itsukushima (Miyajima), a breve distanza da Hiroshima

 

Kanazawa:Nomura-Ke
Kanazawa, dimora della famiglia di samurai Nomura

 

Viaggio di due settimane lento: tra Tokyo e Osaka

Itinerario 2: Tokyo, Kanazawa, Kyoto con escursioni a Nara, Koyasan oppure Ise

Chi ama viaggiare con lentezza può preferire l'itinerario descritto di seguito. Rispetto al precedente, si tratta di un viaggio con un minore numero di tappe e meno faticoso.

Vengono tralasciate le visite a Hiroshima e Miyajima, il che riduce la durata complessiva degli spostamenti.

I due giorni in più possono essere dedicati per:

  • 1) soggiorni più lunghi a Tokyo e Kyoto;

  • 2) una visita al Grande Santuario di Ise, il più sacro santuario scintoista del Giappone; 

  • 3) un breve soggiorno presso un monastero buddhista, tipicamente presso il Monte Koya o a Minobu.

 

Viaggio a Kyoto: Ishibei-koji
Kyoto, vicolo Ishibei-koji, una delle vie più pittoresche del Giappone

 

Da Tokyo

Itinerario di viaggio

Giorni 1 - 5 - Tokyo e dintorni

Itinerario in Giappone: visita al Santuario di Yasukuni, Tokyo

 

 

  • Soggiorno di 5 giorni a Tokyo. Visita alle principali mete di interesse culturale e turistico nei quartieri di Ueno, Chiyoda, Shibuya e Shinjuku (dettagli: Visita a Tokyo di 3 giorni)

  • Due escursioni in località a scelta tra Nikko, Kamakura, Monte Fuji e Hakone

Giorni 6 - 7 - Kanazawa e dintorni

Due settimane in Giappone: visita a Shirakawa-go

 

 

  • Soggiorno di 2 giorni a Kanazawa: visita ai siti storici e culturali nel centro della città (dettagli: Visita a Kanazawa di 2 giorni)

  • Eventuale escursione in giornata a Shirakawa-go

Giorni 8 - 14 - Kyoto, Nara e dintorni

Visita a Kyoto: Ryoan-Ji

 

 

  • Soggiorno a Kyoto di 1 settimana. Visita ai principali siti di interesse storico, artistico e culturale a Higashiyama, Kita, Arashiyama e nel centro della città (dettagli: Visita a Kyoto di 4 giorni)

  • Tre escursioni in località a scelta tra Nara, Uji, Koyasan, Osaka, Himeji o i paesi a nord di Kyoto

 

Spostamenti

 

Migliore itinerario in Giappone di due settimane nel centro di Honshu: Tokyo, Kanazawa, Kyoto e dintorni
Mappa dell'itinerario

 

Consigliabile muoversi con i treni ad alta velocità nei tragitti più lunghi. Da valutare l'acquisto di abbonamenti ferroviari regionali (Kansai JRP, Kintetsu) nell'area del Kansai.

I viaggi in autobus tra Tokyo e Kyoto e tra Tokyo e Kanazawa durano 6-8 ore; più breve il trasferimento tra Kanazawa e Kyoto. I tre trasferimenti in autobus nello spazio di due settimane risultano sopportabili anche da chi non ama questo modo di viaggiare.

Un altro vantaggio considerevole rispetto al primo itinerario è rappresentato dalla maggiore flessibilità.

Questo itinerario può essere organizzato più semplicemente, essendo sufficiente prenotare i pernottamenti solo a Tokyo, Kanazawa e Kyoto (rispettivamente soggiorni di cinque giorni, due giorni e una settimana).

Tutte le altre località (Nikko, Hakone, Nara, Osaka, Himeji, Koyasan) possono essere visitate con escursioni in giornata dalle due città citate.

Il tempo è comunque limitato ed è necessario organizzare il viaggio con cura. 

 

Itinerario in Giappone: visita al Koyasan, Daimon
Monte Koya, le grandiose figure dei kongorikishi del Daimon, antico portale

 

Viaggio nel Koyasan: Kongo Sanmai-In
Koyasan, l'antico tempio Kongo-Sanmai-In

 

Cosa vedere in Giappone: il Castello di Osaka
Castello di Osaka

 

Viaggio aperto con lunghi soggiorni a Tokyo e Kyoto

Itinerario 3: Tokyo, Kyoto, Nara

Se amate trattenervi a lungo nei luoghi che visitate, ritornare sui vostri passi, osservare più che vedere, potete considerare la soluzione di soggiornare solo a Tokyo e Kyoto.

Questa scelta, apparentemente estrema, è tutt'altro che irragionevole. Tokyo e Kyoto meritano lunghe e approfondite visite e sono al centro di aree dove si concentrano località di grande interesse storico, culturale e paesaggistico. Gran parte di queste località sono comodamente visitabili con escursioni in giornata.

 

Luoghi da visitare in Giappone: il tempio Ryoan-Ji a Kyoto
Kyoto, Ryoan-Ji; l'enigmatico giardino karesansui

 

Località visitabili da Tokyo e Kyoto con escursioni in giornata:

  • Da Tokyo:

    • Kamakura, Nikko, Hakone, Kawagoe, Yokohama.

  • Da Kyoto (oppure da Osaka):

    • Nara, Uji, Himeji, Ise, Monte Koya, Yoshino, Amanohashidate.

 

Viaggio in Giappone; escursioni in giornata: Kamakura
Kita-Kamakura, Jochi-Ji, uno dei maggiori templi zen dell'antica Kamakura

 

Un simile itinerario consente di vedere luoghi meno noti e uscire dai sentieri turistici più comuni. 

L'organizzazione del viaggio può partire dalla traccia da noi consigliata per un viaggio di 10 giorni: Dieci giorni in Giappone tra Tokyo e Osaka.

 

Cosa vedere in Giappone: il Palazzo Imperiale di Kyoto e il parco Kyoto Gyoen
Kyoto, Casa da tè Shusuitei

 

Due settimane in Giappone: visita ad Arashiyama (Kyoto); Daikaku-Ji
Kyoto, Daikaku-Ji, tempio risalente all'epoca della reggenza dell'illustre Imperatore Saga

 

Viaggio in Giappone; cosa fare: pernottare in un tempio a Kyoto
In un viaggio in Giappone con poche mete si possono fare esperienze di interesse come il soggiorno presso un monastero buddhista (shukubo); qui raffigurato il Ninna-Ji, storico tempio di Kyoto

 

Escursioni da Kyoto: Amanohashidate
Amanohashidate, Chion-Ji

 

Aspetti organizzativi

 

Come muoversi in Giappone: uso dei treni locali della compagnia Kintetsu nel Kansai
Treno panoramico della Serie 50000 delle Ferrovie Kintetsu a Ise (Stazione di Ise-Shima)

 

Dal punto di vista pratico, un viaggio del genere si presta a improvvisazioni ed è molto facile da organizzare. Essendo pochi gli spostamenti, il trasferimento tra Tokyo e Kyoto può avvenire in autobus notturno o diurno.

Consigliamo di giungere in Giappone attraverso l'Aeroporto del Kansai (KIX) e seguire questo programma:

  • 4 giorni a Kyoto (magari soggiornando a Osaka, se si vuole risparmiare o esplorare la vita notturna di Osaka);

  • 7 giorni a Tokyo e dintorni;

  • 3 giorni a Kyoto (o nell'area attorno a Nara).

 

Durante il periodo a Kyoto (o nella vicina Osaka) è possibile acquistare un abbonamento delle Ferrovie Kintetsu, che a un prezzo molto contenuto (meno di 5.000 yen) offre collegamenti in treno illimitati per 5 giorni tra Kyoto, Osaka, Nara, Ise, Nagoya e il Monte Yoshino.

Questo è un itinerario adatto a chi ama lasciarsi guidare dal viaggio piuttosto che vincolarsi a programmi rigidi. Un itinerario del genere presenta infine il grande vantaggio di offrire maggiori occasioni per fare conoscenze e amicizie con gli abitanti del luogo.

 

Viaggio in Giappone; itinerario senza fretta: soggiorno a Higashiyama a Kyoto
Quartiere storico di Higashiyama (Kyoto), luogo ideale dove soggiornare per visitare la città all'alba e al tramonto

 

Giappone; itinerario lento con soggiorno a Nara: visita a Yamato-Koriyama
Vestigia del Castello di Yamato-Koriyama (Prefettura di Nara)

 

Variante: soggiorno a Nara

Eventualmente, due giorni possono essere dedicati a Nara. Soggiornare a Nara permette facili escursioni nella regione di Asuka e Sakurai., ricca di importanti siti storici e archeologici.

 

Due settimane in Giappone: visita ad Aizu Wakamatsu
Aizu Wakamatsu, meta imperdibile per chi vuole conoscere la tragica fine dell'era feudale in Giappone

 

Itinerario 4: Tokyo, Nikko, Aizu Wakamatsu, Kyoto, Nara, Osaka

Chi vuole visitare Aizu Wakamatsu, città centrale nella storia del Giappone feudale e nel mondo dei samurai, può compiere il seguente itinerario di viaggio:

  • 4 giorni a Tokyo;

  • 3 giorni a Nikko e Aizu Wakamatsu;

  • 1 settimana nel Kansai (Kyoto, Osaka, Nara, Asuka e Sakurai).

 

Viaggio in Giappone: tappa a Uji
Uji, visitabile con un'escursione da Kyoto

 

Itinerario 5: Tokyo, Kanazawa, Nagoya, Ise, Kyoto, Nara, Uji

 

Viaggio in Giappone: mappa di un itinerario di due settimane con visita a Ise
Mappa dell'itinerario

 

Chi ha particolare interesse nell'arte antica può suddividere 14 giorni a disposizione secondo la seguente traccia:

  • Tokyo: 3

  • Kanazawa (con un'escursione al Monastero Eihei-Ji, ad Ainokura o a Shirakawa-go): 3

  • Nagoya (con visita al Grande Santuario di Ise): 2

  • Kyoto (con escursione a Uji): 4

  • Nara: 2

 

Itinerario 6: Tokyo, Nikko, Hakone, Monte Fuji, Kanazawa, Kyoto, Nara, Koyasan, Osaka

Chi vuole vedere il Monte Fuji può ripartire 15 giorni a disposizione come di seguito:

  • Tokyo: 3

  • Nikko: 1

  • Hakone e Monte Fuji: 2

  • Kanazawa: 2

  • Kyoto, Nara e Osaka: 7

 

Viaggio nel Kansai senza fretta: visita ad Arashiyama; Gio-Ji
Kyoto, Arashiyama, Gio-Ji

 

Itinerario 7: Honshu meridionale (senza Tokyo)

Chi conta di visitare il Giappone una seconda volta può dedicare il primo viaggio alla parte meridionale di Honshu e muovere solo tra Kanazawa e Okayama oppure tra Kyoto e Hiroshima. Gli spostamenti in queste aree sono coperti da due biglietti JRP regionali particolarmente vantaggiosi.

Il viaggio può avere inizio e fine a Osaka e seguire la seguente traccia:

  • Osaka, Nara, Nagoya, Ise: 5 giorni, con uso di un biglietto Kintetsu KRP di 5 giorni;

  • Kyoto: 4 giorni;

  • Himeji, Okayama, Takamatsu oppure Onomichi, Hiroshima: 5 giorni, con uso di un biglietto JRP Area Kansai-Hiroshima.

 

Viaggio in Giappone: visita al Grande Santuario di Ise
Visita al Grande Santuario di Ise (Ise-Jingu), un'esperienza senza eguali. Attraversare uno dei grandi torii all'ingresso porta in una dimensione completamente diversa, nel Totalmente Altro. Mancano le parole per descrivere suggestioni, emozioni, sensazioni, cambiamenti nella psiche che la visita a questi luoghi può generare

 

Rinunciando a Hiroshima si può aggiungere Kanazawa e seguire la seguente traccia:

  • Osaka, Nara, Nagoya, Ise: 4 giorni, con uso di un biglietto KRP di 5 giorni;

  • Kyoto: 3 giorni;

  • Tra Okayama e Kanazawa (con tappe a Kurashiki, Himeji, Amanohashidate, Kinosaki-onsen): 7 giorni, con uso di un biglietto JRP Area Kansai-Hokuriku.

I biglietti JRP regionali Area Kansai-Hiroshima e Area-Kansai Hokuriku possono essere acquistati in rete e convertiti in titoli di viaggio in Giappone senza necessità di spedizione postale di buoni o altre prove di acquisto.

 

Cosa vedere tra Osaka e Hiroshima: tappa a Kurashiki
Kurashiki, una buona tappa tra Okayama e Hiroshima

 

Viaggio a Himeji (Giappone): Koko-En
Himeji, Giardino Koko-En

 

Biglietti turistici

Biglietti JRP nel Kansai e nei dintorni

  • ⇒ Area Kansai (di durata di 1, 2, 3 o 4 giorni; per viaggi tra Osaka, Kyoto, Nara, Himeji, Iga-Ueno, Kobe e l'Aeroporto del Kansai)

  • ⇒ Area Kansai - Hiroshima (di durata di 5 giorni; per viaggi tra Osaka, Kyoto, Nara, Hiroshima, Kinosaki-Onsen e l'Aeroporto del Kansai)

  • ⇒ Area Kansai - Hokuriku (di durata di 7 giorni; per viaggi tra Osaka, Kyoto, Nara, Okayama, Kanazawa, Kinosaki-Onsen e l'Aeroporto del Kansai)

  • ⇒ Arco di Hokuriku (biglietto con validità di 7 giorni per viaggi tra Tokyo, Kanazawa, Kyoto, Osaka, Nara; inclusi i trasferimenti dall'Aeroporto di Narita e dall'Aeroporto di Haneda a Tokyo nonché il trasferimento dall'Aeroporto del Kansai a Osaka)

 

proposte da 客路 | Klook 

 

Viaggio in Giappone: visita a Nara; siti storici e religiosi dell'antica Heijo
Nara, siti storici e religiosi dell'antica Heijo

 

Musei da visitare in Giappone: il Museo della Ferrovia di Kyoto
Museo Ferroviario di Kyoto, uno dei migliori musei del paese dedicati al mondo della ferrovia; farà la felicità dei più piccoli e dei più grandi

 

Viaggio in Giappone di 2 settimane

Itinerari consigliati

Destinazioni

(numero di giorni di permanenza)

Tokyo (3)

Kanazawa (2)

Kyoto (3)

Nara (1)

Koyasan (1)

Osaka (2)

Hiroshima (1)

Miyajima (1)

Tokyo (5)

Kanazawa (2)

Kyoto (7)

Tokyo (6)

Kyoto (6)

Nara (2)

Costi

(fascia media, a persona)

2.400 - 2.750 euro

2.100 - 2.300 euro

ingresso e uscita via Osaka

2.200 - 2.400 euro

Durata degli spostamenti

(escluse le escursioni, incluso l'eventuale ritorno nell'aeroporto di entrata nel paese)

20 - 38 ore

16 - 32 ore

13 - 22 ore

 

Costi di un viaggio in Giappone di 2 settimane

Di seguito diamo stime di massima per il costo di un viaggio in Giappone di 2 settimane che segua il primo itinerario qui illustrato (dei tre è il programma che comporta la spesa maggiore).

Durante la primavera e l'autunno i costi di soggiorno a Tokyo e Kyoto sono più alti del solito e quindi gli itinerari 2 e 3 finiscono col comportare costi che si avvicinano a quelli del primo itinerario.

Dettagli su come si arriva a queste stime e maggiori informazioni utili a fare i conti da sé a seconda delle proprie esigenze e del proprio stile di viaggio sono contenute negli articoli dedicati, di seguito elencati.

 

Spostamenti

  • Voli internazionali (tra Italia e Giappone): 500-700 euro (voli diretti o con uno scalo)

  • Trasferimenti interni: tra 210 euro (viaggio in autobus) e 460 euro (viaggio in treno AV)

 

Costi giornalieri (a persona):

  • Alloggio: 15-25 euro in ostello; almeno 50 euro a persona in albergo;

  • Vitto: 20-30 euro per tre pasti frugali;

  • Visite di carattere culturale e ricreativo: 10-20 euro (4-7 visite al giorno);

  • Spostamenti urbani: 5-10 euro (uso dei mezzi pubblici; taxi solo su brevissime distanze);

  • Varie: 5-10 euro (minimo essenziale).

Totale al giorno: 60-120 euro | Totale per 14 giorni: 840-1.680 euro.

 

Costo totale

  • Viaggiatore parsimonioso (alloggio in ostelli, pasti frugali, spostamenti in autobus): 1.550 euro;

  • Viaggiatore oculato (alloggio in alberghi economici, pasti semplici, spostamenti in treno veloce): 2.750 euro.

 

Dove alloggiare 

Non è necessario pernottare in tutte le località toccate dagli itinerari da noi descritti. Gli spostamenti in treno sono facili e rapidi ed è quindi possibile visitare numerose località, anche relativamente lontane, con escursioni in giornata da Tokyo e Kyoto (oppure Osaka).

Al contempo, è bene considerare che il soggiorno in alcune località è un'esperienza culturale che aggiunge valore al viaggio. E' questo il caso ad esempio di soggiorni a Nara, Miyajima o presso il Monte Koya (Koyasan).

 

Massimo risparmio

A chi viaggia con stringenti vincoli di spesa consigliamo di alloggiare solo a Tokyo, Kanazawa e Kyoto.

Qualora fosse difficile trovare alloggi economici a Kyoto, circostanza frequente se non si prenota con largo anticipo, conviene alloggiare nella vicina Osaka.

Questa soluzione di ripiego richiede una attenta organizzazione.

 

Soggiornare presso locande tradizionali giapponesi

Il soggiorno presso un ryokan è una delle esperienze più interessanti di un viaggio in Giappone. Le città dove consigliamo di scegliere questa soluzione di alloggio sono Kyoto e Kanazawa. Quest'ultima offre soluzioni più economiche.

 

Alloggi consigliati in Giappone: una locanda tradizionale giapponese (ryokan)
Locanda tradizionale giapponese (ryokan)

 

Selezione di alberghi consigliati

Di seguito proponiamo una selezione di alloggi consigliati nelle principali destinazioni del Giappone. Nella scelta degli alberghi abbiamo considerato quali priorità:

  • un ottimo rapporto qualità-prezzo;

  • un'ubicazione conveniente per l'accesso e la visita alla località;

  • l'aderenza alla cultura del luogo e il valore dell'esperienza.

 

Dove alloggiare a Kyoto
affittacamere, per il rapporto qualità-prezzo Gionkoh
albergo di fascia media, vicino alla stazione Sakura Terrace The Gallery
locanda tradizionale giapponese, in centro Toshiharu Ryokan
nella città vecchia, ostello e minshuku Gion Ryokan Q-beh

 

Dove alloggiare a Tokyo
per il rapporto qualità-prezzo Niwa Tokyo
albergo di fascia media, a Shinjuku Tokyu Stay Shinjuku
per la bellezza del contesto Cyashitsu Asakusa Ryokan
a Sumida, ostello e albergo economico Kaika Tokyo

 

Dove alloggiare a Osaka
albergo di fascia alta, per il rapporto qualità-prezzo Nyu Otani Osaka
in centro, locanda tradizionale giapponese (ryokan) Kaneyoshi Ryokan
albergo di fascia media, a Namba Hiyori

 

Dove alloggiare a Nara
vicino ai luoghi da visitare, affittacamere in stile locale Oku
in mezzo al parco, ostello e affittacamere Deer Park Inn

 

Dove alloggiare a Kanazawa
locanda tradizionale giapponese, per il rapporto qualità-prezzo Sumiyoshiya
vicino alla stazione, ostello Pongyi
affittacamere economico Minshuku Ginmatsu

 

Dove alloggiare a Hiroshima
per il rapporto qualità-prezzo APA Hotel Hiroshima-Ekimae Ohashi
per la centralità Granvia Hiroshima
ostello Roku Hiroshima

  

Itinerari in Giappone stagionali 

 

In generale un itinerario in Giappone dovrebbe essere scelto anche tenendo conto della stagione in cui si compie il viaggio.

Se si viaggia in inverno è consigliato includere una breve escursione in una località di montagna (termale o sciistica), ad esempio presso le Alpi Giapponesi; se si visita il Giappone in primavera è affascinante assistere allo spettacolo della fioritura dei ciliegi (hanami); se si viaggia in estate si può includere nell'itinerario una delle Isole Ryukyu; e infine l'autunno, la stagione del caleidoscopio dei colori della vegetazione decidua.

Idealmente, per seguire le splendide metamorfosi della Natura il viaggio muove da sud a nord in primavera e da nord a sud in autunno.

Se si è al primo viaggio in Giappone vi consigliamo di seguire uno degli itinerari già presentati, sostituendo una o due località al massimo secondo i criteri appena indicati.

 

Itinerari stagionali
Stagione Tappe (durata delle visite)

Primavera

(fine marzo - metà aprile)

Tokyo (2) - Nikko o Kamakura (1) - Hiroshima e Miyajima (2) - Kyoto (4) - Nara (1) - Yoshinoyama (1) - Kanazawa (1) - Fujigoko (1) - Tokyo (1)

Estate

Tokyo (2) - Nikko (2) - Takayama (1) - Kanazawa (2) - Kyoto (4) - Nara (1) - Hiroshima e Miyajima (2)

Autunno

(tra metà novembre e inizio dicembre)

Tokyo (3) - Nikko (1) - Kanazawa (2) - Kyoto (5) - Nara (1) - Hiroshima e Miyajima (2)

Inverno

Tokyo (3) - Nikko (1) - Takayama, Shirakawa-go (2) - Kanazawa (1) - Kyoto (3) - Koyasan (1) - Nara (1) - Hiroshima e Miyajima (2)

 

Viaggio in autunno

Di seguito indichiamo un itinerario pensato per la stagione dell'autunno, quella che secondo noi offre gli scenari più affascinanti, sia dal punto di vista della bellezza della Natura sia dal punto di vista dell'esperienza culturale (koyo).

 

Temperatura minima e massima giornaliera, umidità relativa, soleggiamento e precipitazioni a Nikko, Tokyo, Takayama, Kanazawa, Kyoto e Hiroshima in autunno (ottobre, novembre, dicembre): medie
Ideale viaggiare tra Tokyo e Hiroshima nel mese di novembre

 

Koyo: itinerario 
Giorno Tappe
 1 - 3   Tokyo  |  escursione a Nikko
 4 - 5  Kanazawa e visita al Monastero Eihei-Ji
 6 - 7  Hiroshima e Miyajima 
 8 - 10  Koyasan e Nara
 11-15  Kyoto 

 

Viaggio in Giappone fuori dei sentieri battuti: Yamashina (Kyoto) in autunno
Kyoto; in autunno è particolarmente piacevole uscire dai sentieri battuti

 

Colori dell'autunno (koyo) a Tokyo, Kanazawa, Kyoto, Nara, Osaka, Hiroshima: andamento medio
Occorrenza del koyo a Tokyo, Kanazawa, Kyoto, Nara, Osaka e Hiroshima; foglie rosse dell'acero; foglie gialle del gingko. Andamento medio (secondo le valutazioni della Agenzia Meteorologica Giapponese tra il 1953 e il 2022). Compiendo un viaggio in Giappone di due settimane nella seconda metà di novembre si hanno buone possibilità di vedere lo spettacolo dei colori dell'autunno nel suo massimo fulgore

 

Viaggio in inverno

Un viaggio in inverno comporta costi inferiori rispetto alle altre stagioni e dà modo di evitare le folle e visitare molti luoghi in totale pace e tranquillità.

In un viaggio tra Nikko e Hiroshima con tappe attraverso le Alpi Giapponesi tra fine dicembre e marzo si hanno buone possibilità di vedere la neve.

 

Temperatura minima e massima giornaliera, umidità relativa, soleggiamento e precipitazioni a Nikko, Tokyo, Takayama, Kanazawa, Kyoto e Hiroshima in inverno (gennaio, febbraio, marzo): medie
Nei primi mesi dell'anno frequenti le nevicate a Takayama e Kanazawa; costi di alloggio molto contenuti

 

Viaggio in Giappone in inverno: itinerario attraverso le Alpi Giapponesi; Shirakawa-go
Alpi Giapponesi, villaggio tradizionale di Shirakawa-go, tra Takayama e Kanazawa

 

Viaggio in primavera

Chi vuole vivere l'incanto delle fioriture dei ciliegi deve scegliere con cura le mete e il periodo del viaggio.

Aprile è il mese migliore per un viaggio in primavera; in particolare, periodi ideali sono la prima metà di aprile per le maggiori località a sud di Tokyo (Kyoto, Nara, Osaka, Nagoya, Hiroshima) e la seconda metà del mese per il Tohoku (a nord di Tokyo, Aizu Wakamatsu, Fukushima, Hirosaki).

Se si è al primo viaggio in Giappone non vale la pena alterare troppo gli itinerari già illustrati, anche perché Kyoto e Tokyo sono assolute protagoniste dello hanami (la rituale contemplazione delle fioriture dei ciliegi).

 

Temperatura minima e massima giornaliera, umidità relativa, soleggiamento e precipitazioni a Nikko, Tokyo, Takayama, Kanazawa, Kyoto e Hiroshima in primavera (aprile, maggio, giugno): medie
Aprile è il mese migliore per un viaggio tra Tokyo e Hiroshima in primavera

 

Fioritura dei ciliegi in Giappone: fiori di varietà comuni di ciliegio
Alcune varietà di ciliegio comuni in Giappone; dall'angolo in alto a destra in senso orario:  ukon, amayadori, oshima-zakura, ichiyo, yoko-zakura, choshu-hi-zakura

 

Fioritura dei ciliegi in Giappone

Dati di riferimento (medie)

Fonte:  気象庁 | Agenzia Meteorologica Giapponese

Località Primo fiore (Kaika) Piena fioritura (Mankai)
Tokyo  24 marzo 31 marzo
Kanazawa  3 aprile 8 aprile
Nagoya  24 marzo  2 aprile
Kyoto  26 marzo  4 aprile
Osaka  27 marzo  4 aprile
Hiroshima  25 marzo  3 aprile
 I dati fanno riferimento alla varietà di ciliegi prevalente (somei yoshino). Dati al 2022.

 

Fioriture dei ciliegi a Kyoto, Kanazawa e Tokyo tra il 2001 e il 2019
Occorrenza della piena fioritura a Kyoto, Kanazawa e Tokyo tra il 2001 e il 2019. La fioritura avviene prima a Tokyo e in questa città ricorre in maniera meno regolare (con una forbice superiore a 3 settimane). Seguono Kyoto (dove la forbice è di circa 2 settimane) e infine Kanazawa (dove il fenomeno si sviluppa più rapidamente). Fonte: Agenzia Meteorologica Giapponese

 

Viaggio a Tokyo durante la fioritura dei ciliegi: visita al Koishikawa Koraku-En
Tokyo, Koishikawa Koraku-En; un magnifico ciliegio shidarezakura in fiore alla fine di marzo

 

Viaggio tra Tokyo e Hiroshima in primavera

Alle mete toccate dall'itinerario classico in primavera vale la pena aggiungere almeno Yoshinoyama. Da valutare anche escursioni nei dintorni del Monte Fuji (nella regione dei Cinque Laghi, Fujigoko).

 

Yoshinoyama

Il Monte Yoshino presenta condizioni ideali per vedere le fioriture dei ciliegi:

  • 1) estensione in altitudine dei boschi; il che implica che lo spettacolo delle fioriture abbia durata maggiore del solito (cominciando alle basse quote e terminando a quelle più alte);

  • 2) facile accesso in treno; è visitabile con un'escursione in giornata da Kyoto o, assai meglio, da Nara e da Osaka;

  • 3) bellezza del paesaggio, decantato nei secoli, è dimora di decine di migliaia di ciliegi, di diversa tipologia (e quindi con colori, forme e tempi di fioritura differenti);

  • 4) importanza culturale e religiosa; ospita antichi templi e santuari e si trova lungo storiche vie di pellegrinaggio attraverso la Penisola di Kii.

 

Viaggio nel Giappone centrale durante la fioritura dei ciliegi: visita al Monte Yoshino
Monte Yoshino, il paesaggio lirico del giardino del tempio Chikurin-In, nel periodo migliore dello hanafubuki; il minimo cambiamento del tempo sortisce effetti sorprendenti

 

Se si visita Yoshinoyama nel periodo tra il 7 e il 15 aprile si hanno alte probabilità di assistere in un solo luogo e in un solo giorno a tutte le fasi della fioritura:

  • 1) Kaika, l'apertura delle gemme, a Kami Senbon e Oku Senbon;

  • 2) Mankai, la piena fioritura, a Naka Senbon;

  • 3) Hanafubuki, lo sfiorire delle chiome in nevicate di petali, a Shimo Senbon.

 

Hanami: itinerario 

Giorno

Tappe

   Tokyo (Asakusa, Ueno, Chidorigafuchi, Santuario di Yasukuni, parco Shinjuku-Gyoen)
 2  Escursione a Nikko o Kamakura oppure visita ai giardini Rikugi-En, Koishikawa Koraku-En; visita serale a Shibuya o Meguro
 3  Trasferimento verso Hiroshima con tappa a Himeji (visita al castello)  |  Hiroshima (Parco del Memoriale della Pace, Castello)
 4  Hiroshima (giardino Shukkei-En)  |  Miyajima (borgo storico, Pagoda Tahoto, Tempio Daisho-In)  |  trasferimento in serata verso Kyoto (oppure Osaka se si pernotta in quest'ultima città)
 5  Kyoto (Kiyomizu-dera, Parco di Maruyama, Sentiero del Filosofo, Ginkaku-Ji, ritorno in serata al Parco di Maruyama)
 6  Kyoto (Arashiyama, Kinkaku-Ji, Ryoan-Ji, Ninna-Ji oppure Parco del Palazzo Imperiale di Kyoto)
 7  Escursione a Nara (Parco di Nara, Santuario di Himuro)  |  Kyoto (Fushimi Inari Taisha) 
 8  Escursione a Yoshinoyama (Kami Senbon, Naka Senbon, Shimo Senbon)  |  Kyoto (visita serale a un luogo dello hanami)
 9  Osaka (castello, parco Kema Sakuranomiya Koen, Hozenji Yokocho, Dotombori)
 10  Kyoto (Daigo-Ji, Kodai-Ji, Chion-In, Gion)
 11  Kyoto (una villa imperiale), escursione a Uji  |  trasferimento a Kanazawa
 12  Kanazawa (Kenroku-En, castello, Higashi Chaya, Kazuemachi, Nagamachi)  |  trasferimento a Tokyo
 13  Escursione nella Regione dei Cinque Laghi (Lago Kawaguchiko, Pagoda Chureito, Oshino Hakkai)
 14  Tokyo (visita ai quartieri di Yanaka, Akihabara, Bunkyo; eventuale ritorno al parco Shinjuku Gyoen, per vedere le fioriture tardive)

 

Itinerario in Giappone durante la fioritura dei ciliegi: viaggio di 15 giorni; successione delle tappe consigliata
Programma consigliato per un itinerario in Giappone di 15 giorni in base all'andamento medio delle fioriture negli ultimi anni. Per le località elencate sono indicate le date medie dell'inizio (kaika) e compimento della fioritura (mankai) della comune varietà di ciliegio somei-yoshino. I dati sono ricavati dalle serie statistiche pubblicate dall'Agenzia Meteorologica Giapponese nell'anno 2022

 

Con questa successione delle tappe si hanno buone possibilità di cogliere il periodo migliore della fioritura almeno a Kyoto oppure Tokyo, anche in caso di sviluppo alquanto precoce o tardivo del fenomeno.

Considerazioni più precise possono essere fatte analizzando gli andamenti del fenomeno in anni dove si sono verificate fioriture particolarmente precoci e tardive. 

I più fortunati assisteranno a nevicate che imbiancano gli alberi in fiore (ciò è accaduto a Tokyo nel 2020).

 

Viaggio in Giappone: visita a Kobe e dintorni, Akashi Kaikyo Ohashi
Akashi-Kaikyo Ohashi, grande ponte sospeso presso Kobe

 

Viaggio in estate

Nelle località già presentate l'estate è abbastanza piovosa, soprattutto a settembre.

 

Temperatura minima e massima giornaliera, umidità relativa, soleggiamento e precipitazioni a Nikko, Tokyo, Takayama, Kanazawa, Kyoto e Hiroshima in estate (luglio, agosto, settembre): medie
Agosto è un buon mese per un viaggio in Giappone

 

Secondo viaggio in Giappone e successivi

Nel caso si siano già viste in un precedente viaggio le mete imperdibili del Giappone, segnatamente Kyoto, Tokyo, Nara, Kanazawa e Hiroshima, con 2 settimane a disposizione è possibile scegliere un itinerario che si concentri in una o due regioni del paese.

Tra gli itinerari di due settimane possibili consigliamo i seguenti:

  • Itinerario nel Kansai e Chugoku (città di Kyoto, Nara, Osaka, Kishiwada, Kobe, Monte Koya, Yoshinoyama, Iga Ueno, Okayama)

  • Itinerario nel Chubu (Kanazawa, Takayama, Nagoya, regioni montane e Penisola di Noto)

  • Itinerario nell'isola di Hokkaido (Sapporo, Hakodate e dintorni, località sciistiche e parchi nazionali)

  • Itinerario nell'isola di Kyushu (Penisola di Kunisaki, Monte Aso, Kumamoto, Fukuoka, Nagasaki, Isole Goto, Kagoshima e Yakushima)

  • Itinerario nelle Isole Ryukyu (Okinawa, Ishigaki e isole minori)

  • Itinerario nel Tohoku (Sendai, Hiraizumi, Matsushima, Yamadera, Costiera del Sanriku, Dewa Sanzan, Fukushima)

 

Viaggio nel Giappone meridionale: tappa a Okayama
Koraku-En (Okayama), un'antologia dell'arte del giardino giapponese

Indice

 

 

Visita guidata di Asakusa
Escursione a Kyoto