Quando si visita Tokyo per la prima volta si rimane spesso disorientati di fronte all'estensione e alla complessità delle reti dei mezzi pubblici. La barriera linguistica si fa sentire sempre meno ma se si vogliono evitare perdite di tempo diventa essenziale ovviare all'acquisto del biglietto singolo per ogni corsa.

Le opzioni per semplificare le cose non mancano. Le carte magnetiche prepagate e i biglietti turistici sono i mezzi migliori per risparmiare tempo e denaro.

 

A Tokyo il visitatore si trova a utilizzare linee della ferrovia urbana e linee della metropolitana. Per quanto riguarda la ferrovia, la rete della società JR è più che sufficiente per compiere i più comuni itinerari turistici mentre l'uso delle linee delle società private è meno comune.

Diversa la situazione per quanto riguarda la metropolitana. Due sono i gestori, la società Tokyo Metoro e la Toei. Utilizzare una sola di queste reti è possibile ma non sempre agevole.

 

Acquisto dei biglietti e loro utilizzo

Stazione di Ueno: macchinette per l'acquisto dei biglietti del treno
Stazione di Ueno

Ogni stazione della rete ferroviaria e della metropolitana dispone di efficienti macchine automatiche dispensatrici di biglietti (indicazioni in lingua giapponese e inglese).

Per ottenere il biglietto si seleziona la stazione di arrivo o la tariffa corrispondente (indicata sulle mappe delle linee), si versa il denaro contante (monete e banconote) e si ritira il biglietto e il resto.

Si accede alle banchine dei treni presentando ai tornelli il biglietto che va conservato fino all'uscita della stazione di destinazione. Se per errore o per scelta si prosegue la corsa oltre la stazione di arrivo prescelta, i tornelli all'uscita negano il passaggio ed è necessario recarsi presso i vicini uffici della stazione, consegnare il biglietto e versare il conguaglio richiesto.

Non esistono biglietti singoli che consentano corse su due gestite da società diverse. In tal caso è necessario acquistare due biglietti separati per ciascuna linea. L'inconveniente può essere evitato utilizzando per il pagamento una carta magnetica (Suica o PASMO).

 

Costo della singola corsa

La corsa singola ha un costo minimo di 170 yen. Per spostamenti non troppo lunghi, quelli più comuni negli itinerari di visita a Tokyo, raramente ci si trova a spendere più di 240 yen.

Il costo massimo della singola corsa è di 310 yen.

 

Carte magnetiche prepagate

L'utilizzo delle carte precaricate è molto comodo poiché evita la necessità di comprare più biglietti per itinerari su linee gestite da compagnie diverse e risparmia il disagio di dover ogni volta controllare la tariffa da pagare su tabelloni enormi, spesso con indicazioni scritte solo in giapponese.

Le carte Suica e PASMO sono sostanzialmente equivalenti e possono essere utilizzate per pagare le corse su quasi tutte le linee metropolitane, ferroviarie e di autobus. Sono esclusi solo gli espressi limitati e gli shinkansen.

L'uso della carta PASMO implica piccolissimi sconti sulla corsa singola (165 invece che 170 yen; 195 invece che 200 yen; 237 invece che 240 yen; sconti di 2 yen su corse fino a 310 yen).

Da un po’ di tempo è possibile utilizzare queste carte anche in città diverse. La Suica, ad esempio, può essere utilizzata anche a Kyoto, Osaka, Hiroshima e altre città.

 

Biglietti

Trasferimenti tra gli aeroporti e il centro di Tokyo

Treno Sukairaina (tra l'Aeroporto di Narita e Ueno; possibili sconti)  |  abbinamento con plurigiornalieri della metropolitana

Autobus (dall'Aeroporto di Narita e dall'Aeroporto di Haneda)

 

Metropolitana 

Biglietti turistici (per corse illimitate sulla rete integrata Tokyo Metoro e Toei; validità di 24, 48 e 72 ore)

 

Carte dei trasporti ricaricabili

Carta Suica (per pagamenti rapidi e semplici sui mezzi pubblici)

 

proposte da 客路 | Klook (Hong Kong, Cina)

 

Approfondimenti:

Biglietti turistici per i mezzi pubblici di Tokyo (guida alla scelta; consigli su come risparmiare)