Itinerari serali a Kyoto: visita al Kodai-Ji in autunno; illuminazione notturna di un boschetto di aceri
Kyoto, un boschetto di aceri illuminato di notte

 

Visitare Kyoto di sera è certamente una delle esperienze più piacevoli del soggiorno nella città nonché una delle ragioni per cui vale la pena alloggiare in quartieri storici come Gion e Kamigyo.

Di sera ci si muove con lentezza, si è guidati dallo spirito del viaggio, si vedono luoghi che spesso passano inosservati di giorno, si sente rivivere la città storica.

E' difficile esprimere compiutamente cosa significhi visitare Kyoto di sera. Qui ci possiamo solo limitare a suggerimenti che speriamo destino la vostra curiosità. 

 

Dove andare di sera a Kyoto: Higashiyama
Higashiyama (Kyoto), la parte della città dove è più bello passeggiare di sera

 

Quando cala il sole Kyoto trasmuta. In molti luoghi la quiete e il buio riportano alla mente ciò che si è letto sui migliori libri dedicati all'antica capitale del Giappone. Sono le immagini del Giappone tradizionale, fatto di tenui figure, forme evanescenti, riti e misteri.

Dopo aver visitato la città più volte, ci si rende conto che ci sono luoghi che andrebbero visitati solo di sera, o per lo meno prima di sera e solo dopo di giorno.

Lasciamo a voi il piacere di scoprire alla vostra maniera cosa significhi vedere Kyoto di sera.

 

Cosa fare, cosa vedere a Kyoto di sera

Qui possiamo solo indicarvi i luoghi che riteniamo mete irrinunciabili per un itinerario serale a Kyoto. L'area interessata è abbastanza piccola e tutti questi luoghi possono essere facilmente raggiunti muovendosi a piedi (con l'eccezione dei dintorni della Stazione di Kyoto, un po' lontani dal centro).

 

Approfondimenti:

 

Quartiere storico di Gion

Gion (祇園; pronuncia approssimativa con i suoni della lingua italiana: "ghi-on") è il luogo della città che più di altri merita di essere visitato di sera. Solo al calar del sole le strette vie e le semplici e modeste architetture tradizionali sembrano conciliarsi con l'immagine dell'antica capitale, fatta di edifici bassi su cui troneggiavano solo i palazzi istituzionali e, ancora di più, le pagode.

Gion di sera torna a essere ciò che era in passato, il luogo dove arti secolari venivano onorate secondo modi e usanze immutati nel tempo.

Solo di sera, con non poca fortuna, è possibile scorgere le Geiko (芸子, げいこ; anche: geisha, げいしゃ; “figlie dell'arte”), le note cultrici delle arti tradizionali dell'intrattenimento cortese. Alla luce fioca di poche lanterne, queste apparizioni hanno un che di magico ed etereo.

I ryotei (ristoranti tradizionali) e le ochaya (case da tè) sono di fatto inaccessibili al visitatore occasionale.

 

Parco di Maruyama

A breve distanza da Gion, accedendo attraverso il Santuario di Yasaka, si incontra il Parco di Maruyama. Illuminato di notte in occasione delle fioriture dei ciliegi, il parco è luogo ideale per piacevoli passeggiate serali, nella quiete di Higashiyama.

Suggestivi gli scorci su alcune delle più belle architetture religiose dell'area, come il Kodai-Ji, tempio buddhista a Higashiyama con bei giardini di vario genere.

 

Pontocho

Cosa fare di sera a Kyoto: passeggiata a Pontocho
Kyoto, Ponto-cho di sera

 

Lo stretto vicolo di Pontocho è meta obbligata per un itinerario serale a Kyoto. La via è illuminata soprattutto dalle lanterne e dalle vetrine dei numerosi ristoranti. Ve ne sono di ogni genere, per tutte le tasche.

Molti ristoranti offrono occasioni per cene romantiche mentre le izakaya sono ideali per serate goliardiche alla maniera giapponese.

 

Nakagyo (Kawaramachi)

Il quartiere di Kawaramachi, in pieno centro, è per molti la fonte di delusione principale in un viaggio a Kyoto. Chi si aspetta immagini delicate e pittoresche del passato dell'antica capitale, si trova di fronte al chiasso di insegne rumorose e architetture prive di valore che si ripete uguale ovunque in tutte le città giapponesi.

Una passeggiata in centro è comunque consigliabile, non fosse altro che per l'occasione che offre di toccare con mano i contrasti del Giappone contemporaneo.

La vita notturna della città è concentrata a Nakagyo, attorno al quartiere di Kawaramachi. 

 

Templi e santuari durante la primavera e l'autunno

In concomitanza con la fioritura dei ciliegi e le spettacolari metamorfosi della vegetazione decidua in autunno molti templi e santuari aprono le porte ai visitatori anche di sera.

Sofisticati sistemi di illuminazione notturna creano suggestivi scenari con sapienti giochi di luce che esaltano le forme delle architetture e gli straordinari colori delle piante.

Imperdibili le visite al Kiyomizu-dera e al Kodai-Ji. Particolare anche l'illuminazione dello Shoren-In, dove nel giardino brilla una miriade di lucine blu.

 

Visitare Kyoto di sera: il Fushimi Inari Taisha
Fushimi Inari Taisha, uno dei numerosi luoghi di Kyoto che andrebbero visti almeno due volte, all'alba e al tramonto

 

Stazione di Kyoto

La Stazione di Kyoto (京都駅, Kyoto-Eki) è il crocevia fondamentale della città, una finestra sulla realtà della città contemporanea. Osservare il via vai, continuo, incessante, incredibilmente silenzioso, è di per sé ragione sufficiente per passarvi e trascorrervi un po' di tempo.

L'architettura moderna della stazione, algida, disadorna, risulta meno sgraziata nell'oscurità, quando assume invece il fascino di un'ambientazione da manga.

Nei dintorni si trovano ristoranti e osterie di ogni genere; alcuni di questi sono autentici bugigattoli che possono accettare solo 3 o 4 avventori. Inoltrarsi nei vicoli è qui un vero piacere. 

I quartieri limitrofi, apparentemente anonimi a prima vista, conservano tracce del passato e sono ricchi di vita.

Dal tetto della stazione è possibile godere di vedute sul centro della città. 

All'interno della stazione e nelle immediate vicinanze sono alcuni dei migliori centri commerciali della città. 

 

Itinerario serale a Kyoto: Yasaka-Jinja
Yasaka-Jinja, lanterne

 

Itinerario serale consigliato (3 - 4 ore)

Un programma serale a Kyoto abbastanza vario e interessante può essere il seguente:

  • Kawaramachi (centro) – Mercato di Nishiki – Pontocho – Gion – Yasaka-Jinja – Parco di Maruyama.

Tutti i luoghi fin qui menzionati sono vicini ai quartieri dove solitamente si prende alloggio a Kyoto. Gion è però certamente la prima scelta per coloro che amano esplorare le città di sera.

Il programma è compatibile anche con un'escursione in giornata da Osaka. A Kawaramachi è la Stazione di Kyoto-Kawaramachi (京都河原町駅), raggiungibile da Osaka in meno di un'ora con i treni delle Ferrovie Hankyu.

 

Kyoto di sera: illuminazione notturna del giardino secco del Kodai-Ji
Kyoto; illuminazione notturna del giardino secco del Kodai-Ji

 

Selezione di alberghi consigliati

Di seguito proponiamo una selezione di alberghi consigliati per il soggiorno a Kyoto. Nella scelta degli alloggi abbiamo considerato quali priorità:

  • 1) un ottimo rapporto qualità - prezzo;

  • 2) una ubicazione conveniente per l'accesso e la visita alla località;

  • 3) l'aderenza alla cultura del luogo e la propensione da parte dei gestori a trattare con l'ospite straniero. 

 

Alberghi a Kyoto consigliati

Affittacamere, per il rapporto qualità-prezzo:

Booking.com

Nella città vecchia, ostello e minshuku:

In centro, locanda tradizionale giapponese:

Albergo di fascia media, vicino alla stazione:

 

Approfondimenti:

 

Visita guidata di Asakusa
Escursione a Kyoto