Fioritura dei ciliegi a Tokyo; dove andare: Meguro-gawa
Tokyo, Meguro-gawa; scenario della fioritura dei ciliegi someiyoshino nella città ordinaria. Lo si può raggiungere in breve tempo da Shibuya

 

Tokyo è una delle migliori mete in Giappone dove vedere i ciliegi in fiore. La città custodisce un gran numero di parchi e giardini storici in cui le fioriture creano scenari di straordinaria bellezza. A ciò si aggiunga la presenza di varietà di piante più rare, di particolare valore ornamentale.

Ci sono luoghi a Tokyo come il parco Shinjuku-Gyoen che raramente vengono visitati in itinerari turistici ordinari ma che sarebbe impensabile ignorare durante la fioritura dei ciliegi.

In questa pagina diamo suggerimenti per organizzare diversi itinerari di visita a Tokyo della durata di tre giorni nel periodo della fioritura dei ciliegi.

 

Indice:

 

Da sapere

Tre giorni sono un lasso di tempo esiguo per la visita a una città come Tokyo. Nella scelta di un programma di visita adatto a un viaggio durante la fioritura dei ciliegi, consigliamo di non discostarsi troppo dagli itinerari classici. Sarebbe infatti un peccato trascurare le mete imperdibili per dedicarsi unicamente alla caccia delle fioriture.

Cominciamo con percorsi adatti a chi si accinge a visitare Tokyo per la prima volta. Questi itinerari comprendono le mete di interesse storico, culturale e ricreativo più importanti della città. In questi itinerari sono compresi i luoghi della contemplazione delle fioriture di ciliegio più belli e meglio accessibili.

Nella seconda parte dell'articolo diamo suggerimenti per itinerari per lo hanami, per i quali la contemplazione dei ciliegi non è un semplice complemento bensì il tema principale del viaggio.

 

Scelta dell'escursione: Nikko oppure Kamakura

Nikko e Kamakura sono le località nei dintorni di Tokyo più frequentemente visitate quando si visita la città per la prima volta.

Entrambe ospitano alcuni dei templi e santuari di maggiore rilevanza storica e artistica della nazione giapponese. Non avrebbe senso scegliere quale delle due località visitare in base alla presenza dei ciliegi.

 

Itinerario di 3 giorni consigliato

Di seguito descriviamo un itinerario con escursione a Nikko. Nel caso si scegliesse di visitare Kamakura in luogo di Nikko l'organizzazione dell'itinerario non cambierebbe di molto.

 

1° giorno: Tokyo nord

Distretti di Taito e Sumida (Parco di Sumida, Tempio Senso-Ji, Parco di Ueno, Museo Nazionale di Tokyo, quartiere di Yanaka, Akihabara)

Il primo giorno vede la visita a due dei parchi più popolari per lo hanami a Tokyo, quello di Sumida, sulle rive del fiume omonimo, e il Parco di Ueno. Entrambi sono molto popolari tra gli abitanti della città.

Il Parco di Ueno può essere gremito ed è il luogo perfetto dove toccare con mano quanto sia importante tra i giapponesi il celebrare l'arrivo della primavera. Sotto i ciliegi ci si riunisce, si beve, si mangia, si gioca fino a tarda ora.

Il Parco di Sumida è un luogo più tranquillo. Qui oltre ai comuni ciliegi somei yoshino si trovano varietà più rare, tra cui un buon numero di ciliegi “piangenti” e piante con fiori con molti petali (yaebeni-zakura).

L'itinerario proposto tocca i siti di interesse storico-culturale centrali della Shitamachi, la città vecchia, ossia il Senso-Ji, antico tempio buddhista ad Asakusa, e il Museo Nazionale di Tokyo, straordinaria introduzione alla cultura e all'arte tradizionale giapponese.

 

Viaggio a Tokyo durante la fioritura dei ciliegi: 1°giorno a Sumida
Sumida (Tokyo), Parco di Sumida; qui sono presenti ciliegi di molte varietà. Facile raggiungere a piedi il parco da Asakusa. Piacevoli i giri in battello

 

2° giorno: Nikko; visita serale a Tokyo

Templi e santuari dell'Area Sannai a Nikko; ritorno a Tokyo, visita serale al Giardino Rikugi-En e al Parco di Ueno

Il secondo giorno è dedicato all'escursione a Nikko. Il tempo è poco ed è quindi necessario limitarsi all'Area Sannai, dove si trovano i più importanti templi e santuari della località. Si tratta di opere di straordinaria bellezza e valore artistico, magnificamente in armonia con un ambiente che invoca serenità e introspezione.

Tornati nel tardo pomeriggio a Tokyo si possono visitare uno o due luoghi dello hanami illuminati di sera. Tra di essi consigliamo il giardino Rikugi-En, magnifica opera d'arte che comprende decine di scene legate a temi della poesia classica, e il Parco di Ueno, piacevole da rivedere di sera. Chi volesse optare per un altro luogo, può andare a Meguro (alquanto lontano tuttavia) oppure Chidorigafuchi, vicino al Palazzo Imperiale di Tokyo.

 

Tre giorni a Tokyo durante la fioritura dei ciliegi: 2°giorno a Bunkyo
Giardino Rikugi-En, il ciliegio qui è spesso in veste solitaria protagonista di numerose scene

 

3° giorno: Tokyo centro e ovest

Distretti di Chiyoda, Meguro, Shibuya e Shinjuku (Santuario di Yasukuni, lungofiume di Meguro, distretto commerciale di Shibuya, Santuario Meiji, parco Shinjuku-Gyoen, serata a Shinjuku)

Il terzo giorno è dedicato a quella parte di Tokyo che più evoca l'immagine della città avveniristica. Shibuya e Shinjuku sono i quartieri delle nuove generazioni, luoghi di contrasti, ovunque sorprendenti. Usciti dai percorsi turistici usuali si scoprono ancora angoli di una città tipicamente giapponese, con vicoli ed edifici minuscoli e modesti.

La mattina si può cominciare con la visita al Santuario di Yasukuni, luogo di culto di grande importanza in Giappone. Al suo interno è l'albero di ciliegio rappresentativo, quello la cui fioritura segna l'inizio ufficiale della stagione dello hanami a Tokyo.

Terminata la visita al santuario, dopo un'eventuale breve camminata a Chidorigafuchi, si muove alla volta di Meguro. Il piccolo fiume è avvolto dalle fronde di moltissimi ciliegi. Lo scenario è spettacolare e attira moltissime persone, soprattutto nel finesettimana.

A metà della giornata si compie un percorso classico tra Shibuya e Shinjuku. L'itinerario può includere Aoyama, Omotesando e il Santuario Meiji.

Nel tardo pomeriggio ci si reca al parco Shinjuku-Gyoen. Se per voi scoprire le varietà di ciliegio è un aspetto fondamentale, vi raccomandiamo di dedicare a questo parco non meno di 3 ore. L'area è molto vasta ma lo spettacolo ripaga delle fatiche.

La sera può essere passata a Shinjuku, il quartiere della vita notturna per antonomasia a Tokyo.

 

Tre giorni a Tokyo per lo hanami: Shinjuku, il parco Shinjuku Gyoen
Tokyo, Shinjuku Gyoen, ciliegi in fiore; sulla sinistra il Padiglione taiwanese

 

Mete consigliate a chi è al secondo viaggio a Tokyo

Chi è già stato a Tokyo avrà con tutta probabilità già visitato luoghi come il Museo Nazionale di Tokyo, Shibuya e Asakusa. C'è quindi la possibilità di aggiungere negli itinerari un buon numero di mete fuori dei sentieri turistici. Tra quelle più interessanti durante la fioritura dei ciliegi consigliamo le seguenti:

  • Parco di Sotobori, a Chiyoda, visitabile come tappa di un percorso a piedi tra Kanda o Iidabashi, lo Yasukuni-Jinja, Chidorigafuchi e il giardino Koishikawa Koraku-En. Chi ama camminare può proseguire fino a Shinjuku passando da Yotsuya;

  • Parco di Asukayama, una delle mete tradizionali dello hanami, il sakura-meisho preferito dalle famiglie. Questo luogo può essere tappa di un itinerario lungo la Linea Toden-Arakawa (Linea Sakura), tranvia che attraversa la parte centro-settentrionale di Tokyo. Possibile un itinerario di un un intero giorno all'insegna dei ciliegi lungo questa linea (scelta consigliabile a chi ha almeno 4-5 giorni da trascorrere a Tokyo);

  • Parco Showa-Kinen, fuori città, un grande spazio verde dove è possibile ammirare i ciliegi nonché molte altre piante dalle belle fioriture;

  • Museo Nezu e Cimitero di Aoyama: mete ideali di un piacevole percorso a piedi tra Minato e Shibuya.

 

Quando andare: periodi migliori per vedere la fioritura dei ciliegi a Tokyo

A Tokyo la prima fioritura (kaika) avviene solitamente a fine marzo. La piena fioritura (mankai) ha luogo nei primi giorni di aprile.

Per riferimenti più precisi si può considerare l'andamento di kaika e mankai negli ultimi anni.

 

Fioriture dei ciliegi a Tokyo: andamento medio e fioriture tra il 2001 e il 2019
Inizio e piena maturazione delle fioriture dei comuni ciliegi someiyoshino a Tokyo secondo l'andamento medio storico (fonte: Agenzia Meteorologica Giapponese). Nel grafico gli scostamenti dall'andamento medio negli anni tra il 2001 e il 2019. Si osserva una tendenza alle fioriture precoci negli ultimi anni. Ampia la variabilità con una forbice di 3 settimane. Consigliabile quindi pianificare la visita a Tokyo sia all'inizio sia alla fine del viaggio

 

Organizzazione del viaggio complessivo in Giappone

Per l'organizzazione dell'itinerario complessivo in Giappone durante la fioritura dei ciliegi è importante considerare che solitamente a Tokyo e Hiroshima i ciliegi fioriscono prima che a Kyoto, Nara e Osaka.

Chi vuole massimizzare la probabilità di cogliere il fenomeno all'apice della sua bellezza può seguire il seguente ordine (si fa riferimento a un itinerario di 10 giorni):

  • Tokyo (2);

  • Hiroshima (2);

  • Osaka (1);

  • Kyoto (3);

  • Nara (1);

  • Tokyo (1).

 

Tappeto di petali di ciliegi a Tokyo
Tokyo, la nevicata di petali di un ciliegio

 

Articoli correlati:

 

Le statistiche e le previsioni sui periodi di fioritura fanno di regola riferimento ai ciliegi somei yoshino, la varietà di gran lunga più comune nel paese.

Dettagli:  

 

Luoghi con ciliegi dalla fioritura prematura

Alberi che fioriscono prima dei comuni somei yoshino, con piena fioritura a fine marzo, si trovano nei giardini Koishikawa Koraku-En e Rikugi-En e nel parco Shinjuku-Gyoen.

Di interesse a chi viaggia a Tokyo a febbraio le fioriture dei kawazu-zakura, le quali si sviluppano in un periodo lungo (nell’arco di circa un mese).

 

Ciliegi Kawazu-zakura a Tokyo

I ciliegi della varietà kawazu-zakura sono presenti nei seguenti luoghi di Tokyo:

  • Happo-En: delizioso giardino in zona Shirokanedai (Minato). Qui è anche una piccola collezione di bonsai;

  • Parco di Yoyogi: grande area verde a Shibuya;

  • Ponte Tobubashi: a Sumida, presso la Torre Sukai-Tsurii;

  • Shinjuku-Gyoen: il grande parco pubblico con oltre 1.000 ciliegi. Tra le tante varietà ivi presenti non mancano i kawazu-zakura, che qui fioriscono solitamente a partire da metà febbraio;

  • Toyokawa Inari Betsuin: santuario scintoista ad Akasaka (centro di Tokyo); raggiungibile in pochi minuti di cammino dalla Stazione di Akasaka-Mitsuke (un importante nodo della metropolitana di Tokyo);

  • Parco di Inokashira: nella periferia occidentale di Tokyo, grande parco con tante bellezze naturali. Raggiungibile dalla Stazione di Kichijoji;

  • Lungofiume del Kyunaka-gawa: a Edogawa, a breve distanza dalla Stazione di Hirai.

 

Fuori Tokyo

La destinazione regina per la contemplazione delle fioriture dei kawazu-zakura è naturalmente la città di Kawazu, presso il fiume Kawazu-gawa. Celebre il suo matsuri. Qui è anche l’albero progenitore.

 

Luoghi con ciliegi dalla fioritura tardiva

Alberi che fioriscono dopo i comuni somei-yoshino, con piena fioritura nella seconda metà di aprile, si trovano nel parco Shinjuku-Gyoen. 

 

Dolci in vendita nel periodo della fioritura dei ciliegi a Tokyo
Dolci in vendita a Tokyo nel periodo della fioritura dei ciliegi

 

Dove pernottare a Tokyo durante la fioritura dei ciliegi

Con questo programma di visita conviene alloggiare ad Asakusa. Come seconda scelta consigliamo Chiyoda, Ueno o Sumida. 

Se non si trovano soluzioni di alloggio a prezzi contenuti (il che accade spesso se non si prenota con largo anticipo), vale la pena cercare in distretti periferici ma ben connessi alla rete ferroviaria urbana e suburbana come Kita e Koto. 

 

Articoli di dettaglio:

  • Dove alloggiare a Tokyo (informazioni, descrizione delle principali aree della città, ubicazioni migliori in centro e in periferia; ostelli e alberghi di diversa categoria consigliati)

 

Visita guidata di Asakusa
Escursione a Kyoto