Assieme all'autunno, la primavera è certamente il periodo migliore per visitare Kyoto. I ciliegi in fiore, presente in grande quantità e in molte varietà dai periodi di fioritura diversi, avvolgono con le loro delicate tinte luoghi di per sé già magnifici.

Lo spettacolo è così bello che da tempi antichi lo hanami (letteralmente: contemplazione dei fiori) a Kyoto è un autentico rito cui partecipano moltissimi giapponesi.

Visitare Kyoto durante la fioritura dei ciliegi richiede preparazione adeguata e uno sforzo organizzativo che verrà certamente ricompensato dalla bellezza straordinaria dell'esperienza.

 

 

Fioritura dei ciliegi a Kyoto: il Sentiero del Filosofo
Kyoto, Sentiero del Filosofo

 

Kyoto; raffigurazione della fioritura dei ciliegi in un artistico fusuma del tempio Enko-Ji
Kyoto, le stagioni in un artistico fusuma nel tempio Enko-Ji

 

Indice

 

Hanami a Kyoto
Kyoto

 

I ciliegi a Kyoto: protagonisti dell'immagine della città storica

Kyoto è il riferimento essenziale della cultura e dell'arte del Giappone antico. I magnifici templi e santuari e i quartieri storici della città sono tesori che offrono fulgidi modelli della sensibilità artistica ed estetica della nazione giapponese.

Nella bellezza di questi luoghi elemento centrale è il rapporto di armonia tra l'architettura e il paesaggio.

Non solo nell'ideazione di giardini e parchi bensì anche nella progettazione di edifici e interi abitati, si è avuto cura di stabilire un dialogo tra le funzioni simboliche, le forme e i colori delle architetture e degli elementi del paesaggio naturale.

Alla scala spesso ridotta (ma non sempre) dei singoli templi e santuari, le piante hanno svolto un ruolo di primo piano.

In alcuni luoghi, come il tempio Ninna-Ji, singoli alberi svolgono ruolo di elemento protagonista, attorno al quale si compone l'intera opera di un giardino.

Quando si visita Kyoto, soprattutto in primavera o in autunno, si ha modo di osservare spesso come all'interno di un tempio o un santuario ogni singola pianta sia nel posto in cui si è voluto che fosse per contribuire alla percezione complessiva che l'osservatore ha del luogo.

Il fiore di ciliegio (sakura), con la sua bellezza candida e fugace, è metafora della vita e della condizione umana. E' quindi evidente il senso dell'associazione simbolica con il Buddhismo, che fa della constatazione di questa realtà il punto di partenza della via verso la conoscenza e l'illuminazione.

 

Evidentemente, il tema merita un approfondimento adeguato che sfugge alle nostre possibilità e va oltre gli scopi di questa pagina.

Ci basta avervi invitato a considerare la fioritura dei ciliegi da una prospettiva meno superficiale della semplice ricerca di scorci pittoreschi.

Qui ci limitiamo a dare indicazioni e consigli utili ad apprezzare al meglio la fioritura dei ciliegi a Kyoto se si visita la città per poco tempo.

Indice

 

Quando fioriscono i ciliegi a Kyoto

La fioritura dei ciliegi della varietà prevalente (i somei yoshino) avviene solitamente tra fine marzo e i primi giorni di aprile. Esistono tuttavia varietà di ciliegi con fioriture precoci e tardive rispetto a quella dei somei yoshino.

Solitamente dall'esordio alla completamento della fioritura degli alberi passano 5-8 giorni. Se le temperature sono più alte del solito il passaggio tra i due stadi avviene più velocemente e può completarsi anche in soli 3-4 giorni.

Viceversa, se le temperature sono insolitamente rigide, il culmine delle fioriture può farsi attendere (anche fino a 10 giorno l'apertura della prima gemma).

 

Hanami a Kyoto 

Fioritura dei ciliegi - Serie storiche  

Fonte:  気象庁 | Agenzia Meteorologica Giapponese

Anno

Esordio (kaika)

Piena fioritura (mankai)

 2018  22 marzo  28 marzo
 2017  31 marzo   7 aprile
 2016  23 marzo   2 aprile
 2015  27 marzo   1 aprile
 2014  27 marzo   2 aprile
 2013  22 marzo   30 marzo
 2012  3 aprile   9 aprile
 2011  28 marzo   7 aprile

 

Periodo migliore per visitare Kyoto durante la primavera

Visitare Kyoto tra il 28 marzo e il 7 aprile dà ottime possibilità di poter assistere allo spettacolo della fioritura dei ciliegi.

La scelta del periodo in cui visitare la città tuttavia dipende anche dalle preferenze personali. Alcune persone preferiscono vedere gli alberi prima o durante il culmine della fioritura mentre altri preferiscono assistere alla sfiorire delle chiome, aspetto melanconico ma colmo di fascino.

 

Dove andare a Kyoto durante la fioritura dei ciliegi: il lungofiume del Kamo
Fiume Kamo, nei dintorni dei Giardini Botanici di Kyoto

 

Luoghi dello hanami a Kyoto

Alberi di ciliegio ornano templi, santuari, giardini, parchi, strade e canali un po' ovunque ma se volete un'esperienza emozionante occorre recarsi in determinati luoghi.

Questi luoghi sono anzitutto i seguenti:

  • Sentiero del Filosofo

  • Parco di Maruyama

  • Tempio Kiyomizudera

  • Arashiyama

  • Castello di Nijo

  • Parco del Palazzo Imperiale di Kyoto

  • Santuario di Heian

  • Giardini Botanici di Kyoto

  • Lungofiume del Kamo e la via Kiyamachi-dori 

  • Giardino Haradani-En 

  • Tempio Daigo-Ji

  • Santuario di Hirano

 

L'ordine riflette quelle che secondo noi dovrebbero essere le priorità di chi visita la città per la prima volta per pochi giorni (in base a bellezza e importanza del luogo, vicinanza al centro e altri luoghi di interesse e accessibilità).

 

Questi luoghi sono descritti nell'articolo principale:

Luoghi da visitare, cosa vedere a Kyoto

Indice

 

Itinerari di visita consigliati

Seguono tracce dettagliate per itinerari di 1 e 2 giorni.

 

Hanami a Kyoto: itinerario di 2 giorni

Se si visita Kyoto per 4-5 giorni vale la pena dedicarne due quasi alla visita dei luoghi dello hanami della città. Molti di questi luoghi sono peraltro mete di prima importanza anche per visite in altre stagioni.

 

1° giorno

Per il primo giorno consigliamo un programma molto intenso. La ragione di ciò è che fare così lascia maggiore libertà nei giorni seguenti, e quindi anche la possibilità di ritornare sui propri passi. Quella del vedere due volte lo stesso posto è una delle esperienze che non dovrebbero mai mancare in un viaggio in Giappone, soprattutto a Kyoto.

Durante la fioritura dei ciliegi, peraltro, è bello vedere certi luoghi sia di giorno sia di sera, quando sofisticate illuminazioni creano scenari sorprendenti (anche se a volte con effetti troppo artefatti).

 

Fioritura dei ciliegi a Kyoto: Giardini Botanici
Giardini Botanici di Kyoto

 

L'itinerario del primo giorno procede dalle prime ore del mattino secondo la seguente traccia:

  • 7:00 – 9:00: passeggiata lungo il Sentiero del Filosofo; la camminata parte dall'estremità meridionale, vicino al tempio Eikan-Do. Questo può essere raggiunto a piedi in circa 15 minuti dalla fermata Keage della linea della metropolitana Tozai;

  • 9:00 – 9:45: Visita al Ginkaku-Ji: tempio storico di grande importanza situato all'estremità del Sentiero del Filosofo;

  • 9:45 – 10:15: viaggio in autobus (linee 102 o 203) fino alla fermata di Karasuma-Imadegawa (presso la linea della metropolitana Karasuma);

  • 10:15 – 11:15: visita al parco del Palazzo Imperiale di Kyoto;

  • 11:15 – 11:30: viaggio in metropolitana fino alla stazione di Kitayama;

  • 11:30 – 12:30: visita ai Giardini Botanici di Kyoto; da vedere anche il vicino lungofiume;

  • 12:30 – 13:30: pranzo e trasferimento in metropolitana fino a Sanjo;

  • 13:30 – 14:30: passeggiata verso sud lungo Kiyamachi-dori fino a raggiungere Shijo-dori; passato il ponte (muovendo verso est), si incontra la via Kawabata e si è raggiunto così Gion;

  • 14:30 – 15:00: passeggiata a Gion; dalla via Kawabata si prende la via Shirakawa; un breve giro nei dintorni non tralasci la via Shinbashi, il piccolo tempio Tatsumi Daimyojin e il ponticello Gion Tatsumi. Si muove infine verso sud fino a riprendere il viale Shijo-dori; a est si scorge il grande portale vermiglio del Santuario di Yasaka;

  • 15:00 – 16:00: visita al Santuario di Yasaka e al Parco di Maruyama, popolarissimo luogo dello hanami a Kyoto. Il posto è sempre affollatissimo durante la fioritura dei ciliegi ma con un po' di pazienza si riesce ad avvicinarsi al maestoso Gion Shidarezakura, grande e antico “ciliegio piangente”, icona di Kyoto;

  • 16:00 – 18:00: visita a due templi nei dintorni del parco. Consigliamo di scegliere il Chion-In e lo Shoren-In oppure ritorno a Gion per assistere alla danza Miyako Odori;

  • 18:00 – 18:30: cena nei dintorni di Gion;

  • 18:30 – 21:00: visita serale al Parco di Maruyama e a uno dei templi dove vengono allestite illuminazioni speciali durante la primavera; consigliamo di scegliere tra il Kodai-Ji e lo Shoren-In.

 

Cosa vedere a Kyoto durante la fioritura dei ciliegi: il Canale Okazaki
Canale Okazaki, tappa ideale di un itinerario a Higashiyama durante la fioritura dei ciliegi; tra il pendio Keage e il Santuario di Heian

 

Variante

Dopo avere visitato i Giardini Botanici di Kyoto è possibile raggiungere il Santuario di Heian. Questa scelta è particolarmente consigliata durante la fase conclusiva della fioritura dei ciliegi, poiché presso i giardini di questo santuario si trovano varietà di ciliegi che hanno fioriture tardive.

Con questa scelta l'itinerario di cui sopra viene modificato come segue:

  • 12:30 – 13:30: pranzo e trasferimento in metropolitana fino alla fermata di Keage;

  • 13:30 – 14:30: passeggiata lungo la ferrovia dismessa presso l'area di Keage e lungo il canale Okazaki; con lo stesso nome è chiamata l'area dove si concentrano numerosi musei vicini al Santuario di Heian

  • 14:30 – 15:30: visita al Santuario di Heian e ai giardini;

  • 15:30 – 16:00: percorso verso il Parco di Maruyama;

  • 16:00 – 18:00: visita al tempio Shoren-In e al Chion-In;

  • come nel programma di cui sopra

 

Questo itinerario è chiaramente molto intenso e adatto a persone molto dinamiche.

Chi deve o vuole prendersela un po' più comoda può stralciare una o due mete e inserire una pausa con ritorno in albergo durante il pomeriggio. In questo caso la visita a Gion e al Parco di Maruyama avvengono solo di sera.

 

2° giorno

Per il secondo giorno consigliamo un programma più tranquillo, con visita a un numero inferiore di luoghi. Si tratta di luoghi che andrebbero comunque visitati sempre, anche quando i ciliegi non sono in fiore.

L'itinerario del secondo giorno ha inizio presso la Stazione di Kyoto e prevede il seguente programma di visita:

  • 8:30 – 9:00: Viaggio in treno fino alla stazione di Nijo;

  • 9:00 – 10:30: Visita al Castello di Nijo e ai giardini del complesso;

  • 10:30 – 11:00: viaggio in treno fino ad Arashiyama;

  • 11:00 – 15:00: visita ad Arashiyama; un itinerario non troppo affrettato muove tra il ponte Togetsukyo, il tempio Tenryu-Ji e i dintorni di questo (tra cui il boschetto di bambù), il tempio Daikaku-Ji;

  • 15:00 – 15:30: Viaggio in treno fino a Kamigyo;

  • 15:30 – 17:00: Visita al Santuario di Hirano; magnifico santuario nella cui area si trovano numerosi ciliegi

 

Itinerario di 1 giorno

In un solo giorno consigliamo di tenere come riferimento la seguente traccia:

  • Sentiero del Filosofo

  • Parco del Palazzo Imperiale di Kyoto

  • Arashiyama

  • Parco di Maruyama e Kodai-Ji

Indice

 

Consigli pratici per organizzare la visita a Kyoto durante la fioritura dei ciliegi

L'affluenza di visitatori e turisti nei primi giorni di aprile è tale che alberghi e ostelli registrano spesso il tutto esaurito e il traffico rende impraticabili intere aree della città.

Gli autobus sono affollati, si fanno code un po' ovunque e persino ricercare un posto dove pranzare richiede un approccio diverso del solito.

 

Come rimanere aggiornati sullo stato delle fioriture

Presso le stazioni e gli uffici del turismo si trovano bollettini che riportano lo stato di avanzamento delle fioriture. Particolarmente utili le mappe pubblicate dalla società ferroviaria Keihan.

 

Scelta dei luoghi da visitare

Durante la fioritura dei ciliegi un po' ovunque si devono fare i conti con code e congestioni nel traffico ma il problema a Kyoto è tale da dover richiedere un approccio al viaggio diverso dal solito.

Anzitutto, con realismo si deve riconoscere che è impossibile evitare le folle e del resto un clima di festa e condivisione è parte dell'atmosfera di quest'esperienza.

Detto ciò, esistono comunque delle zone che consigliamo di visitare solo di mattino presto o a tarda serata, quando l'affluenza dei visitatori è inferiore. Questi luoghi sono:

  • il Sentiero del Filosofo, da vedere di mattino presto;

  • il Kiyomizu-dera, da vedere di sera.

 

Cosa fare se si arriva troppo presto o troppo tardi

Alberi con fioriture precoci rispetto ai somei yoshino si trovano nel Parco del Palazzo Imperiale di Kyoto e nei Giardini Botanici.

Chi arriva tardi invece visiterà con piacere il giardino Haradani-En e il Santuario di Heian (Heian-Jingu).

 

Cosa vedere a Kyoto durante la fioritura dei ciliegi: il giardino Haradani-En
Giardino Haradani-En

 

Come muoversi

A Kyoto il visitatore si muove spesso solitamente in autobus. Le linee di autobus permettono infatti di raggiungere moltissimi dei principali luoghi di interesse storico, culturale e turistico della città. Le spese sono contenute (anche grazie al vantaggioso biglietto giornaliero).

Il discorso cambia radicalmente durante la fioritura dei ciliegi, quando la metropolitana e le linee ferroviarie private (Hankyu e Keihan) offrono spesso soluzioni di viaggio migliori per gli itinerari di visita.

Alcune mete dello hanami sono infatti vicine alle fermate della metropolitana e usare questo mezzo di trasporto aiuta a evitare il traffico che spesso affligge gli spostamenti in autobus. Questi sono peraltro spesso pieni fino all'inverosimile, il che rende i viaggi scomodi.

 

Come pranzare

Il problema può sembrare banale ma se volete sfruttare al massimo il poco tempo a disposizione, potreste trovare seccante passare un'ora a cercare un ristorante dove non ci sia da fare la coda.

La soluzione che consigliamo, drastica ma efficace, è fare un veloce pranzo al sacco. Quale migliore occasione per trovare un bel ciliegio sotto cui fare uno spuntino, del resto.

 

Dove alloggiare

Considerate le difficoltà di un viaggio a Kyoto durante la fioritura dei ciliegi, è consigliabile propendere per scelte pratiche.

Alloggiare vicino alla Stazione di Kyoto permette di potersi muovere ovunque facilmente e velocemente.

Soggiornare nei pressi di Gion significa essere a due passi da alcune delle mete più popolari dello hanami a Kyoto. Molto comodo il soggiorno dall'altra parte del fiume Kamo, a Nakagyo, vicino a Kiyamachi-dori.

L'ultima scelta richiede prenotazioni con larghissimo anticipo (anche superiore ai 6 mesi).

 

Approfondimenti:

Dove alloggiare a Kyoto (descrizione delle migliori ubicazioni, ostelli e alberghi consigliati)

Indice

 

Articoli correlati

Viaggiare in Giappone durante la fioritura dei ciliegi

Tokyo durante la fioritura dei ciliegi: itinerario di 3 giorni

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive