Viaggio nel centro e nel nord del Vietnam: Provincia di Ha Giang
Vietnam settentrionale; nessuna foto potrà mai dare un'idea di quello che si può provare in mezzo a questi scenari naturali. Si richiamano alla mente le opere di pittura a inchiostro e acqua dei grandi maestri della Cina della Dinastia Song

 

Nel centro e nel nord del Vietnam i paesaggi montani sono straordinari tanto per varietà quanto per bellezza e fascino dell'esotico.

In questi luoghi l'atmosfera, di isolamento, la lontananza dal mondo moderno, la possibilità di scoprire stili e modi di vita radicati in antiche tradizioni, saranno richiami cui sarà difficile resistere.

In questa pagina diamo suggerimenti per un itinerario di due settimane che ha per tema la montagna.

Abbiamo scelto di proporre un itinerario di compromesso, pensato per chi visita il paese per la prima volta e non vuole rinunciare a visitare località di primario interesse turistico.

Essendo il tempo a disposizione limitatissimo (si potrebbero passare due settimane anche in una sola delle province del nord), le rinunce sono inevitabili e prendiamo in esame quella che esclude il sud.

 

Montagne e risaie in Vietnam: Provincia di Lao Cai
Viaggiare nel Vietnam centro-settentrionale è una scoperta continua di luoghi fuori del tempo ordinario

 

Un itinerario in Vietnam avente per tema la montagna può riguardare moltissime aree del paese. Quasi tutti conoscono le bellezze del settentrione ma anche nel centro del paese si trovano scenari montani magnifici e poco conosciuti.

Il viaggiatore che ama muoversi in moto potrebbe persino voler dedicare due settimane alla sola esplorazione della Catena Annamitica, tra Da Lat e Phong Nha Ke Bang.

Noi qui diamo suggerimenti per un itinerario più adatto a chi vuole incontrare la bellezza della montagna senza rinunciare del tutto alla visita delle località di interesse culturale e artistico.

 

Organizzazione dell'itinerario

Anzitutto occorre comprendere che nella scelta di un itinerario attraverso le regioni montane occorre adottare precauzioni particolari.

Le frane sono sempre possibili (soprattutto nella stagione piovosa) e queste possono rendere impossibile proseguire o tornare sui propri passi anche per qualche giorno.

Se si ha poco tempo a disposizione, come nel caso di un viaggio di due sole settimane, è essenziale essere prudenti. La più ovvia è quella di muovere da nord a sud, visitando quindi prima le regioni montane più impervie e dedicando la seconda parte del viaggio alle località costiere del centro.

 

Itinerario nel Vietnam del nord: Provincia di Lao Cai
Un viaggio nel Vietnam del nord è puro piacere per il viaggiatore esperto motociclista. Le strade sono tuttavia molto pericolose

 

Traccia dell'itinerario consigliato

Diamo di seguito una traccia sintetica dell'itinerario da noi consigliato per un viaggio di due sole settimane.

Descrizioni dettagliate dei luoghi menzionati e tracce dettagliate dei programmi di visita sono date negli articoli specifici, di seguito elencati.

 

Giorno 1: Hanoi; prima visita

Un soggiorno a Hanoi di due giorni consente di visitare molti dei principali siti di interesse storico e artistico della città.

Il primo giorno sarà tipicamente dedicato all'area del Lago di Hoan Kiem e al Quartiere Vecchio.

Viaggio notturno in autobus verso Ha Giang.

 

Viaggio nel centro e nel nord del Vietnam: Hanoi
Hanoi, Lago di Hoan Kiem; scenario di uno dei miti fondanti della nazione vietnamita moderna

 

Giorno 2: Ha Giang e dintorni

Giunti a Ha Giang la prima preoccupazione sarà quella di noleggiare una moto. Esistono società di provata professionalità e la scelta migliore per semplificare le cose è affidarsi alla struttura ricettiva presso cui si passerà la notte prima del grande viaggio.

Nel pomeriggio si possono esplorare i dintorni di Ha Giang. A breve distanza dalla cittadina esistono piacevoli villaggi rurali. Presso alcune fattorie è possibile cimentarsi con la dura vita del contadino locale ma per limiti di tempo difficilmente riuscirete a fare quest'esperienza in questa giornata.

 

Cosa vedere a Ha Giang: i villaggi nei dintorni
Un villaggio presso Ha Giang

 

Vietnam del nord: una risaia
Il riso, l'oro della regione

 

Giorni 3, 4 e 5: Circuito di Ha Giang

Il Circuito di Ha Giang è ormai divenuto un classico di un viaggio in Vietnam. Si tratta di uno straordinario percorso attraverso la provincia più a nord del paese, un'area montuosa che fino a pochi anni fa era praticamente isolata.

Il paesaggio è dominato da imponenti montagne che nelle forme e nella natura della vegetazione che le ammanta richiamano alla mente immagini di un mondo allo stato primordiale.

Stupefacenti le vedute su distese di pinnacoli di origine carsica ricoperti da una fitta foresta; inquietanti le conche circondate da brulle torri in roccia, spesso dall'aspetto delle pietre taihu.

Su due lati incombe l'enorme Cina. Dallo Yunnan fluisce il Fiume Nho Que, protagonista del magnifico scenario del Passo di Ma Pi Leng. Entra in Vietnam e prende un nome di cui pochi riescono oggi a decifrare l'etimologia. Con una traduzione incerta è “l'alloro degli eruditi”.

Il fiume, che dal colore promette fecondità, nelle contee cinesi che attraversa cambia continuamente nome, chiara indicazione di quanto rari e difficili fossero stati gli scambi in quest'area remota fino a poco tempo fa.

Il percorso base per un itinerario di 3-4 giorni nell'area segue la seguente traccia:

  • Ha Giang

  • Quan Ba

  • Yen Minh

  • Lung Cu

  • Dong Van

  • Passo di Ma Pi Leng

  • Meo Vac

E con qualche giorno in più, per rilassarsi e non fare nulla:

  • Soggiorno a Du Gia

 

Cosa vedere nel nord del Vietnam: risaie a Ha Giang
Risaie nei dintorni di Ha Giang

 

Circuito di Ha Giang: Quan Ba
Quan Ba, il Seno della Fata; chi ha coniato il nome doveva avere in mente i versi della poetessa Ho Xuan Huong

 

Nord del Vietnam: Song Lo
Il Circuito di Ha Giang è un viaggio sensoriale; continuo il cambiamento di colori, profumi, luce, temperatura, umidità. I confini qui sono tangibili

 

Villaggi nel Nord del Vietnam: Lung Cam
Villaggio culturale di Lung Cam

 

Viaggio nel nord del Vietnam: tra Yen Minh e Dong Van
Tra Yen Minh e Dong Van il paesaggio assume i caratteri del primordiale

 

Viaggio nel nord del Vietnam: Circuito di Ha Giang
Dopo Dong Van si aprono vedute da letteratura fantastica e romanzo di fantascienza. A pochi chilometri incombe la Terra di Mezzo, la Cina (Yunnan e GuangXi)

 

Viaggio nel nord del Vietnam: Passo di Ma Pi Leng
Dintorni del Passo di Ma Pi Leng, Fiume Nho Que (瀧儒桂). Immagini dell'Illud Tempus

 

Strade verso il confine cinese nel nord del Vietnam
Ovunque nell'area si diramano strade secondarie che si inoltrano in valli anguste e remote. Fantastico addentrarvisi ma in molti casi si sarà costretti alla rinuncia. Nelle vicinanze della Cina si viene spesso fermati dalla polizia

 

Giorno 6: trasferimento tra Ha Giang e Sa Pa

La mattina del sesto giorno è dedicata al trasferimento in autobus tra Ha Giang e Sa Pa. Questa è la scelta obbligata per chi ha poco tempo ma lo spostamento sarebbe in realtà occasione per un magnifico viaggio in moto attraverso alcune delle aree meno abitate del paese.

Sa Pa è un brutto posto, violato da quel genere di turismo vorace e violento, che pretende di cambiare ogni luogo nello stesso modo. La località è punto di partenza ideale per esplorare l'area.

Soggiornare a Sa Pa è una scelta pratica ma poco piacevole. Un po' meglio scegliere uno dei villaggi della Valle di Muong Hoa. Anche qui la vita e il carattere dei luoghi sono stati più o meno snaturati ma la bellezza del paesaggio rurale stempera la delusione.

 

Cosa fare a Sa Pa: ascesa del Monte Fansipan
Monte Fansipan. Vietata l'ascesa in solitaria

 

Giorni 7 e 8: Sa Pa (4 programmi possibili)

Due giorni possono essere dedicati alla scoperta dei dintorni di Sa Pa. Il tempo è molto poco e vi consigliamo di scegliere tra le seguenti alternative:

  • 1 giorno per esplorare la Valle di Muong Hoa e 1 giorno per visitare i villaggi a nord di Sa Pa;

  • 1 giorno per una delle due zone già menzionate e 1 giorno per un'escursione sul Monte Fansipan. Qui il tempo sarà appena sufficiente appena per compiere a piedi solo l'ascesa. Il ritorno dovrà avvenire in funivia;

  • 1 giorno dedicato a uno dei programmi già indicati e 1 giorno per un giro in moto nel Distretto di Bat Xat. Chi vorrà arrivare fino a Y Ty dovrà, se non altro per sicurezza, optare per un itinerario di 2 giorni con pernottamento a Y Ty;

  • 2 giorni sul Fansipan con pernottamento in loco, esperienza avventurosa e pericolosa durante la stagione delle piogge.

La sera dell'ultimo giorno a Sa Pa si prende un autobus notturno per Hanoi.

 

Itinerario nel Vietnam centro-settentrionale: strade magnifiche tra Sa Pa e Y Ty
Paesaggio lungo una strada tra Sa Pa e Y Ty. E' una delle poche regioni del Vietnam dove può nevicare

 

Giorno 9: Hanoi

Il secondo giorno a Hanoi è tipicamente dedicato al Lago Occidentale, ai siti storici e religiosi attorno a Piazza Ba Dinh nonché al Tempio della Letteratura.

 

Cosa fare nel Vietnam del nord: visita alla Pagoda di Tran Quoc a Hanoi
Hanoi, Pagoda di Tran Quoc, antico tempio buddista presso il Lago Occidentale

 

Giorni 10 e 11: crociera nella Baia di Ha Long

Il tempo tiranno costringe a una crociera di due soli giorni. Con una scelta oculata si può comunque ricavare un'esperienza di piena soddisfazione.

Nella serata dell'ultimo giorno si fa ritorno a Hanoi e si prende un volo per Hue (possibile anche il viaggio in treno notturno).

 

Giorno 12: Hue

Un giorno a Hue può essere trascorso sulle tracce dell'itinerario classico che tocca il Tempio di Thien Mu, la Cittadella Imperiale e due o tre mausolei Nguyen.

 

Cosa fare a Hue: visita al Mausoleo di Minh Mang
Hue, Mausoleo di Minh Mang

 

Giorni 13 e 14: Hoi An e dintorni

Il viaggio tra Hue e Hoi An può prevedere diverse soste. Piacevole il passaggio attraverso il Passo di Hai Van.

Nel pomeriggio la prima visita al centro storico di Hoi An.

Il giorno successivo si può visitare il Santuario di My Son, trascorrere qualche ora al mare lungo le spiagge a nord di Hoi An o semplicemente rilassarsi nel centro della cittadina.

In serata si prende un volo dalla vicina Da Nang per Città di Ho Chi Minh oppure Hanoi e il viaggio ha termine.

 

Cosa fare a Hoi An: visita al centro storico
Hoi An, centro storico; alcune delle sale delle congregazioni sino-vietnamite

 

Quando andare | Periodi ideali

Se ci si chiede quando andare, la risposta in senso lato è una: "quanto prima". In futuro alcuni luoghi potrebbero perdere la loro identità e il loro fascino. Difficilmente secondo noi a Ha Giang potrebbe accadere quello che è successo a Sa Pa, quasi irriconoscibile, dove si fa fatica a trovare un ristorante locale (neppure a Hoi An succede questo).

Se ci si chiede quale sia il periodo migliore, in cui beneficiare di condizioni meteorologiche clementi (temperature gradevoli, scarse precipitazioni, buona visibilità), l'indicazione più ovvia è per la primavera, tra marzo e maggio.

In estate, tra giugno e settembre sono frequenti le piogge. Il fascino dei paesaggi del nord tra le nuvole è senza eguali ma il rischio di frane è superiore al solito. Occorre quindi valutare con cura le possibilità e fare scelte consapevoli.

Chi vuole vedere le risaie nel colore dell'oro, deve viaggiare tra metà settembre e gli inizi di ottobre. Tonalità di verde intenso nella seconda metà dell'estate.

Nel tardo autunno e in inverno può fare molto freddo.

 

Quando andare nel Vietnam centro-settentrionale: fine maggio
Da fine maggio le piogge diventano frequenti. Le strade si fanno ancora più pericolose del solito. Dovrete temere tanto i guidatori locali non abituati all'aumentato traffico turistico nell'area quanto il visitatore che crede di stare in un parco giochi e prende tutto con leggerezza

 

Con più giorni a disposizione

Avendo a disposizione più tempo si potrebbe scegliere tra le seguenti alternative:

  • Uno o due giorni per il soggiorno a Du Gia, piacevole località rurale, dove molti scelgono di trascorrere qualche giorno per rilassarsi e fissare nella memoria le immagini dei paesaggi appena attraversati;

  • Tre o quattro giorni per esplorare la provincia di Cao Bang, altra magnifica regione che integra tutto ciò che si definisce frontiera;

  • Due giorni per il percorso in moto tra Ha Giang e Sa Pa. Tappe immancabili di questo viaggio sarebbero Hoang Su Phi (uno dei più celebrati scenari della coltivazione del riso) e Bac Ha, paese noto per il pittoresco mercato domenicale in cui si riuniscono comunità appartenenti a minoranze etniche locali.

 

Trasferimenti

Confronto delle soluzioni di viaggio  |  Orari  |  Prenotazioni

Hanoi - Sa Pa (in autobus dal centro e dall'aeroporto di Hanoi; in treno fino a Lao Cai)

Sa Pa - Ha Giang (in autobus)

Ha Giang - Hanoi (in autobus)

Hanoi - Hue (in treno, in aereo, in autobus)

Hue - Hoi An (in treno e autobus, in autobus)

Hoi An - Da Nang (in autobus, in navetta)

Da Nang - TP Ho Chi Minh (in treno, in aereo)

 

proposte da Bao Lâu | Bao Lau (Singapore)

 

Dove alloggiare

Informazioni dettagliate utili a scegliere dove alloggiare sono contenute nelle pagine specifiche.

Dove alloggiare:  a Hanoia Sa Pa  |  a Hue  |  a Hoi An

 

Alberghi consigliati a Ha Giang 
 per chi vuole compiere in moto il Circuito di Ha Giang QT: l'ostello-albergo in sé non è nulla di che ma qui si viene essenzialmente per passare una notte, prendere una mappa, studiarla e noleggiare una moto prima di compiere il Circuito di Ha Giang. Ampia la disponibilità di moto di diversa categoria. Molto buone le moto semiautomatiche. Si può scegliere tra caschi veri, degni di questo nome. Il personale si profonde in informazioni e consigli e dimostra conoscenza delle strade dell'area. Piacevole anche il fatto che verifichino che l'ospite abbia reale capacità di stare alla guida. Viene messa a disposizione una mappa che riporta informazioni sullo stato corrente delle strade, sulle distanze e sui punti di maggiore interesse turistico nell'area. Le moto sono in buone condizioni. Disponibile una copertura assicurativa facoltativa. Deposito bagagli gratuito per gli ospiti. Veterani.

 

Varianti

Il viaggio sacrifica molto Hue e Hoi An. Con così poco tempo a disposizione non ci sono alternative, tranne lo stralciare una destinazione.

 

Riserva Naturale di Pu Luong o Mai Chau

Una valida alternativa alla visita a Sa Pa è il soggiorno di due giorni nella Riserva di Pu Luong oppure a Mai Chau.

Qui si troverà la pace e la serenità di un bellissimo paesaggio rurale ancora relativamente fuori del mondo. Il soggiorno presso una locanda a conduzione familiare è un'esperienza di grande fascino e il contesto qui è magnifico.

 

Attività ed escursioni

Escursioni da Hanoi

Visita guidata alla Pagoda dei Profumi (in giornata da Hanoi)

Visita guidata a Hoa Lu (nella provincia di Ninh Binh)

Escursione a Mai Chau (nella provincia di Hoa Binh)

 

Itinerari di più giorni

Crociere nella Baia di Ha Long (itinerari di 1, 2 e 3 giorni)

Breve visita a Sa Pa (programma di 2 giorni; trasferimenti in autobus)

Itinerario a Sa Pa e dintorni (itinerario di 3 giorni; trasferimenti in treno)

Percorso escursionistico sul Monte Fansipan (itinerario di 2 giorni)

 

proposte da 客路 | Klook (Hong Kong, Cina)

 

 

Approfondimenti:

Come organizzare un viaggio in Vietnam (informazioni pratiche e consigli, tracce di itinerari di diversa durata)

Itinerari regionali:  Vietnam centrale  |  Vietnam settentrionale

Crociere nella Baia di Ha Long: guida alla scelta tra gli itinerari di due e tre giorni