Santuario di Heian (Kyoto): sentiero di accesso
Kyoto, Heian-Jingu

 

Lo Heian-Jingu (Santuario di Heian) è un grande santuario scintoista ubicato nella parte meridionale del distretto di Sakyo (Kyoto nord-est).

Al centro di Okazaki, area con una grande concentrazione di musei, il Santuario di Heian è una meta pressoché fissa di itinerari tra Higashiyama e il Ginkaku-Ji.

Il santuario si distingue per le eleganti architetture e i vasti spazi. Essi compongono uno scenario di grande solennità che richiama la grandezza della storia dell’antica capitale. Di notevole bellezza i giardini annessi, noti per le belle fioriture.

 

Heian-Jingu: breve descrizione

Lo Heian-Jingu (平安神宮) è un santuario scintoista edificato alla fine del XIX secolo a celebrazione del 1.100° anniversario dell’elezione a capitale della città di Kyoto.

Il santuario è nello stile e nell’imponenza un omaggio allo splendore della Kyoto dell’Epoca Heian. Grandi spazi, edifici imponenti, portali giganteschi e un bel giardino offrono immagini abbastanza inconsuete nel vasto panorama dell’architettura religiosa di Kyoto.

 

Santuario di Heian (Kyoto): insegna in pietra
Heian-Jingu, sentiero di accesso e insegna

 

Architetture principali del Santuario di Heian

L’architettura, di chiarissima impronta cinese, comprende numerosi edifici di grandi dimensioni e vasti spazi vuoti. Lo stile ricalca quello del Chodo-In, edificio adibito a sede del potere politico della Kyoto di Epoca Heian.

La pianta del complesso rispecchia antiche concezioni compositive e ingenera nel visitatore un senso di solennità. A queste impressioni dà un gran contributo la progettazione del sentiero di accesso, largo e molto lungo e scandito da enormi portali (torii) dalla vistosa colorazione di rosso vermiglione. Il più grande supera i 24 metri di altezza.

Il visitatore accede al santuario passando dalla Porta Otemon, sontuoso portale a due piani. Di fronte, oltre il vasto piazzale, inusualmente grande per un santuario a Kyoto, è l’edificio di culto per i pellegrini di maggiore importanza. Ai lati edifici ausiliari chiudono il vasto spazio dominando le vedute su tutto il giro d’orizzonte.

Il santuario ha grande importanza nella vita religiosa della popolazione, che qui celebra numerosi matsuri.

Le figure di quattro creature della mitologia cinese associate alle direzioni cardinali (tigre bianca, tartaruga nera, drago blu e fenice rossa) ricorrono in molte decorazioni, tra cui quelle delle lanterne in bronzo.

La bicromia arancione (per le membrature degli edifici) e verde (per le coperture) dominerà le memorie dell’osservatore. In primavera il rosa dei ciliegi in fiore fornirà suggello al felice accostamento cromatico.

 

Santuario di Heian (Kyoto): edifici principali
Heian-Jingu, edifici principali

 

Giardino Shin-En

Il bel giardino Shin-En si compone di quattro parti distinte. Comprende uno stagno e un gran numero di piante ornamentali.

Il giardino venne realizzato nel corso di due decadi su progetto di Ogawa Jihei, noto esponente di una famiglia versata da ben sette generazioni in questa sofisticata arte.

Ogawa è da alcuni considerato un pioniere delle nuove tendenze della progettazione dei giardini che combina principi della tradizione giapponese a concetti tipici della tradizione europea. Nello Shin-En spiccano la vastità degli spazi e la curata elaborazione dei rapporti tra acqua e pietra. Il percorso di visita, chiaramente delineato, costituisce una vera e propria narrazione. Punto di osservazione privilegiato è il Taihei-Kaku, terrazza che dà sul vasto stagno.

Molto apprezzate le fioriture (ciliegi delle varietà tardive in primavera, iris in estate).

 

Torii Gigante

Al di là delle ovvie suggestioni che le cose grandi suscitano sempre nelle masse, il Torii Gigante del Santuario di Heian è davvero un’opera degna di nota.

Il portale, la cui altezza supera i 24 metri, sorge a cavallo del sando (sentiero di accesso) del santuario inquadrando in una veduta magnifica la Porta Otemon.

L’enorme manufatto è stato progettato per resistere ai terremoti più forti. Il diametro delle colonne supera i tre metri.

 

Consigli per la visita al Santuario di Heian

Il Santuario di Heian è ingiustamente ignorato da molti turisti che non ritengono valga la pena deviare dal percorso più comune nell’area, che da Higashiyama conduce al Sentiero del Filosofo aggirando l’area di Okazaki.

Chi viaggia con i bambini vorrà certamente visitare il Santuario di Heian che per le grandi dimensioni e le suggestive architetture desta sempre grande eccitazione e curiosità nei più piccoli. Nei dintorni sono anche dei parchi ideali per una pausa pranzo o del semplice svago.

 

Itinerari con visita al Santuario di Heian

Come anticipato, il Santuario di Heian si trova nei pressi della fondamentale direttrice degli itinerari turistici tra il Sentiero del Filosofo e Higashiyama.

Chi visita Kyoto in 3 o 4 giorni può visitarlo nel giorno che si dedica a un percorso tra il Parco di Maruyama e il Ginkaku-Ji.

Chi soggiorna a Kyoto per periodi più lunghi può dedicare un’intera giornata all’area di Okazaki, includendo una buona ora per il Santuariod di Heian.

 

Come raggiungere il Santuario di Heian

Il Santuario di Heian è facilmente raggiungibile a piedi da numerose fermate degli autobus. Non troppo lontane alcune stazioni ferroviarie e una fermata della metropolitana. L’area circostante, pianeggiante e ricca di luoghi di interesse, si presta a piacevoli camminate.

 

In treno

Dalla Stazione di Jingu-Marutamachi (Linea principale Keihan) si raggiunge il Santurio di Heian in un quarto d’ora circa. Chi proviene da Osaka o da Nara può adottare questa soluzione di accesso.

 

In autobus

Con gli autobus della Linea 5 (che fanno la spola tra la Stazione di Kyoto, il Ginkaku-Ji e la parte settentrionale di Kyoto) si raggiunge la fermata di Okazaki-Koen o la fermata Heianjingu-mae. Segue poi un breve cammino di pochi minuti fino al santuario.

L’area è servita da molte altre autolinee.

 

In metropolitana

Dalla Stazione di Higashiyama (Linea Tozai della metropolitana) si raggiunge il Santuario di Heian con una facile camminata di circa 10 minuti.

 

A piedi

Lo Heian-Jingu è al centro di un’area, Okazaki, lambita da itinerari tipici del primo viaggio a Kyoto. Facile raggiungere il santuario con brevi percorsi a piedi dal Parco di Maruyama, dal Nanzen-Ji, dal Sentiero del Filosofo e molti altri luoghi di prim’ordine a Higashiyama e Sakyo.

 

Informazioni per la visita

Heian-Jingu (平安神宮)

Indirizzo: Kyoto, Sakyo-Ku, Okazaki, Nishi-Tennocho,

Orario di apertura: 06:00 - 17:30 (Giardino Shin-En: 08:30-17:00)

Ingresso: gratuito; Giardino Shin-En: 600 yen (sconti per studenti)

Sito: http://www.heianjingu.or.jp

 

 

Visita guidata di Arashiyama e la foresta di bambù
Visita guidata del santuario Fushimi Inari-Taisha