Sette giorni in Giappone durante la fioritura dei ciliegi: visita a Kyoto
Kyoto, Sentiero del Filosofo (Tetsugaku-no-michi); ciliegi di diverse varietà in fiore

 

Se si sceglie di compiere un viaggio in Giappone tra metà marzo e aprile si potrebbe voler assistere alle magnifiche fioriture dei ciliegi.

Se la durata del viaggio è di soli sette giorni, il rischio di cominciare il viaggio troppo presto o troppo tardi e quindi perdere l’occasione di assistere allo sviluppo delle fioriture nel loro culmine è piuttosto alto.  

Consapevoli di ciò e preparati a possibili delusioni, è comunque possibile fare qualcosa per aumentare al massimo la possibilità di assistere almeno in una località al pieno manifestarsi delle ambite candide chiome.

L’itinerario di sette giorni qui presentato ricalca in gran parte la traccia tipica adatta al primo viaggio in Giappone.

 

Come leggere la pagina

Nel dare indicazioni su come preparare un viaggio in Giappone di 7 giorni, qui ci si limita a rispondere a due domande:

  • 1) Quando conviene fare un viaggio in Giappone di sette giorni nel periodo della fioritura dei ciliegi;

  • 2) Come organizzare l’itinerario e in particolare quali tappe prevedere e che ordine seguire.

 

Per informazioni generali sulla fioritura dei ciliegi (cenni sulla cultura dello hanami, breve descrizione delle varietà di piante, caratteristiche dello sviluppo del fenomeno e altro ancora) rimandiamo all’articolo dedicato:

 

Informazioni generali su come organizzare un viaggio in Giappone di una settimana sono nell’articolo principale:

 

A chi ancora non sa bene come si organizza un viaggio in Giappone consigliamo di leggere anche la seguente pagina:

 

 

Sette giorni in Giappone in primavera: periodo migliore

Il periodo migliore per cogliere la fioritura dei ciliegi nella regione tra Tokyo e Kyoto, le due tappe fondamentali del primo viaggio in Giappone, va dalla fine di marzo al 10 aprile. Questa va ovviamente intesa quale indicazione di massima, ricavabile dall’osservazione delle serie statistiche.

Per avere buone possibilità di trovarsi a Tokyo e Kyoto nel periodo del pieno sviluppo delle fioriture dei ciliegi conviene anzitutto riferirsi all’andamento medio del fenomeno.

Per aumentare le possibilità di assistere allo sviluppo delle fioriture è consigliabile inoltre riferirsi ai dati storici relativi a fioriture particolarmente precoci o tardive. Dal confronto dei calendari, in particolare relativamente alle date di inizio (kaika) e pieno sviluppo (mankai) delle fioriture, è possibile ottenere indicazioni su quale sia il periodo migliore in cui compiere il viaggio.

 

 

Hanami in Giappone: itinerario di sette giorni consigliato

Il percorso descritto di seguito ricalca la traccia dell’itinerario classico di sette giorni per il primo viaggio in Giappone. Si è soltanto intervenuto sui programmi di visita nelle singole località toccate dall’itinerario, aggiungendo visite a luoghi dove le fioriture sono particolarmente belle e appariscenti.

 

Viaggio in Giappone di 7 giorni

Itinerario classico per lo hanami

1°giorno

Tokyo (Asakusa, Ueno, Sumida oppure Yanaka)

2°giorno

Escursione a Nikko da Tokyo (visita ai templi e santuari dell’Area Sannai)

3°giorno

Tokyo (Santuario di Yasukuni, Giardino Koishikawa Koraku-En, Shinjuku-Gyoen, Shinjuku); trasferimento in serata a Osaka

4°giorno

Escursione a Nara da Osaka (siti storici e religiosi del Parco di Nara; serata a Osaka)

5°giorno

Osaka e Kyoto (visita al Castello di Osaka; escursione a Kyoto con visita al Fushimi Inari Taisha e al Castello di Nijo)

6°giorno

Kyoto (Kinkaku-Ji, Ginkaku-Ji, Sentiero del Filosofo, Parco di Maruyama, Gion, Ponto-cho)

7°giorno

Kyoto (Arashiyama); trasferimento a Tokyo o a Osaka; volo del ritorno

 

Organizzazione degli spostamenti

Per questo itinerario conviene muoversi in treno ad alta velocità. Costi inferiori per gli spostamenti in corriera.

Da considerare voli multi-tratta (ingresso da Tokyo, uscita da Osaka).

 

 

Itinerario con visita a Hiroshima

Se si vuole visitare Hiroshima consigliamo di aumentare la durata del viaggio di almeno 2 o 3 giorni. Un programma equilibrato ma molto intenso, adatto a un viaggiatore molto dinamico che non teme fatica, è il seguente:

 

Viaggio in Giappone di 9 giorni

Itinerario per lo hanami con visita a Hiroshima

1°giorno

Tokyo (Asakusa, Ueno, Shinjuku)

2°giorno

Nikko (visita ai templi e santuari principali; escursione da Tokyo in treno)

3°giorno

Tokyo (Santuario di Yasukuni, Chidorigafuchi, Giardino Koishikawa Koraku-En); trasferimento in serata a Hiroshima

4°giorno

Hiroshima (Siti legati all’attacco atomico); trasferimento a Miyajima

5°giorno

Miyajima (borgo, templi e santuari); trasferimento in serata a Kyoto

6°giorno

Kyoto (Arashiyama, Pontocho, Gion)

7°giorno

Escursione a Nara da Kyoto (siti storici e religiosi del Parco di Nara)

8°giorno

Kyoto (Kinkaku-Ji, Ginkaku-Ji, Higashiyama); trasferimento in serata a Tokyo

9°giorno

Kyoto (Fushimi Inari Taisha, Castello di Nijo); trasferimento a Tokyo; fine del viaggio

 

Organizzazione degli spostamenti

Per questo itinerario conviene muoversi in treno ad alta velocità. Consigliabile l’acquisto del biglietto JRP Area Kansai-Hiroshima, che copre i costi dei trasferimenti tra Kyoto, Osaka, Hiroshima e Miyajima garantendo un buon risparmio.

 

 

Itinerario con visita a Kanazawa

Se si vuole visitare Kanazawa occorre ridurre la durata del soggiorno a Tokyo o Kyoto oppure stralciare la visita a Nikko.

Risulta vantaggioso muoversi con un biglietto JRP Arco di Hokuriku.

Consigliamo un programma di 8 giorni. Sarebbe possibile anche un itinerario di 7 giorni ma le rinunce dovrebbero essere troppo numerose.

 

Viaggio in Giappone di 8 giorni

Itinerario per lo hanami con visita a Kanazawa

1°giorno

Tokyo (Asakusa, Ueno, Shinjuku)

2°giorno

Tokyo (Santuario di Yasukuni, Chidorigafuchi, Giardino Koishikawa Koraku-En, Shibuya); trasferimento a Kanazawa in serata

3°giorno

Kanazawa (Castello, Kenroku-En, Higashichaya)

4°giorno

Kanazawa (Nagamachi, Teramachi); trasferimento a Kyoto nel primo pomeriggio. Kyoto (Shosei-En, Ponto-cho)

5°giorno

Kyoto (Kinkaku-Ji, Ginkaku-Ji, Sentiero del Filosofo, Parco di Maruyama)

6°giorno

Escursione a Nara da Kyoto (siti storici e religiosi del Parco di Nara)

7°giorno

Kyoto (Arashiyama)

8°giorno

Kyoto (Grande Santuario di Fushimi Inari); trasferimento a Tokyo via Kanazawa

 

Organizzazione degli spostamenti

Per risparmiare conviene fare uso di un biglietto JRP Arco di Hokuriku. Il biglietto va attivato nel corso del secondo giorno.

Questa scelta rende necessario muoversi tra Tokyo e Kyoto via Kanazawa (il che comporta tempi di percorrenza maggiori rispetto all’uso di collegamenti diretti lungo la Linea shinkansen Tokaido).

Il trasferimento tra Tokyo e Kyoto via Kanazawa dura circa 6 ore (contro le 3 ore del viaggio diretto). La scelta quindi è tra un risparmio di 5.000 yen e un trasferimento di 3 ore più lungo.

 

 

Itinerario tra aprile e maggio

Per viaggi tra la seconda metà di aprile e maggio conviene orientarsi su itinerari tra Tokyo e Hokkaido.

Un buon percorso che unisce mete storiche e culturali a luoghi di interesse paesaggistico segue questa traccia:

  • 2 giorni a Tokyo: breve visita della città;

  • 3 giorni tra Sendai e Morioka: possibili mete sono Sendai, Matsushima, Hiraizumi e la Costiera del Sanriku;

  • 2 giorni nei pressi di Aomori: qui la meta regina è Hirosaki, celebre per il bel castello contorniato da ciliegi.

Da considerare anche altre tappe, come Aizu-Wakamatsu, la città dei samurai e Fukushima, dove è un bel parco pieno di ciliegi di diverse varietà. Ovviamente da ponderare anche una visita a Nikko, località storica custode di bei templi immersi in un suggestivo scenario montano.

Un simile percorso sfrutta bene il biglietto JRP Tohoku, che permette di contenere i costi di trasferimento sotto ai 30.000 yen.

 

 

Conclusioni e consigli

Tutti e tre i percorsi qui delineati offrono buone occasioni per vedere le fioriture dei ciliegi. Dei tre itinerari il primo è secondo noi il migliore, poiché comporta meno spostamenti e consente un ritmo di viaggio più rilassante.

Naturalmente possibili anche altre soluzioni, come viaggi limitati a regioni più piccole, ad esempio Tokyo e i suoi dintorni oppure la regione del Keihanna (Kyoto, Nara, Osaka).

Viaggiando tra aprile e maggio conviene organizzare un viaggio nel Tohoku (tra Aomori, Hirosaki, Sendai, Matsushima, Fukushima, Aizu-Wakamatsu, Nikko, Mito).

 

 

Visita guidata di Asakusa
Escursione a Kyoto