Hoi AnUna rilassante camminata nel centro storico passa in rassegna i numerosi tesori dell'architettura di Hoi An, gemme la cui bellezza è enfatizzata dall'unità e armonia del tessuto urbano, rimasto pressoché intatto e oggetto di un raro sforzo di preservazione e tutela.

Il visitatore più attento saprà riconoscere le notevoli influenze straniere, particolarmente quella cinese. Chiunque sarà piacevolmente avviluppato dall'atmosfera placida e armoniosa della cittadina.

E' possibile vedere il meglio di Hoi An in due giorni e c'è chi si trattiene un solo giorno. Il nostro consiglio è quello di trascorrervi almeno tre giorni.

In questa pagina diamo informazioni concise sui luoghi di interesse storico. culturale e paesaggistico di maggiore importanza a Hoi An e nei dintorni. Per i dettagli su come organizzare gli itinerari di visita rimandiamo alle pagine specifiche di seguito elencate.

 

 

Cosa vedere a Hoi An: i negozi di lanterne tradizionali
Hoi An, lanterne

 

Il centro storico di Hoi An si trova a nord del Fiume Thu Bon. A sud si trovano quartieri residenziali presso i quali è possibile scoprire lo stile di vita vietnamita. 

A nord della cittadina si trovano ampie spiagge ben tenute e pulite. Non mancano strutture balneari di buon livello presso cui trovare ristoro e rilassarsi.

Numerosi sono i templi, le pagode e le dimore di grande pregio artistico. Il centro storico è raccolto e la visita è piacevole e per nulla faticosa. Ovunque ci sono botteghe artigianali presso cui indugiare alla ricerca di prodotti della tradizione vietnamita: dagli abiti sartoriali, alla scultura fino alle iconiche lanterne vietnamite. Nonostante il notevole afflusso turistico, la pressione economica non ha finora stravolto l'anima della città.

 

Hoi An, una casa tradizionale vietnamita
Una dimora tradizionale a Hoi An

 

Centro storico di Hoi An

Il centro storico di Hoi An è un dedalo di viottoli lungo i quali si allineano case e botteghe in stile tradizionale, curate e conservate con gran cura. Il paesaggio urbano è stato protetto con discreto successo dagli effetti nefasti delle forti spinte economiche gravitanti attorno al turismo.

Nessun grattacielo in cemento rovina gli scorci della città che diventano particolarmente suggestivi al tramonto e alla sera alla luce delle lanterne tradizionali. Tuttavia la conversione alla funzione turistica di molte botteghe ha talora compromesso l'autenticità della vita sociale ed economica della città.

 

Ponte Giapponese (Tempio del Ponte, Chua Cau)

Il Ponte Giapponese è il bene monumentale forse più noto di Hoi An. E' un piccolo ponte in pietra coperto. Collega le vie Tran Phu e Nguyen Thi Minh Khai, segnando il confine tra il centro storico (Minh An) e Cam Pho.

Decorato con relativa semplicità, fedelmente allo spirito artistico nipponico, ospita un piccolo tempio dedicato a una divinità che ha l'imperio del clima.

Elaborate e suggestive narrative ne riconducono la funzione e l'aspetto a miti della civiltà giapponese.

Particolarmente bello nell'illuminazione notturna.

 

Cosa vedere a Hoi An: il Ponte Coperto Giapponese
Ponte Giapponese

 

Cosa vedere a Hoi An: le lanterne
Lanterne e luminarie durante il Tet (capodanno lunisolare vietnamita), per molti il periodo più bello in cui visitare Hoi An

Centro storicoHoi AnRistorante vietnamitaVia Tran PhuHoi AnDove viaggiare in Vietnam: Hoi AnDove andare a Hoi AnHoi AnHoi An, via Tran PhuScoprire Hoi An

 

Luoghi da visitare a Hoi An: la Pagoda di Quan Am
Pagoda di Quan Am

 

Pagoda di Quan Am

Dedicata a Quan Am, questa piccola pagoda è uno dei templi più antichi e importanti di Hoi An. Nota anche col nome di Tempio Buddhista Minh Huong, è attigua al Tempio di Quan Cong, a due passi dall'animata Via Tran Phu, in pieno centro.

La fondazione del tempio è antecedente al 1653. Divenne uno dei luoghi di culto più popolari di Hoi An e fu frequentato da tutte le comunità della cittadina (vietnamiti, cinesi e giapponesi).

Il culto di Avalokitesvara (Bodhisattva della Compassione; 觀世音; in vietnamita: Quán Thế Âm; in mandarino: GuanShiYin; in coreano: Gwanse-eum; in giapponese: Kanzeon; letteralmente “Colei che ode il suono del mondo”) è profondamente radicato in tutto l'Oriente.

Di piccole dimensioni, è un luogo che invita al raccoglimento e all'introspezione. Un'attenta osservazione condurrà alla scoperta della speciale devozione che la popolazione locale nutre per questo luogo, da molti considerato il centro spirituale di Hoi An.

 

Da vedere a Hoi An: il Tempio di Quan Cong
Tempio di Quan Cong

Tempio di Quan Cong

Vicino alla Pagoda di Quan Am e a due passi dal mercato, questo tempio è uno dei capolavori dell'architettura religiosa di Hoi An.

E' dedicato a Quan Cong (Guan Yu), celebre generale cinese del Periodo dei Tre Regni, passato alla storia come modello esemplare di virtù, fedeltà, coraggio e pietà filiale e divinizzato come eroe civilizzatore, particolarmente caro agli adepti delle arti marziali mistiche.

In quest'opera tutto, dalla forma della pianta fino ai motivi ornamentali più minuti, esprime un significato. Impressionante l'apparato decorativo che comprende statue di particolare valore artistico.

Consigliamo di visitare questo tempio e la vicina Pagoda di Quan Am avvalendosi del prezioso aiuto di una guida locale competente. Solo questo permette di cogliere un'adeguata comprensione delle opere.

 

Cosa vedere a Hoi An: il Tempio di Quan Cong
Tempio di Quan Cong

 

Fiume Thu Bon, lungofiume

Camminare lungo il fiume è uno dei modi migliori per scoprire la cittadina. Se cercate un po' di silenzio e quiete vi consigliamo di proseguire a est oltre i limiti del centro storico.

Particolarmente bello passeggiare lungo la Via Huynh Tran Cong Chua e nell'isolotto di Cam Nam.

 

Cosa vedere a Hoi An: il fiume Thu Bon e l'Isola di Cam Nam
Il Fiume Thu Bon visto dalla placida Via Huyền Trân Công Chúa; sullo sfondo l'Isola di Cam Nam

Cosa vedere a Hoi An, lungofiumeDa vedere in Vietnam: il lungofiume di Hoi AnHoi An, lungofiumeHoi AnAntica Hoi AnFiume attraverso Hoi AnAttrazioni a Hoi AnCosa vedere in Vietnam: Hoi AnVietnam: Hoi AnVisita a Hoi An

 

Dimore storiche di Hoi An

Molto interessanti sono le dimore tradizionali. Visitabili sono la Casa Phung Hung, la Casa Quan Thang e la Casa Tan Ky. Ognuna di esse declina in maniera varia e originale gli elementi centrali dell'architettura di Hoi An.

 

Casa di Phung Hung

Questa abitazione esprime una delle architetture più eleganti e armoniose di Hoi An. Risale al periodo di massimo splendore della città. Dista pochi passi dal Ponte Giapponese.

I due piani recano elementi costruttivi e stilistici differenti, di influenza vietnamita, cinese e giapponese. Gran parte della struttura è realizzata in legno e presenta soluzioni e accorgimenti di particolare originalità, funzionali ad armonizzare in poco spazio il doppio utilizzo come casa e negozio. Sopraffine e sobrie le decorazioni.

Nella casa, ancora abitata, si trovano numerosi mobili d'epoca nonché pezzi di artigianato di valore.

La visita alla casa permette di immergersi nell'atmosfera della città antica e di scoprire credenze e modi di vita degli abitanti di Hoi An. Molto interessante l'area dedicata ai culti.

Dal secondo piano è possibile godere di una piacevole veduta sul centro storico.

Nella casa vengono oggi venduti tessuti ricamati a mano.

 

Cosa vedere a Hoi An: la casa Phung Hung
Casa di Phung Hung

 

Dimora storica di Phung Hung  (Nhà Cổ Phùng Hưng)

Indirizzo

Hoi An (Hội An), Phường Minh An, Nguyễn Thị Minh Khai, 4

Orario di apertura

8:30-18:00, tutti i giorni

Ingresso

a pagamento (coperto dal biglietto turistico da 120.000 dong)

Come arrivarci

La casa dista pochi passi dal Ponte Giapponese

Altri luoghi di interesse nelle vicinanze

Ponte Giapponese, Dinh Cam Pho

 

 

Casa di Tan Ky

Situata nel centro storico, a breve distanza dal Fiume Thu Bon, Casa Tan Ky è una delle più belle architetture signorili di Hoi An.

La struttura, che combina in maniera armoniosa elementi stilistici di origine vietnamita, cinese e giapponese, richiama principi filosofici del mondo orientale.

Assai accurata la scelta dei materiali, molti dei quali provenienti da aree lontane, che oltre a obbedire a esigenze estetiche era tesa a massimizzare l'isolamento termico degli ambienti.

Ricca e variegata la collezione di opere d'arte.

Da sempre soggetta a danneggiamenti cagionati dai frequenti allagamenti, è sempre stata restaurata con pervicacia dai proprietari, una famiglia di mercanti di prodotti agricoli, la cui fortuna cessò con l'insabbiamento del porto della città.

E' consigliato visitare la casa nelle prime ore del mattino, quando è meno affollata. 

 

Cosa vedere a Hoi An: la casa Tan Ky
Casa di Tan Ky

 

Dimora storica di Tan Ky (Nhà Cổ Tấn Ký)

Indirizzo

Hoi An (Hội An), Phường Minh An, Nguyễn Thái Học, 101

Orario di apertura

8:30-18:00, tutti i giorni

Ingresso

a pagamento (coperto dal biglietto turistico da 120.000 dong)

Come arrivarci

La casa dista pochi passi dal Ponte Giapponese. L'accesso avviene dalla Via Nguyen Thai Hoc. Il secondo ingresso, particolarmente amato dai fotografi, dà sul lungofiume (Bach Dang)

Altri luoghi di interesse nelle vicinanze

Ponte Giapponese, Museo della Civiltà Sa Huynh

 

 

Casa di Quan Thang

Situata nel centro storico, questa casa risale al secolo XIX. Tutto, dalla suddivisione degli spazi al mobilio, è stato preservato nella condizione originaria.

Particolarmente degni di nota il cortile e i dettagli decorativi delle strutture delle coperture.

 

Cosa vedere a Hoi An: la casa Quan Thang
Casa di Quan Thang, nel periodo del Tet

 

Dimora storica di Quan Thang (Nhà Cổ Quân Thắng)

Indirizzo

Hoi An (Hội An), Phường Minh An, Trần Phú, 77

Orario di apertura

9:30-18:00, tutti i giorni

Ingresso

a pagamento (coperto dal biglietto turistico da 120.000 dong)

Come arrivarci

La casa si trova lungo la Via Tran Phu, non lontano da Via Le Loi

Altri luoghi di interesse nelle vicinanze

Museo del Commercio della Ceramica

 

Casa di Duc An

La casa si trova al civico 129 di Via Tran Phu, in pieno centro. L'edificio odierno risale al 1850 e ha una tipica pianta con sviluppo in lunghezza. All'ingresso si incontrano i locali dedicati all'attività commerciale; seguono il cortile centrale, lo studio sul retro e locali di servizio. La famiglia viveva al piano superiore.

A lungo adibita a libreria, questa casa svolse un ruolo importante nella storia di Hoi An. Da essa sono passate figure importanti nella lotta per l'indipendenza del Vietnam, tra cui Phan Chu Trinh, eminente pedagogo e fervente nazionalista vietnamita.

 

Cosa vedere a Hoi An: la Casa storica di Duc An
Insegna della Casa di Duc An (德安號, "virtù e tranquillità"; la lettura procede da destra conformemente all'usanza tradizionale)

 

Sale delle adunanze delle congregazioni cinesi d'oltremare

Ancora lungo la via Tran Phu si incontrano altre eminenti testimonianze dell'architettura cinese, le sale delle adunanze, complessi dove si concentrava la vita sociale e religiosa delle diverse comunità siniche.

Tra di esse spiccano la Hoi Quan Phuc Kien, appartenuta alla comunità del Fujian, e la Hoi Quan Quang Dong (nota anche col nome di Hoi Quan Quang Trieu), appartenuta alla comunità cantonese. Il gruppo  è completato dalle sale di Duong Thuong, ChaoZhou (Trieu Chau) e Hainan.

 

Hoi Quan Phuc Kien (Sala delle Adunanze della Comunità del FuJian)

La Hoi Quan Phuc Kien è stata il centro della vita sociale e religiosa della numerosa comunità del Fujian di Hoi An sin dal lontano 1697. Il luogo ospitava in origine un tempio buddhista. Passò sotto la custodia della facoltosa comunità cinese che ne fece luogo per il culto di Thien Hau.

Il complesso spicca per le grandi dimensioni e comprende un ampio giardino antistante la sala principale di culto. Questa esibisce uno sfarzoso apparato decorativo. Inconfondibile l'origine dei committenti nelle eleganti forme ricurve del tetto, finemente decorate.

 

Cosa vedere a Hoi An: la Sala delle Adunanze della comunità del FuJian
Sala delle Adunanze della Comunità del FuJian; le magnifiche decorazioni dei tetti richiamano la bellezza dell'architettura della Cina Orientale
Cosa vedere a Hoi An: la Sala delle Adunanze della comunità del FuJian
La Sala delle Adunanze della Comunità del FuJian nel periodo del Tet

 

Hoi Quan Hai Nam (Sala delle Adunanze della Comunità di HaiNan)

La grande Hoi Quan Hai Nam è una delle architetture più eleganti di Hoi An. L'edificio venne dedicato alla memoria di 108 mercanti originari dell'isola di Hai Nan ingiustamente considerati pirati e quindi giustiziati.

Quest'opera si distingue per la vastità del cortile interno che dà occasione di apprezzare l'architettura da molti punti di vista.

 

Cosa vedere a Hoi An: la Sala delle Adunanze della Comunità di HaiNan
Sala delle Adunanze della Comunità di HaiNan

 

Hoi Quan Quang Dong (Sala delle Adunanze della Comunità del Canton)

Situata a due passi dal Ponte Giapponese, lungo Via Tran Phu, la Sala delle Adunanze della comunità del GuangDong è un edificio dalle forme semplici e schiette.

Particolarmente raffinate l'ornamentazione delle coperture e dei pilastri e le iscrizioni.

Consigliamo di visitarla nelle prime ore del mattino perché è meta fissa degli itinerari turistici ed è sempre affollata.

 

Cosa vedere a Hoi An: la Sala delle Adunanze della Comunità del Canton
Sala delle Adunanze della Comunità cantonese

 

Hoi Quan Trieu Chau (Sala delle Adunanze della Comunità di ChaoZhou)

La si incontra lungo Via Nguyen Duy Hieu, allontanandosi dal centro oltre il Tempio di Quan Cong, laddove nessun turista frettoloso si avventura. La breve camminata è ben ricompensata.

Di piccole dimensioni, un po' sacrificata, la Hoi Quan Trieu Chau è uno degli edifici più belli di Hoi An.

Venne edificata dai cinesi provenienti dall'area di ChaoZhou (nella regione culturale di ChaoShan). Molti degli elementi costruttivi principali vennero significativamente importati dalla madrepatria. Particolarmente pregevoli gli stucchi che decorano le pareti dell'edificio principale. Cura in ogni dettaglio.

L'edificio adempie ancora alla sua funzione religiosa.

 

Cosa vedere a Hoi An: la Sala delle Adunanze della Comunità di ChaoZhou
Sala delle Adunanze della Comunità di ChaoZhou

 

Sala delle Adunanze di Duong Thuong

Nota anche col nome di Hoi Quan Trung Hoa, il complesso è una delle architetture cinesi più antiche di Hoi An. Venne edificata su iniziativa di diverse comunità Hoa che ne fecero luogo per il culto di Thien Hau.

L'architettura è semplice e un po' disadorna. 

Una visita al complesso consente di apprezzare come le comunità Hoa abbiano mantenuto saldo il legame con la madrepatria. L'edificio ospita oggi la scuola cinese Le Nghia.

 

Cosa vedere a Hoi An: la Sala delle Adunanze di Duong Thuong (scuola cinese)
Sala delle Adunanze di Duong Thuong (Scuola cinese Le Nghia)

 

Museo del Commercio della Ceramica

Lungo la centrale Via Tran Phu, all'interno di un edificio storico di pregio, si incontra il Museo del Commercio della Ceramica.

La piccola esposizione illustra in maniera molto concisa il ruolo di Hoi An nel fiorente commercio della ceramica che costituì una delle vie attraverso cui si svilupparono fecondi rapporti culturali ed economici tra Cina, Giappone e Vietnam.

La collezione del museo si compone di oltre 400 pezzi provenienti da India, Cina, Vietnam, Giappone e altri paesi dell'Asia Orientale.

 

Cosa vedere a Hoi An: il Museo del Commercio della Ceramica
Museo del Commercio della Ceramica

 

Museo del Commercio della Ceramica  (Bảo Tàng Gốm Sứ Mậu Dịch)

Indirizzo

Hoi An (Hội An), Phường Minh An, Trần Phú, 80

Orario di apertura

8:00-17:00, tutti i giorni

Ingresso

a pagamento (coperto dal biglietto turistico da 120.000 dong)

Come arrivarci

L'ingresso al museo avviene dalla Via Tran Phu

Altri luoghi di interesse nelle vicinanze

Hoi Quan Duong Thuong

 

 

Museo della Civiltà Sa Huynh

A due passi dal Ponte Giapponese è il Museo della Civiltà Sa Huynh, meta imperdibile per gli appassionati di archeologia. La piccola esposizione introduce brevemente agli aspetti più peculiari dell'antica civiltà fiorita nel Vietnam centrale durante l'Età del Ferro.

Sono esposti alcuni reperti tra cui armi, utensili, vasellame e gioielli. I manufatti certamente più significativi sono le grandi urne cinerarie che testimoniano l'importanza e la complessità dei riti funebri vigenti presso questa civiltà.

Il museo trova collocazione in un edificio su due piani da cui si gode di piacevoli vedute sul centro storico di Hoi An.

 

Cosa vedere a Hoi An: Museo della Civiltà Sa Huynh
Museo della Civiltà Sa Huynh

 

Museo della Civiltà Sa Huynh  (Bảo Tàng Văn Hóa Sa Huỳnh)

Indirizzo

Hoi An (Hội An), Phường Minh An, Trần Phú, 149

Orario di apertura

8:00-17:00, tutti i giorni

Ingresso

a pagamento (coperto dal biglietto turistico da 120.000 dong)

Come arrivarci

L'ingresso al museo avviene dalla Via Tran Phu, a pochi passi dal Ponte Giapponese

Altri luoghi di interesse nelle vicinanze

Ponte Giapponese, Casa di Tan Ky

 

 

Pagoda di Chuc Thanh

Molti la incontrano per caso, mentre vagano esplorando l'area residenziale di Cam Pho e Tan An. Si rimane subito colpiti dal portale, finemente decorato, delicato. Si apre la visione su un grande giardino che promette serenità e ristoro per lo spirito.

Una volta entrati nella Pagoda di Chuc Thanh (祝聖寺, Chùa Chúc Thánh; letteralmente: “Pagoda della Santa Benedizione”), non si può che rimanere esterrefatti di fronte alla magnificenza della sala principale di culto, frutto di una combinazione di stilemi delle architetture vietnamita e cinese di rara bellezza.

Di valore artistico anche gli arredi sacri e gli oggetti liturgici.

La Chua Chuc Thanh, la pagoda più antica di Hoi An, è molto cara alla popolazione della cittadina ed è uno dei templi di maggiore importanza per il Buddhismo del Vietnam.

 

Cosa fare a Hoi An: visitare la Pagoda di Chuc Thanh (Chua Chuc Thanh)
Chua Chuc Thanh

 

Pagoda di Chuc Thanh  (Chùa Chúc Thánh)

Indirizzo

Hoi An (Hội An), Phường Tân An, Khu Vực 7

Orario di apertura

8:00-18:00, tutti i giorni

Ingresso

gratuito

Come arrivarci

La pagoda sorge a poco meno di 2 km dal centro di Hoi An, a breve distanza dalla Via Hai Ba Trung (che collega il centro al lido di Cam An). E' facilmente raggiungibile a piedi, in bicicletta o in taxi.

Altri luoghi di interesse nelle vicinanze

Chua Phuoc Lam

 

 

Mercato di Hoi An

Il mercato di Hoi An (Cho Hoi An) offre scorci della vita quotidiana della cittadina. Nonostante la forte pressione turistica, gran parte del mercato non ha perso la propria autenticità ed è un posto nel quale vale la pena passare, soprattutto alle prime ore del mattino e di sera.

Gran parte dei chioschi vende cibo. La frutta è senz'altro ciò che consigliamo di comprare in questo mercato.

All'interno dell'edificio si allineano ristoranti improvvisati di ogni genere, spesso adatti ai viaggiatori più coraggiosi.

 

Cosa vedere a Hoi An: il mercato
Mercato centrale

 

Spiagge a Hoi An e dintorni

Hoi An non offre solo incantevoli scorci di bellezza architettonica ma anche meravigliose spiagge dove rilassarsi e gustare frutta esotica e specialità di mare.

 

Spiaggia di An Bang
Spiaggia di An Bang

 

Lido di Cua Dai

La bella spiaggia di Cua Dai (Cửa Đại) si trova a nord di Hoi An, a meno di 5 km dal centro cittadino. Rappresenta l'opzione più comoda per chi vuole trascorrere alcune ore in spiaggia a fare il bagno, prendere il sole e rilassarsi senza affrontare spostamenti troppo lunghi.

Si tratta di una lunga striscia di sabbia bianca e fine prospiciente bassi fondali dall'acqua cristallina. Dopo giornate intense spese a camminare per il centro di Hoi An, è piacevole trovare refrigerio e contemplare il tramonto a Cua Dai. Il tratto di spiaggia più vicino al centro di Hoi An, al termine della via Hai Ba Trung, è noto col nome di An Bang.

Sono presenti numerosi stabilimenti balneari in cui è possibile noleggiare lettini, ombrelloni e mangiare delle ottime specialità di mare. Non mancano strutture ricettive di alto livello.

 

Come arrivarci

Per arrivare a Cua Dai è possibile utilizzare la bicicletta, la moto o il taxi.

 

Dove andare a Hoi An: Cua Dai
Cua Dai

 

Località di Cam Thanh

Tra il centro di Hoi An e la c'è la Cam Thanh. La località offre tra le immagini più belle dei dintorni rurali di Hoi An ed ospita svariate locande a gestione familiare che incentrano la propria attività sull'offerta di esperienze legate all'ecoturismo.

 

Cosa vedere a Hoi An da visitare: Cam Thanh
Località di Cam Thanh, tra il centro di Hoi An e il litorale di Cua Dai

 

Arcipelago delle Isole Cham

A meno di 20 km a est di Hoi An si trova un piccolo arcipelago dalla vegetazione rigogliosa, le Isole Cham. L'isola più grande e l'unica abitata è Hon Lao (Hòn Lao). Vi cresce una folta foresta tropicale separata dal mare da spiagge di sabbia finissima e da imponenti formazioni rocciose.

I fondali sono una gioia per gli amanti delle immersioni ma si può godere delle isole semplicemente rilassandosi in riva al mare o pernottandovi.

 

Come raggiungere le Isole Cham

Le isole sono raggiungibili con un traghetto oppure partecipando a escursioni organizzate. Il traghetto impiega circa 2 ore mentre a bordo di navi veloci la traversata dura poco più di mezz'ora.

L'accesso alle isole è subordinato alle condizioni meteorologiche ed è pressoché impossibile durante la stagione delle piogge (settembre-dicembre).

 

Da visitare vicino a Hoi An: il Santuario di My Son
Santuario di My Son, alcuni dei templi del sito principale (gruppi B,C e D), nel 2018

 

Santuario di My Son

Un'ora e mezza di viaggio in auto da Hoi An conduce al grandioso Santuario di My Son (Mỹ Sơn). Celate in un'ampia conca nella folta giungla annamita, si trovano le meravigliose vestigia di quella che era un tempo la capitale spirituale dell'Impero dei Cham, una popolazione austronesiana di religione induista.

Il magnifico santuario, alla cui conservazione ha collaborato anche l'Italia, è un gioiello architettonico e un luogo di immenso fascino e rilevanza storica ed artistica. La simbiosi tra l'architettura e l'ambiente, un rapporto peraltro ricercato dai fondatori del santuario secondo precise cognizioni cosmologiche, non può non suscitare profonde emozioni.

Per apprezzare a pieno il sito archeologico è necessario documentarsi prima della visita. Consigliamo inoltre di visitare il Museo della Scultura Cham nella vicina città di Da Nang. 

 

My Son
Santuario di My Son, nel 2008

 

 

Cosa fare a Hoi An: attività consigliate

Hoi An è ormai una popolare destinazione turistica. L'atmosfera rilassante e la bellezza dei dintorni spingono molti a prolungare il proprio soggiorno oltre i canonici due o tre giorni.

L'offerta di attività turistiche e ricreative è ampia e consolidata.

Di seguito segnaliamo le attività più popolari tra chi si trattiene a Hoi An per pochi giorni.

 

Cosa fare a Hoi An: imparare a fare una lanterna
Un negozio di lanterne a Hoi An

 

Visitare una sartoria

La sua storica vocazione commerciale non poteva non trovare sbocchi anche in tempi moderni. Oggi Hoi An è nota per i numerosi negozi di sartoria, alcuni di buona qualità.

Vengono confezionati abiti su misura di ogni genere in pochissimo tempo (persino, in maniera temeraria, loden).

Consigliamo di valutare l'acquisto del magnifico Ao Dai, il vestito tradizionale vietnamita.

Contrattazione serrata d'obbligo nei negozi più alla buona.

 

Lezioni di cucina vietnamita

Come in altre città in Vietnam, a Hoi An è possibile apprendere rudimenti della cucina vietnamita. La cucina del Quang Nam, la provincia in cui si trova la cittadina, è nota per essere una delle migliori tradizioni gastronomiche del paese. 

 

Cosa fare a Hoi An: girare in bicicletta tra Minh An e Cua Dai
Località di Cua Dai, raggiungibile in bicicletta dal centro di Hoi An in meno di 20 minuti

 

Percorsi in bicicletta a Hoi An e dintorni

Appena si esce dal centro Hoi An mostra la sua natura di cittadina di campagna. Muoversi in bicicletta offre la massima libertà negli spostamenti e il piacere di esplorare luoghi che non si potrebbe mai raggiungere in auto.

Tra i percorsi in bicicletta che consigliamo:

  • il percorso nell'area rurale tra Cam Chau e Cam An, tra il centro e le spiagge di An Bang e Cua Dai

  • un giro nell'isolotto di Cam Nam

Chi non teme fatica può spingersi più lontano, verso villaggi limitrofi.

 

Cosa fare a Hoi An: esplorare il lungofiume del Thu Bon
Foce del Fiume Thu Bon

 

A 20 km di distanza da Hoi An si trova il sito religioso delle Montagne di Marmo (Ngũ Hành Sơn). La distanza è breve ma occorre tenere conto del caldo e dell'umidità del periodo.

 

Cosa fare a Hoi An: visitare le vicine Montagne di Marmo
Ngu Hanh Son (五行山; "Montagne dei Cinque Elementi", più note col nome di "Montagne di Marmo"), antico sito religioso situato tra Hoi An e Da Nang

 

Approfondimenti:

Visita di 1 giorno a Hoi An  |  Visita di 2 giorni a Hoi An

 

Articoli correlati:

Hanoi: luoghi da visitare, cosa vedere

Hue: luoghi da visitare, cosa vedere

Città di Ho Chi Minh: luoghi da visitare, cosa vedere

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active